Sprindex: un nuovo sistema per regolare gli ammortizzatori a molla

Sprindex: un nuovo sistema per regolare gli ammortizzatori a molla

Staff, 02/12/2019

Sprindex è un nuovo sistema che permette di regolare la durezza della molla dell’ammortizzatore, senza l’ausilio di attrezzi, ovviando quindi al problema principale degli ammortizzatori a molla, cioé la regolazione a seconda del peso e delle preferenze del rider.

YouTube video

 

Nelle comuni molle per ammortizzatori gli incrementi sono di 50 libbre (in alcuni casi di 25lb), non permettendo una regolazione di fino per i valori intermedi. Sprindex permette di risolvere anche questo problema.

 

Come funziona? La durezza della molla è determinata dal diametro della molla stessa, dal numero delle spire e dal tipo di materiale. Poche spire la rendono più dura. Girando lo Sprindex si va a toccare il numero di spire attive (non il precarico). Come differisca dal precarico e perché questo non sia un parametro con cui regolare l’ammortizzatore lo trovate qui.

Le molle Sprindex sono in acciaio e sono più leggere di quelle standard e sono state progettate per poter essere montate su quasi tutti gli ammortizzatori presenti sul mercato ad un costo di 140$. Sono acquistabili nei negozi o direttamente su Sprindex.com.

Sprindex è un’azienda nuova, creata dai fondatori di Crankbrothers (Carl Winefordner, Frank Hermansen, Andrew Herrick) insieme a Richie Schley.

Sprindex

Commenti

  1. Sarebbe interessante per poter avere con un unica molla 2 libbraggi differenti ad esempio un po più duro per quando si gira in park ...
  2. fafnir:

    *a chi piace mettere mano dove non è capace.

    La molla non ha bisogno di essere toccata, se deve essere modificato il libbraggio cosi frequentemente da richiedere una soluzione di questo tipo, a livello amatoriale, significa che su quella bici non andava montato un ammortizzatore a molla. Situazione piuttosto frequente ultimamente, vedi chi la mette su yeti, foxy o orbea rallon, etc

    Poi avere una molla per park e una piu morbida per trail piu naturali ci sta, si è sempre fatto
    non sempre le cose nascono perchè efficienti, ma semplicemente per il fatto che potrebbero interessare ad una certa fetta di mercato.
    di certo non sono i primi a fare una cosa del genere, vedi Mupo nel settore moto.
    secondo me ha anche il suo senso per chi vuole fare un setup di fino visto che cmq si lavora su un range abbastanza contenuto di libbraggio della molla