Nuova DVO Onyx 38

9

DVO presenta la forcella Onyx 38 che, come dice il nome, ha degli steli da 38mm di diametro ed è esplicitamebte indirizzata al mercato elettrico ed enduro.

[Comunicato stampa] Precisione di sterzo e sensibilità senza precedenti, per un controllo totale ed assoluto della bici. Questi sono in sintesi gli obiettivi che DVO ha raggiunto con la nuova forcella Onyx 38.
Un design solido basato su steli da 38mm ed una struttura totalmente rinnovata lanciano la Onyx in una nuova era delle sospensioni MTB.
Le nuove esigenze richiedono nuovi concetti e la Onyx D1 38 stabilisce nuovi standard per le sospensioni E-designed. Cosa significa E-designed? Per anni il mercato ha utilizzato sospensioni tradizionali applicando semplicemente degli adesivi “E-approved” su forcelle con una piastra più spessa o semplicemente con 10 psi di pressione in più, adattamenti o soluzioni palliative. E-designed significa pensare a queste soluzioni ed integrarle tutte dall’inizio del progetto. Rigidità, controllo della ruota anteriore e precisione di guida invariati con il peso aggiuntivo di una e-bike. Attorno a questi concetti abbiamo costruito l’ossatura principale del progetto. Dopo anni di studi, pensieri innovativi e innumerevoli ore di test abbiamo raggiunto l’obiettivo. Il risultato finale non è solo una forcella con le caratteristiche desiderate esclusivamente per e-bike; la nuova Onyx può essere utilizzata senza problemi su una bici tradizionale.



.

One Unit Chassis Design

Sapevamo cosa volevamo ottenere in termini assoluti di performance, ma dovevamo capire come arrivarci. Partendo dalla considerazione che le e-bike sono più pesanti, veloci ed hanno più impronta a terra delle bici tradizionali, il punto di partenza è stato l’ideare uno chassis (tubo sterzo, piastra, steli e foderi) come un unico componente. Come ha dimostrato l’esperienza degli ultimi decenni, l’ottimizzazione completa delle singole parti in termini di peso tende a creare un modello di flessione non omogeneo nella forcella. Una piastra rinforzata accoppiata a steli sottili non può fornire una buona flessibilità alla forcella. Ogni componente critico dello chassis è stato progettato per lavorare con gli altri, come se fosse un pezzo unico. Sulla base dei nostri sforzi di ingegneria e progettazione, ci siamo concentrati sulla progettazione di una struttura che fosse capace di mitigare le vibrazioni a bassa ed alta frequenza disperdendo l’energia in maniera uniforme su tutta la struttura. Questo garantisce una confidenza incredibile in frenata e trazione, più una precisione di sterzo ed un comfort senza precedenti durante il riding.

“La precisione sulla ruota anteriore e nello sterzo sono miglioramenti incredibili. Ho notato un supporto ed una facilità che non pensavo di trovare in una forcella” – Remy Metailler

Design dell’archetto votato alla performance

“La precisione dello sterzo è incredibile!” E’ il commento che abbiamo sentito più di frequente dai tester di ogni livello. Abbiamo rinforzato ed alleggerito specifiche zone dell’archetto per una grande precisione senza temere deformazioni o perdite di rigidità. Lavorando come una barra di torsione, l’archetto diventa più rigido applicando forza. Questo garantisce un comfort immediato, senza sacrificare il controllo quando si applica molta forza.

“Il grip in curva è pazzesco e con questa nuova struttura è un vero piacere entrare in curva a tutta velocità.”

– Karim Amour

Design della piastra

La piastra della Onyx 38 gioca un ruolo fondamentale nel feeling tra forcella e rider. L’idea di base era stabilizzare la struttura in base alle flessioni durante i grandi urti. La piastra è l’interfaccia di connessione tra il tubo sterzo e gli steli. Questo “collegamento” deve essere un punto di connessione stabile capace di fornire un livello di flessione uniforme. Spessori maggiori sulla piastra e variabili strategicamente nelle altre zone garantiscono una incredibile precisione di sterzo ed annullano il rischio del temuto “effetto diapason” (vibrazioni che vanno in risonanza inficiando il funzionamento della sospensione).

Aggiornamenti chiave:

• Nuova posizione della piastra per avere più spazio tra forcella e downtube.
• Spessori variabili degli steli per migliorare rigidità e solidità.

• Piastra oversize con più materiale attorno al tubo sterzo. Questo aiuta a stabilizzare lo sterzo in situazioni di alti carichi ed offre un design dal look più pulito.

•Il design basato sull’alesaggio a doppia cavità riduce il peso ed aumenta la resistenza.

• Alluminio forgiato con finitura sabbiata.

D1 Damper

Dopo aver raggiunto gli obiettivi di performance con la progettazione dello chassis, abbiamo capito come avrebbe dovuto lavorare la parte idraulica. Siccome la struttura esterna fornisce una performance di guida incredibilmente vellutata, è stato facile progettare la nuova idraulica “D1 Damper”. Un grande range di regolazioni per tutti i rider in base a peso e livello di guida, senza alcun picco in compressione negli impatti sulle alte velocità. Partendo da una simulazione a computer dei flussi basata su dati raccolti sui sentieri, abbiamo creato un’idraulica regolabile senza picchi di compressione e con un ritorno dal comportamento sempre prevedibile.

Aggiornamenti chiave:

• Nuovo circuito High-Flow per compressione e ritorno. Risposta e supporto dell’idraulica migliorati senza indurimenti sulle alte velocità o fondo corsa indesiderati.

• Nuove tenute ad alto scorrimento Trelleborg per la cartuccia idraulica riducono l’attrito di oltre il 50%. Sensazione vellutata alle massime velocità di scorrimento degli steli.

• Il nostro sistema esclusivo di compressione con bladder con dimensioni aumentate del 30% migliora la sensibilità sui piccoli urti e sul sostegno dell’idraulica.

• Il nuovo design della regolazione migliora la percezione dei click per una migliore precisione.

SL “Super-Light” Air System

Come per il nostro glorioso sistema OTT “Off The Top”, l’obiettivo era quello di creare una camera negativa ad aria con lo stesso livello di comfort e trazione. La nostra Air Spring SL è stata progettata a lungo per trovare il perfetto equilibrio tra camera positiva e negativa. Dopo innumerevoli test sui sentieri, con posizionamenti diversi dei componenti interni, abbiamo scelto una configurazione che offre una sensibilità incredibile sui piccoli urti ed una progressione regolabile sul fine corsa, senza alcun momento di “pigrizia” a metà dell’escursione.

“Lo sterzo è incredibile, qualcosa di mai provato prima in una forcella. Riesci a mettere la ruota dove vuoi, senza esitazioni, senza deviazioni. Sembra direttamente connessa a te.” – Bryson Martin Jr.

Floating Axle System

Un design che prende spunto dalla nostra Emerald a steli rovesciati, l’asse flottante offre sempre un perfetto allineamento tra le parti della forcella. Questo “copre” ogni eventuale piccolo difetto di accoppiamento col mozzo che potrebbe dare vita ad attriti o resistenze.
La Onyx 38 è la forcella più avanzata sul mercato, e crediamo che resterà un riferimento per anni.

Prezzi

Onyx 38 D1 OTT – 1299€
Onyx 38 D1 SL – 1249€

Disponibilità: fine Ottobre 2023

DVO

Commenti

  1. lollo72:

    Siamo alle solite : più rigida , più precisa più performante più tutto ! Se vuoi avere una forcella rigida e precisa alla guida invece di ingrandire tutti i componenti si potrebbe aggiungere una piastra con attacco direct mount , ma le cosidette "forcelle a doppia piastra" sembrano destinate esclusivamente alle DH.
    Ormai a comandare le decisioni di progettazione sulle forcelle a lunga escursione sembra il fattore E , adatte alle Ebike , quindi la doppia piastra è da escludere perchè limiterebbe il raggio di sterzata specie sulle EMTB dove i telai nella zona sterzo sono più massicci e larghi .
    Per le MTB tradizionali sono ancora in attesa della forcella a doppia piastra "leggera" proposta qualche anno fa da Formula , chissà che fine ha fatto ?
    Straquoto! Se proprio non si vuole la doppia piastra, per questioni di spazio e raggio di sterzata, si potrebbe almeno mettere il perno da 20mm...Appare poi evidente che il "formato 38 monopiastra" sia in mano a un produttore unico, che lo rimarchia, a sua volta, alle varie aziende
  2. Vado fuori 3d un secondo e sarò serio…. ho usato un ammortizzatore Elka , ora Dvo su 3 dh diverse ed era uno spettacolo , anche per chi glielo avevo montato per provarlo , quindi al di là di tutte le roboanti supercazzole , per la qualità dei prodotti che ho potuto vedere ,credo che questa forca vada molto bene
  3. La forka sembra ottima e sicuramente andrà bene. Il discorso È-designed mi fa sorridere. ormai ci sono parecchi ragazzoni alti 190 cm ed oltre che minimo pesano 90kg , vorrei capire la differenza tra uno che usa una enduro normale da 16kg ed un biker che pesa 80kg (che non mi sembra rientrare nella categoria pesi leggeri) che usa una eMTB da 25 kg . Diciamo Che avrebbe più senso dire che tali forke sono più indicate per pesi massimi , io che ho una Lyric 160 ed in ordine di marcia peso circa 86kg sicuramente farò flettere la forka meno di un biker molto più pesante a parita di velocità e sollecitazioni . Non ho trovato il peso , magari x distrazione ma suppongo che peserà circa 2.3kg al pari di una ZEB e se la memoria non mi inganna le Fox 36 160 del 2010-2011 pesavano circa 2.2 e nessuno si scandalizzava X cui se queste nuove e-designed garantiscono maggior precisione di guida e sicuramente minor usura grazie a steli e boccole maggiorate io dico Why NOT.
Storia precedente

Manda automaticamente le tracce GPS da Training Camp al tuo Garmin

Storia successiva

Nuova Mondraker F-Podium

Gli ultimi articoli in News

Posso la borraccia?

Durante l’ultima salita del Monte Grappa il dominatore del Giro d’Italia 2024, Tadej Pogacar, viene affiancato…