MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Jerome Clementz fuori gioco per almeno 3 mesi

Jerome Clementz fuori gioco per almeno 3 mesi

Jerome Clementz fuori gioco per almeno 3 mesi

19/05/2014
Whatsapp
19/05/2014

Stagione finita per Jerome Clementz. La caduta di ieri (qui il video) ha comportato un infortunio più pesante del previsto: legamenti strappati, cioè lussazione grave, della spalla sinistra. Verrà operato il 26 maggio a Strasburgo e prevede di poter rientrare alle gare non prima di Finale Ligure, cioè in ottobre. Uno shock per l’attuale leader di classifica delle Enduro World Series, ma siamo sicuri che Jerome tornerà più forte di prima.

luss1

Qui il comunicato ufficiale:

This week-end was not the one for Jérôme. By racing the French Enduro Cup in Blausasc, Jérôme had a bad crash : in a sprinting section, his pedal reached a rock and Jérôme went on the ground. He fell directly on his left shoulder.

During this hard crash, he dislocated his shoulder and ripped all the ligaments around his shoulder.

After speaking with a specialist this morning, he decides to undergo surgery in order to come back at 100%.

The operation will take place on the 26th in Strasbourg (France). 3 months recovery is needed for Jérôme before riding again his bike.

“Off course it’s a big disappointment, to end the season this way, especially after this strong start and all the work of the winter, but it’s not in my spirit  to attend a race at 80%, I like to be flat out and give my best.

I’ve been lucky so far with injury and I always consider this situation as a possibility in my career. I always said myself that in this case I’ll choose the best long term solution for my body and my career.

I’m only 30 and I want to keep a body in good conditions, to be competitive and healthy in the future. Racing is only a part of my love for MTB and I want also to be able to enjoy my rides in a long term perspective.”

He will miss the main Enduro World Series 2014 but he will try to come back end of the season eventually for Finale Ligure.

“I’m sad not to be able to fight for an other title of the EWS, but I’m excited to see my friends  fight for the overall. I’m sure the battle will be awesome and will provide a legitimate champion at the end of the season. ”

After the surgery, Jerome will follow some intense rehabilitation program in order to fully recover.

“I want to thanks everybody for their messages of support and my partners for staying behind me in these moments, I’m grateful to have so many supports and it helps me to keep the smile on my face.”

 

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Deroma
Deroma

porca paletta che volo….. ieri sono caduto (impuntandomi in un bel sasso) mentre andavo a 0.5 km/h e già me la facevo sotto…….
auguri Jerome

znnmarco3
znnmarco3

giovedi scorso caduta simile ma nulla di rotto a parte un mega livido sulla coscia sx e qualche escoriazione a ginocchio e gomito….rimettiti in sella presto “cugino” campione!

Waugh
Waugh

Hanno messo quel brutto ostacolo proprio li per lui, cosi quest’anno non rivinceranno ne lui ne Cannondale…maledetti è tutto un complotto…ahahaha
A parte gli scherzi, tanti auguri di buona guarigione a Jerome 😀

8mat7
8mat7

Buona guarigione a Jerome! ma questo significa che una 26′ vincerà le EWS anche quest’anno!!

gabrireghe
gabrireghe

“I always said myself that in this case I’ll choose the best long term solution for my body and my career..”

che grande atleta

Panego
Panego

…bravo Jerome, nel ns gruppo c’è un “ragazzo” di 60 anni, e ti assicuro che se le gode ancora al 100% le uscite in mtb, in salita, ma soprattutto in discesa!…ed è pure la mia ambizione.
Aggiungo ai tanti, anche miei migliori auguri.

Perrins
Perrins

ragazzi ma fermiamoci un attimo…
clements, barrel…tutti distrutti e ne arriveranno altri…per non parlare della gravità dell’incidente di finale. (non voglio aprire una discussione su questo pero’)

la mia considerazione è che l’enduro sia già al punto di non ritorno:

-obbligo di provare giorni giorni e settimane prima altrimenti sei uno sfigato,rischi la vita e non ti senti in pace con te stesso (assuefazione assurda)
– bici sempre piu leggere. ho visto alle gare di enduro bici di amatori da 11.5 kg tirate alla morte.
ormai sentire scendere bici da enduro sui percorsi di gare e solo rumore di ferraglia tipo quello delle bici da xc. sono passati i tempi dei rumori su pietre e radici ovattati stile bici da dh.
– abbigliamento sempre piu leggero traspirante antistrappo ma non antiurto! paraschiena inesistenti, tutti americani senza gomitiere e ci salva solo l’integrale.
– preparatori atletici, alimentazione, bombe (un bel controllino antidoping no?)
siamo già oltre il punto di non ritorno…già troppo tardi. il mercato sforna prodotti, il sell out è sempre piu forte e noi sempre piu carne da macello.
– si va piu forte ora con queste bicicliettine vestiti da mare che in dh 10 anni fa.
a sto punto ben vengano circuiti minori meno esasperati tipo il 360enduo in piemonte…ma anche qui sono ancora troppo pochi quelli che arrivano la domenica mattina senza provare. purtroppo è come una droga questo enduro…e vedremo dove andremo a finire…

panzer division
panzer division

concordo quasi su tutto.
ma non sul discorso prove.
provare è fondamentale per diminuire i rischi il giorno della gara.
correre una ps alla cieca è un rischio assoluto, perchè l’adrenalina della gara fa osare più del consentito, ed i margini di sicurezza si assottigliano fino ad annullarsi.
il rischio è sempre dietro l’angolo nelle gare enduro, e nei giorni di prova.
ma le ps segrete sono il modo più facile per farsi male.
in qualsiasi sport del mondo le prove servono a migliorare le prestazioni, il gesto atletico, la sicurezza nell’affrontare la prova gara.
my two cents.

Sardegna SPORT e Natura
Sardegna SPORT e Natura

Anche io concordo pienamente su tutto, anche sulle prove !!
Fare 2-3 volte una speciale in prova secondo me invece ti da quella falsa sicurezza che ti frega; pensi di conoscere bene il tacciato invece non é così.
Se invece la speciale è segreta tu vai a istinto e non dai sicuramente il 100% ma ti tieni un certo margine di sicurezza.
E poi che prove sono se uno prova per 5 giorni di fila ed un altro per 1/2 giornata ??
Quello veloce comunque sarà sempre veloce e quello meno, lo sarà anche dopo un mese di prove.

Il tutto sempre secondo la mia modesta opinione e secondo la mia modesta esperienza

tOriO
tOriO

hai ragione, finiremo tutti rotti

Aggiungo: a livello di gestione del territorio lo stile di guida enduro è molto in conflitto con gli altri utenti dei sentieri e le staccatone tirare rovinano molto di più il fondo. Sarebbe una bella seccatura vedere aumentare i divieti a causa di questa moda -> vedi discussioni politiche a Finale

Dovremmo tornare tutti all’ all mountain non competitivo, non quantitativo ma qualitativo

Mancinale
Mancinale

mi dispiace proprio, Clementz al di là delle vittorie è un personaggio a mio parere molto positivo per la mountain bike, uno a cui prima di tutto piacciono la montagna e la vita all’aria aperta. Auguri!!

basol
basol

Tutti e due i miei beniamini sono fuori gioco anzi tre perché anche Andrea Bruno ha dovuto probabilmente ridimensionare le sue gare. Penso che molti di noi stiano pensando che il futuro dell’Enduro deve essere più +AM e -DH

konissimo
konissimo

Chi gira grosso rischia grosso………………………………………………………………..ricordiamoci che sono gare non passeggiate domenicali e come tali comportano rischi che si accettano al momento dell’iscrizione.
Cmq nulla toglie al fatto che bisogna regolamentare un po meglio questa disciplina bellissima e completa, come il peso minimo delle bici e le protezioni obbligatorie e non soltanto minimali per emulare i pro, fermo restando che le ews sono la massima espressione mondiale e come tale esasperata.

Pitaro
Pitaro

Sono d’accordo sul fatto che vada modificato il regolamento per quanto riguarda le protezioni, a pensare che il paraschiena dello zaino Evoc è sufficiente come unica protezione della parte alta del corpo mi vengono i brividi!