TyreInvader di Effetto Mariposa: cos’è e come si monta

TyreInvader di Effetto Mariposa: cos’è e come si monta

Marco Toniolo, 17/12/2018
Whatsapp
Marco Toniolo, 17/12/2018

Vi avevamo anticipato dell’uscita imminente di un nuovo prodotto di Effetto Mariposa, il TyreInvader. Nel video qui sopra Alberto, il proprietario di EM, ci mostra di cosa si tratta e fa vedere come montarlo.

I vincitori di 1 paio di TyreInvader ciacuno (contattate in messaggio privato Effetto Mariposa qui sul forum per farveli spedire): Riki174, tylerdurden71, cavec162 riceveranno il TyreInvader. Invece Rad77, emml, lux187, jimmy27, vincent46 e capocchione vincono maglietta per simpatia della risposta.

[Comunicato stampa] Gli inserti per pneumatici (comunemente chiamati “salsicciotti”) sono diventati popolari in alcuni mercati, ma sono anche un argomento molto polarizzante, una questione di amore e odio. Con Tyreinvader, Effetto Mariposa si propone di crearne uno che si distingua da tutti gli altri.

PERCHÉ SONO NATI GLI INSERTI PNEUMATICO
Gli pneumatici tubeless (con sigillante) contribuiscono sicuramente a ridurre al minimo le forature, ma non le eliminano del tutto. Con la giusta forza, specialmente su terreni rocciosi, è possibile schiacciare e tagliare uno pneumatico tubeless, spingendolo molto forte contro il cerchio. Anche i cerchioni possono essere danneggiati in tali circostanze.
Per evitare ciò, alcuni marchi hanno iniziato ad offrire inserti per pneumatici, alcuni piatti, altri rotondi (come le ciambelle, da cui il nome “salsicciotti”) alcuni con altre forme ancora.
Questi prodotti sono diventati popolari tra gli agonisti, in particolare per le discipline Gravity (Enduro, DH) ma alcuni anche nel cross country: eliminano virtualmente le pizzicature e, in alcuni casi, consentono al ciclista di continuare a pedalare dopo una foratura.

PROBLEMI COMUNI DEGLI INSERTI PNEUMATICO
Elenchiamo qui di seguito i principali limiti degli attuali inserti pneumatico, esaminando contemporaneamente la soluzione che proponiamo con il nostro Tyreinvader.

Peso
Il peso degli inserti attuali varia generalmente tra 100 e 250 g per ruota. Mentre può essere accettabile per scopi Gravity (o e-bike), diventa problematico per una bicicletta che deve essere pedalata in salita. Le ruote pesanti rallentano sempre la maneggevolezza della bicicletta, indipendentemente dalla pratica.
Tyreinvader parte da 50 g (Tyreinvader 40) e raggiunge i 90 g per il Tyreinvader 60 . I pesi * per i diversi Tyreinvaders si riferiscono al prodotto non tagliato (per ruote da 29 “), quindi è ancora più basso se adattato a ruote da 27,5 ” o 26″:
Tyreinvader 40 = 53 g
Tyreinvader 50 = 68 g
Tyreinvader 55 = 80 g
Tyreinvader 60 = 92 g
* Tolleranza sul peso nominale: + / – 5%

Alcuni produttori di inserti incoraggiano i ciclisti a passare a pneumatici più leggeri per compensare parzialmente l’aumento di peso. Non siamo d’accordo con questo approccio, dato che i fianchi leggeri offrono una protezione limitata contro le rocce taglienti e l’abrasione, contro cui gli inserti non possono fare molto.
Cambiamento radicale delle sensazioni di guida
La maggior parte degli inserti occupa molto spazio all’interno della cavità interna dello pneumatico, riducendo il volume d’aria e l’influenza che la pressione di gonfiaggio ha sulle sensazioni di guida (poiché l’inserto viene spesso compresso durante la normale marcia, non solo durante gli impatti più decisi). Alcuni altri inserti portano il concetto all’estremo, riempiendo completamente lo pneumatico.

Non discutiamo sulla validità di questo approccio, abbiamo semplicemente scelto con Tyreinvader di consentire ai biker di utilizzare la pressione come parametro principale per mettere a punto il comportamento degli pneumatici. La presenza di Tyreinvader potrebbe comunque essere percepibile all’interno delle ruote, quindi è consigliabile utilizzarli in allenamento prima che in gara.

Assorbimento del sigillante
Alcuni inserti “spugnosi” finiscono per assorbire completamente il sigillante… prevenendo le pizzicature ma esponendo il pneumatico alla semplice foratura. Tyreinvader è fatto di EVA, un polimero a cellule chiuse, e non assorbe alcun liquido.
Poiché gli inserti hanno superfici bagnate dal sigillante, una frazione di esso non sarà disponibile per spostarsi e svolgere il proprio lavoro. Per questo motivo, anche con Tyreinvader consigliamo di aumentare leggermente la quantità di sigillante normalmente impiegato, di 30 ml.

Difficoltà di montaggio
Gli inserti possono essere molto difficili da montare.
Tyreinvader richiede abilità meccaniche medie: il nostro inserto non sarà in grado di resistere a chi sa montare un pneumatico tubeless ostinato! 
Basta tagliare Tyreinvader seguendo le istruzioni (per 27.5″e 26″; non serve tagliare per 29″), unire le sue due estremità con le due fascette (fornite), montarlo all’interno del pneumatico (si allungherà un po’ per adattarsi alla circonferenza), aggiungere il sigillante, e si è pronti per pedalare. I nostri video tecnici possono chiarire ogni dubbio a riguardo.
Valvole tubeless specifiche
A causa della loro forma rotonda, alcuni inserti si appoggiano alla base della valvola tubeless una volta montati, impedendo il normale gonfiaggio a meno che non si utilizzino valvole tubeless speciali (spesso fornite dal produttore di inserti, ma normalmente piuttosto pesanti).
Tyreinvader non interferisce con il gonfiaggio, con qualsiasi valvola tubeless.

Durata
Abbiamo visto inserti distrutti dopo una discesa in condizioni difficili, poiché alcune schiume non sono fatte per resistere ad impatti ripetuti, ma piuttosto a smorzarli degradandosi rapidamente.
Utilizziamo EVA, un polimero a celle chiuse comunemente usato per le suole delle scarpe da corsa, capace di un assorbimento urti molto elevato e con grandi proprietà meccaniche. Ci sono altri inserti premium con una buona durata, ma normalmente pesano / costano molto più di Tyreinvader.

Modalità Run flat
Continuare a pedalare senza pressione nelle gomme dovrebbe avvenire solamente in situazioni di emergenza. In queste circostanze, gli inserti che si muovono liberamente all’interno dello pneumatico (spesso per facilitare il montaggio) spingono il pneumatico contro il cerchio passivamente, a causa del peso del ciclista che li comprime.
Tyreinvader è aderente al cerchio per una chiara scelta progettuale, per aiutare a mantenere il pneumatico sulla ruota in caso di emergenza

E i piccoli alieni ed il carattere “arcade”?
Chi non ricorda SpaceInvaders? Anche chi sia troppo giovane per farlo, può riscoprire questo capostipite della storia dei video giochi grazie al retrogaming. E comunque il nostro prodotto – per tipologia – invade effettivamente lo pneumatico, quindi “Tyreinvader” è calzante.
I ritagli a forma di alieno sul profilo di Tyreinvader servono a diversi scopi: per risparmiare peso, per consentire al sigillante un facile movimento e perchè no, per dargli un aspetto inconfondibile.

Versioni
Tyreinvader 40
Tyreinvader 50
Tyreinvader 55
Tyreinvader 60
Vedere la tabella per le larghezze cerchio / pneumatico consigliate.

Prezzo
Tyreinvader parte da 39,99 € (IVA inclusa, per Tyreinvader 40, 2 pezzi).
Tyreinvader è Made in Italy
Disponibilità
: a partire da gennaio 2019

Effetto Mariposa