CeramicSpeed lancia i cuscinetti con lubrificazione solida

54

CeramicSpeed ​​lancia i suoi cuscinetti realizzati con la sua tecnologia di lubrificazione solida Solid Lubrication Technology (SLT) che utilizza un polimero plastico infuso di olio solido. Nella produzione, il polimero viene iniettato nella cartuccia per riempire le cavità tra il cuscinetto e la pista. Utilizzando pori microscopici l’olio infuso nel polimero può continuare a lubrificare i cuscinetti e con le cavità riempite dal polimero i contaminanti non possono penetrare nella guarnizione esterna.

L’esclusivo polimero solido dei nostri cuscinetti SLT rimedia a due delle cause più comuni di malfunzionamento dei cuscinetti: l’assenza di lubrificazione e la contaminazione da grasso attraverso l’ingresso di sporcizia. I micropori nel polimero solido distribuiscono uniformemente l’olio sufficiente per mantenere il cuscinetto ben lubrificato, mentre contengono anche olio sufficiente per essere autolubrificante per tutta la durata del cuscinetto, anche quando utilizzato nelle condizioni più difficili.



.

I cuscinetti SLT di CeramicSpeed saranno eventualmente disponibili per serie sterzo e perni delle sospensioni, ma al momento non è previsto l’utilizzo nei movimenti centrali o cuscinetti delle ruote. CeramicSpeed afferma che ciò è dovuto al fatto che la tecnologia SLT funziona meglio nei “movimenti alternativi” in cui il grasso tradizionale può essere allontanato dai cuscinetti.

SLT ha enormi vantaggi di protezione che sono eccezionalmente adatti per i movimenti alternativi, come quelli che si trovano nelle serie sterzo e nei perni delle sospensioni. Poiché le sfere di questi cuscinetti non ruotano mai continuamente il grasso tradizionale viene spinto da parte e lontano da dove è necessario. Il contatto costante del polimero SLT che incapsula le sfere risolve questo problema, anche se con un compromesso di efficienza. Per i cuscinetti completamente rotanti, dove il grasso entra costantemente in contatto con nuove superfici sulle sfere, il nostro approccio tradizionale con ceramica ibrida è il più adatto.

 

Commenti

  1. Docste:

    Me la prendo se uno sconosciuto mi scrive che "butto via i soldi". Io non mi permetto di criticare nè giudicare pubblicamente le tue spese, anche se magari non le condivido.
    Come hai scritto sopra, invece, è accettabilissimo. Se dovessi montarli, darò sicuramente un feedback ;-)
    vabbè dai...
    per me comprare quei cuscinetti è buttare via i soldi.
    per te è un ottimo investimento.
    sono opinioni. come gran parte di quello che si dice sul forum. non credo che siamo qua in cerca di consensi no?
  2. sembola:

    Senza dubbio, ma il punto è che il rapporto qualità prezzo non sempre è molto più vantaggioso. Perchè se metto dei cuscinetti che costano il triplo ma durano "soltanto" il triplo , non ho risparmiato nulla (a parte lo sbattimento di cambiarli). Altra cosa se li mettessi buoni e durassero "per sempre". A me gli SKF, per dire, non son durati molto di più di quelli di serie...
    Che non si è risparmiato nulla non è vero , per esempio cambiarli una volta all’anno o tre cambia , anche solo il tempo impiegato.
Storia precedente

[Test] Paramani Sendhit Nock

Storia successiva

Shimano vs SRAM: fra i due litiganti il cliente non gode

Gli ultimi articoli in News

Dove pedalare?

Dove pedalare? Abbiamo provato a rispondere all’annosa questione di trovare nuovi itinerari o di dove andare…