Intense Rider Direct: anche Intense passa alla vendita online

Intense Rider Direct: anche Intense passa alla vendita online

04/12/2017
Whatsapp
04/12/2017

Intense passa alla vendita diretta online con il programma Intense Rider Direct. Il fondatore Jeff Steber ha dichiarato che seppure le Intense siano tra le migliori bici al mondo, restano fuori dalla portata di molti rider per via del prezzo elevato. Per questo motivo la ricerca di un metodo che garantisse la possibilità di ridurre i prezzi di listino ha portato alla scelta della vendita diretta. In questo modo il listino si è drasticamente ridotto e l’intera gamma di prodotti Intense diventa decisamente più accessibile di quanto non fosse prima. Allo stesso tempo è stato allestito un apposito customer service per garantire al cliente un contatto diretto con l’azienda in caso di domande, richieste, assistenza e quant’altro. Nella confezione di acquisto è presente una scatola accessori con tutti gli attrezzi necessari alla manutenzione e sul sito Intense Cycles si possono trovare tutti i video tutorials per la manutenzione a tutti i modelli.

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Deroma
Deroma

non ci credo…. ma è mica il primo aprile??

grip82
grip82

altro che abbassamento di listino, e’ quasi la meta’ di quanto chiedevano in negozio fisico.. la Tracer Foundation (montata onesta) full carbon completa viene 3400 eu quando fino a 2 mesi fa del solo telaio chiedevano in negozio 3800 eu !!

stilgar

il solo telaio, se non ricordo male, non è quello che viene usato per i montaggi della foundation (ripeto, se non ricordo male, ma mi sembra che il solo telaio differisce per il tipo di carbonio oltre alla viteria).
detto questo, credo che l’online sia l’unica strada per marchi “piccoli” ….e anche un futuro poco roseo per i distributori.

impeto72
impeto72

E adesso sappiamo quanto “ladrano” i vari importatori /distributori…

Bertu
Bertu

ovvio che per svolgere il loro lavoro avranno il loro ricarico. dimmi un po’, lavori a gratis te?

impeto72
impeto72

Delle volte mi pare di sì, purtroppo. ..Capisci il senso della provocazione, dai…

BAROLO71
BAROLO71

non e’ sicuramente il tuo caso…ma occhio perchè questi commenti li fa di solito chi non ha mai fatto niente per guadagnarsi da vivere seriamente

impeto72
impeto72

Ci sta, il commento era volutamente provocatorio. Anch’io faccio un lavoro che mi porta ad essere costantemente a contatto con le persone e me ne sento dire di ogni. Lo scazzo viene a fronte di dichiarazioni sparate ai quattro venti, di qualità ineffabile e di essere i migliori del mondo, quando poi, di punto in bianco, si riparametrizzano ai livelli di mercato…Chiaro che non puntano la pistole af nessuno per farsi comprare i prodotti, ma sulla serietà nasce qualche perplessità.

Marco Toniolo

brutto segno per Intense

brunopiru
brunopiru

La via migliore prima di fare la fine di niner però!

uomoscarpia
uomoscarpia

se si adeguano ora vuol dire che non vendevano na sega, ma tutti i pistolotti su qualità e comprare in negozio che fine fanno….poi il fondatore che dichiara che le sue sono le migliori bici al mondo mi fa ancora più ridere

Carissimo
Carissimo

Perdonami, perchè brutto segno?

jimmy27
jimmy27

Si, ma per tutti i marchi d’elite

iaio
iaio

Ma che brutto segno. brutta (ma di brutto) la strategia commerciale che hanno seguito negli ultimi 5 anni! E adesso la pagano

Danycianghe
Danycianghe

Di sicuro sono degli ottimi prezzi, ma la YT Industries come qualità/prezzo è migliore.

Stefano Udeschini

sulla base di cosa dici questo? MAH

cianci
cianci
p84
p84

Secondo te il cinematismo è lo stesso, vero ?

nicola47
nicola47

La yt di gwin non mi pare andasse tanto male..

Luca De Antoni

perché adesso è il cinematismo che fa il prezzo di una bici???

Danycianghe
Danycianghe

La tracer top di gamma che costa dal rivenditore 12mila euro e ora online 8mila. Secondo te è giustificabile contro una YT CAPRA pro race che ne costa al massimo 4mila? Poi comunque oggi giorno tutte le enduro sono quasi uguali tra di loro, è normale che a farla da padrone è il prezzo!

scnia
scnia

Era ora….
Dovranno limare ancora un poco per stare al passo con gli altri, però son contento per me consumatore visto che con la scusa della qualità le tasse ecc ci mangiavano troppo. Spero anche altre case seguano questa strada.

cianci
cianci

Inkia, saranno contenti quelli che hanno preso la bici da poco!

Alessandro Aiello
Alessandro Aiello

Hai ragione Cianci

Stefano Udeschini

BOOM!

salukkio
salukkio

Ma la bici si trovano su solo europeo?

iaio
iaio

Appunto. Oltre a cannare strategia commerciale avevano sdraiato anche la distribuzione. Introvabili, il distributore era unico in Spagna.

Marco Toniolo

[QUOTE="Carissimo, post: 8271694, member: 55421"]Perdonami, perchè brutto segno?[/QUOTE]

Mi ricordo che un paio di anni fa, con il lancio delle nuove bici, avevano come missione quella di diventare la nuova santa cruz. Se però adesso le svendono online, vuol dire che qualcosa non è andato come si sperava. Di certo non è facile vendere bici a quei prezzi con la concorrenza attuale.

tylerdurden71
tylerdurden71

Immagino la felicità di quelli che hanno preso la bici a prezzo pieno. Mi sono sempre chiesto come mai costassero così tanto, infondo non sono Santa Cruz, e non hanno niente di più ne di meno di tante altre. Ora si spiega tutto…

AchilleNin
AchilleNin

Ma perché Santa Cruz cosa avrebbe poi di più rispetto ad una Yt o Canyon? Al momento attuale nessun marchio, a meno che non produca artigianalmente telai su misura con qualità altissima, può permettersi di chiedere 7-8mila € per una bici.

tylerdurden71
tylerdurden71

Il marchio, solo il marchio… poi a livello di funzionamento chiaro che sono la stessa cosa. Intense non ha il fascino di una Santa, tutto li.

gancio
gancio

Un consiglio come spesso mi ricorda mia moglie “togli il marchio ,vale quel che costa?”

uomoscarpia
uomoscarpia

anche perché se non sbaglio Canyon ha aperto il suo warehouse in Usa e vende direttamente sul suolo americano…auguri a tutti i distributori e negozianti

BAROLO71
BAROLO71

certo e’ che vendere ai negozi a certi prezzi con un listino al pubblico del genere e poi l’azienda li abbassa cosi e’ veramente una presa in giro per i negozianti e importatori.

pk71
pk71

La fame fa uscire il lupo dal bosco…….
Mi immagino la felicità del distributore e dei negozianti.
Mi piacerebbe sentire i commmento di quelli che dicevano che 12000 € erano giustificabili.

Claudiop77
Claudiop77

Ora la tracer expert diventa papabile, se yeti facesse la stessa cosa 😍….

tylerdurden71
tylerdurden71

[quote="marco, post: 8271804"][QUOTE="Carissimo, post: 8271694, member: 55421"]Perdonami, perchè brutto segno?[/QUOTE]

Mi ricordo che un paio di anni fa, con il lancio delle nuove bici, avevano come missione quella di diventare la nuova santa cruz. Se però adesso le svendono online, vuol dire che qualcosa non è andato come si sperava. Di certo non è facile vendere bici a quei prezzi con la concorrenza attuale.[/quote]Immagino la felicità di quelli che hanno preso la bici a prezzo pieno. Mi sono sempre chiesto come mai costassero così tanto, infondo non sono Santa Cruz, e non hanno niente di più ne di meno di tante altre. Ora si spiega tutto…

tarhan
tarhan

Appena parlato col servizio clienti online:

ME: Hi, Are prices taxes included?
CS: HI! Yes, VAT included. Are y ou located in an EU country?
ME: almost, Switzerland 🙂
CS: for you guys today the Swiss online shop it will be set up
ME: ah cool! thank you!

Vediamo un po…

tarhan
tarhan

A detta del Customer Service queste saranno disponibili sul sito dell’importatore TST: http://www.tst-trading.ch/fahrrad-distributor-ausruester-tst-trading.aspx

klasse
klasse

Io vorrei capire ch valore aggiunto si ha nel comprare una Intense rispetto a Santa Cruz, Yeti, YT ad esempio che vengono tutte fatte negli stessi stabilimenti?
Diciamo ch se uno cerca esclusività in un marchio va altrove, dove parla con il progettista, prova e riprova e stringe un rapporto stretto con il titolare e non con uno scatolone di cartone con scritto Made in Taiwan.
Poi dice quello che volete ma il mio pensiero è questo. Si se dovessi cambiare bici ogni anno allora prenderei una di queste tre o quattro perché più rivendibili, non al prezzo che vorrei però, anche perché un seconda mano top di gamma con 1 anno comunque se vuoi venderlo devi stare sotto i 4K €, per il fatto che chi ha 4-5k€ si può orientare tranquillamente sul nuovo della stagione prima immacolato o nuovo di altre marche non considerate così “esotiche”.
Comunque ben vengano le vendite online, con questo dimostrano che per restare aperti devono calare i loro margini.
Vedremo l’anno prossimo con Santa Cruz cosa succederà se non confermassero il mandato a Dsn i signori di Focus.

klasse
klasse

Ma poi è sempre il solito discorso, se da artigiano meticoloso vuoi diventare industria, obbligatoriamente dovrai calare le braghe da qualche parte, non potrai più essere come prima, Intense si è sempre trovata come rarità negli anni passati in Italia, anche perché c’erano rivenditori che non gliene fregava nulla, tanto con il margine di una bici era come vendere 10 di altre è questo ha portato a dei falsi miti sull’esclusività. Adesso che sono fatte in serie non sono più elusive e quindi il gioco cambia.
Stesso discorso per Turner, Ellsworth e banda varia. Fino a quando i telai li curano direttamente possono far parte di un certo ambiente, dal momento che li buttano fuori in catena di montaggio si iniziano a valorizzare i costi sotto ogni aspetto, dalla più piccola vite o cuscinetto, fino allo spessore del cartone di imballaggio per risparmiare sui costi di spedizione e produzione.
È la differenza tra artigiano e industria.
Un artigiano in industria non sarà mai lostesso e viceversa.

klasse
klasse

Se tu chiedessi ad un bambino qual’è la macchina sportiva per eccell NSA ti direbbe la Ferrari.
Poi dopo anni verrà a conoscenza della Pagani

albatros_la
albatros_la

Stai facendo un paragone alla FRM vs Paduano. Qui si parla di paragoni alla Porsche vs Mercedes, se non alla BMW vs Mercedes.

frantic
frantic

ormai il mercato è saturo, i produttori non sanno più cosa inventarsi per vendere, vedi vari formati e standard su qualsiasi componente e varie tipologie di bici;
andate a vedere i cataloghi dei vari produttori in internet compreso il settore abbigliameto, ION lo ha quasi dimezzato , in veneto non si vedono molte persone con bici e abbigliamento nuovo a parte tre marche , giant specialized e un po’ di trek.
questo è l’anno della crisi di questo settore, da quì in poi sarà sempre peggio, vedi fiere varie con sempre meno espositori e padiglioni.

guapo73
guapo73

pare che YT abbia tolto la distribuzione USA in mano ai fratelli Zink ed abbia aperto la filiale in CA proprio a casa di Intense…e sempre da rumors seguirà anche Pivot

Marco Toniolo

[QUOTE="guapo73, post: 8271953, member: 24276"]pare che YT abbia tolto la distribuzione USA in mano ai fratelli Zink ed abbia aperto la filiale in CA proprio a casa di Intense…e sempre da rumors  seguirà anche Pivot[/QUOTE]

Gli Americani ormai hanno il nemico in casa: Canyon e YT non dormono sugli allori e, fra le altre cose :fantasm:, hanno in canna delle nuove bici da sbavo che verranno presentate le prossime settimane.

Frankie_r
Frankie_r

Supposizioni o hai qualche info riservata a disposizione?? 🙂

Reynold
Reynold

forse si sono accorti (finalmente!) di aver raggiunto il limite oltre il quale la gente non ti compra più la bici… altre tutto secondo me (colori un po’ osceni a parte!) non si possono ancora permettere di vendere allo stesso prezzo di Santa Cruz o Yeti, un po’ per il nome la qualità costruttiva ma anche il design delle bici.. comunque sui concordo sul fatto che molto probabilmente la vendita delle loro bici sta andando male.

marco82kg
marco82kg

1-Intense è uno dei pilastri della storia della mtb, insieme a Foes, Santa, Yeti etc. 2- Il vpp, lo stesso o quasi di Santa, secondo me è uno dei migliori sistemi ammortizzanti oggi in circolazione. 3- E’ vero che in passato ci sono stati problemi con la rigidità del carro etc etc., ma io la Tracer ce l’ho, modello 2016, costruita pezzo a pezzo (appena conclusa) dopo aver trovato il telaio in occasione: devo dire che va che è una meraviglia ed è anche esteticamente bellissima: è sicuramente la regina del mio garage. 4- Mi spiace per il distributore, ma ben venga Intense on line: che ci piaccia o no, questo è il futuro.5- Una Tracer ultimo modello a 3400 euro upgradabile è a parer mio un’occasione da non perdere.

guapo73
guapo73

tra l’altro le nuove INTENSE con cinematismo JS hanno ben poco in comune con il VVP di prima e seconda generazione…Ho la nuova TRACER (solo telaio SL assemblato come volevo io) e ne sono stracontento della nuova “curva” di compressione (ho messo un ammo a molla) e delle rigidità ai massimi livelli…..Ma penso a chi l’abbia comprata INTERA pochi mesi fa a prezzo “pieno” e di colpo se la trova deprezzata e svalutata nella rivendita….Acquisto giusto me nel posto e nel momento sbagliato!!

gargasecca

Avere un distributore "fiacco" per tutta Europa…e prezzi non popolari, per una azienda di "nicchia"…ha pagato, in NEGATIVO.

Ora, secondo me, questa è l' ultima mossa x rimanere a "galla" in piena autonomia, oppure verrà messa all' asta e acquistata da qualche colosso, sempre se interessi ancora.

Di certo…hanno ammazzato il mercato del LORO usato…:prega:

guapo73
guapo73

il Europa c’era sempre Intense di base a Barcellona con Hub ….ma con agenti sparsi nei paesi….si sono accorti che è un mercato drogato e che il prezzo finale era diventato talmente alto da riflettersi negativamente sulle vendite…..la mossa di YT ha fatto il resto……Per quanto riguarda chi ha comprato 2 mesi fa provo a fare una sintesi: sulla PRO a 7400 di listino il negoziante poteva applicare anche un 20% e quindi venderla a 5900 euro, guarda caso il prezzo presente sul sito e-commerce Intense….non c’è la possibilità dell’acquisto del solo telaio….rimaniamo in attesa di ulteriori sviluppi…….santacruz e yeti non resteranno a guardare….basta attendere la naturale scadenza dei mandati firmati con i distributori locali

uomoscarpia
uomoscarpia

su rczbikeshop trovi anche i telai, si ti iscrivi ti arrivano anche i loro mega sconti

lollo72

Ora confrontando due mezzi simili : Intense M 16 pro e Santa Cruz V 10 cc , la vedo dura da parte di Santa C. giustificare quasi 3.000 $ di differenza !

gargasecca

[QUOTE="guapo73, post: 8272039, member: 24276"]il Europa c'era  sempre Intense di base a Barcellona  con Hub ….ma con agenti sparsi nei paesi….si sono accorti che è un mercato drogato e che il prezzo finale era diventato talmente alto da riflettersi negativamente sulle vendite…..la mossa di YT ha fatto il resto……Per quanto riguarda chi ha comprato 2 mesi fa provo a fare una sintesi: sulla PRO a 7400 di listino il negoziante poteva applicare anche un 20% e quindi venderla a 5900 euro, guarda caso il prezzo presente sul sito e-commerce Intense….non c'è la possibilità dell'acquisto del solo telaio….rimaniamo in attesa di ulteriori sviluppi…….santacruz e yeti non resteranno a guardare….basta attendere la naturale scadenza dei mandati firmati con i distributori locali[/QUOTE]

Ok…ma dietro i marchi + "blasonati" c' è un certo distributore dietro…e per quanto ne so io quando si sono "separati" mi sa che Intense non abbia fatto un grosso affare…:nunsacci:

Marco Toniolo

[QUOTE="gargasecca, post: 8272043, member: 6401"]Ok…ma dietro i marchi + "blasonati" c' è un certo distributore dietro…e per quanto ne so io quando si sono "separati" mi sa che Intense non abbia fatto un grosso affare…:nunsacci:[/QUOTE]

Intense due anni fa aveva deciso di diventare la "nuova santa cruz", motivo per cui hanno detto a DSB che non potevano essere distribuiti dalla stessa persona che vende anche SC. Inoltre in Europa penso fosse rimasto solo lo spagnolo, che faceva un po' tutto: marketing, magazzino, ecc. In Italia c'era (o c'è, non so) solo un agente che si occupa della rete negozi.

Il problema che vedevo io era comunque nei prezzi relativi ai montaggi che offrivano, soprattutto considerando che ormai Intense non è più fatta negli USA ma a Taiwan come tutti gli altri.

grip82
grip82

aggiornamento di oggi 21 dicembre: telaio Intense Spider full carbon con ammo a 1199 $….

https://www.facebook.com/commerce/products/1516957718389286/

gargasecca

[QUOTE="marco, post: 8272047, member: 1"]Intense due anni fa aveva deciso di diventare la "nuova santa cruz", motivo per cui hanno detto a DSB che non potevano essere distribuiti dalla stessa persona che vende anche SC. Inoltre in Europa penso fosse rimasto solo lo spagnolo, che faceva un po' tutto: marketing, magazzino, ecc. In Italia c'era (o c'è, non so) solo un agente che si occupa della rete negozi.

Il problema che vedevo io era comunque nei prezzi relativi ai montaggi che offrivano, soprattutto considerando che ormai Intense non è più fatta negli USA ma a Taiwan come tutti gli altri.[/QUOTE]


E mi trovi perfettamente d'accordo, ma ho la sensazione che nel bene o nel male DSB al tempo e anche ora, facesse una bella differenza.

Almeno parlo di esperienza diretta di un distributore serio…in altri casi e/o marche ditribuite non ho avuto lo stesso riscontro, vedi x es. Mavic

christian.the.rider
christian.the.rider

Ed ora sul mercatino le intense crolleranno di prezzo..
Mi spiace per chi vende.. 😉

tylerdurden71
tylerdurden71

Ma chi compra sarà felice 🙂

p84
p84

Alcuni commenti fanno veramente ridere nel paragonare Intense a Canyon o a YT, quando solo a livello di cinematismo c’è un abisso. Le stesse riviste di settore definiscono il VPP il miglior sistema in assoluto, tallonato forse solo dal Dw Link di Ibis. Ma ormai è routine leggere le lamentazioni di chi non vuole o non può spendere denigrando tutto ciò che costa. Io una Intense non posso permetterla, non per questo la copro di critiche. Voglio proprio vedere quando queste bici (e magari anche S.Cruz e altri blasoni) venderanno on line a prezzi da Canyon e company in quanti continueranno per stoicismo a comprare quest’ultimi

Marco Toniolo

[QUOTE="p84, post: 8272133, member: 229117"]Le stesse riviste di settore definiscono il VPP il miglior sistema in assoluto, tallonato forse solo dal Dw Link di Ibis. [/QUOTE]

Interessante, dove lo hai letto?

Per essere chiaro, il vpp è un bel sistema, ma trovo molto difficile definirlo "il migliore in assoluto" in maniera così categorica.

p84
p84

[QUOTE="marco, post: 8272136, member: 1"]Interessante, dove lo hai letto?

Per essere chiaro, il vpp è un bel sistema, ma trovo molto difficile definirlo "il migliore in assoluto" in maniera così categorica.[/QUOTE]

MtbAction, lo cita in più di un occasione come punto di riferimento

Marco Toniolo

[QUOTE="p84, post: 8272154, member: 229117"]MtbAction, lo cita in più di un occasione come punto di riferimento[/QUOTE]

:omertà:

guapo73
guapo73

[QUOTE="tylerdurden71, post: 8272084, member: 91809"]Il marchio, solo il marchio… poi a livello di funzionamento chiaro che sono la stessa cosa. Intense non ha il fascino di una Santa, tutto li.[/QUOTE]

gusti de gustibus

guapo73
guapo73

[QUOTE="Frankie_r, post: 8272152, member: 91414"]Supposizioni o hai qualche info riservata a disposizione?? :)[/QUOTE]

https://www.pinkbike.com/news/yt-usa-and-cam-zink-part-ways.html

https://www.bikemag.com/news/yt-usa-changes-business-structure/

emml
emml

ben venga la vendita online se si abbassano i prezzi e la qualità del prodotto rimane tale!!!
speriamo che altri marchi americani facciano la stessa cosa…..d’altronde gli americani non sono scemi e con yt e canyon che qualitativamente non hanno nulla da invidiare ad altri marchi, di certo non si faranno abbindolare….posto e considerato che yeti, santa e compagnia varia da loro costa di meno….
qui abbiamo dogana, distributori ecc. ecc. con prezzi che spesso non sono concorrenziali neppure rispetto ad altri paesi limitrofi come francia e svizzera…

sarebbe bello o vendita on line o distribuzione diretta….
in questo modo, molta gente disposta a spendere una cifra importante, avrebbe la possibilità anche di acquistare quelli che un tempo erano, torto o ragione, prodotti esoterici!!!

PS:
la diatriba tra ” intense e company costa troppo e non vale quello che costa” ( perché secondo alcuni, gli autori di tale corrente di pensiero sarebbero dei barboni che non hanno 6-7000€ da spendere…) rispetto a “intense e company sono il top dei top” (qui a dirlo, secondo i detrattori, sarebbero quei coglioni che devono giustificare ed esaltare il loro acquisto…) non mi riguarda affatto…

tra chi accusa gli altri di coglionaggine e rispettivamente barbonaggio invidioso….rispondo solo come facevano gli antichi…
in medias res….

buone pedalate a tutti!!!

p84
p84

[QUOTE="marco, post: 8272155, member: 1"]:omertà:[/QUOTE]

Viene specificata la bontà nelle dinamiche d'assorbimento, e il fatto che il VPP sia praticamente esente dal fenomeno del pedal kick-back che affligge molti altri schemi. L'unico vincolo che affligge il VPP è l'impossibilità di compattare il carro a dimensioni record (tanto in voga oggi) ma che mal si sposa con il caricamento dell'anteriore sul ripido

lumerennù
lumerennù

i prezzi indicati per la vendita on-line sono comprensivi delle tasse da pagare in dogana? oppure in ogni stato ci si deve aggiungere IVA, dazi ecc??? In questo caso la differenza di prezzo si ridimensionerebbe.

guapo73
guapo73

sul sito https://es.intensecycles.com quindi in Spagna (dove c’è l ‘hub spagnolo Intense) è possibile simulare l’acquisto fino al pagamento senza indicazioni di tasse ma con l’aggiunta di 50 euro per SS…per darvi un’idea..un telaio tracer sl che a listino veniva 4200 euro ora viene venduto a 3148 euro spedito….staranno ancora aggiornando i vari domini e quindi le modalità di acquisto

p84
p84

Ci sono utenti che argomentano ed altri che sanno solo cliccare sul “tasto meno”. Che bella l’Italia

Reynold
Reynold

adesso è colpa dell’italia.. classico

Marco Toniolo

[QUOTE="p84, post: 8272196, member: 229117"]Viene specificata la bontà nelle dinamiche d'assorbimento, e il fatto che il VPP sia praticamente esente dal fenomeno del pedal kick-back che affligge molti altri schemi. L'unico vincolo che riguarda il VPP è l'impossibilità di compattare il carro a dimensioni record (tanto in voga oggi) ma che mal si sposa con il caricamento dell'anteriore sul ripido[/QUOTE]

Mah, prova ad alzare la ruota posteriore, da fermo, di una SC e farla cadere sul piatto. Guarda cosa fanno i pedali.

p84
p84

Quindi MtbAction racconta palle ?

teoDH

Io mi auguro davvero che arrivino tutti a fare quello, perchè non se ne può più dei rivenditori…
I rivenditori seri, già oggi lavorano sul venduto, e il loro business è fatto di assistenza al cliente e competenze meccaniche, poi ci sono quelli che “uè, mi piace andare in bici, aspetta che apro un negozio” poi si fanno riempire i magazzini del marchio che piace a loro, e cercano di piazzarlo anche alla signora che entra in negozio per comprare un cestino…
Il rivenditore è causa del suo male? giusto che scompaia…
E per noi consumatori, sono 25 punti percentuali in meno sul listino…
Tanto se voglio un M16 non ho bisogno di nessuno che mi convinca…

lumerennù
lumerennù

mah… la bici non è un soprammobile o un computer… andrebbe provata prima di comprarla, quanto meno per vedere come ci si sente in sella, e non sempre si trovano amici che hanno lo stesso modello che piace a me e della stessa taglia.

BAROLO71
BAROLO71

[QUOTE="impeto72, post: 8272191, member: 2504"]Ci sta, il commento era volutamente provocatorio. Anch'io faccio un lavoro che mi porta ad essere costantemente a contatto con le persone e me ne sento dire di ogni. Lo scazzo  viene a fronte di dichiarazioni sparate ai quattro venti, di qualità ineffabile e di essere i migliori del mondo, quando poi, di punto in bianco, si riparametrizzano ai livelli di mercato…Chiaro che non puntano la pistole af nessuno per farsi comprare i prodotti,  ma sulla serietà nasce qualche perplessità.[/QUOTE]

Su questo son d'accordo anche io…quello che voglio dire è che non e' il negozio che fa dei ricarichi mostruosi, o maggiori che su altri marchi, bensi l'azienda che evidentemente  le vende troppo care rispetto a quello che il mercato si aspetta da Intense. Aggirare il problema bypassando i negozio e' una cosa che a me da alquanto fastidio, specie nel momento in cui usi gli stessi per farle toccare e provare ai clienti.

stilgar

[QUOTE="lumerennù, post: 8272364, member: 5275"]mah… la bici non è un soprammobile o un computer… andrebbe provata prima di comprarla, quanto meno per vedere come ci si sente in sella, e non sempre si trovano amici che hanno lo stesso modello che piace a me e della stessa taglia.[/QUOTE]

in linea di massima concordo con te però non è che sia proprio semplice.

se si guardano gli ultimi anni, per gli online dealer come canyon o yt non c'era possibilità alcuna (o cmq sporadica e non di facile accesso per tutti come il bike festival di riva) di provare le bici eppure non mi pare che abbiano avuto chissà quale freno sulle vendite, anzi.

se penso ad un negozio fisico, magari monomarca, quante bici test (che pago eh) mi prendo in casa? che taglie?

quanto è il rischio che l'azienda/negoziante perda una vendita per una bici non disponibile in test vs equipaggiare 1 o più negozianti con bici test?

credo che nel medio/lungo periodo si arriverà ad una gestione quasi da mercato automobilistico (con la complicazione che un auto non fanno taglie diverse mentre una bici si :-)), con concessionari che offrono magari la vetrina del prodotto e l'assistenza, ma l'ordine effettivo va via internet. questo potrebbe essere un bel punto su cui battagliare con gli online store che ti vendono la bici esclusivamente guardando un monitor.

D-Lock

[QUOTE="impeto72, post: 8272191, member: 2504"]Ci sta, il commento era volutamente provocatorio. Anch'io faccio un lavoro che mi porta ad essere costantemente a contatto con le persone e me ne sento dire di ogni. Lo scazzo  viene a fronte di dichiarazioni sparate ai quattro venti, di qualità ineffabile e di essere i migliori del mondo, quando poi, di punto in bianco, si riparametrizzano ai livelli di mercato…Chiaro che non puntano la pistole af nessuno per farsi comprare i prodotti,  ma sulla serietà nasce qualche perplessità.[/QUOTE] Quello è "semplicemente" il marketing, il cui compito è esattamente promuovere al meglio possibile il proprio prodotto al fine di incrementare le vendite. Nessuna azienda verrà mai a dirti "La nostra bici è stata votata per tre anni di fila al numero 13 delle enduro 29er", tutti avranno qualche caratteristica o vantaggio da poter vantare, e lo usano. Figaggine del brand, sistema di sospensione, materiali, prezzo, testimonial…pensa a YT che ha pagato parecchio Gwin che in cambio gli ha vinto due world cup, portando all'idea YT=gran bici da discesa. Non dico assolutamente che non sia vero, ma è però la "migliore" bici da downhill? No, è "solo" quella che in mano a Gwin ha vinto gli ultimi due titoli. Però nella mente del compratore l'associazione diventa potente, e la cosa si riverbera anche sugli altri modelli e allestimenti, e via di quintali di vendite ti Jeffsy (che non è quella che viene usata per correre, ma quella con cui si fanno i guadagni). Ci sta, e… Read more »

gabrireghe
gabrireghe

ma questo è il primo brand che passa alla vendita diretta arrivando da un passato classico con negozi e listini o sbaglio? cioè abbassando i prezzi mostrando chiaramente il risparmio che si può fare.. ? alla fine i vari project one di trek o simili non sono vendita diretta vera e propria ma solo una customizzazione x chi vuole personalizzare la propria bici ma di fatto spendendo il prezzo di listino e più..
se fosse veramente il primo ad averlo fatto chapeau ad intense

gabrireghe
gabrireghe

più che altro speriamo abbiano allestito un sistema di vendita-spedizione-assistenza-reclami per l’on line come si deve onde evitare casini stile canyon di qualche tempo fa

p84
p84

[QUOTE="lachiliuc, post: 8272478, member: 3666"]perché adesso è il cinematismo che fa il prezzo di una bici???[/QUOTE]

No, il cinematismo su una full non conta niente

Marco Toniolo

[QUOTE="p84, post: 8272580, member: 229117"]Quindi MtbAction racconta palle ?[/QUOTE]

Hai fatto quello che dicevo con la ruota posteriore?

p84
p84

Tu m’insegni che le prove fondamentali delle bici sono quelle dinamiche, come si evince da tutti i test che postate

Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata

Alcune considerazioni…
1) negli USA si trovano INTENSE (ma anche SC, INTENSE, NINER Ecc) in vendita su negozi on line (personalmente ne ho approfittato con il $ ad altri livelli) con consegna solo su suolo americano
2) il montaggio Foundation cioè l’entry level per molti anni non è stato venduto in Europa
3) Ormai la distribuzione in Italia faceva acqua da anni ma nonostante questo c’è sempre stato interesse nel marchio e su alcune soluzioni interessanti.
4) alcuni scandalizzati perchè il proprietario dice che “le sue bici sono le migliori al mondo” trovatemi un comunicato stampa di un qualsiasi marchio che non dice lo stesso e c’è una birra pagata

nicola47
nicola47

[QUOTE="D-Lock, post: 8272417, member: 14872"]Quello è "semplicemente" il marketing, il cui compito è esattamente promuovere al meglio possibile il proprio prodotto al fine di incrementare le vendite. Nessuna azienda verrà mai a dirti "La nostra bici è stata votata per tre anni di fila al numero 13 delle enduro 29er", tutti avranno qualche caratteristica o vantaggio da poter vantare, e lo usano. Figaggine del brand, sistema di sospensione, materiali, prezzo, testimonial…pensa a YT che ha pagato parecchio Gwin che in cambio gli ha vinto due world cup, portando all'idea YT=gran bici da discesa. Non dico assolutamente che non sia vero, ma è però la "migliore" bici da downhill? No, è "solo" quella che in mano a Gwin ha vinto gli ultimi due titoli. Però nella mente del compratore l'associazione diventa potente, e la cosa si riverbera anche sugli altri modelli e allestimenti, e via di quintali di vendite ti Jeffsy (che non è quella che viene usata per correre, ma quella con cui si fanno i guadagni). Ci sta, e sta a te filtrare la parte promozionale dalla sostanza. Anche perchè, qui con Intense come in mille altri casi aziendali, non abbiamo la minima idea di quali dinamiche interne abbiano portato a questa decisione, stiamo facendo supposizioni.[/QUOTE] Beh non è che sia una roba da poco vincere due coppe del mondo, magari non sarà la miglior bici del mondo ma sicuramente è valida, dato che le gare sono il vero banco di prova per una bici in quanto il cronometro… Read more »

Marco Toniolo

[QUOTE="p84, post: 8272704, member: 229117"]Tu m'insegni che le prove fondamentali delle bici sono quelle dinamiche, come si evince da tutti i test che postate[/QUOTE]

Questa è dinamica e vedi al volo se c’è pedal kickback . L’hai fatta?

p84
p84

Non ho una bici con Vpp, a dimostrazione che non scrivo per fanboysmo. Per correttezza sono andato a spulciare qualche numero in cui MtbActon recensiva queste bici, parlava dell’assenza del fenomeno per cui in frenata si blocca il lavoro dell’ammortizzatore, ho scritto pedal-kick-back, ma forse non è corretto e il temine esatto è un altro. Comunque a questo fenomeno si riferiscono. Quindi mi scuso se non ho usato il termine esatto

D-Lock

[QUOTE="gancio, post: 8272739, member: 36678"]Un consiglio come spesso mi ricorda mia moglie "togli il marchio ,vale quel che costa?"[/QUOTE]

Su certi brand non so quanto puoi scindere il brand dal prodotto. Le santa sono solo marchio? No, hanno soluzioni veramente buone. Valgono più di tutte le altre bici? Forse si, forse no, ma è indubbio che il brand che si portano dietro è importante. Ovvio che compri una SC "anche" per il brand.

Marco Toniolo

[QUOTE="p84, post: 8272790, member: 229117"]Non ho una bici con Vpp, a dimostrazione che non scrivo per fanboysmo. Per correttezza sono andato a spulciare qualche numero in cui MtbActon recensiva queste bici, parlava dell'assenza del fenomeno per cui in frenata si blocca il lavoro dell'ammortizzatore, ho scritto pedal-kick-back, ma forse non è corretto e il temine esatto è un altro. Comunque a questo fenomeno si riferiscono. Quindi mi scuso se non ho usato il termine esatto[/QUOTE]

Ok, ti riferisci al fatto che non si blocchi in frenata. Se è per questo, anche l'ABP di Trek è stato pensato per ovviare al problema, quindi non è vero che il vpp sia l'unico sistema con questa caratteristica.

pennhouse2
pennhouse2

Brake jack (o squat). E’ ridotto (non assente) in tutti quei sistemi in cui la pinza è svincolata, quindi in pratica in tutti i sistemi che non siano monocross, chi più chi meno…

p84
p84

[QUOTE="marco, post: 8272791, member: 1"]Ok, ti riferisci al fatto che non si blocchi in frenata. Se è per questo, anche l'ABP di Trek è stato pensato per ovviare al problema, quindi non è vero che il vpp sia l'unico sistema con questa caratteristica.[/QUOTE]

Infatti non ho scritto che sia l'unico che si blocchi in frenata, ma che viene citato come un dei migliori in assoluto per qualità dell'assorbimento insieme al cinematismo di Ibis e per il fatto di risultare tra i più stabili in pedalata, tanto da relegare in secondo piano la piattaforma stabile. Per inciso il sistema proposto da Trek, con perno coassiale al mozzo, prevede comunque un frazionamento degli elementi del carro, nel Vpp il caro è monoblocco

marco82kg
marco82kg

Mi permetto di dire la mia a favore del vpp, che ho avuto su una SC Blur LT 26,ed anche a favore del dw -link , che ho avuto su una Turner Flux’ sempre 26. Preferisco i carri monoblocco, e concordo con p84 sul fatto che siano molto stabili ed aggiungo efficienti in pedalata anche con piattaforma disinserita. Non sono di conseguenza tra i sistemi più morbidi e plush,ma a me sono piaciuti molto entrambi perché la bici è e rimane molto reattiva . Forse vpp un pelo meglio, anche se non esente anch’esso da qualche difetto. Devo ammettere però che oggi anche altri sistemi si comportano magnificamente, e quindi la scelta non ci manca.Tornando al vpp di intense, ricordo che in passato i carri intense hanno avuto problemi di rigidità, e avevano bisogno di manutenzione più frequenti di altri sistemi. Ho visto in passato M9 spesso dal meccanico dopo una giornata in bike park….Credo che il passato sia passato e che questo limite di affidabilità sia stato risolto con le ultime versioni, ma tra qualche mese potrò dire qualcosa in merito perché la mia tracer la sto iniziando ad usare solo adesso. Ultima nota: ho conosciuto il vice del boss Jeff S. in fiera a Padova nel 2015, personaggio preparatissimo e molto cordiale. Ma soprattutto entusiasta del suo lavoro e vero appassionato. Quel giorno sono rimasto fulminato davanti alla tracer palmer edition bianca e nera, e devo ammettere che nella mia lunga militanza questo è accaduto molto molto raramente.… Read more »

tylerdurden71
tylerdurden71

[QUOTE="gancio, post: 8272739, member: 36678"]Un consiglio come spesso mi ricorda mia moglie "togli il marchio ,vale quel che costa?"[/QUOTE]

Le mogli, guai se sapessero quanto si spende in realtà… come ho letto più volte nei testamenti dei ciclisti: se dovessi morire speriamo che mia moglie non venda le bici al prezzo che ho detto di averle pagate 🙂

BlacK2 Baron

Considerando che ho recentemente comprato una Intense Spider 275C Foundation 2017 a 2470 euro nuova e spedita su CRC, un po’ me l’aspettavo che i nuovi listini non sarebbero stati alti come i precedenti.

Io ho comprato al 51% e sono molto soddisfatto del rapporto qualità/prezzo, ma se pensiamo che nei 5000 euro del prezzo di listino, ci sono i freni Deore che non frenano minimamente e due Nobby Nic che ho forato 3 volte in 2 uscite pur avendo subito latticizzato (per poi buttarle), era il listino stesso ad essere una farsa.

Le attuali cifre del sito tra i 3400 e 3800 per le Foundation sono già più azzeccate, considerando che Foundation è un allestimento fatto per essere stravolto la prima sera in cui la bici arriva in garage!

fafnir

[QUOTE="p84, post: 8272790, member: 229117"]Non ho una bici con Vpp, a dimostrazione che non scrivo per fanboysmo. Per correttezza sono andato a spulciare qualche numero in cui MtbActon recensiva queste bici, parlava dell'assenza del fenomeno per cui in frenata si blocca il lavoro dell'ammortizzatore, ho scritto pedal-kick-back, ma forse non è corretto e il temine esatto è un altro. Comunque a questo fenomeno si riferiscono. Quindi mi scuso se non ho usato il termine esatto[/QUOTE]Forse intendi che non si comprime in frenata, quasi nessun sistema blocca.

Comunque non è vero che non si comprime e soprattutto ogni modello ha un comportamento diverso.

cianci
cianci

[QUOTE="p84, post: 8272111, member: 229117"]Secondo te il cinematismo è lo stesso, vero ?[/QUOTE]

No, non mi son mai preoccupato troppo del cinematismo, le bici le scelgo per la forma e il colore.

superskinny
superskinny

Finalmente uno che lo ammette

sp1marco

Vi racconto la mia disavventura con la Intense Europe e la vendita online. Un amico mi informa che sull'outlet del sito ci sono varie bici ad un buono sconto. La Recluse è interessante, leggo un po di recensioni su mtb-mag e in giro e mi convinco che possa fare al mio caso. Io sono basso pertanto ho bisogno di una Small.. Ecco la bici: https://eu.intensecycles.com/collections/2017-bikes/products/2017-recluse-foundation-build una Recluse Foundation Build del 2017, taglia S La metto nel carrello ma non lo confermo, mi registro perchè volevo solo vedere quanto mi costasse con le spese di spedizioni, ma sono un po fuori budget . La mattina dopo mi contatta per email il general manager che vede che avevo messo la bici nel carrello ma senza confermarlo e mi offre un extra sconto del10% per convincermi. Parte la scimmia, ci scambiamo varie email per essere sicuro che le mie misure antropometriche vanno bene per la taglia S , chiedo pure delle info tramite chat, alla fine venerdi' 26/1/18 faccio l'ordine e pago. Ieri 31/1 scrivo per sapere a che punto è l' ordine e l'amministrazione mi risponde "Ti confermo che la tua ordine sará processata questa settimana. A questo punto, deve ancora passare per la linea di montaggio e poi potrá essere spedita." Stamattina mi arrivà l' email del general manager e si scusa, c'è stato un errore nello stock e la taglia S non è disponibile. Posso scegliere una Tracer 2018 allo stesso prezzo o riavere i soldi. Che c'entra una Tracer… Read more »

gargasecca

[QUOTE="sp1marco, post: 8312888, member: 7002"]Vi racconto la mia disavventura con la Intense Europe e la vendita online. Un amico mi informa che sull'outlet del sito ci sono varie bici ad un buono sconto. La Recluse è interessante, leggo un po di recensioni su mtb-mag e in giro e mi convinco che possa fare al mio caso. Io sono basso pertanto ho bisogno di una Small.. Ecco la bici: https://eu.intensecycles.com/collections/2017-bikes/products/2017-recluse-foundation-build una Recluse Foundation Build del 2017, taglia S La metto nel carrello ma non lo confermo, mi registro perchè volevo solo vedere quanto mi costasse con le spese di spedizioni, ma sono un po fuori budget . La mattina dopo mi contatta per email il general manager che vede che avevo messo la bici nel carrello ma senza confermarlo e mi offre un extra sconto del10% per convincermi. Parte la scimmia, ci scambiamo varie email per essere sicuro che le mie misure antropometriche vanno bene per la taglia S , chiedo pure delle info tramite chat, alla fine venerdi' 26/1/18 faccio l'ordine e pago. Ieri 31/1 scrivo per sapere a che punto è l' ordine e l'amministrazione mi risponde "Ti confermo che la tua ordine sará processata questa settimana. A questo punto, deve ancora passare per la linea di montaggio e poi potrá essere spedita." Stamattina mi arrivà l' email del general manager e si scusa, c'è stato un errore nello stock e la taglia S non è disponibile. Posso scegliere una Tracer 2018 allo stesso prezzo o riavere i soldi.… Read more »

sp1marco

[QUOTE="gargasecca, post: 8312940, member: 6401"]

Peccato…intanto assicurati di recuperare i soldi.

Per il discorso "on-line" basterebbero dei semplici passaggi in effetti, ovvero controllo giacenze magazzino on-line in tempo reale.[/QUOTE]

beh…dovrebbero essere le basi per uno store online !

I soldi mi hanno rifatto il bonifico oggi stesso, dovrei vederlo in banca forse anche domani.

E comunque rimane la delusione che un brand cosi' importante , che decide di vendere online, si perda cosi'… mah.

Rimango senza parole!

Pietro.68

peccati di gioventù.

passare alla vendita online non è così banale…. molti dealer non se ne rendono conto e poi ne pagano le conseguenze.

sp1marco

Posso capire che ti sbagli con una bici in outlet… ma che ti rendi conto dopo che non hai neanche le bici 2018 disponibili, maddai ma come stanno?

onosendai

[QUOTE="Pietro.68, post: 8313105, member: 68729"]peccati di gioventù.[/QUOTE]

No, non esiste, se fai questo passo devi essere blindato prima di iniziare, oggi gli altri tuoi competitors ti mangiano vivo.

Pietro.68

la mia non era una giustificazione. era solo una considerazione. Ripeto che si è già visto di aziende che nel passaggio a vendere online ci hanno fatto la figura di kakka. Anche in altri settori.

sp1marco

A me sembra una supercazzola all' Amici Miei atto II.

Ora è tornata disponibile:

https://eu.intensecycles.com/collections/2017-bikes/products/2017-recluse-foundation-build

kayo1963

A me è successo la stessa identica cosa con un telaio Propain l'anno scorso in outlet dell'anno prima, dopo le scuse da parte dell'azienda, mi hanno proposto lo stesso modello dell'anno successivo (2017 contro 2016) allo stesso prezzo dell'outlet oppure la restituzione dei soldi, ovviamente ho optato per il modello nuovo ! …… che dire serietà tedesca …

D-Lock

[QUOTE="kayo1963, post: 8315675, member: 4148"]A me è successo la stessa identica cosa con un telaio Propain l'anno scorso in outlet dell'anno prima, dopo le scuse da parte dell'azienda, mi hanno proposto lo stesso modello dell'anno successivo (2017 contro 2016) allo stesso prezzo dell'outlet oppure la restituzione dei soldi, ovviamente ho optato per il modello nuovo ! …… che dire serietà tedesca …[/QUOTE]

Lavoro da diversi anni coi tedeschi, sia colleghi che clienti, e onestamente sta cosa della precisione ed efficienza tedesca è una leggenda. Non sono ne meglio ne peggio di molti altri popoli, e quello che spacciano per precisione è spesso inutile pignoleria su dettagli insignificanti, quando poi si perdono per cose molto più grandi. Ci siamo già dimenticati il dieselgate? Cosa che se la facevamo noi italiani ci avrebbero additato come i soliti azzeccagarbugli che violano le regole… oppure chiedetegli che fine ha fatto il nuovo aeroporto di Berlino, sono decenni che devono finirlo e ogni volta ne esce una nuova, tra tangenti, appalti aggiustati e costruzioni fatte con la sabbia per lucrare… peggio della nostra Salerno-Reggio Calabria…

sp1marco

Questa storia proprio non mi va giu'…

Ieri rimetto la bici nel carrello con un altro account, stanotte mi arriva il messaggio automatico che mi ricorda di terminare l'acquisto, stamattina chatto col servizio clienti e mi dice che la bici non è disponibile e che c'è un errore sul sito. Strano questo errore ripetuto… no ?

[ATTACH=full]248715[/ATTACH]

Pietro.68

si. sta diventando ridicola la cosa

D-Lock

Mi viene il dubbio che lavorino su ordinazione, il che sarebbe accettabile (uno decide o meno se vuole aspettare) se non fosse per il fatto che fanno finta di avere un magazzino… Oppure non hanno il minimo sistema per aggiornare il magazzino online in tempo reale, e la cosa è sconcertante per un sito che vende via internet.

sp1marco

intanto dopo la mia lamentela si sono decisi a fare pulizia e levare le taglie non disponibili, spero definitivamente.

Magari sono mal organizzati…oppure sono furbi! Prendono l'ordine, prendono i soldi e poi ti offrono una Tracer 2018 che gli avanza in magazzino, chissà…

[ATTACH=full]248727[/ATTACH]

Pietro.68

magari fra una settimana magicamente ricompaiono 😀

Tronicox

Vi racconto la mia esperienza con Intense: considerata l' offerta per il telaio Recluse 2017 e considerato anche che il colore disponibile mi piaceva di più rispetto al modello 2018, mi sono fatto il regalo.

Dopo qualche mail interlocutoria per i dettagli con Intense Europe ho fatto il bonifico martedì scorso, ieri mattina il telaio era nel mio ufficio.

Attenzione ! Se si prende il frame 2017 questo è senza ammortizzatore e serie sterzo, sul sito è segnalato, ma la foto è ingannevole perchè si vede anche 'ammortizzatore. Quindi valutate che insieme ai 2000 € per il telaio dovrete aggiungere qualche centone ancora per un ammortizzatore. Se poi volete prendere il fox che viene  proposto con il telaio 2017/2018 (Il telaio 2018 tra l'altro non è più disponibile sul sito), ci vogliono ancora circa 800 €. A questo punto si arriva a circa 3000 € che sono praticamente il prezzo del 2018.

Insomma sono contento perché è il modello che desideravo, ma non ci fai questo affarone che sembra.

Elandur

[QUOTE="Tronicox, post: 8332278, member: 104809"]Vi racconto la mia esperienza con Intense: considerata l' offerta per il telaio Recluse 2017 e considerato anche che il colore disponibile mi piaceva di più rispetto al modello 2018, mi sono fatto il regalo. Dopo qualche mail interlocutoria per i dettagli con Intense Europe ho fatto il bonifico martedì scorso, ieri mattina il telaio era nel mio ufficio. Attenzione ! Se si prende il frame 2017 questo è senza ammortizzatore e serie sterzo, sul sito è segnalato, ma la foto è ingannevole perchè si vede anche 'ammortizzatore. Quindi valutate che insieme ai 2000 € per il telaio dovrete aggiungere qualche centone ancora per un ammortizzatore. Se poi volete prendere il fox che viene  proposto con il telaio 2017/2018 (Il telaio 2018 tra l'altro non è più disponibile sul sito), ci vogliono ancora circa 800 €. A questo punto si arriva a circa 3000 € che sono praticamente il prezzo del 2018. Insomma sono contento perché è il modello che desideravo, ma non ci fai questo affarone che sembra.[/QUOTE] Concordo con te che la foto può essere ingannevole. Anche io stavo guardando un telaio per una Mondraker che faceva vedere serie sterzo e stem, e c'è sempre da capire se la foto riflette il prodotto che si va ad acquistare o meno, al netto delle solite solfe di quanto invece l'immagine sia "solo indicativa". Però, sarà per impostazione personale, permettimi una critica: faccio fatica a capire come si possano tirar fuori 2.000 euro per un telaio… Read more »

Tronicox

[QUOTE="Elandur, post: 8332288, member: 202877"]Concordo con te che la foto può essere ingannevole. Anche io stavo guardando un telaio per una Mondraker che faceva vedere serie sterzo e stem, e c'è sempre da capire se la foto riflette il prodotto che si va ad acquistare o meno, al netto delle solite solfe di quanto invece l'immagine sia "solo indicativa".

Però, sarà per impostazione personale, permettimi una critica: faccio fatica a capire come si possano tirar fuori 2.000 euro per un telaio senza aver letto fino all'ultima virgola della pagina del sito che lo propone. Ancor più se poi era scritto, e dunque era sì ingannevole, ma bastava poco per accorgersi della verità…[/QUOTE]

Forse mi sono spiegato male, io ero consapevole della mancanza dell'ammortizzatore, la mia considerazione  consiste nel fatto che viene dato come un grosso sconto, ma in realtà se ci metti l'ammortizzatore che monta di norma ti costa quasi uguale. Personalmente era da un po' che cercavo quel telaio, per questo l'ho comunque preso.

La serie sterzo in se sul totale è un costo irrisorio, ma non è semplice da trovare essendo una combinata, la si trova agevolmente se invece si spende una bella cifra, vedi Chris King.

Elandur

[QUOTE="Tronicox, post: 8332353, member: 104809"]Forse mi sono spiegato male, io ero consapevole della mancanza dell'ammortizzatore, la mia considerazione  consiste nel fatto che viene dato come un grosso sconto, ma in realtà se ci metti l'ammortizzatore che monta di norma ti costa quasi uguale. Personalmente era da un po' che cercavo quel telaio, per questo l'ho comunque preso.

La serie sterzo in se sul totale è un costo irrisorio, ma non è semplice da trovare essendo una combinata, la si trova agevolmente se invece si spende una bella cifra, vedi Chris King.[/QUOTE]

Ah ok. Avevo capito che avevi comprato il tutto convinto di riceverlo con i pezzi della foto e invece ti eri trovato la sorpresa.

Tronicox

[QUOTE="Elandur, post: 8332357, member: 202877"]Ah ok. Avevo capito che avevi comprato il tutto convinto di riceverlo con i pezzi della foto e invece ti eri trovato la sorpresa.[/QUOTE]

Sotto, sotto lo speravo:prega::prega::smile::smile:

Tronicox

Per quanto riguarda la storia del telaio Recluse senza ammo, avevo mandato una mail a Intense criticando le informazioni poco chiare, ebbene oggi è stata aggiornata la pagina, ed ora è scritto chiaramente in più punti e in grande che viene venduto senza ammortizzatore.

Diciamo che sono recettivi e reattivi con i suggerimenti dei consumatori, bisogna dargliene atto !

sp1marco

Comunque la mia avventura mica era finita qualche post piu' sopra…

Dopo aver scritto una email di lamentela sia a Intense Europe che a Intense USA vengo contattato dall' amministrazione che mi chiede che se sono ancora interessato alla bici me la fanno arrivare dagli Stati Uniti. Dico va bene, dopo qualche giorno sollecito per sapere se arriva o no questa bici e mi rispondono che i telai taglia Small sono in produzione e che arriveranno a metà marzo.

Cioè mi scrivi e mi offri una bici e NON sai neanche se è disponibile o meno?

Sempre piu' deluso.

Pietro.68

stanno scadendo nel ridicolo.

sp1marco

Aggiornamento. Il telaio Recluse 2018 è arrivato oggi in Spagna…ma solo il telaio. Il kit di montaggio Foundation arriverà a fine aprile.
Seeee vabbè, ciaone

sp1marco

Concludo la mia esperienza, portandovi a conoscenza che mi offrivano a fine aprile la Recluse 2018, allestimento foundation a 2700€.
Ho rifiutato perchè l'allestimento non era confrontabile con quello 2017 perchè di piu' basso livello e mi sono comprato una YT Jeffsy 27.5, in una settimana dall'ordine mi è arrivata a casa e mi rimborsano anche un 10% per uno sconto uscito dopo sul sito. Gente seria, quelli di YT !