[Test] Nuovi dischi SRAM HS2

[Test] Nuovi dischi SRAM HS2

Marco Toniolo, 01/09/2021

Finalmente SRAM apporta delle modifiche ai propri impianti frenanti proponendo dei nuovi dischi che hanno lo scopo di diminuire la temperatura dei freni, gli HS2. Abbiamo parlato spesso su come risolvere i problemi degli SRAM Guide o G2, e una delle soluzioni era proprio quella di sostituire i dischi Centerline con altri prodotti, come i Galfer.

SRAM ci ha mandato i nuovi dischi circa due mesi fa, dunque abbiamo avuto molto tempo per provarli. Nel video trovate i dettagli degli HS2 e come si sono comportati sul campo.

Dettagli

  • Rotore con spessore maggiore, 2,00 mm
  • Migliore smaltimento del calore (40°C in meno rispetto al Centerline, secondo SRAM)
  • Maggiore potenza frenante del 7 per cento secondo SRAM
  • Disponibile con sei fori e CenterlockSpecifico per le mtb
  • Peso rilevato disco 6 fori 180mm di diametro: 170gr (il corrispettivo Centerline pesa 146 gr.)
  • Prezzo: vedere più sotto

 

Commenti

  1. BOGIA NEN:

    Ma scusa davvero ma se il pistone non rientra completamente in sede sempre di 1 decimo… quindi non centrandosi correttamente (giusto?)poniamo che con un disco da 1,8 si abbia ancora 1 decimo complessivo di spazio se aumento di 2 decimi il disco questo toccherà prima giusto? Oppure se già toccava le pastiglie andranno ad imprimere sempre più forza…


    BOGIA NEN:

    Dipende che disciplina fai…in una Marathon come l’AVBM solo che sui primi 27min di salita quasi tutta asfalto da Valdidentro alle torri di Fraele te ne accorgeresti…sempre che tu arrivi in cima senza esaurimento nervoso…
    Se il freno "fa rumore" lo sistemo immediatamente, ancora prima della marathon:
    resettando prima i pistoncini poi centrando le pastiglie e infine la pinza sul disco
    per questo, ci sono appunto degli appositi specifici attrezzi
    non serve andare in Valtellina o alla Swiss Epic per capirlo
  2. AlfreDoss:

    Beh i pistoni pigri li ho avuti anch'io, ma mai al livello di arrivare a bloccarsi.
    Ecco, forse in questo caso gli impianti con olio anziché fluido dot possano essere avvantaggiati grazie alle proprietà di autolubrificazione interna che l'olio consente.
    Vero anche quello infatti per 3 volte li ho comprati valutando anche questo aspetto pensando di aver preso di sfiga quello fallato… ora io non so perchè nel minimo dettaglio non succedesse e ad un certo punto non mi interessa neppure… che siano reazioni di materiali co l’olio la temperatura dove custodisco la bici o alto
  3. BOGIA NEN:

    Mi sa che partiamo da 2 presupposti diversi tu da un freno che funziona alla perfezione sulla carta io da uno che non funziona con gravi problemi…

    Più che scriverti che per come dovrebbe funzionare ti do ragione al 100% non so cosa dirti…

    Non viviamo in un mondo perfetto…
    Non c'è nessun presupposto, tu sostenevi che un disco di maggior spessore avrebbe peggiorato la problematica dello sfregamento, invece non è così, che il freno funzioni a dovere o meno.