Nuovo decreto: via internet a chi commenta senza leggere

Nuovo decreto: via internet a chi commenta senza leggere

Marco Toniolo, 21/03/2020
Whatsapp
Marco Toniolo, 21/03/2020

È di stanotte la decisione del consiglio dei ministri di tagliare la connessione internet a tutti quelli che posteranno dei commenti a qualcosa che non hanno nemmeno letto. È stato calcolato che in questo modo il 90% degli utenti di Facebook sarà costretto alla quarantena da rete, e che l’Italia diventerà un Paese migliore. “Non si deve guarire solo nel corpo, ma anche nella mente“, è stato il commento del premier.

Il governo ha dovuto però fare i conti con le resistenze di alcuni esponenti politici che facevano presente che sarà più difficile fare credere ogni cosa a gran parte del popolo. È stato allora ribattuto che l’utenza priva di internet si dedicherà a guardare la televisione, risolvendo il problema. La discussione è così finita subito, il decreto approvato.

Noi di MTB Mag salutiamo la saggia decisione con un sospiro di sollievo, dopo aver sperimentato sulla nostra pelle la stupidità di un gran numero di utenti FB che commentano senza neanche leggere. Meglio, senza neanche guardare un video di cinque minuti, cosa che anche un analfabeta dovrebbe essere in grado di fare.

Per chi non fosse a conoscenza dei fatti, ecco un sunto e alcune perle.

L’articolo a cui si linka è questo. Eccovi alcuni dei migliori commenti, tutti pubblici e visibili qui.

Forse il migliore: bisogna stare tutti fermi!

 

Commenti

  1. MauroPS:

    Infatti è così, se arrivi con una caviglia fratturata in PS ti curano lo stesso.
    Quindi faccio fatica a capire il tuo intervento.
    Hai letto bene l'intervento che ho quotato? E la sua risposta? Se l'avessi letta bene avresti capito che stavo solo rimarcando quanto è bello il ssn italiano in confronto a tanti altri in cui muori se non hai un'assicurazione. Come giustamente dici tu, è già così. E spero vivamente che lo rimanga sempre, anche se qualcuno vorrebbe renderlo come quello americano. Quindi nel mio intervento c'era poco da capire, o sei d'accordo o no.
  2. Hot:

    Credevo che l'assistenza sanitaria fosse un diritto di qualunque cittadino che paga le tasse.
    Grazie al cielo sì, ma se vogliamo che resti tale e che soprattutto mantenga una certa qualità, in generale sarebbe bene cercare di limitare i fattori di rischio limitabili...
    (è giusto fornire le migliori cure a chi per esmpio è in terapia per un tumore o un infarto e continua a fumare? oppure riceve costose nuove terapie ipolipemizzanti e non riesce a dimagrire di un etto perchè si ingozza di merendine e coca cola?)
  3. Concordo pienamente , io toglierei i social che ai controllori dai balconi , comunque io sono 2 settimane che mi alleno nelle vigne , chi glie lo dice a quessi mo ?