[Film] Montanus: Cordillera de Fuego

15

Nella loro ultima avventura in bikepacking, il duo di Montanus ci trasporta in un’incredibile distesa di terra compresa tra l’Oceano Pacifico e le Ande cilene, lungo la parte più orientale della Cintura di Fuoco. “Cordillera de Fuego” è un video che racconta l’esplorazione di un mondo dalle sembianze preistoriche, dominato da vulcani dalle cime innevate e antiche foreste di araucaria.



.

Montanus

 

Commenti

  1. senza nulla togliere, fantastico video e epicità da vendere, c'è un tizio che si chiama lorenzo barone, umbro mi pare, che sta percorrendo in mtb adattata, la strada più lunga del mondo, ossia dal sudafrica in russia, se avesse una troupe dietro sarebbe epico come loro...poi i viaggi in bici hanno quel tocco in più, quello sputo di eroico che fa molto giro 1910, è inutile
  2. HUGEen:

    Lorenzo è un grande, libertà allo stato puro! L'epicità non è fatta da una troupe al seguito... noi filmiamo da soli tutti i nostri viaggi, perchè non volgiamo filtri e visioni di terze persone. Lorenzo ha un'approccio completamente diverso nel raccontare il suo viaggio che si sovrappone alla sua vita. Grazie alla bici ha anche trovato e sposato una ragazza siberiana, ha un canale youtube e una gopro, e condivide contenuti praticamente ogni giorno.

    Sapessi quanta gente c'è li fuori che viaggia in bici, da ancora prima dell'era digitale e non solo non ha la troupe al seguito, ma neanche la macchinetta fotografica, perchè è lì per viversi gli attimi e non sente la necessità di doverli condividere. Noi non siamo epici, i posti quelli si che lo sono! Montanus racconta i posti che visita, non quanto siano epici Francesco e Giorgio, di cui raramente si vedono i volti!

    Sapeste quanto poco c'è di eroico in queste viaggi che, a volte, solo i nostri blocchi mentali ci trattengono dal fare...
    Infatti apprezzo molto e non volevo sminuire (spero di non essere stato frainteso)! mi è venuto in mente Lorenzo appena ho visto il video, perchè lo seguo sui social, e tifo per lui affinchè porti a termine il progetto! Ho seguito anche la tratta in siberia, dove metteva qualche foto e due filmatini da pochi secondi ogni tanto, in inverno, non volevo nulla togliere a voi e al progetto, anzi, chapeau!
    mi piacciono molto i videoviaggi, robe che non potrò mai fare a causa del poco tempo a disposizione e vivo le avventure degli altri ecco anche tramite i vostri video, i 4-5 che mette lorenzo ogni tanto, e canali redbull per vedere le competizioni. Ho fatto il preparatore per ragazzi che correvano e facevano robe come il sellaronda, 2014 per esempio, e mai corso per davvero, tuttora lavoro come fisio per alcuni corridori, e sento che mi manca quel tocco in più di adrenalina, quella che mi raccontano i miei pz sul lettino, che siano trialisti, piloti di motocross, ciclisti mtb e su strada.
Storia precedente

Schwalbe presenta il nuovo pneumatico Gravel da competizione: G-ONE RS

Storia successiva

Forest Bump: un trail con flow, non un flow trail

Gli ultimi articoli in News