Malmenato perché correva intorno a casa

220

Sembra una storia da peste manzoniana, ma è accaduta qualche giorno fa al nostro utente Mik69 mentre correva intorno a casa con il cane, a Sant’Agostino di Albignasego (PD).

In pratica stavo correndo attorno a casa, ad un certo punto due imbecilli dall’altra parte della strada hanno iniziato ad insultarmi perché ero senza mascherina. Loro erano senza guanti, gliel’ho detto e a quel punto si sono aperte le loro boccucce sante. Gli sono andato contro, piuttosto incazzato, sono volate altre parole ma pensavo che la cosa finisse lì. Invece no, ora non ricordo esattamente la sequenza ma uno mi ha tirato un pugno in faccia, l’altro mi ha spintonato facendomi cadere a terra, mi ha bloccato e l’altro mi ha tirato altri pugni. Padre e figlio, due bei vigliacchi. Poi mi sono divincolato, ho cercato di scappare ma mi hanno bloccato per chiamare i carabinieri. Loro! Robe da far west. A quel punto ho aspettato, sono arrivati i carabinieri e si sono presi una montagna di parole. E domani anche una denuncia.



.

Il risultato:  fratture al naso e all’orbita sopraccigliare, prognosi 30gg, con intervento chirurgico maxillofacciale. Anche il governatore del Veneto Zaia è intervenuto in merito alla questione. Si può fare sport con la mascherina? Io ci ho provato:

YouTube video

 

Una buona guarigione a Mik, che tu ti possa riprendere presto per andare in bici una volta che i divieti sono stati tolti, alla faccia degli sceriffi di quartiere.

 

Commenti

  1. La versione dell'aggredito dice A,quella degli aggressori dice B,non sarebbe il caso,prima di dare giudizi di sapere realmente cosa sia accaduto?
  2. Tc70:

    Vero Orso, ma di fatto resta il danno di A (solo) e nessun danno a B+c ...vigliaccamente.
    A mostra il danno,B dice di non averglielo procurato(2 sberle non fanno quel danno)Boh,non so cosa pensare
  3. marpa:

    Auguro pronta guarigione al malacapitato. Se e’ andata così e lui correva da solo a distanza di sicurezza già il fatto che i due gentiluomini non hanno capito che non vi erano rischi denota grande ignoranza , se poi hanno pure pensato di essere i giustizieri a me personalmente già mi girano come delle trottole.
    Ci è passato a mezzo metro di distanza, anche perché era costretto a seguire il suo cane, alitando e sbuffando come chi sta correndo» continua nella sua ricostruzione.

    chi la racconta giusta? possiamo noi in un forum decidere?
Storia precedente

Inseguendo il figlio

Storia successiva

Bici della settimana #347: la Ibis Mojo di Kiccofire

Gli ultimi articoli in News