MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Addio, deragliatore anteriore!

Addio, deragliatore anteriore!

Addio, deragliatore anteriore!

17/03/2016
Whatsapp
17/03/2016

[ad3]

SRAM dedica questo video alla scomparsa di un amico (per alcuni di noi): il deragliatore anteriore. Preparatevi ad una grande novità: 24 marzo. Ovviamente già provata da MTB MAG!

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
ivanbue
ivanbue

24 Aprile o 24 Marzo?

maramouse
maramouse

1×12 in arrivo?

Lisadrardiode
Lisadrardiode

mi sa proprio di si…

Worldbike Formia

Era già scritto da un po’: qualche settimana fa erano anche apparse anche delle foto.
Il punto è che Sram sta puntando alla realizzazione di un “ecosystem”, per cui la vendita della nuova trasmissione 1×12 finirà per tirare anche la vendita dei mozzi boost, delle (loro) forcelle con PP 110 e dei telai già predisposti/aggiornati con il PP da 148mm.
Non conosco la situazione, ma se Sram avesse brevettato il Boost, tutti gli altri produttori potrebbero dover pagare loro una royalty per vendere forcelle, mozzi e telai compatibili con tale formato.
Comunque i primi telai predisposti per l’1×12 si sono già visti (Yeti SB6c 2016, Santa Cruz Bronson 2, ecc): entro qualche anno il 142×12 potrebbe sparire del tutto, per lasciare definitivamente il posto al 148×12….. mah!

mountaindoctor
mountaindoctor

@Sam Cooper: che io sappia, il Boost 148 è uno standard aperto a tutta l’industria ciclistica. Chiediamo conferma @Marco Toniolo

pacidavi
pacidavi

ma sai che son proprio cusioso?
monocorona per tutte le tasche?
C’è spazio per altre innovazioni?

rimarrò per sempre un affezionato del rampichino davanti anche se il “non avere quel manettino in più” è proprio una bella sensazione

markxxx79
markxxx79

…bè dai , con l’NX direi che il mono se lo possono fare tutti !

Sellan
Sellan

Se andiamo avanti cosi, penso che tra non molto qualche azienda rispolvererà il vecchio variatore di velocita dei ciclomotori Piaggio anni 80….niente catena, niente manettini, niente cambio!!!

Massinovecento
Massinovecento

C’e’ gia qualcosa che gira alla cape epic?

daniele0511

forse anche a Massa Marittima?

Mitzkal
Mitzkal

L’1×12 10-50(! :-D) è il segreto di Pulcinella e comunque… bravi in SRAM… bella cazzata…la doppia ha ancora i suoi estimatori. Il numero di rapporti a disposizione sarà sempre superiore e soprattutto quando il Di2 a gestione automatica degli incroci sarà alla portata di tutti, voi sarete lì a studiare un 1×22 con pignone da 128 denti, o farete un clamoroso retrofront? Per inciso: ho provato diversi 1×11 e non mi dispiaciono, anzi mi piacciono anche parecchio, ma per un uso veramente all-around preferisco ancora la doppia: avere più scelta con diverse casette e corone e, soprattutto, non sclerare a dove avrò il buco, se tra il 15 ed il 19 o tra il 23 ed il 28 ecc ecc Poi, 10 anni fa’ pedalavamo bici da minimo 18kg con 38×32 come rapporto più corto, ma erano altri tempi ed altri chili da portare a spasso 🙂 Fantastici gli 1×11, davvero, ma datemi la possibilità di poter montare ancora il cavolo che voglio. Sono molto avventati, bisogna ammetterlo, mentalità made in USA e per molti aspetti è un pregio, ma… già con l’Hammerschmidt lo sono stati, doveva essere la rivoluzione, è durata poche stagioni. Il prodotto era interessante, ma con quel nome per i negozianti senza un Deutsche Sprachprüfung für den Hochschulzugang era impossibile da ordinare e da qui la fine prematura del prodotto. Per non parlare della figuraccia colossale con gli impianti idraulici su strada. Ma d’altronde fan dei freni pessimi in MTB e sono lustri che ne producono.… Read more »

gioskunk
gioskunk

A mio avviso le cose semplici son sempre le migliori e anche quelle che funzionano sempre… così come quello che non c’è non si rompe e via discorrendo… è innegabile!
Non mi sembra che un di2 con cambio e deragliatore oltretutto elettronici (!!!) vadano in questo senso.. proprio roba da Giapponesi… Stesso discorso per il numero di rapporti meglio pochi ma giusti che tanti ed in buona parte uguali!!
Se veramente sarà 10-50 ben spaziato si potrá dire addio davvero al deragliatore.. pazzi e nostalgici a parte!

Giorgio941
Giorgio941

Certo che è innegabile ma se applicato in senso assoluto probabilmente pedaleremmo ancora cici rigide con freni cantilever….

Giorgio941
Giorgio941

bici e non cici…. 😉

gioskunk
gioskunk

No ma andiamo a piedi a sto punto

canyon67
canyon67

Scusa ma quante volte ti si è rotto il deragliatore anteriore? A me sulla bici negli anni mi si è rotto un po’ di tutto, ma mai il detagliatore anteriore. In certe situazioni passare in un secondo da un 38 a un 24 non ha prezzo.

grazynaruth89
grazynaruth89

No siamo in due: mi sono appena fatto una 26 front in carbonio montandola da solo con pezzi presi qua e là 🙂

Dandelion
Dandelion

Non sei l’unico. Benvenute novità

basol
basol

No non sei l’unico
Il mio muletto Jekyll 26″ grazie al mercatino passa da un 3per10 a un 2per10 e ne sono contentissimo!

vito e alloggio
vito e alloggio

Shimano insegue e male. Lo dico da amante del feeling dei suoi prodotti, quindi con tristezza.
Un monocorona non ottimale, la soluzione xtr elettronico praticamente inutile e costosissima….
Spero in una ripresa del marchio. Il deragliatore si estinguerà a breve, comunque.

lucal82l
lucal82l

Di2 a gestione automatica…ma ti leggi??? In paragone a quanto è venduto l’XX1, che non te lo regalano, praticamente non esiste.
E non parliamo della gamma inferiore.
Per ora, nonostante continuino i fanboysmi, ha avuto ragione Sram, sono fatti non pugnette sui fumetti di Godzilla come piace ai giapponesi…

daniele0511

Ha avuto ragione sui social. Nei bilanci è tutta un’altra storia…;-)

vito e alloggio
vito e alloggio

I bilanci di shimano son belli gonfi dal monopolio de facto che hanno su qualsivoglia trasmissione di bici da mercatone, altrochè. Se si potesse vedere un fatturato solo dell’alta gamma mtb, a mio avviso la differenza sarebbe a favore di sram e di gran lunga. Ripeto: lo dico da fanboy shimano.

lucal82l
lucal82l

A me dei social frega il giusto.
Shimano ha un’egemonia nella gamma bassa e bassissima che nessuno gli può insidiare, ora sicuramente sta raggranellando posizioni col nuovo XT, ma il successo di Sram e del mono se non lo vedi sei cieco.
Che poi non guadagni miliardi, è un’altro discorso che non c’entra nulla, io non mangio coi bilanci nè dell’uno nè dell’altro.

daniele0511

Neppure io mangio coi bilanci dell’ uno o dell’ altro.

I bilanci però, che ci piaccia o no, sono l’unica cosa che le aziende considerano. Per cui la “ragione” che qualcuno di noi pretende di assegnare è, ci piaccia o no, pura fantasia.

lucal82l
lucal82l

E quindi? Continuo a non capire dove vuoi arrivare.

daniele0511

Semplicemente trovo poco corrispondenti alla realtà certi toni. “SRAM ha avuto ragione”, sulle bici di alta gamma senza dubbio, ma che frazione del fatturato rappresenta? Occhio che le bici da enduro da 5-6-7Keuro non sono “il mercato”.

vecchiocatrame
vecchiocatrame

@Marco Toniolo:
Tre figli? Belin e io pensavo che non andassi d’accordo con nessuno!

lucal82l
lucal82l

@sembola guarda che “certi toni” io li leggo solo in altri commenti a partire da quello di Mitzkal cui ho risposto dove si lanciano strali predicendo il fallimento.
Seguendo il tuo ragionamento, un’azienda che nell’ormai lontano 2012 (mi pare) presenta un gruppo monocorona 11v per il trail/AM (non se lo ricorda mai nessuno) e si ritrova immediatamente ad avere successo anche nell’XC e poi nell’enduro al punto che dopo 2-3 anni si producono bici che nemmeno hanno più l’attacco per il deragliatore ha fallito?
Ha fallito perchè non è diventata monopolista facendo chiudere la concorrenza?
E delle mille aziende e aziendine che sono spuntate come funghi vendendo pignoni da 42 e corone per adattare le 10v? Non è stato settato un trend di mercato di successo?
E con GX ed NX non mi venire a parlare di Enduro 5-6-7K, ti ha già risposto Marco.
Fatti non fantasie.
Personalmente vedo che nonostante i numeri, Shimano è rimasta un pò impaltanata nelle sue convinzioni, e la corsa ai ripari (vedi nuove corone) è ancora lungi dall’essere terminata. Ed è un peccato, considerando la storica affidabilità e qualità di funzionamento dei loro componenti.

daniele0511

@marco: però, guarda caso, per dire che “SRAM ha ragione” si cita il successo su un segmento che non è quello della “bici media”, che tu ben sai essere ben diversa da quelle fotografate come “bici della settimana”.
E comunque me il 50 è pure troppo, basterebbe un 45 😉

andreasia610
andreasia610

però la data della dipartita sembra essere il 2017…
ne celebriamo il funerale con così tanto anticipo?

comunque, ben vengano novità ma onestamente in vent’anni e più di mtb non ho mai rotto un deragliatore… in compenso ho sacrificato un bel numero di cambi posteriori…
io aspetto sempre che Shimano e Sram implementino i vari Alfine e Nexus con pesi e rapportatore accettabili per eliminare il fronzolo posteriore….

Mitzkal
Mitzkal

Io un Alfine 8v ce l’ho tra le ginocchia e bene che va’… però 1920g sulla bilancia è una bella mattonella anche per una bici da DH.

vito e alloggio
vito e alloggio

quello sì che sarebbe competitivo…

Mat.sorre
Mat.sorre

Dovrebbe trattarsi della presentazione ufficiale del nuovo gruppo 1×11 entry level “NX”, di livello ancora più basso rispetto al GX.
In pratica Sram diviene così in grado di offrire il monocorona veramente ad ogni fascia di mercato.

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358

Il NX è già stato presentato, ci sono anche i dettagli sul sito…

ilmarche
ilmarche

Ma non credo proprio! Fare un video così per presentare un prodotto entry level che tutti conoscono già e che non introduce nessuna innovazione che senso avrebbe?
Poi si parla di prodotto 2017 , ovvero da questa estate… creare tanta suspance per qualcosa di già presentato e che sarà in commercio da aprile?

No, probabilmente sarà il nuovo 1×12…

Certo che dopo un video come questo, per coerenza dovrebbero cessare la produzione di deragliatori anteriori e guarniture doppie e triple! 🙂

Mat.sorre
Mat.sorre

Anzi no, forse si tratta davvero del 1×12..
😮

Terminal_Dogma
Terminal_Dogma

… e io giro ancora col 3×9 … sono ufficialmente vecchio!

scaccodoppio
scaccodoppio

Io 3×8… 😉

Gabriele Zaffagnini

Io una bici 3×9 me la sono appena montata… 😉

federicodi
federicodi

sfigati! io ho una 3×10!!! quando faranno la 1×12 mi costruirò una 3×12

Gabriele Zaffagnini

Per la verità ho anche quella (la 3×10)…

L'Inglese
L'Inglese

Rohloff tutta la vita

Dandelion
Dandelion

Beati loro che ci credono

markxxx79
markxxx79

credo invece che già se buttassero fuori un 1×12 con 9-46 come pignoni , potrebbe soddisfare anche i più restii al passaggio del mono….
…o meglio ad accettarlo sulle future bike in qualsiasi segmento d’uso !

Simone-MTB
Simone-MTB

Parlo un po’ fuori dal coro, magari si tratta di un nuovo mozzo in stile alfine con un 16v

raex
raex

Magari… lo sogno !

AdelasiaDreaming
AdelasiaDreaming

Io sul monocorona all’inizio ero un po’ scettico. poi devo dire che con l’1×11 della mia Enduro mi sono trovato veramente bene. L’ 1×12 metterà a disposizione una più ampia gamma di rapporti ed il vantaggio sarà innegabile rispetto all’ 1×11. Non so come lavoreranno sulla catena: credo che per risparmiare spazio lavoreranno sulle dimensioni per risparmiare spazio. In tal caso le catene potrebbero presentare problemi più spesso. vediamo…sono veramente curioso

iron40
iron40
1979gabriele1979
1979gabriele1979

ma un pignone molto grande non può avere una “leva” (momento torcente si dice?) troppo forte sulla RL e causare dei problemi? Sbaglio?

daniele0511

Sbagli 😉
E’ vero che un pignone più grande comporta una coppia maggiore, ma viene accoppiato ad una corona di diametro minore che a sua volta produce una forza minore… a parità di rapporto di trasmissione la coppia alla ruota libera è la stessa

Tira la careta
Tira la careta

Pardon @sembola,
ma non è corretto, a parità di coppia espressa dall’atleta, se diminuisci la corona, aumenti forza di tiro sulla catena con tutte le conseguenze del caso.
Comunque per assurdo, pensare ad una vecchia trasmissione con un 22/36, corrisponde ad un 30/49, quindi la coppia trasmessa al mozzo è praticamente la stessa.
Una riduzione maggiore credo non consentirebbe di rimanere in sella o quasi.

daniele0511

Ripeto: a parità di forza espressa dal rider, ed a parità di rapporto di trasmissione, la coppia esercitata sulla ruota libera è la stessa. Non sto a spiegare il perchè, Danybiker l’ha fatto in modo più che esauriente http://www.mtb-mag.com/mithbuster-un-pignone-troppo-grosso-fa-veramente-rompere-la-ruota-libera/

carro82
carro82

state discutendo su un presupposto errato di Sembola, cioé che “un pignone più grande comporta una coppia maggiore, ma viene accoppiato ad una corona di diametro minore” mentre viene accoppiato a una corona con più denti se paragonata alla corona più piccola di una doppia o tripla

kabal
kabal

Io vorrei chiedere una cosa agli estimatori del monocorona:
ma un pacco pignoni da 11, o addirittura 12 rapporti, non pesa troppo?
Poi questo peso, proprio li nella ruota, non é probelmatico per un fluido funzionamento dell’ammortizzatore?
Non so, io sono ancora per la doppia e devo dire che, nell’ipotesi di cambiare bike mi trovo costretto a scartare molte bici perché offerte unicamente col mono.
Ah, tanto per dire una cavolata … un idea forse un po’ stramba … ma se si facesse un mini pinion da 3-4 rapporti (quindi compatto e leggero) con 5.-6 pigoni al posteriore (quindi anch’esso compatto e leggero, e magari con un cambio a leva cortissima, ergo meno prono a rotture) non sarebbe una figata?

daniele0511

Se fosse vero che con 70-100 grammi in più la sospensione cessa di avere un “fluido comportamento” non potremmo neppure cambiare le gomme con modelli più robusti…

Oggi come oggi anch’io sulla bici AM/Trail voglio la doppia. Il mono lo sto provando sulla bici da xc e va benissimo pur con le limitazioni del caso (ancora) esistenti.

vito e alloggio
vito e alloggio

la figata del monocorona risiede nell’avere su di un comando solo tutti i rapporti e nel non avere la doppia per evitare che cada la catena. Se lo si prova, difficilmente si torna indietro, tranne magari in ottica da giri epici con dislivelli oltre i 2.500… ma col 12 si risolve anche il problema coperta corta, quindi non vedo la motivazione di avere una doppia in mtb…

markxxx79
markxxx79

…ti garantisco che pure frà i prò , di catene cadute con il mono durante le gare ne ho viste qualcuna , non è assolutamente sicuro al 100% dà questo punto di vista .
paghi come peso , ma sinceramente la mia doppia con un guidacatena serio , cambio con frizione ed un bashring esterno , non è mai cascata giù in 3 anni

iNicc0lo
iNicc0lo

La catena a me in tanti anni non è mai caduta, salvo una volta che a seguito di un salto me la sono ritrovata dal 38 sul 26; hai ragione cmq a dire che tutto va certamente provato, ed io non lo ho ancora fatto! 😉

mountaindoctor
mountaindoctor

@shardana, grazie per averla messa sul tecnico e non sul religioso!!! Il tuo ragionamento non farebbe una piega, se i pacchi da 11 pesassero tanto di più rispetto a quelli da 10. In realtà ora la differenza non è così marcata, addirittura in gamma bassa i pesi (dichiarati, occhio!) sono gli stessi:
– SRAM PC 1030 11-36, 395gr per 37 Euro
– SRAM XG 1150 10-42, 394gr per 105 Euro
Il diferenziale è solo il costo, che per i doppisti sarà scandalosamente più alto e per i fan del mono è giustificato dal range e dal risparmio sull’acquisto del deragliatore, manettino, cavo, guaina… ma da qui in poi torniamo a parlare di guerra santa, dove la scienza alza le mani e fa un passo indietro 😉

iNicc0lo
iNicc0lo

Solo che il deragliatore ti dura una vita, la cassetta invece… ;-P

vecchiocatrame
vecchiocatrame

Un po’ come il 6 velocità sulla Brompton, tre interne e due esterne…

vecchiocatrame
vecchiocatrame

Era per @shardana

Massimiliano Delise
Massimiliano Delise

io sinceramente non capisco cosa cambia tra 1×10, 1×11, 1×12…quello che conta è il numero di denti della corona, del pignone piccolo e del pignone grande. Un 1×12 11-42 è la stessa roba di un 1×10 11-42 senza due rapporti di “passaggio”. La novità starebbe nell’ampliare i limiti del range di rapporti magari con una cassetta 10-50. A quel punto puoi montare corone da 36 e avere un ventaglio di rapporti notevole

vito e alloggio
vito e alloggio

La scalatura, ecco cosa cambia. Una roba non da poco…

Massimiliano Delise
Massimiliano Delise

cosa vuol dire la “scalatura”?

markxxx79
markxxx79

cambia che magari in certi passaggi , avere un salto di 4-5 denti frà un pignone e l’altro , può creare problemi

Massimiliano Delise
Massimiliano Delise

ma in che passaggi? non capisco di cosa stiamo parlando…

vecchiocatrame
vecchiocatrame

Roba da bitumari direi

Worldbike Formia

Merda…… dovrò passare ad un telaio col Boost 148….

Tomislav
Tomislav

Invece no.
Il boost 148 usa le stesse cassette del 142.
IN TEORIA il 12 rapporto (il 50 denti) è talmente grande che esce dalla cassetta andando a sfruttare la campanatura dei raggi ruota. Su un pignone più piccolo non si sarebbe potuto fare, in quanto su un diametro più piccolo la campanatura dei raggi ancora non ha ‘chiuso’ abbastanza.

Bald
Bald

Tanto devi chiedere in prova la bici *personale* del negoziante, prova sta SB6c, forza ?

Worldbike Formia

Sempre lì vado a finire…. 😉

Bald
Bald

Non ti resta che comprarla ?

giancazaza
giancazaza

mi sono commosso :'(

manego
manego

mamma mia quante seghe mentali !
ma dov’è finito il gusto di pedalare e di stare in compagnia ?!

vagabondo73
vagabondo73

Io mi sono ritrovato il monocorona sulla’ enduro e devo dire che non tornerei più alla doppia anche se nei falsipiani frullo però ho un comando in meno e meno menate di incroci strani .

crifla
crifla

1×12? Con dietro un 46 o addirittura 50? Ma il cambio dovrà avere quindi una gabbia beella lunga o sbaglio?!

daniele0511

Non più lunga di uno per tripla. Il monocorona 11V usa un cambio a gabbia media.

Pietro.68
Pietro.68

se avranno la forza sufficiente potrebbero davvero far sparire i deragliatori anteriori.
Però se un colosso come SHIMANO non molla, dubito che ci riescano.

GIUIO10
GIUIO10

Ma… l’arrivo del 1×12 col 46 o 50T, è quindi l’ammissione che l’1×11 col 42T in effetti non copriva tutti i rapporti possibili con la doppia?… 🙂

17kg
17kg

Io la butto li, e spero tanto che qualche ingegnere di queste multinazionali legga quello che scrivo e ci pensi su… 1) in dinamica reale il peso della ruota si sente molto di più rispetto ai pesi vari collegati al telaio; 2) la possibilità di avere il rapporto giusto al momento giusto è impagabile, soprattutto quando si è stanchi e sotto un sole cocente; 3) il progresso sta portando alla realizzazione di trasmissioni con numero sempre maggiore di rapporti (1×10 > 1×11 > 1×12 > …). ma che ### Non sarebbe meglio un ### di 2×6? – ti da comunque un range di 12 rapporti; – togli peso alla ruota posteriore; – elimini il problema del tiro catena non allineato (e quindi ad un’usura accelerata dei componenti); – vai veramente ovunque; – risparmi in manutenzione; – e non hai bisogno di fare un pacco pignoni in carbonio ricavato dal pieno e rinforzato in titanio che costa come un occhio della testa. Cioè, basta pensare a studiare bene un range di rapportature adatto ad andare dappertutto (che ne so… un 26×38 davanti ed un 14×36 dietro), rifai un corpetto per pacchi pignoni di larghezza minore e guadagni anche in campanatura della ruota (maggiore rigidezza laterale), il cambio posteriore (avendo un range minore) necessita di meno libertà di oscillazione e quindi si può fare di dimensioni minori (minor rischio di pestarlo via). Non so, a me sembra una idea migliore rispetto a trovarci tra un paio d’anni a parlare del 1×15 presentato… Read more »

kiko5
kiko5

So momentacci 17kg, fatti forza su

FLIPTROP
FLIPTROP

guarda credo che la loro linea è sempre la stessa: arriveranno pure all’1 x120 e quando non si potrà andare oltre si tornerà indietro, e poi avanti e poi indietro e poi avanti ecc….ahahahahhahaha ottimo sistema per muovere il mercato degli acquisti.

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358

@17kg il 2×6 come dici tu te lo puoi fare con i componenti oggi sul mercato, anche con mozzo a corpetto ridotto e campanatura simmetrica. Io avevo un 1×6 così, 32 x 16-36, ora trasformato in 1×8 32 x 13-36… ma con doppia funziona uguale.

daniele0511

Il peso sulle ruote non si sente “molto di più” rispetto al resto della bici. Si sente un po’ di più, ma solo in accelerazione.

Ma come scritto in precedenza, parliamo di una manciata di grammi iin più, diciamo 100 ad esagerare. Se con 100 grammi in più la bici diventa impedalabile allora nessuno di noi potrebbe usare le gomme da 2.4 😉

Simone-MTB
Simone-MTB

Io in cantina una 2×6 la ho e a seconda dei giorni anche 2×5 solo che ha 32 anni e usa i tubolari 😀
scherzi a parte, credo che il vero problema della corsa a chi mette più pignoni sul mozzo si doveva fermare al decimo offrendo soluzioni che ora sono disponibili ossia i pignoni con il 42 10v e portare l’ingegnerizzazione su nuovi sistemi o ancor meglio portare l’evuluzione della componentistica sui mozzi, che, in ottica economica, potrebbe essere più vantaggiosa a livello di manutenzione per i produttori. Le tecnologie sono disponibili da tempo ma probabilmente gli studi sull’aumento delle dentature sono più economici rispetto a quelli necessari per lo studio e ingegnerizzazione di mozzi con cambio integrato e per me in quel caso avremmo veramente una svolta.

Per come la vedo io l’uso e l’evoluzione del sistema attuale di trasmissione è come l’evoluzione dei motori a pistoni, si sono evoluti nel tempo passando da essere delle pentole a pressione a dei piccoli computer ma, in sostanza, il principio è sempre lo stesso.

iron40
iron40

Ma che minghie te ne frega, compratelo se ti trovi bene no? Non é che se va in pensione dal 24 marzo sará vietato montarlo… Che poi penso che l’unica vera rivoluzione sia il telescopico…

Dandelion
Dandelion

Vorrà dire che se Sram avrà le palle di non produrre più deragliatori anteriori (cosa che non ha) compreremo quelli di Shimano, non vedo il dramma. Il problema sono quei pecoroni di produttori che fanno telai su cui diventa macchinoso montarne uno.

scylla
scylla

Boh a me sembrano le solite seghe mentali, io pedalo un 1×10 da quasi due anni, con 36 dietro. Tutte ste pseudo novità son sempre le solite cose per farti comprare pezzi e farti credere di essere all’età dei dinosauri. Io l’unica novità che vorrei sulla mia bici è un cambio in bagno d’olio a 10 rapporti, magari a cinghia, in modo da togliere il cambio da quella posizione assurda dove si trova da decenni, vittima di botte, rami, polvere, fango e bisognevole di mille attenzioni. Queste “novità” sono onanismo.

rimirkus1975
rimirkus1975

Dal video non ho capito nulla sulle intenzioni di Sram , anche perché : ma qualche volta mettere un video narrato o sottotitolato in Italiano vi fa così schifo ?! o volete convincerci che la lingua italiana deve fare la fine del deragliatore … +
La vera rivoluzione sulla trasmissione sarebbe poter eliminare corone pignoni e catena con qualcosa di meno fragile e duraturo (magari con albero di trasmissione cardanico) ma senza dover rinunciare a leggerezza, forse rimarrà un’utopia ?

Vincent46
Vincent46

Riposa in pace

MN_avatar
MN_avatar

l’unica domanda sensata che mi viene in mente è:
ma poi una catena 12v quanto dura?

mountaindoctor
mountaindoctor

Occhio che c’è la possibilità che sia la stessa dell’11V…

Sender 9.0
Sender 9.0

mi som stüff non kompro più nada de nada, giro di nuovo con il mio vecchio kancelletto con il collaudatissimo Stormey Archer !!!!!!!!

shonajut1952
shonajut1952

E se non fosse l’1×12 la novità che manda veramente in pensione il deragliatore in casa SRAM??? Se ci stupissero con un hammershmidt 2 migliorato?

teoDH

Io gli ho detto addio 12 anni fa, quando ho deciso che anche le salite diventassero discese…