Älsak: il primo reggisella di Gemini è superleggero

2

Gemini, il brand di Barcellona specializzato in materiale composito di fibra di carbonio, presenta oggi il suo primo reggisella che racchiude più tecnologia di quanto ci si possa aspettare da un semplice reggisella in carbonio. L’Älsak, questo il nome del regisella di Gemini, vanta un peso molto interessante e una notevole gamma di opzioni che riguardano le misure disponibili, il tipo di carbonio adottato per la costruzione e la finitura estetica.



.

Come tutti i prodotti Gemini, l’Älsak viene interamente realizzato nella sede di Barcellona. Ogni misura di reggisella ha un bladder specifico che consente di definire al meglio la compattezza delle fibre anche all’interno del pezzo. Vengono utilizzate due tipologie di costruzione, una che privilegia la leggerezza e il comfort, denominata Ultra Lightweight, e una che privilegia rigidezza e prestazioni, denominata Performance.

Il corpo del reggisella, in entrambe le versioni, è realizzato in fibra di carbonio a modulo intermedio. Viti e nottolini sono in titanio mentre i clamp sono ottenuti tramite forgiatura del carbonio, una procedura particolare studiata per il mondo delle hypercar che consente di costruire piccole parti dal design elaborato mantenendo i vantaggi del carbonio.

La geometria del reggisella offre una testa con zero offset, compatibile con binari di tutte le sezioni in commercio. Il range di misure disponibili è piuttosto ampio con quattro opzioni di lunghezza per tre differenti diametri. Il peso, nella versione da 27.2mm di diametro, spazia dai 69,5 ai 98,5 grammi in base alla lunghezza nella versione Ultra Lightweight mentre per la versione Performance il range di peso per le medesime misure va da 90 a 129 grammi.

Infine, l’Älsak si può scegliere in quattro differenti finiture estetiche predefinite oltre alla possibilità di customizzarlo a proprio piacimento con l’opzione Custom Lab. La finitura è determinata dall’ultima pelle di fibra di carbonio applicata al reggisella a fini estetici e si può scegliere con trama 12k oppure unidirezionale. Entrambe queste opzioni poi sono disponibili con finitura sia lucida che opaca, per un totale appunto di quattro opzioni.

Gemini

 

Commenti

  1. Ma c'è ancora qualche disciplina MTB in cui non è consigliabile un reggisella telescopico ? a si in DH !:-|
    Ironia a parte , pare un buon prodotto di ottima qualità ; complimenti a Gemini .
Storia precedente

La Santa Cruz Blur di Luca Braidot

Storia successiva

[Highlights] Pidcock e Stigger vincono lo Short Track di Nove Mesto

Gli ultimi articoli in News

Posso la borraccia?

Durante l’ultima salita del Monte Grappa il dominatore del Giro d’Italia 2024, Tadej Pogacar, viene affiancato…