MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Marzocchi con nuovo reggisella telescopico e forcella 350+

Marzocchi con nuovo reggisella telescopico e forcella 350+

Marzocchi con nuovo reggisella telescopico e forcella 350+

18/04/2015
Whatsapp
18/04/2015

[ad3]

IMG_3621

Siamo andati a trovare Stefano Migliorini allo stand Marzocchi qui alla Sea Otter. Il reggisella telescopico di cui vi avevamo fatto vedere uno spyshot ad Eurobike 2014 ora è pronto per il mercato. Si chiama Espresso Push Dropper, funziona con un sistema idraulico attivato da un comando remoto meccanico, ha 125mm di escursione ed è disponibile in una versione con cavo esterno ed una con passaggio interno al telaio.

IMG_3614

 

IMG_3615 IMG_3616

IMG_3622

La testa è arretrata di 15mm ed è lavorata CNC con il logo Marzocchi ben in evidenza.

IMG_3620

La velocità del ritorno viene regolata da una camera d’aria interna al reggisella, il cui fine tuning avviene tramite questa ghiera posizionata sul cavo del comando remoto. Con una normale pompa per sospensioni si immette più o meno aria nel sistema.

IMG_3619

Comando remoto che, nella versione in commercio, avrà la M di Marzocchi incisa, come il lockout della forcella che vedete nella seconda foto qui sotto.

IMG_3617 IMG_3618

Il cavo del modello con passaggio interno può venire staccato facilmente dal reggisella, come spiegato da questo video.

Diametri disponibili: 30.9 e 31.6mm. Prezzi a breve.

Forcella 350+

IMG_3605

Marzocchi propone una forcella per i nuovi formati 27.5+ e 29+, la 350 Plus. Il suo funzionamento è identico alla “classica” 350 di cui trovate il test qui, quello che cambia sono le escursioni e le geometrie.

Screen Shot 2015-04-18 at 07.29.37 Screen Shot 2015-04-18 at 07.30.22

Screen Shot 2015-04-18 at 07.40.40

Si va dai 140 ai 170mm di escursione per le 27.5+, mentre per le 29+ l’escursione è compresa fra i 120 e 150mm. Tre le versioni della 350+: la CR, con regolazione della compressione e del ritorno, la R, che ha solo la regolazione del ritorno, e la NCR, i cui dettagli trovate qui.

IMG_3606

Da notare la MDE su cui è stata montata la 350+ qui alla Sea Otter: una Carve 27.5+ che è praticamente un esemplare unico, costruito da MDE apposta per l’occasione.

IMG_3611

Marzocchi.com

[ad45]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
andreasia610
andreasia610

Grande Fere per la Carve 27+!!!
😉

andreasia610
andreasia610

ops… volevo scrivere Fede!!!

iaio
iaio

Peso del dropper?

FabioBt
FabioBt

Ma ancora oggi fanno il telescopico con il cavo che va su e giu’!!

gabrireghe
gabrireghe

ma quindi marzocchi ha a catalogo una forca da enduro per le 29+ e non ce l’ha per le 29 normali?????????????

Guido Tj
Guido Tj

… penso la si possa usare o con le 29 o con le 27,5+ ! 😉

Gabriele Becciu
Gabriele Becciu

Scusate?? … ma con un semplice distanziale da un cm posizionato a dx e una campanatura di 0,5cm sempre verso dx… si potrebbero montare le ruote normalmente prodotte fin qui, giusto???
Oltretutto forse si otterrebbe una ruota comunque più rigida, perché la tensione dei raggi rimane meglio distribuita…….. ?

AleCast73VA
AleCast73VA

che bella se aspettavo facevo 650b+!

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358

Comunque, se le misure sono quelle, una 29+ non ci sta di sicuro, mentre ci sta a pelo una 29×2.4

federicodi
federicodi

COPIATO da IL RESTO DEL CARLINO Bologna, 27 marzo 2015 – Doccia gelata per i lavoratori della Tenneco-Marzocchi di Zola Predosa, in provincia di Bologna: il management della multinazionale Usa ha annunciato la chiusura dello stabilimento e l’uscita dalla produzione di forcelle per moto e mountain bike. “Ce lo hanno comunicato ieri”, fa sapere Eugenio Martelli, della Fiom-Cgil: “Hanno detto che intendono cessare l’attività e uscire dal settore delle forcelle”, pur non specificando una data. Ma alcuni indizi ci sono: attualmente nell’azienda di Zola vige una cassa integrazione straordinaria, frutto di una precedente fase di crisi, che dovrebbe concludersi a settembre (e fino ad allora per chi vuole sono possibili esodi incentivati). Quella potrebbe essere già una ‘deadline’. Ma la Fiom di vedere scritta la parola ‘fine’ di fianco al un altro nome famoso delle aziende della terra dei motori non ne vuol nemmeno sentire parlare. “Ci sono 100 e più posti di lavoro a rischio, la preoccupazione della Fiom e dei dipendenti è altissima. Abbiamo già detto all’azienda che non siamo affatto disponibili a stare sul piano della prospettiva che propongono e che quindi- avverte Martelli parlando alla ‘Dire’- non resteremo con le mani in mano. La Tenneco deve recedere da questa sua decisione, se non lo farà sappia fin d’ora che siamo pronti a mettere in campo tutte le iniziative possibili per contrastare questa scelta, comprese quelle più eclatanti”. Cioè compresa l’occupazione dello stabilimento? “Se ci portano fin lì… Quello che posso dire- afferma Martelli- è che non… Read more »

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358

ma alla Sea Otter avete avuto indicazioni sulla data prevista di commercializzazione del reggisella e della 350+?