Gemini Rigel

Gemini Rigel, la corona in carbonio che pesa 39 grammi

49

Gemini, marchio spagnolo con sede a Barcellona, presenta una corona in carbonio dal peso di soli 39 grammi, la Rigel.

[Comunicato stampa] Con oltre 3 anni di ricerca e sviluppo, più di 500 prototipi e migliaia di chilometri di test in ogni tipo di condizione da parte dei ciclisti più esigenti, il risultato è sorprendente. Questo sforzo ha portato al deposito di 2 brevetti internazionali e alla creazione dell’ingranaggio tecnologicamente più avanzato.



.

Dopo un lungo periodo di sviluppo, siamo orgogliosi di presentare il primo anello ultraleggero GEMINI: RIGEL, un gioiello per la vostra bicicletta pieno di innovazione, che integra nuovi materiali utilizzati nelle Hypercar e allo stesso tempo incorpora tecnologie brevettate che migliorano il comportamento della fibra di carbonio dal punto di vista strutturale e dell’usura.Questo nuovo prodotto non è destinato a essere uno tra tanti; come tutto ciò che facciamo, abbiamo prestato grande attenzione a sviluppare un pezzo di ingegneria che combina leggerezza, prestazioni e bellezza, e il risultato è un concetto di ingranaggio che il mondo non ha mai visto prima. Se pensavate di aver già visto tutto quando si trattava di ingranaggi per biciclette, qui vi mostriamo tutto ciò che rende RIGEL unico nel suo genere.

Gemini Rigel

L’innovazione è nel nostro DNA. avere il controllo totale su tutti i processi è ciò che ci permette di creare pezzi mai visti prima, ecco perché progettiamo e produciamo sotto lo stesso tetto, dove gli ingegneri e gli artigiani Gemini possono garantire l’eccellenza di ogni pezzo.

Il carbonio forgiato applicato a questo ingranaggio, oltre a fornire i miglioramenti strutturali e prestazionali presentati di seguito, offre alla trasmissione della bicicletta un’estetica raramente vista al di fuori del settore HyperCars.

Gemini Rigel

L’anima metallica di ogni dente, realizzata in lega di alluminio 7075 T6, trasmette la potenza alla catena, assicurando un’elevata resistenza all’usura, mentre la fibra di carbonio la ricopre, riducendo l’attrito e il rumore con le maglie della catena, creando una struttura di ingranaggi ultraleggera e aerodinamica, con un senso di finezza senza pari durante la pedalata. L’incorporazione di questa anima metallica interna è una tecnologia sviluppata da GEMINI, che viene integrata durante il processo di produzione, dando vita a un ingranaggio senza precedenti.

Grazie a un processo di oltre 100 tonnellate di pressione controllata e a una specifica distribuzione del materiale, le fibre del composito si dispongono attraverso la geometria dell’ingranaggio avvolgendo l’anima metallica e fornendo al contempo un’organizzazione strutturale continua lungo il dente che assicura livelli di rigidità elevati, impossibili da raggiungere con qualsiasi altro processo di produzione di ingranaggi in carbonio, come quelli realizzati a strati o attraverso un processo di lavorazione CNC. Questa tecnologia sviluppata da GEMINI ha preso il nome di CFT ed è una delle innovazioni che ridefiniscono la distribuzione della fibra di carbonio nei denti, rendendoli più resistenti.

In questa prima versione, RIGEL presenta le versioni più diffuse per la MTB, con ingranaggi da 32, 34 e 36 denti, tutti da 3 mm. Include inoltre 5 diverse versioni di interfacce Direct Mount per offrire la piena compatibilità con le principali marche di pedivelle. È stato progettato per essere compatibile con qualsiasi catena sul mercato a 11 e 12 velocità, comprese le catene Shimano, SRAM Eagle e SRAMEagle Flattop.

 

Prezzo Gemini Rigel: 125€

Gemini

 

Commenti

  1. Barons:

    Eccome che erano di carbonio …..Parlo di almeno 8 anni fa , adesso non so se le producono ancora o se hanno cambiato sistema
    No, i denti sono sempre stati di Al 7075 (su spider in carbonio), come ti hanno detto anche altri.
  2. Afterandre:

    No, i denti sono sempre stati di Al 7075 (su spider in carbonio), come ti hanno detto anche altri.
    Sono passati troppi anni e di sicuro non la possiede più era una corona integrata solo di carbonio .
    I dischi hanno lo spider in carbonio e la pista in acciaio , mi sa che non ci siamo capiti
  3. Barons:

    Sono passati troppi anni e di sicuro non la possiede più era una corona integrata solo di carbonio .
    I dischi hanno lo spider in carbonio e la pista in acciaio , mi sa che non ci siamo capiti
    Non parlavo dei dischi, parlavo proprio delle corone...

    Ripeto, mai avuto denti in carbonio le loro corone (sarebbe stato anche contro la loro "filosofia aziendale" diciamo).

    In allegato foto del 2007, del 2010 e del 2016 tanto per avere un riferimento.

    Poi oh, io non ci lavoro e non ho mai usato le loro corone (molti altri prodotti sì) ma è solo per dare le informazioni corrette a chi legge il forum.

    Corone full carbon le ha fatte per un periodo una decina di anni fa Fibre Lyte, probabilmente il tuo amico aveva una di quelle.
Storia precedente

Ludo May: missione powder!

Storia successiva

Come far scorrere le pedivelle al meglio e risparmiare energia

Gli ultimi articoli in News