Braking domanda ai lettori

Braking domanda ai lettori

Staff, 15/02/2021

Braking è l’azienda protagonista del terzo appuntamento con la rubrica che mette in contatto diretto le aziende con la nostra community. Dopo il sondaggio con le domande di Effetto Mariposa e quello di MDE Bikes, tocca al produttore italiano di freni l’opportunità di intervistare i lettori di MTB-Mag. Quattro le domande, come consuetudine, alle quali potete rispondere tramite il format a sondaggio, approfondendo le vostre risposte nei commenti qualora lo vogliate.

 

Quale tipo di mescola preferisci?

Results

Loading ... Loading ...

È meglio una pastiglia che:

Results

Loading ... Loading ...

Cosa non deve mancare al tuo impianto frenante?

Results

Loading ... Loading ...

Cosa ti fa più imbestialire?

Results

Loading ... Loading ...

Braking

 

Commenti

  1. le domande del sondaggio sono lecite, io però vorrei suggerire questo:

    Sarebbe possibile avere un poco più di olio ed avere un serbataio degno di questo nome?
    Ok, adesso direte che è tutto peso, però andrebbe a migliorare tutto nel freno.
    Sugli Hope per esempio c'è un accenno di serbatoio, anche se molto piccolo. Almeno gli hope permettono uno spurgo di tipo "moto"

    Tanti altri freni, hanno un sebatoio così integrato nel pompante che non si può prescindere dal fare gli spurghi con siringhe e cose del genere.
  2. MISTER HYDE:

    Aggiungo anche che da braking apprezzo il nuovo standard dischi da 3mm. Lo spessore da 2 mm (ma anche 1.8 per alcuni freni) è nato negli anno '90 ! Sulle bici attuali è migliorato tutto, la necessità di freni migliori ha portato solo all'aumento del diametro (ora anche 220 e 240 !) ma lo spessore è sempre uguale con la conseguenza che il disco tende a girare storto. Forse uno spessore da 3 mm porterebbe un bel vantaggio con poco aumento di peso.
    In futuro dischi carboceramici autoventilanti