Zwift va in fuoristrada

Zwift va in fuoristrada

06/12/2019
Whatsapp
06/12/2019

Eric Min, CEO di Zwift, la nota piattaforma virtuale ha presentato “la prima piattaforma virtuale, piani di allenamento e bici rivolte alle necessità dei ciclisti fuoristrada“.

Zwift ha rilasciato oggi un aggiornamento che contiene due piani di allenamento disegnati per andare incontro alle necessità dei ciclisti off-road con specifici obiettivi di potenza e tecnica di pedalata, differenti dall’uso su strada. Oltre al piano “Gravel Grinder“, il piano Pebble Pounder è disegnato come piano per principianti che vogliono entrare nel mondo gravel. Per i mountainbikers il piano intermedio “Dirt Destroyer” è indicato per chi vuole sviluppare una base di resistenza, ma migliorando la forza specifica alla Mtb attraverso ripetute molto oltre la soglia anaerobica per aumentare la coppia della pedalata e migliorarsi nelle salite più ripide. Un secondo piano, più avanzato, per ciclisti Cross Country verrà rilasciato nella prima parte del 2020.

Oltre a questi nuovi piani Zwift ha reso disponibile una nuova flotta di bici che possono essere acquistate nel gioco tramite il Drop Shop.Gli Zwifters possono utilizzare le loro “drops”, la moneta virtuale guadagnata nel gioco stesso, per acquistare le nuove bici gravel Canyon Grail, Inflite e Cervelo Aspero. Mentre i bikers potranno acquistare la Canyon Lux, Scott Spark e Specialized Epic.

Queste bici non servono solo ad essere attrattive esteticamente rispetto i nuovi mondi disponibili su Zwift, ma offrono delle caratteristiche prestazionali corrispondenti: le bici grave sono più veloci sulla ghiaia e più lente su strada e molto più lente in fuoristrada. Le Mtb sono più veloci in fuoristrada, più lente su gravel e molto più lente su strada.

 

Commenti

  1. amexroma:

    ma ci sono già i percorsi da mtb?
    Allora, per ora pare uno solo, ma spero e credo siano in programma altri, ho provato per curiosità stamattina a fare il percorso segreto, Repack Ridge. Serve montare il telefono sul manubrio della bici e attivare lo Zwift Companion, in modo che l'app possa poi usare l'acceleromentro del telefono per misurare le sterzate. io ho montato il telefono sulla mia bdc, non è il massimo per sterzare ma può andare per ora.

    Per il percorso, bisogna usarne uno che porti davanti all'ingresso, ad esempio “Quatch Quest”. Dopo 3.5 km compare una svolta con un punto di domanda:
    View attachment


    Si seleziona la svolta a destra e ci si ritrova all'inizio del trail. La bici diventa una MTB e si deve iniziare a sterzare. Per essere fatta con l'ausilio di un telefono la simulazione è ben fatta, e la guida è un mix di allenamento (ci sono delle rampe al 17% dove si va in fuorisoglia come ridere) e guida, dato che bisogna sempre sterzare e correggere per i 3 km del trail altrimenti si finisce per campi. Ho dovuto regolare un paio di volte la sensibilità dello sterzo per renderla meno violenta, altrimenti era un continuo correggere. Ovvio che la piega della bdc non aiuta, dovrei provare a mettere sui rulli la xc.

    View attachment


    Ora, prima che arrivino i soliti commenti acidi, ovvio che non è la bici reale, ma è un piacevole diversivo alle solite pedalate su bdc di Zwift a testa bassa e menare. Alla fine ho fatto 4 giri, per 20 km e 500m d+ in poco più di un'ora, come una breve uscita in MTB praticamente.
  2. D-Lock:

    Io sto seguendo il Cape Epic da alcune settimane, è molto vario e fa un bel mix di resistenza, interval, vo2max. Oltretutto non è un "plan" effettivo, ma solo un gruppo di workout, quindi non succede come gli altri che se perdi troppi giorni alcune sessioni vengono marcate come perse, ma fai sempre la sessione che vuoi. A me sta piacendo molto.
    infatti credo che lo proverò anche io, mi sembrano allenamenti completi e non troppo lunghi poi si possono gestire autonomamente gli allenamenti che è una comodità per me che appena posso torno ad allenarmi fuori...