La nuova bici da XC di Santacruz ad Albstadt

61

Ne parlavamo nell’articolo di presentazione alla prima gara di coppa del mondo, ad Albstadt: quando sarebbe stata presentata la bici da XC che il team Santacruz sta usando e provando in segreto da tempo?



.

A quanto pare la vedremo già stasera durante lo short track, guidata da Luca Braidot. Infatti è stata beccata nei paddock durante le prove di ieri e stamattina, montata e pronta all’uso.

Niente vpp, ma il classico disegno monopivot con i foderi alti che flettono per ovviare alla mancanza del perno nel carro posteriore. Linee dritte e bielle minimali per risparmiare peso. Sembra anche che abbia un movimento centrale con calotte filettate, cosa che facilita la manutenzione.

Sull’escursione si può speculare, ma guardando agli altri brand io direi 100mm. Poi chissà, magari ne faranno anche una versione da 120mm per un uso più ricreazionale.

Non resta che fare un bel in bocca al lupo a Luca Braidot e augurargli un tempo più clemente rispetto a quello di ieri. Nella foto qui sotto sembra proprio in sella a questa bici.

Spyshots presi da qui.

Commenti

  1. Da felice possessore della blur, posso dire che è un mezzo fantastisco. Il vpp le conferisce una setosità senza pari in discesa. L'aumento di peso è trascurabile, la mia con telescopico, sta tra i 10,2 e i 10,5. Però ha un difetto è lenta in rilancio, e nei cambi di ritmo pare un po' togliere. Bisogna lavorare molto di apri e chiudi. Credo che il vero motivo della perdita del vpp nella blur sia quello, avranno anche provato a personalizzare ammo, ma di certo il nuovo schema renderà la bici più racing. Non so se toglieranno l'attuale blur, che potrebbero vestire come TR. Sulle geometrie potrebbero aver cercato di raddrizzare il tubo sella, ma non so se le altre le toccheranno. E' un mezzo di grande equilibrio, molto, molto performante in discesa, se devono migliorarlo possono farlo sul peso e sull'abbrivio, a muso in giù l'unica cosa di cui si può sentire il bisogno è una forca più rigida, con steli da 34 o 35.
  2. drmale:

    Da felice possessore della blur, posso dire che è un mezzo fantastisco. Il vpp le conferisce una setosità senza pari in discesa. L'aumento di peso è trascurabile, la mia con telescopico, sta tra i 10,2 e i 10,5. Però ha un difetto è lenta in rilancio, e nei cambi di ritmo pare un po' togliere. Bisogna lavorare molto di apri e chiudi. Credo che il vero motivo della perdita del vpp nella blur sia quello, avranno anche provato a personalizzare ammo, ma di certo il nuovo schema renderà la bici più racing. Non so se toglieranno l'attuale blur, che potrebbero vestire come TR. Sulle geometrie potrebbero aver cercato di raddrizzare il tubo sella, ma non so se le altre le toccheranno. E' un mezzo di grande equilibrio, molto, molto performante in discesa, se devono migliorarlo possono farlo sul peso e sull'abbrivio, a muso in giù l'unica cosa di cui si può sentire il bisogno è una forca più rigida, con steli da 34 o 35.
    Complimenti per il peso !! Raggiungere quei valori col telescopico con la Blur e’ davvero interessante . Potresti dirmi com’e’ montata la tua ( anche in mp) ; un mio amico la possiede e anche con un montaggio dignitoso non si scende sotto gli 11.2/11.3 .
  3. drmale:

    Certo: gruppo misto xx1 guarnitura, corona da 30, cambio x01, e comando NX (è il più leggero e costa 20 euro, credevo durasse 5 giorni, e invece 2 anni è ancora perfetto), pedali CB egg better 11, manubrio switch flat 127 gr, pipa swith 98 gr con viti in ti, regisella fisso kcnc, e tele specialized 125, ruote cerchi grigio carbonio e mozzi carbon ti, praticamente leggerissime, copertoni maxxis forecast 2,35 (pesante) e pirelli scorpion m (pesante), fox factory 2019 (molto leggera). Diciamo che con reggi fisso e copertoni da gara scende sotto i 10. Però le ruote sono belle e impossibili (3k€), sella selle italia slk ti 145 gr., freni formula r1r con dische ashima da 70 gr. Poi altri particolari minori in ti ed ergal. Posso togliere ancora 2hg da pacco pignoni che è gx. Un amico ha la CC originale con ruote carbonio SC, e si piglia una chilata. Ora la appesantisco con la sid ultimate da 35, perché la fox raggiunge troppo presto il limite. I freni invece sono perfetti anche se 160, perché non viene detto ma è una bici che frena benissimo grazie al vvp post che garantisce un aderenza clamoroso.
    effettivamente anche Braidot quando gliela hanno consegnata a inizio anno diceva che era più pesante della Olympia F1X.
Storia precedente

Maschere Shred BigShow Recycled in plastica riciclata

Storia successiva

La funivia con la cabina per il trasporto bici

Gli ultimi articoli in News

Brett Rheeder: Circles

Dal deserto di Atacama a Queenstown, alla ricerca di pendii intonsi da percorrere, alle sessioni di…