Laghi e Monti Bike
Mountain biking from Riale to Passo San Giacomo, Alta Val Formazza, at sunset.

Laghi e Monti Bike: fra Italia e Svizzera in MTB

14

Il progetto interregionale fra Italia e Svizzera, denominato Laghi e Monti Bike, non dovrebbe essere niente di nuovo per chi ci segue. L’itinerario che dalla Val Formazza porta in Val Bedretto è stato mostrato in diverse occasioni, ed è disponibile anche come giro ad anello a questo link. Ora il tutto viene ufficializzato con un sito e diversi itinerari. Di seguito il comunicato.

Laghi e Monti Bike



.

[Comunicato stampa] Il progetto Laghi e Monti Bike nasce dalla passione per la mountain-bike, e per le e-mountain bike in particolare, insieme alla volontà di creare un collegamento transfrontaliero, grazie al programma europeo Interreg Italia-Svizzera. La bici ancora una volta si conferma il mezzo ideale per unire non solo le persone ma, in questo caso, addirittura due Paesi.

Il tutto attraverso un itinerario lungo 80km che permette di scegliere tra diversi percorsi sviluppati attorno ai fiumi Toce (in Italia) e Ticino (in Svizzera).

Punto cruciale del progetto Laghi e Monti Bike, oltre al Lago Maggiore, l’ex caserma della Guardia di Finanza che si trova presso il passo del San Giacomo, luogo simbolo dello scambio culturale italo-svizzero, e che oggi è stata trasformata in un rifugio alpino per ciclisti e e-bikers. Un vero e proprio “bici grill”, nato investendo i fondi ottenuti dal progetto Interreg e che ha visto come attore principale della sua realizzazione l’Unione montana Alta Ossola con il Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli dell’Ossola (per la parte italiana), il Comune di Bedretto (CH), l’Azienda Elettrica Comunale Bedretto (CH) e l’OTR Bellinzonese (CH) (per la parte svizzera).

Laghi e Monti Bike

Questa struttura, realizzata con materiali costruttivi naturali ad alta efficienza energetica ed alimentata da fonti energetiche rinnovabili, sarà un punto d’appoggio per coloro che affronteranno la traversata dall’Italia alla Svizzera e vorranno fermarsi per riposare.

Non solo l’unione di due Paesi, con l’Interreg Italia-Svizzera viene posta l’attenzione sulla sostenibilità ambientale e sulle potenzialità del turismo in bicicletta, in grado di ridurre l’impronta di carbonio e l’inquinamento.

Che sia per svago, per pedalare in compagnia, per visitare luoghi meravigliosi immersi nella natura o per praticare un’intensa attività sportiva, i percorsi disponibili sono molteplici e di livelli differenti, tutti perfettamente adattabili secondo le proprie esigenze.

Laghi e Monti Bike

Prendendo come punto di partenza il punto più alto – i 2.300 metri del passo San Giacomo – le vie da percorrere sono molteplici:

  • Verso Nord si arriva in Svizzera nella Val Bedretto che con la discesa della Valle Leventina vi porterà fino a Bellinzona, al Piano di Magadino, a Locarno e al Verbano.
  • Verso sud, ecco la Formazza, l’Antigorio, l’Ossola, il lago di Mergozzo, il canneto di Fondotoce e la nobile vista del Golfo Borromeo.
  • Se invece partite da Verbania, sulle rive del lago, la pista ciclabile, appena compiuta, attraversa la Riserva naturale speciale di Fondotoce.

Laghi e Monti Bike

Commenti

  1. Bel progetto in una zona molto bella, f
    che frequento in estate ed in inverno per lo skialp..
    chissá se il I IGRILLsará aperto anche in inverno per gliskialper…?.

    peccato che. Non citino come opzione più impegnativa la salita al Nufenen pass e discesa verso il bettelmatt e lago sabbioni dal passo Gries..

    questo articolo mi ha fatto venire voglia di andare a fare un giro
  2. XRMAN:

    Ma secondo voi una due giorni in questi posti si addice? E' possibile mettere insieme un percorso ad anello di circa 120km?
    Certo che puoi, c'è una gara di trailrunning, la Bettelmath ultra trail (BUT) ora il percorso è stato ridotto a 60 km mentre prima del Covid passava i 90 km, dovrebbe esserci ancora la traccia da qualche parte, portarla a 120 km quando sei al Devero vuole dire aggiungere il Tour del cistella che sono altri 40 km.
    A livello di rifugi e bivacchi non ci sono problemi, a pezzi l'ho fatto tutto questo tracciato, forse due giorni sono un pò tirati ma si può fare, dipende dell'allenamento
  3. orli:

    No, un pò di portage è da fare, io parlo di un giro di oltre 100 km fattibile da Riale a Riale o comunque con partenza ed arrivo nello stesso punto, se fai conto di partire dal Lago Maggiore hai voglia a pedalare, ci sono 100 km da Verbania a Riale..
    Puoi fare il giro classico di 22 km Riale- Toggia - San Giacomo- Capanna Corno -Gris- Bettelmath - Morasco - Riale
    Oppure cominciare ad allungare mettendo dentro 3A - Sabbioni- Neffelgju- Vannino- Scattaminoia - Devero- ecc ecc quindi Valle Antigorio e Diveria....c'è da sbizzarrirsi, da pedalare e da portare
    Due anni fa ho fatto la traversata con partenza da Domodossola, Alpe Veglia, Alpe Devero, Riale, arrivo a Biasca. Partenza e rientro in treno.
    Tutto pedalabile, abbiamo usato la seggiovia a San Domenico per diminuire un poco il dislivello perchè era già bello tosto per i 4 giorni. Abbiamo dormito in due rifugetti privati a Veglia e Devero e al Maria Luisa Consiglieri sopra Riale.
    Dimenticavo, se vuoi ti posso girare i gpx e anche tutti i contatti dei posti dove ci siamo fermati.
Storia precedente

[Test] Nukeproof Giga 290 Carbon Factory

Storia successiva

Se la giornata non va come da piano

Gli ultimi articoli in News