MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Bike Check] La Santa Cruz V10 29 di Loris Vergier

[Bike Check] La Santa Cruz V10 29 di Loris Vergier

[Bike Check] La Santa Cruz V10 29 di Loris Vergier

29/04/2017
Whatsapp
29/04/2017

[ad3]

Il team Syndicate ha inaugurato a Lourdes la Santa Cruz V10 con ruote da 29 pollici, che vi abbiamo presentato 3 giorni fa in un articolo dedicato. Andiamo a scoprire i dettagli della bici affidata a Loris Vergier, new entry del team capitanato da Greg Minnaar.

Oltre alla proporzione delle ruote con il telaio, che nella taglia di Vergier (presumibilmente una L o forse una M, Loris è alto 175cm) si nota decisamente di più rispetto che sulla XXL di Minnaar, balza subito all’occhio il posizionamento sella. L’angolo sella estremamente arretrato del V10 porta molti utilizzatori di questa bici, soprattutto se non particolarmente alti, a spostare completamente in avanti la sella. Ricordo alcuni atleti in coppa, piuttosto bassi, che addirittura montavano reggisella arretrati girati al contrario per avanzare ulteriormente la sella. Questo lascia il dubbio che sia una scelta di Vergier a prescindere dal formato ruota, per adattarsi alle geometrie del V10, piuttosto che una scelta obbligata dall’ingombro della ruota da 29″ a fine corsa sulle taglie piccole. Minnaar comunque, sulla sua XXL, monta la sella in posizione regolare.

Loris arriva alla stagione 2017 con l’eredità di un ottimo 7° posto nel ranking di UCI DH World Cup guadagnato nel 2016, dove è salito un paio di volte sul podio.

Dettaglio della biella superiore e della parte alta del carro in carbonio, con archetto di collegamento.

In carbonio anche l’attacco diretto ENVE, così come il manubrio. In foto notiamo la serie sterzo Buzz Works, ovvero il marchio con cui Chris King identifica i suoi prototipi. Grazie a questa serie sterzo, Santa Cruz è stata in grado di modificare le geometrie su questo prototipo, adattando il triangolo anteriore del V10 tradizionale al nuovo carro e alla nuova biella inferiore.

L’attacco della pinza del freno è un tradizionale e affidabile IS, mentre sul lato drive notiamo una cassetta a 7 rapporti, gestita da un cambio Shimano Saint.

Anche la guarnitura è una Shimano Saint. Notiamo bene il carro asimmetrico, senza il verticale di rinforzo sul lato drive, eliminato per sfruttare al massimo lo spazio disponibile per accorciare il carro e collocare le nuove ruote da 29″.

I freni Saint chiudono il set del gruppo fornito da Shimano.

Coperture Maxxis, nello specifico un Minion DHR II da 2.40 di larghezza, ovviamente da 29″.

La nuova forcella FOX 49, per ora un prototipo RAD, ospita mozzi Boost 20×110, quindi sul mozzo Chris King è stato adottatato un apposito spessore per riposizionare il disco all’esterno di 5mm. Lo si nota in foto, di colore arancione.

In questa particolare inquadratura riusciamo a notare l’asimmetria del carro sul lato della trasmissione.

[ad45]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
robya
robya

Finalmente…. Siiiiiiii!!!

robya
robya

Però avanzamento sella un pochetto inguardabile…

DoubleT
DoubleT

è xké alla max escursione post la ruota tocca la sella

Velocity
Velocity

Non si può guardare e la sella posizionata in quel modo fa riflettere sui limiti del progetto…

200mm
200mm

In effetti fa un po’ capire che sia più “un’adattamento” che un nuovo progetto…il limite è dato anche dalla taglia comunque.

giorgiocat
giorgiocat

Beh dai la sella in DH e a quel livello non è che serva a tanto ; )….
No a parte le battute effettivamente mi sembra poco riproponibile pe un comune mortale… ed effettivamente è una questione di progetto che però sembra più un adattamento al foramto ruote…. anche se c’è da considerare come hanno già fatto notare altri che probabilmente dipende dalla taglia…boh

Velocity
Velocity

Se un biker normale la montasse in quel modo in caso di rottura del tubo sella del telaio gli negherebbero la garanzia

C'dale scalp
C'dale scalp

Useranno una protezione in carbonio per le chiappe.😉

Mostro
Mostro

Bisogna ricordarsi che non è un mezzo attualmente pensato alla vendita…
Il triangolo anteriore mi sembra di aver capito ch’è il medesimo del 27. Non sembrerebbe neanche avere neanche il mozzo anteriore a flange allargate, boost (notare il distanziale arancione) ,insomma… funziona ma è ancora in parte prototipo😐

zedda
zedda

non ne capisco nulla di downhill….
ma per le foto, un po piu di profondità di campo non vi ammazzava nessuno 🙂

lollo72

Il telaio sarà un adattamento alle 29 (probabile cambiata lunghezza carro posteriore e biellette) , la vera novità per il formato 29er presumo sia la Fox 49 .

william24
william24

Un forum di ingegneri insomma…

dangerbiker1987
dangerbiker1987

Ahahah ah grande william24, pensavo la stessa cosa!

mountaindoctor
mountaindoctor

Sella: nessuno si ricorda la GT di Rachel?

ymarti
ymarti

Tutti ingegneri! quoto! Poco carino da dire ma concordo. Questo è il bike check dell’anno scorso sul v10.
https://www.mtb-mag.com/bike-check-la-santa-cruz-v10-di-greg-minnaar/
la sella è l’ultimo degli aspetti. Sembrano uguali.

cheyax
cheyax

Secondo me risolverebbe tutti i problemi e permetterebbe di essere più veloci mettere 29 davanti e 27,5 dietro, molti meno problemi di manovrabilità e ingombri, solo che la uci lo impedisce

ymarti
ymarti

Intanto in qualifica grande prestazione!!!

M.a.r.c.o
M.a.r.c.o

Ma le gomme? Single ply? O doubledown?

fabius8
fabius8

ohh maaa…..solo a me piace da morire?
boh sarà l’età….

fitzcarraldo358

[QUOTE="M.a.r.c.o, post: 8128129, member: 159341"]Ma le gomme? Single ply? O doubledown?[/QUOTE]

2ply dh casing…

bomba a mano
bomba a mano

A me piace da morire, bella esteticamente e a quanto sembra dalle qualifiche anche funzionale come progetto, non sono ingegnere come gran parte degli utenti di questo forum, non riesco a carpire le sfumature che evidenziate tutti, unica cosa che posso dire, vedendo le foto, sul veloce e scassato, ha un passo in più e lo dimostra la pista di Lourdes, magari si passaggi e curve strette girare questi rotoni, soprattutto nelle taglie piccole, S ed M mi pare molto difficile, ma è solo un mio pensiero, del tutto opinabile, diciamo che essendo un prototipo per ora lo usano loro che sono manici da paura e scenderebbero anche con un risciò, un eventuale vendita, per un utente medio lo vedo un mezzo comunque difficile da guidare su qualsiasi percorso………good life and good ride

zedda
zedda

Se uno inizia a parlare di meccanica é per forza un ingegnere?

Io sono un ingegnere meccanico, e ho parlato solo delle foto che hanno uno sfocato pessimo come durezza, e poca profondità di campo…

L'unico ingegnere probabile é quello che ha fatto la bici…