Freni SRAM Guide: problemi e soluzioni

Freni SRAM Guide: problemi e soluzioni


I freni Sram Guide sono probabilmente i freni ad oggi più diffusi in ambito mtb, montati da decine di produttori come primo montaggio sulle proprie biciclette. In officina ci capita spesso di incontrare biker che lamentano problemi o malfunzionamenti, quindi abbiamo pensato di riassumere le problematiche più comuni e le relative possibili soluzioni.

I freni Guide: panoramica, caratteristiche e funzionamento

I freni Guide sono prodotti da Sram e sono l’evoluzione dei vecchi Avid Elixir Trail. Si tratta di un freno con pinza a 4 pistoni. Utilizza olio dot 5.1 e le leve sono reversibili, ovvero si possono utilizzare indipendentemente sia a destra che a sinistra ed è quindi possibile invertire i freni senza scollegare i tubi.

Dal punto della destinazione d’uso, questi freni sono indicati per le discipline che vanno dal trail all’enduro, trovando la loro destinazione d’uso ottimale sulle bici da all mountain. Spesso si trovano montati su bici da enduro spinto e da dh, ma in realtà i freni gravity della gamma Sram sono i Code.

Da un punto di vista pratico il freno ha come caratteristica un’elevatissima modulabilità a scapito di una scarsa potenza frenante. Si tratta insomma di un freno che permette di gestire molto bene la potenza frenante erogata (caratteristica comune a quasi tutti i freni 4 pistoni), senza però eccellere in quanto a potenza: è insomma necessario tirare con forza sulle leve per ottenere frenate più decise. Questo funzionamento è caratteristico dei freni Guide e non può essere modificato più di tanto.

Esistono in commercio 4 versioni:

  • Guide R: versione base, con solo la regolazione del Reach (distanza leva)
  • Guide RS: con solo la regolazione del Reach ma con il sistema SwingLink che rende la frenata più potente e decisa
  • Guide RSC: con in più la regolazione del punto di contatto
  • Guide Ultimate: rispetto all’RSC, ha in più la leva in carbonio

Le ultime versioni sono dotate della pinza S4 che migliora notevolmente la potenza frenante, mentre le prime versioni utilizzavano ancora la pinza degli Avid Elixir Trail.

Parlare quindi di Guide in senso generale ha senso fino ad un certo punto perchè bisogna valutare sia la versione che la pinza utilizzata.

Le considerazioni che faremo ed i problemi che andremo a vedere sono comunque applicabili ad ogni tipo di Guide, anche perchè dischi e pompante sono praticamente sempre gli stessi.

Un buon rodaggio

I dischi Centerline montati sui Guide richiedono particolare attenzione durante la fase di rodaggio. Questi dischi vanno rodati con cura, per evitare che si surriscaldino e si “brucino” andando a compromettere il loro buon funzionamento durante tutto il loro ciclo di vita.

Molti riders trascurano questa importante fase, buttandosi subito in discesa con i freni nuovi: con i Guide questo è categoricamente da evitare.

Il rodaggio ottimale dei freni si fa nel seguente modo. Con la bici in un piazzale o su una strada tranquilla si effettuano circa 20 frenate decise fino a fermarsi. Si pedala fino a prendere una certa velocità e poi si frena in maniera decisa con un solo freno. Molto utile è buttare acqua sui freni durante il rodaggio, in questo modo si evita il surriscaldamento dell’impianto.

L’obiettivo di questa fase è di rimuovere il primo strato lucido dalla superficie del disco, rigandolo e creando la sede per la pista frenante. Finito il rodaggio vedremo chiaramente la pista frenante cambiare colore, “staccando” in maniera evidente dal resto del disco.

Problemi di surriscaldamento in discesa

Uno dei principali problemi dei Guide è quello del surriscaldamento in discesa. I Guide, come avrete ben capito, non sopportano benissimo il calore poichè dischi e pastiglie tendono a “bruciarsi” se si scaldano troppo, causando un permanente calo di prestazioni dell’impianto.

Per questo motivo consiglio su questi freni l’utilizzo di dischi di diametro maggiore rispetto a quanto siete di solito utilizzare. La configurazione 200-200 non è assolutamente troppo estrema anche per un uso enduro, anzi. Un disco più grande, specialmente al posteriore, è un toccasana per i Guide: dissipa meglio il calore ed evita il surriscaldamento dell’impianto. Inoltre aumenta la potenza frenante, che come abbiamo anticipato, non è tra le caratteristiche salienti di questi freni.

Se anche con i dischi più grandi non risolvete e continuate a ritrovarvi con i rotori neri e bruciati, provate a cambiare marca di dischi. Personalmente consiglio i dischi con tanti fori tondi, che grattano meglio le pastiglie pulendole quando si surriscaldano o vetrificano.

Quali pastiglie utilizzare

Proprio perchè tendono a scaldarsi facilmente, sui guide è preferibile utilizzare pastiglie sinterizzate, soprattutto al posteriore. Le pastiglie organiche, oltre a durare molto poco, tendono facilmente a vetrificarsi: una volta vetrificate le pastiglie diventano lucide e dure, non mordono bene sul disco ed invece di frenare generano più calore del dovuto, surriscaldando anche il disco. Le pastiglie semimetalliche invece resistono meglio al calore, tendono meno a vetrificarsi e riducono quindi il rischio di “cuocere” i dischi.

Un’ottima accoppiata per chi vuole una frenata pronta anche a freddo è quella delle pastiglie semi metalliche al posteriore e delle organiche all’anteriore, altrimenti semimetalliche avanti e dietro per chi vuole spingere un po’ di più in discesa.

Problemi ai pompanti

Uno dei problemi più frequenti ai Guide di tutte le tipologie (R, RS, RSC ed utlimate) riguarda i pompanti che si bloccano.

Il pompante è il pistone che, azionato dalla leva, spinge l’olio che andrà a far chiudere i pistoncini sul disco. Il pompante appoggia su di una molla la quale ha il compito di far ritornare indietro il pompante quando si rilascia la leva, risucchiando i pistoni ed allontanando le pastiglie dal disco.

Il pompante dei guide è realizzato in plastica ed ha un cattivo vizio: tende a gonfiarsi. Quando il pompante si gonfia la sede di alluminio dentro cui scorre risulta sempre più stretta fino ad un certo punto in cui non si può più muovere liberamente e la molla fatica o non riesce più a rimandarlo indietro: i pistoncini rimangono chiusi e la ruota bloccata.

I sintomi di questo problema sono inizialmente un ritorno lento della leva, che fatica a ritornare in posizione di riposo. I pistoni faticano ad aprirsi ed il disco striscia sulle pastiglie. In una fase successiva il freno si blocca.

I problemi ai pompanti dei Guide sono amplificati dal caldo, quindi è un classico che il problemi si manifesti d’estate, spesso purtroppo durante le ferie.

La soluzione è relativamente semplice: basta cambiare il pompante con uno nuovo. Il problema però a distanza di tempo tende a riverificarsi.

L’operazione di sostituzione del pompante non è semplicissima, quindi conviene farla fare da un meccanico. Naturalmente i centri assistenza Sram non battono ciglio nel riconoscere il difetto in garanzia provvedendo alla riparazione gratuitamente, tuttavia molti rider per evitare di rimanere senza bici preferiscono rivolgersi al proprio meccanico. Noi in officina ne ripariamo molti per questo motivo durante il periodo estivo.

Pigrizia dei pistoni

Come quasi tutti i freni a 4 pistoni, anche sui Guide capita spesso che un pistone singolo risulti pigro ed esca meno degli altri. Questo causa un’usura della pastiglia non uniforme e determina problemi di allineamento pinza/disco.

In questo caso non si tratta di un problema specifico di questi freni, ma di un “difetto” di tutti i freni a 4 pistoni sui quali, essendoci più pistoni del normale, è facile che per lo sporco uno si blocchi più degli altri, causando asimmetria nel funzionamento. La soluzione alla radice di questo problema è una regolare pulizia dei pistoni con brake cleaner ad ogni cambio pastiglie.

Ultimo ma non meno importante, almeno una volta all’anno è opportuno fare uno spurgo completo con sostituzione dell’olio nell’impianto. Il dot 5.1 è molto igroscopico e far funzionare l’impianto con olio fresco e privo di umidità è il segreto per avere un freno sempre pronto ed efficiente, anche dopo anni di utilizzo.

  1. Ho già giocato il balletto del grasso DOT sui pistoncini, praticamente una volta a settimana per un mese, finché non ho raggiunto un livello di asimmetria accettabile nel comportamento dei pistoncini…quest’estate in gara ho iniziato ad avvertire il problema al pompante. Sinceramente mi aspettavo qualcosa in più dagli Ultimate con pinza S4. Non mi lamento della potenza o chissà ché, ma i problemi di swelling alle guarnizioni, alle materie polimeriche utilizzate in diretto contatto con olio dot, si possono risolvere in fase di progettazione. Basta scegliere i materiali giusti, seguendo rigorose qualificazioni e prove di resistenza chimica, se alcuni componenti si rigonfiano dietro c’è una scelta sbagliata oppure “al risparmio” sui materiali…però facciamo la leva in carbonio che è più f**a.

    0
  2. Che cagata di freni…. e pensare che quando sono usciti, se non ricordo male, i giudizi non erano negativi, neanche su questo Magazine.
    Questo dimostra che, se da una parte non bisogna essere chiusi verso le novità, dall’altra non bisogna esserne troppo entusiasti come, purtroppo, vedo in vari articoli (non i tuoi, Daniel).
    Un po’ di sano equilibrio non guasta.

    0
  3. Il problema del pompante che si blocca è stato risolto dal mio meccanico diminuendo il diametro del pompante in plastica usando la carta vetro. Fatto prima su dei Guide R e poi su dei Guide Ultimate e il problema non si è più ripresentato.

    0
  4. Mha’ , cosa volete che vi dica , voi siete convinti che cambiando brand si risolvano i problemi?
    Potrei ipotizzare minor problemi manutentivi per chi sceglie un impianto che utilizza olio minerale al posto del dot , ma per chi resta ,scegliendo marchi diversi, pero’ che utilizzano ugualmente oli DOT vorrei sapere dove poi andrebbero a trovare le migliorie…
    Personalmente utilizzo freni dal primo modello degli Avid Code a quello attuale degli SRAM CODE RSC appena acquistati.
    In tutti i modelli ho sempre riscontrato potenza e mai surriscaldamenti .
    Vero, ammetto che la manutenzione sia determinante e forse piu’ rigorosa rispetto altri marchi , ma se ben eseguita , sostituendo da 1 a 2 volte l’anno a seconda di livelli di utilizzo l’olio che come e’ stato recitato nel servizio e’ un DOT con caratteristiche di igroscopicita’ ,i problemi da anomalie diventano quasi inesitenti.
    D’altronde lo afferma anche Daniel autore del servizio.
    Cio’ che mi lascia perplesso , e’ la sua soluzione di gettare acqua su dischi e freni quando accennano a salire di temperatura, non contrasto , ma non avendolo mai fatto ,preferirei rimettermi al giudizio di chi esperto e spieghi meglio questa soluzione per arrestare la temperatura di esercizio o l’escursione termica che meglio si addica durante la fase di rodaggio.
    Sostanzialmente ,servizi sempre molto illustrativi ,e ricchi di notizie ,complimenti!

    0
  5. Visto i gravi problemi del pompante, evidentemente mal “ingegnerizzato”, che continuano ad esser presenti dal giorno della presentazione fino agli ultimi modelli (e non solo per la serie 2015 come dice qualcuno), SRAM avrebbe fatto una più bella figura a dichiararlo quale “difetto riconosciuto”, rilasciando il kit di sostituzione a tutti quelli che ne fossero affetti semplicemente su richiesta (ancor meglio un richiamo ufficiale, ma si sa che l’omertà paga…). Il kit infatti è praticamente introvabile in giro per noi comuni mortali (almeno per la mia serie freno) ma anche spesso per i meccanici. E comunque lo fanno pagare; la garanzia vale solo se mandi il tuo freno all’assistenza (anche dopo i due anni???)… e intanto devo usare le scarpe per rallentare le mie discese???

    0
  6. Io ho avuto per due stagioni gli rsc sulla full in acciaio. È vero, bisogna stargli un po’ più dietro, ma non li ho trovati affatto male. Anzi, trovo siano un ottimo freno. Vero che i dischi patiscono di piu, al cambio pastiglie meglio fare una discesa di rodaggio, ed è vero che al posteriore metterci 200 di disco non è affatto una cagata, anzi.

    0
  7. lumerennù

    Che cagata di freni…. e pensare che quando sono usciti, se non ricordo male, i giudizi non erano negativi, neanche su questo Magazine.
    Questo dimostra che, se da una parte non bisogna essere chiusi verso le novità, dall'altra non bisogna esserne troppo entusiasti come, purtroppo, vedo in vari articoli (non i tuoi, Daniel).
    Un po' di sano equilibrio non guasta.

    Ammetto di averli giudicati molto bene, e lo rifarei, con il paio di freni che avevo in test. È lo stesso che ho sulla Stoll e che tuttora funziona egregiamente. Però su quasi tutte le altre bici che ho provato con i Guide, successivamente, la qualità è andata a farsi benedire e qui non so proprio cosa dirvi, mi sento anche io discretamente preso per il culo. Dischi e pastiglie bruciate, leve che non tornano: me ne sono capitate di tutte. O hanno cambiato stabilimento di produzione, o hanno scelto dei materiali interni più economici, non so. Fattostà che non li consiglierei più.

    0
    1. Guarda Marco la fregatura e’ che tutte le recensioni ogni volta che escono dei nuovi sram sono sempre egregie, e tutti ci cascano pensando abbiano risolto, poi ogni volta dopo tot mesi saltano fuori i casini….
      io inizio a pensare che i primi lotti li fanno in un modo e poi cambia qualche cosa nella produzione ordinaria, altre spiegazioni mi risulta difficile darne, oppure che non riescono a controllare lo standard di produzione…io comunque ai freni sram ci ho messo una pietra sopra !

      0
    2. Il fatto è che tutte le prove andrebbero fatte sulla lunga durata.
      Da lettore di Motociclismo (la migliore rivista del settore, IMHO) quasi tutte le moto in prova sono una gran figata, ma l’utente medio se la tiene per 20/30000km, non le poche migliaia o meno di una prova ed è lì che saltano fuori le magagne. E infatti da un paio di anni fanno dei test di durata (50/60000km) delle moto più vedute, mettendo in evidenza anche i difetti che i meccanici riscontrano nel tempo.
      Questo per dire che ci vorrebbe qualcosa di simile anche per le bici o i vari componenti più usati.

      0
  8. Io aggiungerei che al posto del dot 5.1 usare un olio dot 4 di altissima qualità, tipo il vecchio Shell Donax di Formula o oggigiorno il Ferodo Superformula, ma costa urina fucilata.
    Spurgare l'impianto con sostituzione dell'olio ogni due cambi pasticche se si usa il freno su polvere al caldo o su bagnato.

    0
  9. Io aggiungerei che al posto del dot 5.1 usare un olio dot 4 di altissima qualità, tipo il vecchio Shell Donax di Formula o oggigiorno il Ferodo Superformula, ma costa urina fucilata.
    Spurgare l’impianto con sostituzione dell’olio ogni due cambi pasticche se si usa il freno su polvere al caldo o su bagnato.

    0
  10. klasse

    Io aggiungerei che al posto del dot 5.1 usare un olio dot 4 di altissima qualità, tipo il vecchio Shell Donax di Formula o oggigiorno il Ferodo Superformula, ma costa urina fucilata.

    haha, questa non l'avevo mai sentita. Ma quanto costa fucilare l'urina?

    0
    1. Grande… sto correttore automatico della fava…
      io pagai 48€ 250 ml di ferodo superformula da mettere sugli Hope, sembra una banalità ma molti problemi tipo estremo surriscaldamento e miglior feeling come immediatezza nella pinzata secca a caldo l’ho migliorata.

      0
      1. 48 euro per 250 ml?? E quanti spurghi ci fai? Cmq è una follia.. Ma al posto del 5.1 non si può usare usare il dot 4 normale ? Soffre troppo il caldo? I miei ultimi sram (avid) sono stati gli elixir e devo dire che non andavano male. Poi son passato a shimano e non tornerei più indietro, anche perche un litro di olio minerale mi sosta tra i 12 e i 13 euro

        0
        1. Bello freni dove devi cambiare liquido per farli funzionare… Direi che è davvero una pessima qualità. Io sulle Magura MT5 non ho mai dovuto cambiare liquido freni, caso mai costa il Royal Blood lo trovi per 14 Euro per 250 ml…

          0
  11. Fatmaniac76

    Su una bici ho i Magura MT8 e già sono uno spettacolo…. Sull'altro ho sostituito i Guide R con i Saint…
    PARADISIACI… Instancabili..affidabili..performanti.. Semplici… Perfetti.

    stessa cosa ho fatto io, sostituito i pessimi guide rs con dei saint, finalmente vado in discesa con la sicurezza e la tranquillita' che posso frenare quanto voglio e quando voglio, con i guide rs era un dramma oltre molto pericolosi visto che si surriscaldano con un non nulla e poi non frenano piu, senza contare il problema dei pistoncini pigri e della scarsa potenza frenante che hanno

    0
    1. Da considerare anche i biker che tecnicamente in frenata sono di quelli che restano attaccati ai freni …. che non ci si lamenti poi dei surriscaldamenti ,… in queste ipotesi io poi sarei propenso ad un test contemporaneo di vari brand con lo stesso biker che si lamenta effettuando un rilievo della termicita’ di esercizio , tanto per essere quanto piu’ corretti .

      0
  12. Ricordo un articolo nel Mag dove si leggeva che gli Ultimate erano di gran lunga i migliori freni mai provati, sia come modulabilità che come potenza, che come resistenza al surriscaldamento. E tutti quelli che ribattevano con Shimano ricevevano tonnellate di pollici versi….Qui leggiamo l’esatto opposto, potenza poca, surriscaldamento da fucina vulcanica, pompanti che lievitano e solo un pò di modulabilità….Mah !!

    1+
    1. Vero, verissimo…appena presentati sempre proposti come il nec plus ultra degli impianti freno con spesso, mirabolanti recensioni “disinteressate” e tutte o quasi a senso unico. Poi con il tempo e soprattutto con i beta e gamma tester “sul campo”, leggasi “utenti finali” viene tutto a declassarsi ed a ridimensionarsi.

      0
  13. articolo molto illuminante che mi da pace: allora non è una mia sensazione che questi freni non funzionano come funzionavano i vecchi elixir cr che avevo sulla vecchia bici! che sollievo :D:D:D
    vedrò di adottare gli accorgimenti consigliati e se continuerò a non trovarmici bene, allora ciao 🙂

    ps: a onor di cronaca, un amico ha la mia stessa bici e stessi freni: mai avuto problemi. ma c’è una differenza: lui sa guidare molto bene e li usa pocchissimo, io sono uno normale e li uso forse un po’ troppo

    0
  14. “Molto utile è buttare acqua sui freni durante il rodaggio, in questo modo si evita il surriscaldamento dell’impianto”
    Utile si… se vuoi causare uno shock termico ai materiali che potrebbe causare anche deformazioni o cricche sui dischi.
    A mio parere questa pratica non è corretta perchè deleteria ai materiali.

    0
    1. Vabbè ma parliamo di fare 20 frenate decise in pianura da media velocità, non di buttare acqua dopo una discesa DH di 25 minuti..
      Non me ne intendo, magari basta molto poco per scaldare i freni al punto che poi buttarci acqua a temperatura ambiente causa shock termico ma mi pareva di capire che il concetto fosse di non stressarli all’inizio..

      0
  15. Resto dell’idea che i Formula siano i migliori freni che abbia mai privato.
    I cura hanno i seguenti pro:
    1) sono modulabili
    2) sono potenti
    3) non si sono mai surriscaldati
    4) esteticamente da urlo
    5) costano relativamente poco
    6) molto leggeri
    7) usano olio minerale

    Non sono pagato dalla Formula, ma mi sento assolutamente di consigliarli!!!

    0
    1. ho i cura da 1 anno e li trovo davvero ottimi, ma sto avendo un sacco di grane. è vero che sono molto potenti e sopratutto molto modulabili rispetto agli shimano (in precedenza avevo gli slx), ma giro con entrambe le coppie di pasticche vetrificate da un 6 mesi, e sopratutto all’anteriore ho perennemente problemi di spurgo. ci faccio un utilizzo enduro/bike park nel weekend.

      0
  16. ViperLI

    "Molto utile è buttare acqua sui freni durante il rodaggio, in questo modo si evita il surriscaldamento dell’impianto"
    Utile si… se vuoi causare uno shock termico ai materiali che potrebbe causare anche deformazioni o cricche sui dischi.
    A mio parere questa pratica non è corretta perchè deleteria ai materiali.

    Bravo, mi sono riportato ad una risposta di uno esperto, ad evitare di essere io a farlo: shock termico e conseguente deformazione e altro. Ma lo scrivente ha eluso questa conseguenza?

    0
  17. francescoMTB1

    Bravo, mi sono riportato ad una risposta di uno esperto, ad evitare di essere io a farlo: shock termico e conseguente deformazione e altro. Ma lo scrivente ha eluso questa conseguenza?

    l'acqua la butti proprio per evitare il surriscaldamento, non a dischi surriscaldati; certamente non è salutare buttare l'acqua sui dischi al termine di una lunga discesa, ma qui si sta parlando di effettuare qualche frenata su un piazzale, e ogni tanto spruzzi un pochino d'acqua sul disco/pinza prima che si surriscaldi troppo, proprio per evitarlo.
    l'ho visto fare anche al mio ciclista

    0
  18. Mi unisco al coro di coloro che già lo hanno detto: se hai la sfiga di incappare in una bici con questi freni, meglio sbarazzarsene alla svelta e passare a Shimano, Magura o (budget permettendo) Hope.

    0
      1. Ma sì, intendevo dire che se vuoi comprare una bici che monta quei freni, meglio smontarli subito e metterne altri. E’ quello che è successo con la mia e invece di decidermi subito a cambiarli mi sono ostinato a provare ad aggiustarli in tutti i modi. Ci ho perso mesi di tempo e soldi e alla fine una bella coppia di Zee in offerta ha risolto tutto.

        0
  19. io ho x0 trail e guide rs, è vero che se potessi spendere li sostituirei provando i cura però non li trovo così pessimi. li spurgo ogni due anni perchè le leve diventano leggermene spugnose e tornano come nuovi. uso solo pastiglie metalliche o semimetalliche nukeproof e alla fine, a parte la potenza, non ho mai avuto grossi problemi. alla fine richiedono manutenzione e pulizia come qualsiasi altro componente.
    chi li usa di più magari vuole qualcosa con qualche problemino in meno ma alla fine per la maggior parte degli utenti vanno più che bene!

    0
  20. Ottimo articolo. Ogni tanto fa piacere sentire una voce fuori dal coro e dalle logiche di marketing. Considerando la diffusione dei freni Sram, sarebbe auspicabile un’analisi similare per gli altri marchi sul mercato (Formula, Magura, Shimano, Hope) in modo da dare al consumatore un quadro completo della situazione.

    0
  21. Lucky86

    io ho x0 trail e guide rs, è vero che se potessi spendere li sostituirei provando i cura però non li trovo così pessimi. li spurgo ogni due anni perchè le leve diventano leggermene spugnose e tornano come nuovi. uso solo pastiglie metalliche o semimetalliche nukeproof e alla fine, a parte la potenza, non ho mai avuto grossi problemi. alla fine richiedono manutenzione e pulizia come qualsiasi altro componente.
    chi li usa di più magari vuole qualcosa con qualche problemino in meno ma alla fine per la maggior parte degli utenti vanno più che bene!

    non sono dello stesso parere, io per esperienza, purtoppo ho avuto 2 mtb con i nuovi guide rs di serie,catostrofici in entrambe, erano piu le ore che stavo a far manutenzione ai freni che quelle che pedalavo, se usi la mtb frequentemente almeno 3 volte a settimana in modo intenso, i guide diventano un incubo,frequente surriscaldmanto impianto specie in estate con i dischi 200 200, con conseguente cambio olio o spurgo se vuoi una frenata sicura , pastiglie che sferragliano in continuo sui dischi causa pistoncini pigri,quindi mettiti giu, pulisci i pistoncini con alcool isopropilico e provi a sbloccarli, i dischi centerline che si stortano tutti e vanno raddrizzati sempre, per frenare bene servono 3 dita e una forza eccessiva che ti stancano le mani a meta' discesa, ho un set di formula r1 vecchi di 3 anni, e ti assicuro che frenano forte e bene al pari dei rs ma con la meta' della forza sulla leva e non si surriscaldano quasi mai, faccio uno spurgo all anno per sicurezza, li uso su una front enduro da quasi 14 kg con dischi da 180 200, sulla full per disperazione o tolto i guide rs, ho messo i saint e mi sono dimenticato cosa e' la manutenzione dei freni . non si stancano mai, fenano il doppio piu con un terzo dello forza, anche nelle lunghe giornate al bike park, le cose son due , o sram i freni non li sa fare, o non li vuol fare come si deve.

    0
  22. Dal 2010 ho sempre avuto freni Shimano…. sull’ultimo acquisto Stump 2019 ho i Guide R.
    Non sapevo del rodaggio che comunque ho fatto perché pur di usare la bici ho effettuato dei giri attorno a casa…. e mi sembravano molto deboli rispetto agli XT.
    Alle seconda uscita , durante una discesa il freno anteriore ha tirato fuori una potenza inaspettata e mi ha regalato un bel cappotto e…..
    A casa ho un paio di Xt con tubi in kevlar, dite che una volta finite le pastiglie è meglio sostituire in toto l’impianto con relativi dischi ice-tech????

    0
  23. marco

    Ammetto di averli giudicati molto bene, e lo rifarei, con il paio di freni che avevo in test. È lo stesso che ho sulla Stoll e che tuttora funziona egregiamente. Però su quasi tutte le altre bici che ho provato con i Guide, successivamente, la qualità è andata a farsi benedire e qui non so proprio cosa dirvi, mi sento anche io discretamente preso per il culo. Dischi e pastiglie bruciate, leve che non tornano: me ne sono capitate di tutte. O hanno cambiato stabilimento di produzione, o hanno scelto dei materiali interni più economici, non so. Fattostà che non li consiglierei più.

    Posso dire la stessa cosa per i Guide Ultimate per i quali avevo effettuato un test a lungo termine. I freni si erano comportati molto bene e senza alcun problema e chiunque li avesse provati avrebbe potuto dire lo stesso. Invece successivamente non mi è mai più capitato di trovare la stessa qualità nei Guide presenti di primo montaggio sulle numerose bici che ho testato. Problemi di ogni sorta (tranne per fortuna il pompante bloccato) e significativi cali di performance che il più delle volte non permettono di sfruttare al 100% la bici, non offrendo alcuna affidabilità durante la guida. Ipotizzo che possa trattarsi anche di una differenza tra i freni aftermarket e quelli OEM, i primi maggiormente curati e i secondi soggetti a minore controllo qualità al momento dell'assemblaggio… fatto sta che i secondi purtroppo sono onnipresenti e si sono creati una reputazione che chiaramente non invoglia nessuno a comprarsi i primi, ammesso che la mia ipotesi sia verosimile e che questi effettivamente non diano problemi.

    0
  24. klasse

    Grande… sto correttore automatico della fava…
    io pagai 48€ 250 ml di ferodo superformula da mettere sugli Hope, sembra una banalità ma molti problemi tipo estremo surriscaldamento e miglior feeling come immediatezza nella pinzata secca a caldo l'ho migliorata.

    sui hope un olio del genere eci sta tutto, visto la loro lavorazione e il la loro qualita' di costruzione, sui guide fatti di plastichiccia scadente, non c e' santo che tiene, son proprio fatti e progettati male come freni, hanno una pinza troppo piccola e con pistoncini che stanno troppo vicino ai dischi, il surriscaldamento e' inevitabile, ci puoi mettere anche il dot della hrc di marquez, il problema di surriscaldamento si ripresenta puntuale

    0
  25. Il problema è che una azienda non può fare tutto e farlo bene.
    Fanno freni, trasmissioni, ruote, mozzi, sospensioni, abbigliamento, manubri, stem.
    Praticamente fanno tutto e quasi tutto e a livello mediocre.
    In questo caso dei guide il livello è pessimo.

    Si concentrassero sulle trasmissioni che gli venivano bene…. adesso pure il gx eagle fatto di polenta

    0
  26. fafnir

    Il problema è che una azienda non può fare tutto e farlo bene.
    Fanno freni, trasmissioni, ruote, mozzi, sospensioni, abbigliamento, manubri, stem.
    Praticamente fanno tutto e quasi tutto è a livello mediocre.
    In questo caso dei guide il livello è pessimo.

    Si concentrassero sulle trasmissioni che gli venivano bene…. adesso pure il gx eagle fatto di polenta

    condivido tutto,quello che mi ha sorpreso di piu , dopo anni di utilizzo di trasmissioni sram, e' stato il gx eagle, una grossa delusione per me, venivo dal xo1 ealge, e dai precedenti x1 e gx 11v, hanno fatto un vero arrosto

    0
  27. pavlinko80

    condivido tutto,quello che mi ha sorpreso di piu , dopo anni di utilizzo di trasmissioni sram, e' stato il gx eagle, una grossa delusione per me, venivo dal xo1 ealge, e dai precedenti x1 e gx 11v, hanno fatto un vero arrosto

    Soprattutto è assurdo perché partivano da una base eccellente come il gx 11v.

    0
  28. fafnir

    Soprattutto è assurdo perché partivano da una base eccellente come il gx 11v.
    Probabilmente la continua ricerca di abbassare i costi porta a questo, materiali sempre più scadenti.

    materiali sempre piu scadenti, e sponsorizzazioni ovunque e sempre piu evidenti, in qualche modo c era da aspettarsi un risultato del genere

    0
  29. Sostituiti entrambi i pompanti di un RSC sulla Capra di un amico, si sono bloccati entrambi questa estate. Confermo la difficoltà di trovare il kit che comunque devi acquistare completo, forse sarebbe sufficinte sostituire il corpo bianco (in teflon?).
    Rispetto ai Shimano purtroppo la gestione è molto più difficoltosa, spurgo, allineamento, pulizia, sono operazioni lunghe e non sempre risolutive.

    0
  30. pavlinko80

    non sono dello stesso parere, io per esperienza, purtoppo ho avuto 2 mtb con i nuovi guide rs di serie,catostrofici in entrambe, erano piu le ore che stavo a far manutenzione ai freni che quelle che pedalavo, se usi la mtb frequentemente almeno 3 volte a settimana in modo intenso, i guide diventano un incubo,frequente surriscaldmanto impianto specie in estate con i dischi 200 200, con conseguente cambio olio o spurgo se vuoi una frenata sicura , pastiglie che sferragliano in continuo sui dischi causa pistoncini pigri,quindi mettiti giu, pulisci i pistoncini con alcool isopropilico e provi a sbloccarli, i dischi centerline che si stortano tutti e vanno raddrizzati sempre, per frenare bene servono 3 dita e una forza eccessiva che ti stancano le mani a meta' discesa, ho un set di formula r1 vecchi di 3 anni, e ti assicuro che frenano forte e bene al pari dei rs ma con la meta' della forza sulla leva e non si surriscaldano quasi mai, faccio uno spurgo all anno per sicurezza, li uso su una front enduro da quasi 14 kg con dischi da 180 200, sulla full per disperazione o tolto i guide rs, ho messo i saint e mi sono dimenticato cosa e' la manutenzione dei freni . non si stancano mai, fenano il doppio piu con un terzo dello forza, anche nelle lunghe giornate al bike park, le cose son due , o sram i freni non li sa fare, o non li vuol fare come si deve.

    beh grazie, hai messo freni top da dh al posto di freni medi da am…. vorrei ben vedere che non fossero all'altezza. per uso am sono perfetti e non ho avuto problemi, frenerò il giusto, rumore non ne fanno e non si surriscaldano certo per una singola discesa. ovvio che in bike park ho trovato anche io gli opportuni limiti ma ci vado solo un paio di volte all'anno.
    non puoi usare una revelation 150 e dirmi che non è all'altezza di una fox36.. sono due cose diverse per utilizzi diversi…

    0
  31. Lucky86

    beh grazie, hai messo freni top da dh al posto di freni medi da am…. vorrei ben vedere che non fossero all'altezza. per uso am sono perfetti e non ho avuto problemi, frenerò il giusto, rumore non ne fanno e non si surriscaldano certo per una singola discesa. ovvio che in bike park ho trovato anche io gli opportuni limiti ma ci vado solo un paio di volte all'anno.
    non puoi usare una revelation 150 e dirmi che non è all'altezza di una fox36.. sono due cose diverse per utilizzi diversi…

    Gli r1r sono da xc

    0
  32. fafnir

    Gli r1r sono da xc

    anche i xt di shimano sono da xc, ma li usano pure nell a.m.per me nell xc erano fin troppo potenti gli r1, ho avuto sia gli gli r1, che gli r1r con la nuova pompa pull , preferisco di gran lunga i vecchi r1 con pompa radiale, son molto piu on off e hanno un mordente immediato e potente, bastano e avanzano per una front enduro da quasi 14kg con dischi da 200 180 formula due pezzi, nell xc usavo dischi 160.

    0
  33. Lucky86

    beh grazie, hai messo freni top da dh al posto di freni medi da am…. vorrei ben vedere che non fossero all'altezza. per uso am sono perfetti e non ho avuto problemi, frenerò il giusto, rumore non ne fanno e non si surriscaldano certo per una singola discesa. ovvio che in bike park ho trovato anche io gli opportuni limiti ma ci vado solo un paio di volte all'anno.
    non puoi usare una revelation 150 e dirmi che non è all'altezza di una fox36.. sono due cose diverse per utilizzi diversi…

    gli zee con pastiglie metal frenano quanto i saint, e costano la meta', e' la progettazione e lo studio che cambia, i freni shimano li ha saputi sempre fare, dal deore in su son freni che vanno bene tutti,zero manutenzione e buon rapporto qualita' prezzo, l unico problema c e l ha avuto con alcune serie dei xt8000, sram neanche se prendi i costosissimi rsc ultimate top di gamma sono alla pari del medio alto gamma di shimano, cosi come non lo sono se confrontati con magura o formula. un set di guide rs a listino costano una cifra assurda , non sono freni economici, e cosa offrono? nulla, solo problemi, infatti il mercatino ne' e' pieno di guide nuovi o usati a prezzi ridicoli, la gente non e' piu stupida. vuole un rapporto qulita' prezzo sempre piu alto, come e' giusto che sia

    0
  34. a me i guide piacciono, ho dovuto provare vari dischi e pastiglie ( non sram ) ma ora ho trovato un buon equilibrio.
    al primo spurgo ho sostituito l’olio 5.1 con un buon DOT 4.
    Per ora vanno benone ( questa è la seconda bici con i guide che ho, in pratica sono 4 anni che uso i guide con soddisfazione )

    0
  35. dipende dall’utilizzo. su una bici ho shimano e sull’altra i guide, in condizioni favorevoli gli shimano vanno benissimo, ma con terreno viscido o smosso la modulabilità dei guide è imbattibile.
    per quanto riguarda il problema del pompante pigro o bloccato, ho risolto con una blanda rettificata con cartavetro molto fine

    0
  36. A me di questi freni piace il feeling della leva. la prima volta che li ho presi è stato per cambiare degli shimano deore (a 2 pistoncini) e la differenza è stata abissale in quanto a prestazioni.
    Ho gli RS adesso e ,come ben noto, hanno dei problemi continui di allineamento per via dei pistoncini, nonostante li abbia puliti più volte.. a parte quello nessun'altro problema…. prima o poi li vorrei cambiare, sono indeciso tra gli zee o i magura mt5, ma avrei lo stesso problema di allineamento anche con questi?

    0
  37. jimmy27

    a me i guide piacciono, ho dovuto provare vari dischi e pastiglie ( non sram ) ma ora ho trovato un buon equilibrio.
    al primo spurgo ho sostituito l'olio 5.1 con un buon DOT 4.
    Per ora vanno benone ( questa è la seconda bici con i guide che ho, in pratica sono 4 anni che uso i guide con soddisfazione )

    Quali dischi e pastiglie, se posso chiederti ?

    0
    1. le pastiglie prima di tutto: uso le alligator turbo ( occhio che sulle pinze piu recenti, le 4S bisogna limare via l’ultima aletta di raffreddamento per farle entrare )
      come dischi ora sto usando i galfer monolitici e vanno un gran bene

      0
  38. tostarello

    l'acqua la butti proprio per evitare il surriscaldamento, non a dischi surriscaldati; certamente non è salutare buttare l'acqua sui dischi al termine di una lunga discesa, ma qui si sta parlando di effettuare qualche frenata su un piazzale, e ogni tanto spruzzi un pochino d'acqua sul disco/pinza prima che si surriscaldi troppo, proprio per evitarlo.
    l'ho visto fare anche al mio ciclista

    Veramente recita durante la fase di rodaggio….;-) vale quindi di piu' la soluzione di scartavetrare le pastiglie prima di iniziarne l'uso.

    0
  39. Io ne avevo due paia li avevo tolti veramente deluso…poi l’anno scorso con il team ero a val di sole e cazzeggiando nei paddock andavo a toccare le leve freno dei pro….. insomma ..a loro ci facevano … leva granitica e quel rumore secco delle pasticche che “agguantano” i dischi….
    … memore dei problemi che davano le prime boxxer, sono tornato a casa e li ho smontati tutti… puliti ringrassati per bene, allineati i pistoni, spurgo top… ora sono i miei preferiti..modulabili e potenti…
    …ma , manutenzione obbligata ogni 4 mesi, perche’ l’impianto sembra “imbarcare” aria di continuo (esco 3/4 settimana)…
    ..li consiglierei??… a meni che non sei un tipo che gli piace la sera dopo cena somtare e rimontare la bici, no…. modulabili, potenti, ma tanta , troppa attenzione…. la mia morosa chiede meno “impegno”…

    0
  40. pavlinko80

    gli zee con pastiglie metal frenano quanto i saint, e costano quasi la meta', e' la progettazione e lo studio che cambia, i freni shimano li ha saputi sempre fare, dal deore in su son freni che vanno bene tutti,zero manutenzione e buon rapporto qualita' prezzo, l unico problema c e l ha avuto con alcune serie dei xt8000, sram neanche se prendi i costosissimi rsc ultimate top di gamma sono alla pari del medio alto gamma di shimano, cosi come non lo sono se confrontati con magura o formula. un set di guide rs a listino costano una cifra assurda , non sono freni economici, e cosa offrono? nulla, solo problemi, infatti il mercatino ne' e' pieno di guide nuovi o usati a prezzi ridicoli, la gente non e' piu stupida. vuole un rapporto qulita' prezzo sempre piu alto, come e' giusto che sia

    vabbè i freni deore 2018 li ho provati su una trail 29 e non frenano granchè… ho provato i level e frenano meglio visto che sono medesima categoria e costano poco.
    non prendermi troppo di punta, sto dicendo che c'è di meglio dei guide ma forse non tutti sono nati male e dipende dall'uso che se ne fa e possono essere più che sufficienti.
    i formula in generale non è che fossero esenti da problemi, molti li hanno cambiati per la disperazione. intendo le serie prima dei cura.
    shimano avevano avuto problemi del punto di attacco della frenata variabile mi pare.. tutti vanno bene e male a loro modo e alcune accortezze aiutano a far funzionare bene più o meno tutti, tranne chi si trova proprio male come nel tuo caso

    0
  41. Leggo commenti molto negativi su questi freni.
    Invece personalmente posso solo parlarne bene.
    Li sto utilizzando da quasi un anno sulla mia ebike enduro e nonostante un inverno estremamente fangoso ed una estate secca e polverosa, non ho mai avuto problemi.
    Sono stati utilizzati frequentemente ed intensamente senza mai sfigurare, né, come leggo da qualcuno, affaticarmi le mani.
    Ho solo effettuato un paio di spurghi, ma mai per malfunzionamento, quanto per avere sempre una efficienza ottimale.
    Confermo le spiccate caratteristiche di modularità , ma assolutamente non mi trovo d’accordo sulla potenza frenante, che risulta francamente ottima in ogni condizione. Inoltre non si è mai verificato un surriscaldamento.
    Sarò stato probabilmente fortunato !

    0
  42. Skibull

    Leggo commenti molto negativi su questi freni.
    Invece personalmente posso solo parlarne bene.
    Li sto utilizzando da quasi un anno sulla mia ebike enduro e nonostante un inverno estremamente fangoso ed una estate secca e polverosa, non ho mai avuto problemi.
    Sono stati utilizzati frequentemente ed intensamente senza mai sfigurare, né, come leggo da qualcuno, affaticarmi le mani.
    Ho solo effettuato un paio di spurghi, ma mai per malfunzionamento, quanto per avere sempre una efficienza ottimale.
    Confermo le spiccate caratteristiche di modularità , ma assolutamente non mi trovo d'accordo sulla potenza frenante, che risulta francamente ottima in ogni condizione. Inoltre non si è mai verificato un surriscaldamento.
    Sarò stato probabilmente fortunato a leggere i commenti precedenti!

    Si sei stato fortunato

    0
  43. Lucky86

    vabbè i freni deore 2018 li ho provati su una trail 29 e non frenano granchè… ho provato i level e frenano meglio visto che sono medesima categoria e costano poco.
    non prendermi troppo di punta, sto dicendo che c'è di meglio dei guide ma forse non tutti sono nati male e dipende dall'uso che se ne fa e possono essere più che sufficienti.
    i formula in generale non è che fossero esenti da problemi, molti li hanno cambiati per la disperazione. intendo le serie prima dei cura.
    shimano avevano avuto problemi del punto di attacco della frenata variabile mi pare.. tutti vanno bene e male a loro modo e alcune accortezze aiutano a far funzionare bene più o meno tutti, tranne chi si trova proprio male come nel tuo caso

    nessuna rancore , per carita', ma stai parlando per sentito dire o perche' li hai provati per diverso tempo sulle tue bici questi vari tipi di freno? , io li ho provati tutti sulle mie mtb per svariato tempo in questi anni, dire che i deore non frenano perche li hai provati su una bici trail che non e ' neanche tua e che non conosci, mi pare azzardato.. i deore 615 li ho usati per un anno, i xt 785 usati per 2 anni ,fino ai saint che uso da qualche mese, i deore 615 con dischi xt e pastiglie semimetalliche frenavano molto bene molto simili ai gli xt, i formula r1 li uso tutt ora da 3 anni quasi, sono freni un po piu delicati, nel ambito delle guarnizioni dei pistoncini, in quanto, se non desti attenzione e usi prodotti aggressivi per la pulizia di questi ultimi o usi un olio dot non adeguato ottieni il rigonfiamento dei quadring e dopo il pistoncino non rientra piu come dovrebbe e cominciano i problemi di sferragliamento sul disco, ma quello che molti lamentano si risolve in un 20 euro di spesa e un ora di lavoro sostituendo i quadring di tenuta pistoncini, una volta fatto se usi alcool isopropilico per pulire i e sgrassare i pistoncini e usi olio dot giusto per l impianto non ci metti piu le mani, basta uno spurgo una volta all anno per precauzione, ora per giudicare questi guide rs ci ho messo quasi un anno e ben due set di guide rs, ci tengo a precisare che ho avuto 2 set nuovi, nessun impianto frenante che ho avuto si e' comportato in maniera pessima come i miei sram guide rs, pistoncini storti pigri non rientrano mai, ogni 2 settimane ero costretto a pulirli con isopropilico e una volta ogni mese uno spurgo e un cambio olio visto che si surriscaldavano in maniera evidente, e dopo la qualita' dell olio e' compromesso e frenava sempre meno, e va sostituito,ho usato dot 5.1 dot 4 il dot sram insomma, diversi tipi d oli, come detto e spiegato da molti, se usi molto spesso durante la settimana la mtb con i guide sarai costretto a dedicare molto tempo per la manutenzione di questo impianto se vuoi un funzionamento al limite della decenza, se ti accontenti di avere una leva spugnosa con corsa lunghissima e i pistoncini pigri con le pastiglie che strusciano sul disco, allora ti puoi accontentare dei guide, ma visto che i freni sono una cosa importantissima, io esigo che siano sempre affidabili e ottima funzionalita'.

    0
  44. Trovati montati sulla Specy Stumpjumper Expert Carbon. Non mi piacevano fin da subito (vengo da XT)ma mi sono detto: perché non provare? Ho fatto un centinaio di km dalle mie parti, certamente non nei dirupi, e poi sono andato a provare la Clavierissima. Risultato: pastiglie vetrificate e freni inutili, rumorosi, per niente potenti. Basta, torno agli XT, ma lascio i dischi originali SRAM, avranno 130 km! Risultato: quando frenavo mi sentivano a 20 km di distanza, ma soprattutto NON frenavo, in quanto i dischi erano stati compromessi dalle pastiglie vetrificate. Ora ho i dischi IceTech, e non ho più il minimo problema. Chi lascia la vecchia strada per la nuova…

    0
  45. è un anno che uso Guide R è non ho riscontrato grossi problemi soprattutto sull'impianto anteriore. Il posteriore ogni tanto diventa un pelo duro nell'azionamento ma subito dopo ritorna nella normalità ed ha decisamente più corsa a vuoto. Sulle lunghe discese non ho riscontato cali di potenza; i due impianti Formula RX che ho usato in precedenza, invece, tendevano molto più a perdere potenza oltre ad essere decisamente rumorosi e quasi impossibili da centrare.

    0
  46. ragazzi anche io non ritrovo male , non saranno potentissimi ma molto modulabili , e poi quest’estate ci ho fatto di tutto , sella ronda compreso , e non mi hanno mai dato segni di cedimento (se non quando sono finite le pasticche)
    a leggere i commenti sembra che ci sia una grande differenza fra una partita e un altra dello stesso prodotto. , altrimenti non si spiega un comportamento così diverso fra un montaggio e un altro.

    da notare che sulle trek non li montano più , forse proprio per questo fatto.

    0
  47. Ho dei Guide Ultimate , mi trovo bene come regolazioni, modulabilità e direi anche potenza , non ho avuto grandi problemi di surriscaldamento anche perchè monto dischi Hope semiflottanti da 203 anteriore e posteriore ed uso pasctiglie ( ormai introvabili !) con alette di raffreddamento ( SwissStop disc 31 Therm o Kool Stop KS-D293K ) . Ho invece avuto i noti problemi con i pompanti , anche se mi sono stati sostituiti trovo assurdo che non vi sia una soluzione definitiva , trovata la causa ( sembra di materiale! ) perchè non risolverla ? Se si presenterà ancora lo stesso problema , farei un pensierino sui Formula Cura 4 sperando di non finire come si dice :”dalla padella alla brace” !

    0
  48. Ma io ho gli mt7 magura dal 2014 uno mi dette un problema sul pompante e mi hanno dato tutto nuovo. Un altro spanai io la vite del collarino gli mandai tutto e mi ricambiarono tutto nuovo .. attenzione completo come quando Si compra pasticche distanziali tuttooo.. in pratica magura sugli mt7 oltre a riconoscere la garanzia di 5 anni sulle perdite di olio cambia tutto di default senza storie . Io sono rimasto stupito e ben felice di avere ogni volta tutto l impianto nuovo. In piu frenano benissimo come i saint e la frenata rimane sempre uguale anche se tenti di surriscaldarli in ogni modo non cambia mai la risposta.che dire magura tutta la vita.

    0
  49. consonni leonardo

    OCCASIONE VENDONSI FRENI GUIDE R MODELLO 2017 SMONTATI DA BIKE NUOVA.
    ASTENERSI PERDITEMPO E FRENARORI ASSIDUI !!!

    "Vendonsi"? , vista l'aria che tira, visto il denigrare collettivo, mi sa che devi correggere

    Ettorino12

    Ma io ho gli mt7 magura dal 2014 uno mi dette un problema sul pompante e mi hanno dato tutto nuovo. Un altro spanai io la vite del collarino gli mandai tutto e mi ricambiarono tutto nuovo .. attenzione completo come quando Si compra pasticche distanziali tuttooo.. in pratica magura sugli mt7 oltre a riconoscere la garanzia di 5 anni sulle perdite di olio cambia tutto di default senza storie . Io sono rimasto stupito e ben felice di avere ogni volta tutto l impianto nuovo. In piu frenano benissimo come i saint e la frenata rimane sempre uguale anche se tenti di surriscaldarli in ogni modo non cambia mai la risposta.che dire magura tutta la vita.

    Si , sara' cosi' senza metterne in dubbio la qualita' dei magura, ma stai facendo a paragone un impianto freni dot con altro tipo i tuoi Magura ad olio minerale che sono due progetti differenti,come per gli shimano.
    I paragoni sono giustificati tra due impianti che adottano identico olio.

    0
  50. p84

    Ricordo un articolo nel Mag dove si leggeva che gli Ultimate erano di gran lunga i migliori freni mai provati, sia come modulabilità che come potenza, che come resistenza al surriscaldamento. E tutti quelli che ribattevano con Shimano ricevevano tonnellate di pollici versi….Qui leggiamo l'esatto opposto, potenza poca, surriscaldamento da fucina vulcanica e solo un pò di modulabilità….Mah !!

    https://www.mtb-mag.com/forum/threads/freni-xt-m8000-leva-che-allunga.332858/

    Passo e chiudo.

    0
  51. cowboykite80

    Accademia della Crusca
    "Vendonsi e affittansi sembrano forme strane solo perché molto meno usate di vendesi e affittasi, mentre in realtà sarebbero le più corrette da impiegare con il plurale."
    [emoji6] [emoji16] [emoji39]

    Hai capito diversamente, il mio post e' stato unito con uno successivo prima che tu lo leggessi e manca una parte della frase, il contenuto era diciamo ricco di ironia, significava che il Vendere era fuori luogo visto il denigrare del brand nella presente discussione e che in attesa di una riquotazione del marchio(significativamente dal tono di scherzosita') al momento avrebbe dovuto regalarli ………….. capito? 😉

    0
  52. francescoMTB1

    Hai capito diversamente, il mio post e' stato unito con uno successivo prima che tu lo leggessi e manca una parte della frase, il contenuto era diciamo ricco di ironia, significava che il Vendere era fuori luogo visto il denigrare del brand nella presente discussione e che in attesa di una riquotazione del marchio(significativamente dal tono di scherzosita') al momento avrebbe dovuto regalarli ………….. capito? 😉

    Regalansi 🙂

    0
  53. francescoMTB1

    Hai capito diversamente, il mio post e' stato unito con uno successivo prima che tu lo leggessi e manca una parte della frase, il contenuto era diciamo ricco di ironia, significava che il Vendere era fuori luogo visto il denigrare del brand nella presente discussione e che in attesa di una riquotazione del marchio(significativamente dal tono di scherzosita') al momento avrebbe dovuto regalarli ………….. capito? 😉

    Regalansi 🙂

    0
  54. BAROLO71

    Guarda Marco la fregatura e' che tutte le recensioni ogni volta che escono dei nuovi sram sono sempre egregie, e tutti ci cascano pensando abbiano risolto, poi ogni volta dopo tot mesi saltano fuori i casini….
    io inizio a pensare che i primi lotti li fanno in un modo e poi cambia qualche cosa nella produzione ordinaria, altre spiegazioni mi risulta difficile darne, oppure che non riescono a controllare lo standard di produzione…io comunque ai freni sram ci ho messo una pietra sopra !

    È quello che penso anche io, ma è un suicidio dal punto di vista del marchio. Probabilmente dal punto di vista commerciale no, visto che sono su tutti i primi montaggi.

    0
  55. Ho provato per poche volte guide rs e code rsc sulle turbo levo e non mi piace il feeling ne la frenata meno potente dei miei slx. Inoltre ho già visto spesso dischi anneriti e pastiglie vetrificate anche senza fare percorsi esagerati ne sfruttando troppo i freni.
    Secondo me i dischi sono fin troppo duri rispetto agli shimano, penso possa essere questa una delle cause dei problemi

    0
  56. andry-96

    Ho provato per poche volte guide rs e code rsc sulle turbo levo e non mi piace il feeling ne la frenata meno potente dei miei slx. Inoltre ho già visto spesso dischi anneriti e pastiglie vetrificate anche senza fare percorsi esagerati ne sfruttando troppo i freni.
    Secondo me i dischi sono fin troppo duri rispetto agli shimano, penso possa essere questa una delle cause dei problemi[/QUOTE

    Buono il livello della gamma Slx di Shimano, ma li paragoni a due diversi tipi di freni e che asserisci di avere provato per poco su bici altrui .
    Passi tranquillamente per il feeling ….
    Ma vorresti dirci come posso ritenere attendibile la tua sorta di recensione dopo che addirittura reputi gli SLX piu' potenti in frenata addirittura degli SRAM CODE RSC non tuoi ,e su di una bici non tua !!!
    I dischi poi, "Hai visto" dischi anneriti e pastiglie vetrificate sempre non tuoi e senza sapere cosa gli hanno fatto ….
    Non volerne :razz:rost: , ma la lettura informativa resta piacevole fino a quando persiste l'attendibilita' della fonte , cosi' no,…

    0
  57. francescoMTB1

    Buono il livello della gamma Slx di Shimano, ma li paragoni a due diversi tipi di freni e che asserisci di avere provato per poco (su bici altrui ?).
    Passi tranquillamente per il feeling ….
    Ma vorresti dirci come posso ritenere attendibile la tua sorta di recensione dopo che addirittura reputi gli SLX piu' potenti in frenata addirittura degli SRAM CODE RSC non tuoi ,e su di una bici non tua !!!
    I dischi poi, "Hai visto" dischi anneriti e pastiglie vetrificate sempre non tuoi e senza sapere cosa gli hanno fatto ….
    Non volerne :razz:rost: , ma la lettura informativa resta piacevole fino a quando persiste l'attendibilita' della fonte , cosi' no,…

    Le bici sono di mio padre, le uso poco ma ci metto su le mani spesso.
    I code sono più potenti degli slx ma pure con quelli ha annerito il disco dietro e sulla stessa discesa(non difficile) andando giù assieme scaldavano molto di più i suoi code ( soprattutto dietro) che i miei freni shimano, frenando più o meno lo stesso peso visto che lui pesa circa 10kg in meno di me che sono recuperati dalla ebike e io ho dischi 180-160 contro 200-200
    Riguardo ai guide invece li trovo meno potenti degli slx, continuamente con pastiglie vetrificate e rumorosi.

    0
  58. andry-96

    Le bici sono di mio padre, le uso poco ma ci metto su le mani spesso.
    I code sono più potenti degli slx ma pure con quelli ha annerito il disco dietro e sulla stessa discesa(non difficile) andando giù assieme scaldavano molto di più i suoi code ( soprattutto dietro) che i miei freni shimano, frenando più o meno lo stesso peso visto che lui pesa circa 10kg in meno di me che sono recuperati dalla ebike e io ho dischi 180-160 contro 200-200
    Riguardo ai guide invece li trovo meno potenti degli slx, continuamente con pastiglie vetrificate e rumorosi.

    Discesa non difficile ed i code anneriscono i dischi, evidentemente va giu' senza mollare i freni per permettergli di raffreddare l'impianto.
    Patologia per carenza tecnica molto diffusa…succederebbe ugualmente con altri brand!;-)

    0
  59. francescoMTB1

    Discesa non difficile ed i code anneriscono i dischi, evidentemente va giu' senza mollare i freni per permettergli di raffreddare l'impianto.
    Patologia per carenza tecnica molto diffusa…succederebbe ugualmente con altri brand!;-)

    Infatti mentre lui annerisce un disco da 203 il mio m785 su disco da 160 è tiepido

    0
  60. meliobike

    Il fatto è che tutte le prove andrebbero fatte sulla lunga durata.
    Da lettore di Motociclismo (la migliore rivista del settore, IMHO) quasi tutte le moto in prova sono una gran figata, ma l'utente medio se la tiene per 20/30000km, non le poche migliaia o meno di una prova ed è lì che saltano fuori le magagne. E infatti da un paio di anni fanno dei test di durata (50/60000km) delle moto più vedute, mettendo in evidenza anche i difetti che i meccanici riscontrano nel tempo.
    Questo per dire che ci vorrebbe qualcosa di simile anche per le bici o i vari componenti più usati.

    Più che altro in questo caso bisognerebbe prendere i prodotti direttamente da un negozio senza passare per i prodotti inviati per i test!

    0
  61. francescoMTB1

    Discesa non difficile ed i code anneriscono i dischi, evidentemente va giu' senza mollare i freni per permettergli di raffreddare l'impianto.
    Patologia per carenza tecnica molto diffusa…succederebbe ugualmente con altri brand!;-)

    andry-96

    Più che altro in questo caso bisognerebbe prendere i prodotti direttamente da un negozio senza passare per i prodotti inviati per i test!

    Difatti, come faccio io compero solo da dealer diretti componenti After Market e mai problemi, e non mi sembra il caso di citare la "fortuna"!;-)

    0
  62. purtroppo ho avuto praticamente tutti i problemi citati e aggiungo che sono di difficile soluzione , lo spurgo è complicato, leve che non tornano o troppo lunghe , pistoncini pigri e decentramento pastiglie. insomma l’unica nota a favore è la modulabilità che venendo da shimanto xt molto on/off ho trovato molto buona e piacevole come feeling, anche troppo a volte finendo lungo…consiglio di cambiare i dischi originali con altre marche (shimano ice-tech) e di montare assolutamente pastiglie semi-metalliche specie se si fanno lunghe discese. Ma anche con questi accorgimenti dopo parecchie discese in park si rischia veramente grosso perdono potenza e diventano lunghi e bisogna tirare con forza estrema le leve per frenare…insomma delusione totale

    0
  63. francescoMTB1

    Difatti, come faccio io compero solo da dealer diretti componenti After Market e mai problemi, e non mi sembra il caso di citare la "fortuna"!;-)

    Mi riferivo ovviamente ai prodotti testati dal mag è da tante altre riviste che parlavano bene dei freni appena usciti ma poi hanno riscontrato, loro e noi biker, mille rogne e freni meno efficaci

    0
  64. andry-96

    Ho provato per poche volte guide rs e code rsc sulle turbo levo e non mi piace il feeling ne la frenata meno potente dei miei slx. Inoltre ho già visto spesso dischi anneriti e pastiglie vetrificate anche senza fare percorsi esagerati ne sfruttando troppo i freni.
    Secondo me i dischi sono fin troppo duri rispetto agli shimano, penso possa essere questa una delle cause dei problemi

    meno potenti degli SLX non è neanche lontanamente possibile. già gli R che avevo per un paio di mesi erano molto più potenti degli shimano, gli RS sono ancora meglio.
    …..o hai provato dei freni difettosi o non hai frenato 😉

    0
  65. Sulla Jekyll in firma mi sono trovato i Guide RSC montati dal precedente proprietario; sono in cappato nel problema del pompante che si blocca mantenendo frenato la ruota, ed il mio meccanico di fiducia mi ha sostitutito i pompanti con dei Guide RE e dovrebbe sentire SRAM se mi fanno sostituzione in garanzia o altro

    Mi rimane però il problema della frenata rumorosa, un pò con tutte le pastiglie (organiche) provate fino ad ora – magari non sempre, ma spesso fanno un rumore assurdo
    Può aver senso provare a sostituire i dischi, con che marca modello ?
    Aattualmente monto i Centerline

    Grazie molte

    0
  66. fuze

    a parte che quei numeri sono frutto delle sensazioni di qualcuno che li ha testati…;)
    Tra l'altro ci sono degli errori nei prezzi in questa tabella

    non sono sensazioni ma misurazioni reali, con tanto di tabella con i nm di forza frenante che applica la pinza di ogni impianto

    0
  67. pavlinko80

    non sono sensazioni ma misurazioni reali, con tanto di tabella con i nm di forza frenante che applica la pinza di ogni impianto

    ops, ho visto solo la parte delle stelline e dal parametro "value for money" pensavo fosse un test
    Pardon errore mio

    0
  68. Sto seguendo con interesse questa discussione in quanto anch'io ho avuto una esperienza passata non positiva con gli avid jucy 5 (primo equipaggiamento di una RockRider 9.2) risolti montando gli shimano xt con cui non ho mai avuto problemi.
    Sulla nuova mtb (Jeffsy al 1 2016) ho gli sram guide rs , finora hanno funzionato ma, come si dice, quando sei bruciato dall'acqua calda hai paura anche di quella fredda!

    Da notare che un paio di guide montanti aftermarket da un mio amico su una Specialized enduro sembra funzionino alla grande

    Io comincio ad avere la leva fredo un poco lenta sul ritorno (torna ma non scatta come da nuova, sembra un pò pigra) per cui vorrei prepararmi al da farsi

    se ho ben capito per risolvere il problema bisogna montare nuovi pompanti: sono tutti uguali o ce nìè un tipo aggiornato che risolve il problema? nel caso ha una sigla particolare?
    a titolo di esempio metto alcuni link:

    Avid Kit revisione leve freno guide r/re/db5
    https://www.cingolanibikeshop.com/a…MIwLbw9YnH3QIVxPhRCh1L0gi9EAQYASABEgI9a_D_BwE

    Avid Kit revisione leve freno guide rs
    https://www.cingolanibikeshop.com/avid-kit-revisione-leve-guide-rs.html

    se volessi alesare i pompanti esistenti di quandi mm (o decimi di mm) dovrei restringerli?

    Mi confermate che gli aftermarket dovrebbero non presentare i problemi che affliggono quelli di primo equipaggiamento?

    in ultimo: se provassimo a sostiurire la molla (quella montata vicino al pompante) con una più potente potremmo migliorare la situazione?

    grazie

    0
  69. Ma la SRAM fa le pastiglie semimetalliche (sinterizzate)? Io le trovo solo organiche (con la piastrina nera) o metalliche (con piastrina colore rame). Le avevo organiche e non le ho trovate malaccio, anche se la frenata non era potentissima e si sono consumate abbastanza in fretta. Quelle metalliche sono più potenti, ma molto meno modulabili. Inoltre fanno un rumore inquietante che mi fa pensare che in breve si saranno mangiate i dischi..

    0
  70. p84

    Non capisco cosa c'entri questo link sui recenti problemi degli Xt quando tutti sappiamo che hanno acquisito . L'imperativo è mai fare mea culpa, vero ? Viva l'umiltà

    Gli XT avranno anche acquisito "una fama mondiale notoria", ma il problema della corsa irregolare delle leve non è frutto di fantasia ed è (era?) estremamente fastidioso.
    Anch'io preferisco di gran lunga Shimano a SRAM, ma non per questo è il caso di negare ciò che è ampiamente documentato.

    0
  71. p84

    Non capisco cosa c'entri questo link sui recenti problemi degli Xt quando tutti sappiamo che hanno acquisito una fama mondiale notoria. L'imperativo è mai fare mea culpa, vero ? Viva l'umiltà

    In effetti i tuoi modi da bulletto di periferia mi stanno dando i nervi, chissà che prima o poi non mi venga voglia di premere il bottone "banna".
    La fama "mondiale notoria" si è fermata con la serie 8000, vedi le 66 pagine di lamentele che evidentemente non hai letto.

    0
  72. francescoMTB1

    Parere mio? Mi sembra troppo strano gli hope tech 3 v4ed il top dei magura siano poco quotati. Cio' che mi meraviglia ancor di piu' e' l'assoluta primazia dei saint. Dite quel che volete ma anche queste comparative non mi ispirano fiducia. Reputo possibile anche una manipolazione da marketing.

    i magura mt7 sono tra i top, e sono i piu potenti dopo i costosissimi trikstuff direttissima, leggi bene. poi se sei dubbioso, non posso farci niente. io di freni ne ho avuti tanti dai shimano ai formula fino a sram, e non posso che confermare, la scarsa qualita' ed efficacia dei freni sram dai level ai guide, i code non li ho mai avuti, ma spero di non vedere piu una scritta sram sui freni di una mtb che comprero' in futuro

    0
  73. pavlinko80

    i magura mt7 sono tra i top, e sono i piu potenti dopo i costosissimi trikstuff direttissima, leggi bene. poi se sei dubbioso, non posso farci niente. io di freni ne ho avuti tanti dai shimano ai formula fino a sram, e non posso che confermare, la scarsa qualita' ed efficacia dei freni sram oltre che al problema di scarsa affidabilita' e troppa manutenzione, son passato prima con i level poi con i guide rs, i code non li ho mai avuti, ma spero di non vedere piu una scritta sram sui freni di una mtb che comprero' in futuro

    Ce lo siamo gia' detti pero' , resta una valutazione soggettiva,per i code , personalmente, anche se ho evidenziato e subìto le comuni problematiche superate comunque ,li considero molto validi per prestazioni, fino anche ad i nuovi RSC di cui ne ho da pochi giorni effettuato l'acquisto.
    Per il livello di passione da officina nel fai da te dove invece mi sono sempre anteposto di acquistarli per la loro fattura qualitativa sono gli Hope Tech 3 V4 , ma sono rimasti nel cassetto dell'incompiuta soprattutto per il costo complessivo tra impianto ed accessori comprensivo di dischi.
    A riguardo delle recensioni,nonostante la ottima qualita', anche i Trickstuff non sono stati esenti dal trovargli piccoli nei ,ed i magura? idem …. ma la storia si ripete , niente va' bene a nessuno….

    0
  74. francescoMTB1

    Ce lo siamo gia' detti pero' , resta una valutazione soggettiva,per i code , personalmente, anche se ho evidenziato e subìto le comuni problematiche superate comunque ,li considero molto validi per prestazioni, fino anche ad i nuovi RSC di cui ne ho da pochi giorni effettuato l'acquisto.
    Per il livello di passione da officina nel fai da te dove invece mi sono sempre anteposto di acquistarli per la loro fattura qualitativa sono gli Hope Tech 3 V4 , ma sono rimasti nel cassetto dell'incompiuta soprattutto per il costo complessivo tra impianto ed accessori comprensivo di dischi.
    A riguardo delle recensioni,nonostante la ottima qualita', anche i Trickstuff non sono stati esenti dal trovargli piccoli nei ,ed i magura? idem …. ma la storia si ripete , niente va' bene a nessuno….

    non sono in vena di polemica, ma forse ti sfugge il problema vero dei freni sram!!!!!! qualitativamente sono pessimi, su 100 set di freni costruiti e immessi nel mercato , ce ne sono 20 che funzionano bene ad essere ottimisti, la statistica e' questa, senno' perche li cambiano in garanzia senza fiatare???? non hanno un controllo qualita' all altezza? hanno stabilimenti diversi di produzione con costi e problemi diversi? , bhoo,?? chi lo sa, fatto sta che lo std qualitativo e' molto basso. tutto qua, la sfortuna e' trovarseli sulla mtb nuova di pacca.

    0
  75. pavlinko80

    non sono in vena di polemica, ma forse ti sfugge il problema vero dei freni sram!!!!!! qualitativamente sono pessimi, su 100 set di freni costruiti e immessi nel mercato , ce ne sono 20 che funzionano bene ad essere ottimisti, la statistica e' questa, senno' perche li cambiano in garanzia senza fiatare???? non hanno un controllo qualita' all altezza? hanno stabilimenti diversi di produzione con costi e problemi diversi? , bhoo,?? chi lo sa, fatto sta che lo std qualitativo e' molto basso. tutto qua, la sfortuna e' trovarseli sulla mtb nuova di pacca.

    No, non mi sfugge quanto scrivete , ti aggiungo che avevo ,molti anni fa' all'incirca nel 2007 se ricordo a mente, Juice seven 7 addirittura superbi, mai uno spurgo ,mai manutenzione sempre perfetti.
    Vuoi forse dire che sono una eccezione alla regola e faccio parte della schiera dei fortunati? Possibile, ma non posso affermare il contrario di quanto ho rilevato se permetti.
    P.S. non mi sembra che stiamo polemicizzando, diversamente stiamo discutendone, tutto qui.

    0
  76. francescoMTB1

    No, non mi sfugge quanto scrivete , ti aggiungo che avevo ,molti anni fa' all'incirca nel 2007 se ricordo a mente, Juice seven 7 addirittura superbi, mai uno spurgo ,mai manutenzione sempre perfetti.
    Vuoi forse dire che sono una eccezione alla regola e faccio parte della schiera dei fortunati? Possibile, ma non posso affermare il contrario di quanto ho rilevato se permetti.
    P.S. non mi sembra che stiamo polemicizzando, diversamente stiamo discutendone, tutto qui.

    nessuna polemica per carita', ci puo stare benissimo, che prima avevano un controllo qualita migliore,uscivano prodotti migliori , forse avevano meno spese di marketing, meno bisogno di risparmiare, oggi devono fornire freni e trasmissioni per moltissime mtb nel mercato globale,penso piu del 50%, un enormita'!! la situazione gli sfugge di mano? mha?, visto che le trasmissioni le sapeva fare fino pochi anni fa, vedi il 1×11 dove sram e' stata la prima ad imporsi e la regina indiscussa , ora con il gx ealge ha fatto un mezzo arrosto, scontentando molti, problemi a non finire pure li. mi ricordo quando usci il gx 11v, un gruppo medio basso dal funzionamento affidabilita' e qualita' prezzo ottima. non so forse ora c e troppo divario tra prototti sram top di gamma e prodotti di media gamma, divario che forse prima non c era, o era molto meno evidente

    0
  77. francescoMTB1

    …Dite quel che volete ma anche queste comparative non mi ispirano fiducia. Reputo possibile anche una manipolazione da marketing.

    Io lascerei perdere i complotti e le manipolazioni, mentre metterei l'accento sul fatto che i freni sono forse il componente per il quale ha più senso un test di durata, o quantomeno lascia il tempo che trova un test effettuato su impianti nuovi di pacca.
    Salvo qualche caso sfigato, per esperienza posso dire che quasi tutti gli impianti vanno bene quando sono nuovi, mentre la sola usura delle pastiglie è già sufficiente per mostrare i limiti di certi impianti.

    0
  78. muldox

    Io lascerei perdere i complotti e le manipolazioni, mentre metterei l'accento sul fatto che i freni sono forse il componente per il quale ha più senso un test di durata,
    o quantomeno lascia il tempo che trova un test effettuato su impianti nuovi di pacca.Salvo qualche caso sfigato, per esperienza posso dire che quasi tutti gli impianti vanno bene quando sono nuovi, mentre la sola usura delle pastiglie è già sufficiente per mostrare i limiti di certi impianti.

    Condivido , ma bisogna aggiungere anche che esistono di quelli che utilizzano i freni senza tecnica , li distruggono , e poi li classificano improponibili !

    0
    1. In teoria sono d’accordo con te.

      Poi però succede che la quasi totalità cambia dai Guide ad altro prodotto ed i problemi scompaiono.

      Difficile che nella scatola dei freni nuovi ci si trovi anche la corretta tecnica, non pensi? 😉

      0
  79. La mia esperienza con i Guide r, dopo un annetto di utilizzo, è più che positiva: mai avuto problemi di surriscaldamento, un solo facilissimo spurgo con dot 4 acquistato a 4 euro dall’autoricambi, corsa della leva sempre costante (al contrario di altri freni), ottima modulabilità anche dopo parecchie discese. E nel mio gruppo abbiamo quasi tutti i Guide con le stesse opinioni. Forse è vero che la produzione non è qualitativamente costante, però credo che funzionino bene se accoppiati con i dischi originali.

    0
  80. ho i guide r da un mese esatto, trovati su bici nuova, che dire fanno pena.
    Da nuovi non avevano bolle d’aria ma già frenavano poco se paragonati ai miei vecchi Shimano e avevano una corsa della leva parecchio lunga.
    Ora dopo un mese sono un disastro, sono già da spurgare, la corsa della leva è ulteriormente aumentata, continuano a frenare poco e stancano parecchio le mani perché bisogna fare forza per frenare decentemente e hanno già i pistoni “pigri” con disco che quindi o lavora storto o pinza da rientrare spesso.
    Sono i peggiori freni mai avuti anche paragonandoli ai primi modelli idraulici
    Soluzione…… ho già ordinato i cura

    0
    1. Allargo la discussione.
      Ho inviato in assistenza Sram il mio DB5 anteriore, che ultimamente a caldo aveva il problema che talvolta la pinza si muovesse a vuoto, credo per il bloccaggio di qualcosa nel pompante, non chiudendo le pastiglie. Il problema è che una volta mi è successo da fermo a casa, la seconda scendendo dal muro iniziale Porta Vescovo, non è stata una bella sensazione……………ma nessun danno. Per sentirmi più tranquillo ho passato il resto della giornata e tutta la successiva a buttar acqua della borraccia sulle pinze….
      Spedito in garanzia, mi è stato restituito con il vecchio pompante a due pistoni e la leva Guide R, con l’impegno di fare gratuitamente lo stesso lavoro anche al posteriore, qualora lo desiderassi, per uniformare l’impianto e l’aspetto. A me sembra funzionare bene, meno spugnoso del vecchio, ma chiedo agli esperti se l’operazione fatta è corretta o meno, se una pompa fatta per un quattro pompanti utilizzata su un due potrebbe creare futuri problemi.
      Grazie per i vostri pareri……..

      0
  81. paolobonato

    Allargo la discussione.
    Ho inviato in assistenza Sram il mio DB5 anteriore, che ultimamente a caldo avevano il problema che talvolta la pinza si muovesse a vuoto, credo per il bloccaggio di qualcosa nel pompante. Il problema è che una volta mi è successo da fermo a casa, la seconda scendendo dal muro iniziale Porta Vescovo, non è stata una bella sensazione……………ma nessun danno. Per sentirmi più tranquillo ho passato il resto della giornata e tutta la successiva a buttar acqua della borraccia sulle pinze….
    Spedito in garanzia, mi è stato restituiti con il vecchio pompante a due pistoni e la leva Guide R, con l'impegno di fare gratuitamente lo stesso lavoro anche al posteriore. A me sembra funzionare bene, meno spugnoso del vecchio, ma chiedo agli esperti se l'operazione fatta è corretta o meno, se una pompa fatta per un quattro pompanti utilizzata su un due potrebbe creare futuri problemi.
    Grazie per i vostri pareri……..

    Nessun problema altrimenti non penso che l'avrebbero montata.
    Al massimo potrebbe avere una maggiore capienza di olio che diventerebbe un beneficio.

    0
  82. klasse

    Io aggiungerei che al posto del dot 5.1 usare un olio dot 4 di altissima qualità, tipo il vecchio Shell Donax di Formula o oggigiorno il Ferodo Superformula, ma costa urina fucilata.
    Spurgare l'impianto con sostituzione dell'olio ogni due cambi pasticche se si usa il freno su polvere al caldo o su bagnato.

    Non c'è bisogno di scomodare Brembo LCF 600 basterebbe un DOT4,0 da 15 euro/kg

    di quelli che si usano nelle moto da cross e ricordarsi che non e' lecito mescolare due o piu' liquidi freno a ogni spurgo.

    Domanda per i geni della meccanica, se un pistone rimane bloccato nella pinza a causa di una frittura nell'olio sbagliato come potrebbe la pompante vincere la tensione del liquido secondo loro???

    0
  83. sembola

    In teoria sono d'accordo con te.

    Poi però succede che la quasi totalità cambia dai Guide ad altro prodotto ed i problemi scompaiono.

    Difficile che nella scatola dei freni nuovi ci si trovi anche la corretta tecnica, non pensi? 😉

    L'aspetto incomprensibile della vicenda, che a distanza di mesi il problema non s'è risolto. Quel che appare leggendo in giro, non si tratta di casi isolati , molto piu' di un guasto ogni mille biciclette vendute.

    I geni della meccanica ogni sei mesi sfornano una nuova trovata per rinnovare la bicicletta pero' non risolvono il problema dei freni sram guide.

    Banalmente mi sebra strano che il signor Rossi non puo' godersi la sua nuova bici, senza pensare a sostituire i freni.

    0
  84. Sulla Jekyll in firma mi sono trovato i Guide RSC montati dal precedente proprietario; sono in cappato nel problema del pompante che si blocca mantenendo frenato la ruota, ed il mio meccanico di fiducia mi ha sostitutito i pompanti con dei Guide RE e dovrebbe sentire SRAM se mi fanno sostituzione in garanzia o altro

    Mi rimane però il problema della frenata rumorosa, un pò con tutte le pastiglie (organiche) provate fino ad ora – magari non sempre, ma spesso fanno un rumore assurdo
    Può aver senso provare a sostituire i dischi, con che marca modello ?
    Aattualmente monto i Centerline

    Grazie molte

    Qualche suggerimento?

    0
  85. Non sapevo che fossero così critici questi freni. Particolarmente spaventoso mi sembra il fatto di avere le pastiglie invetrite facilmente.
    Con le mie Magura MT5 con i loro dischi non ho avuto assolutamente problemi, a parte qualche cigolio dei dischi sporchi. E io peso 100 chili. Mi sa che i Guide presentati qui li distruggerei sul mio primo giro.

    0
  86. pablos

    Di tutti gli hope provati, mai uno che frenasse, secondo me in quel test sono fin troppo sopravalutati, cinque stelle per MODULATION, per un freno che non frena è più facile essere modulabile!!

    Pure? :nunsacci:Adesso non solo gli Sram,ma e' il turno degli Hope che neanche loro frenano………….e domani il turno di chi sara' ?
    @sembola ,…ora cosa ne pensi? 😉

    0
  87. francescoMTB1

    Pure? :nunsacci:Adesso non solo gli Sram,ma e' il turno degli Hope che neanche loro frenano………….e domani il turno di chi sara' ?
    @sembola ,…ora cosa ne pensi? 😉

    Ora ne penso esattamente quello che ne pensavo prima, che anche al netto di effetti statistici i freni SRAM mediamente non funzionano tanto bene.
    Io stesso ne ho avuti tre, e tutti e tre, pur funzionando correttamente, obbligavano ad una manutenzione ravvicinata e complessa, per dire sull'ultimo non potevo cambiare le pastiglie senza lo spurgo, perchè rimandare i pistoni a battuta faceva entrare aria.

    Certamente è possibile che ci sia un numero abbastanza grande di utenti soddisfatti, tu a quanto capisco sei uno di essi. Però il livello di lamentele è oggettivamente alto, una certa percentuale di difettosità ce l'hanno tutti, ma qua a me appare decisamente superiore alla soglia fisiologica.

    Sugli Hope non so che dire, salvo che conosco chi li ha presi in sostituzione dei Guide e ne è molto soddisfatto. Conosco anche qualcuno che ne aveva un paio su un muletto lasciato fermo al mare per cinque-sei anni, ha cambiato l'olio e son tornati a funzionare come nuovi.

    @slisser: continuano a montarli perchè le aziende che già si affidano a SRAM per la trasmissione (e magari a RockShox per le sospensioni ) ottengono prezzi migliori se restano "in casa" per i freni. Insomma, è tutta colpa del monocorona 🙂

    0
  88. sembola

    Ora ne penso esattamente quello che ne pensavo prima, che anche al netto di effetti statistici i freni SRAM mediamente non funzionano tanto bene.
    Io stesso ne ho avuti tre, e tutti e tre, pur funzionando correttamente, obbligavano ad una manutenzione ravvicinata e complessa, per dire sull'ultimo non potevo cambiare le pastiglie senza lo spurgo, perchè rimandare i pistoni a battuta faceva entrare aria.

    Certamente è possibile che ci sia un numero abbastanza grande di utenti soddisfatti, tu a quanto capisco sei uno di essi. Però il livello di lamentele è oggettivamente alto, una certa percentuale di difettosità ce l'hanno tutti, ma qua a me appare decisamente superiore alla soglia fisiologica.

    Sugli Hope non so che dire, salvo che conosco chi li ha presi in sostituzione dei Guide e ne è molto soddisfatto. Conosco anche qualcuno che ne aveva un paio su un muletto lasciato fermo al mare per cinque-sei anni, ha cambiato l'olio e son tornati a funzionare come nuovi.

    @slisser: continuano a montarli perchè le aziende che già si affidano a SRAM per la trasmissione (e magari a RockShox per le sospensioni ) ottengono prezzi migliori se restano "in casa" per i freni. Insomma, è tutta colpa del monocorona 🙂

    Imho a livello pubblicitario sta uscendo un disastro, se dovessi guadagnarmi da vivere vendendo biciclette offrirei a Sram qualche euro in piu', per avere gli impianti immuni da tutto per 4 anni .

    GUIDE vanno su bici abbastanza care secondo me qualche eurino per risolvere il problema in fretta potevano trovarlo.

    0
  89. sembola

    Ora ne penso esattamente quello che ne pensavo prima, che anche al netto di effetti statistici i freni SRAM mediamente non funzionano tanto bene.
    Io stesso ne ho avuti tre, e tutti e tre, pur funzionando correttamente, obbligavano ad una manutenzione ravvicinata e complessa, per dire sull'ultimo non potevo cambiare le pastiglie senza lo spurgo, perchè rimandare i pistoni a battuta faceva entrare aria.

    Certamente è possibile che ci sia un numero abbastanza grande di utenti soddisfatti, tu a quanto capisco sei uno di essi. Però il livello di lamentele è oggettivamente alto, una certa percentuale di difettosità ce l'hanno tutti, ma qua a me appare decisamente superiore alla soglia fisiologica.

    Sugli Hope non so che dire, salvo che conosco chi li ha presi in sostituzione dei Guide e ne è molto soddisfatto. Conosco anche qualcuno che ne aveva un paio su un muletto lasciato fermo al mare per cinque-sei anni, ha cambiato l'olio e son tornati a funzionare come nuovi.

    @slisser: continuano a montarli perchè le aziende che già si affidano a SRAM per la trasmissione (e magari a RockShox per le sospensioni ) ottengono prezzi migliori se restano "in casa" per i freni. Insomma, è tutta colpa del monocorona 🙂

    Si ,certo, sono uno di quelli soddisfatti, ripeto di avere subìto anche io anomalia, ma come ho gia' detto sono state sempre risolte .
    Il tuo discorso fila e lo condivido ,ma con l'esempio di Hope (che neanche io ho avuto il piacere di provare e possedere),un brand famoso e tra i piu' costosi ,intendevo dire ,nonostante l'alta qualita' produttiva ,il vanto qualitativo da anni di tantissimi utilizzatori , ora da un intervento viene affermato che non frenano.
    A me pare che tanti sparano anche accuse da non considerare ,non sono certo se ho reso l'idea.
    Poi ovviamente, un domani potrei anche stancarmi di sram e propendere per altra soluzione ,ma sarebbe piu' per il gusto del cambiamento e non per una necessita' .

    0
  90. ma c e un azieda italiana che ha sempre fatto dei freni di altissima qualita',in passato alcuni problemini legati ad alcune scele tecniche li hanno un po penalizzati, ma frenano da dio, costruzione e lavorazioni top, ora con i cura e i cura 4 grazie a dei accorgimenti sono riusciti ad abbassare i costi ed avere un prodotto qualita' prezzo assurdo, ancora stiamo a discutese su queste ciofeche di freni sram, made in tawain, compriamo prodotti italiani finche' e' possibile, valorizziamo il nostro paese cerchiamo di credere nei nostri prodotti e nelle nostre industrie, quelle che ancora sono rimaste tutte made in italy

    0
  91. Seby.c

    avevo visto un video su Youtube cercando le ho trovate su Ali….. 10euro al pezzo

    OK viste e mi pare ci siano anche su ebay.
    dubbi da chiarire:

    1) il modello da prendere per i guide rs 2015 (montato su Jeffsy mod. 2016) Dovrebbe essere il tipo long giusto?
    2) sempre su questo modello serve SRAM Tool Internals Guide Lever by SRAM o è inutile?
    3) se montassimo una molla più robusta?

    0
  92. mrslate

    OK viste e mi pare ci siano anche su ebay.
    dubbi da chiarire:

    1) il modello da prendere per i guide rs 2015 (montato su Jeffsy mod. 2016) Dovrebbe essere il tipo long giusto?
    2) sempre su questo modello serve SRAM Tool Internals Guide Lever by SRAM o è inutile?
    3) se montassimo una molla più robusta?

    Io chiedevo informazioni per questo,credo che per i Guide R modello base non serva Sram topo poi non so,i miei funzionano bene mai smontati mai fatta manutenzione dopo circa un anno di utilizzo.

    Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

    0
  93. Dici che risolverei i problemi di rumorosità ? Io ho sempre usato pastiglie organiche, fino ad oggi

    quando i freni sono bollenti è facile che compare qualche rumore, le attaccature delle razze al disco sono viola e blu?
    Precisiamo Io non ho SRAM GUIDE, di solito uso semi metalliche anteriore (perche' non ho trovato le metal per magura MT5) e metalliche dietro, domenica ho voluto montare le kevlar all'anteriore. Ad essere sincero le descrizioni delle pastiglie freno sui siti internet, a me sembrano sempre poco chiare, :nunsacci:razz:er capirne qualcosa compro e provo.:-)
    Sull'altra bici ho gli ELIXIR 7 con pastiglie sram semimetalliche sinterizzate, non direi che fanno troppo mo rumore.

    0
  94. Valtrompia1970

    Il problema del pompante che si blocca è stato risolto dal mio meccanico diminuendo il diametro del pompante in plastica usando la carta vetro. Fatto prima su dei Guide R e poi su dei Guide Ultimate e il problema non si è più presentato.

    Non mi sembra accettabile un freno che devo modificare perché progettato male… senza considerare che quanto fatto a mano con carta vetrata potrebbe risultare peggiorativo e pericoloso. È un freno nato male e tale rimane

    0
  95. Io dico la mia: vero, il deficit e' in quel pompante che per effetto della dilatazione si grippa nel corpo della leva.
    Basterebbe che Sram lo modifichi costruendolo con diverso materiale.
    Alla fine basterebbe disegnarlo copiandolo e ricavandolo dal pieno al cnc in lega di alluminio.
    Noi riusciamo a pensarlo, possibile che gli ingegneri sram non siano capaci a realizzarlo?

    0
  96. Oggi giretto lungo il fiume con la prole….. la bici è stata ferma e nonostante questo il freno posteriore oltre che rimanere una spugna, ha cominciato pure a ragliare come un mulo ad ogni minima pinzata.
    Sempre più disgustato

    Inviato dal mio iPhone utilizzando MTB-MAG.com

    0
  97. tricycle

    Non mi sembra accettabile un freno che devo modificare perché progettato male… senza considerare che quanto fatto a mano con carta vetrata potrebbe risultare peggiorativo e pericoloso. È un freno nato male e tale rimane

    Non è pericoloso…sono le guarnizioni che fanno tenuta non la parte in plastica.

    0
  98. Valtrompia1970

    Non è pericoloso…sono le guarnizioni che fanno tenuta non la parte in plastica.

    Non e' cosi' come tu pensi, e' l'alesaggio del pistone che ha zero tolleranza,il materiale costruttivo sensibile alla dilatazione produce l'effetto del grippaggio nella gola di alloggiamento .

    0
  99. francescoMTB1

    Non e' cosi' come tu pensi, e' l'alesaggio del pistone che ha zero tolleranza,il materiale costruttivo sensibile alla dilatazione produce l'effetto del grippaggio nella gola di alloggiamento .

    Comunque quello che penso mi ha portato a cambiare i Guide con gli Zee.

    0
  100. tricycle

    Comunque quello che penso mi ha portato a cambiare i Guide con gli Zee.

    Ottimi freni gli Zee , ne ho montati e provati anche diversi kit ad amici ,non danno problemi e sono soprattutto economici, personalmente pero' mi trovo attualmente soddisfatto dei miei code , ed ora da pochi giorni dei code rsc , non e' detto pero' che un giorno non propenda ad un cambiamento ed utilizzi altro marchio.
    Poi ognuno manifesta liberamente le proprie preferenze indubbiamente.;-)

    0
  101. francescoMTB1

    Io dico la mia: vero, il deficit e' in quel pompante che per effetto della dilatazione si grippa nel corpo della leva.
    Basterebbe che Sram lo modifichi costruendolo con diverso materiale.
    Alla fine basterebbe disegnarlo copiandolo e ricavandolo dal pieno al cnc in lega di alluminio.
    Noi riusciamo a pensarlo, possibile che gli ingegneri sram non siano capaci a realizzarlo?

    in effetti non e' cosi scontato che il problema sia il pistoncino della pompante.:-)

    Il liquido freno per definizione e' incomprimibile , se i pistoni nella pinza rimangono incastrati in posizione estesa, il pistoncino nella pompante non puo' ritornare nella posizione di riposo, per farlo la molla che lo spinge indietro dovrebbe vincere la tensione del liquido o avere la forza per liberare i pistoni nella pinza.

    0
  102. slisser

    in effetti non e' cosi scontato che il problema sia il pistoncino della pompante.:-)

    Il liquido freno per definizione e' incomprimibile , se i pistoni nella pinza rimangono incastrati in posizione estesa, il pistoncino nella pompante non puo' ritornare nella posizione di riposo, per farlo la molla che lo spinge indietro dovrebbe vincere la tensione del liquido o avere la forza per liberare i pistoni nella pinza.

    Tu pensi che la molla sia cosi' potente da poter liberare un pistoncino grippato nella sede?
    Vedi l’allegato 260848

    0
  103. francescoMTB1

    Tu pensi che la molla sia cosi' potente da poter liberare un pistoncino grippato nella sede?
    Vedi l’allegato 260848

    infatti la molla non puo' avere la forza per smuovere i pistoni grippati nella pinza e neppure la forza per vincere la tensione del liquido.
    l'ipotesi che i pistoni pinza possono gripparsi nella sede e' abbastanza plausibile, in tal caso il pistoncino nella pompante non avrebbe alcuna colpa, rimarrebbe fermo a metà strada non perchè si incastra, ma perche' risucchiato dal liquido .

    0
  104. slisser

    infatti la molla non puo' avere la forza per smuovere i pistoni grippati nella pinza e neppure la forza per vincere la tensione del liquido.
    l'ipotesi che i pistoni pinza possono gripparsi nella sede e' abbastanza plausibile, in tal caso il pistoncino nella pompante non avrebbe alcuna colpa, rimarrebbe fermo a metà strada non perchè si incastra, ma perche' risucchiato dal liquido .

    Non ho fatto riferimento ai pistoni della pinza , bensi' a quello del gruppo leva.

    0
  105. slisser

    @franz_quattro :razz:rost:
    di che materiale sono fatti i pistoncini ? non sembrano molto rifiniti .:nunsacci:

    I pistoncini sono rifiniti perfettamente , e' la foto che non rende ma hanno la parte di contatto pastiglia con gole di presa.
    I pistoni sono Fenolici ,cioe' composti organici che contengono almeno un gruppo fenolico e un gruppo carbossilico.

    0
  106. slisser

    quando i freni sono bollenti è facile che compare qualche rumore, le attaccature delle razze al disco sono viola e blu?
    Precisiamo io non ho SRAM GUIDE, di solito uso semi metalliche anteriore (perche' non ho trovato le metal per magura MT5) e metalliche dietro, domenica ho voluto montare le kevlar all'anteriore. Ad essere sincero le descrizioni delle pastiglie freno sui siti internet, a me sembrano sempre poco chiare, :nunsacci:razz:er capirne qualcosa compro e provo.:-)
    Sull'altra bici ho gli ELIXIR 7 con pastiglie sram semimetalliche sinterizzate, non direi che fanno troppo mo rumore.

    Il rumore (quando lo fanno) lo fanno anche da freddi, a volte solo da freddi, dipende;
    Ho appena sostitutito le organiche Alligator con le Var, sempre organiche, che avevo acquistato a suo tempo; ho anche provato a fare il rodaggio (una ventina di frenate , ect)
    Nei prossimi giorni vediamo se cambia qualcosa
    I dischi non mi sembrano "cotti" , ed al tatto sono lisci (ho dato una sgrassata ulteriore anche a loro)
    Vediamo

    0
  107. francescoMTB1

    La circonferenza esterna e' perfettamente Levigata ,sono costruiti in originale per lo specifico delle pinze che utilizzi su cui vai a sostituirli.
    Non hanno errori o inesattezze se e' questo a preoccuparti.
    E ti aggiungo , sono uguali a quelli di altri brand , ad eccezione di chi utilizza alluminio .

    Io sono abbastanza convinto che per 20 euro valga la pena sostituire pistoni, quad ring e procedere quindi con una revisione dei freni. (senza limare nulla naturalmente) pero' la bici non e' mia, se il socio ha paura di buttare inutilmente 20 euri, posso fare a meno del kit .

    0
  108. slisser

    Io sono abbastanza convinto che per 20 euro valga la pena sostituire pistoni, quad ring e procedere quindi con una revisione dei freni. (senza limare nulla naturalmente) pero' la bici non e' mia, se il socio ha paura di buttare inutilmente 20 euri, posso fare a meno del kit .

    Se i pistoni della pinza non si vanno a grippare e scorrono bene o male ,e' sufficiente solo farli fuoriuscire ,smontare i quad-ring ,pulire la pinza e lubrificare i quad-ring con lo stesso olio del circuito o grasso DOT specifico, riassemblare ,fondamentale invece sostituire il kit gruppo leva , poi immettere olio nuovo e spurgare .
    Ed esiste anche il solo kit quad-ring per la pinza.

    0
  109. Il rumore (quando lo fanno) lo fanno anche da freddi, a volte solo da freddi, dipende;
    Ho appena sostitutito le organiche Alligator con le Var, sempre organiche, che avevo acquistato a suo tempo; ho anche provato a fare il rodaggio (una ventina di frenate , ect)
    Nei prossimi giorni vediamo se cambia qualcosa
    I dischi non mi sembrano "cotti" , ed al tatto sono lisci (ho dato una sgrassata ulteriore anche a loro)
    Vediamo

    Prima uscita e zero rumori, frenata ok
    Mi viene un dubbio; siccome io dopo ogni uscita spruzzo dello sgrassante per dischi sul gruppo pinza/pastiglie, coinvolgendo anche parte del disco, non è che è questo prodotto che mi fa fischiare i freni ?
    Proverò a non usarlo e vediamo cosa succede

    Domanda : che tipo di pulizia periodica fate alle pinze/dischi ? usate prodotti specifici ? date solo una soffiata col compressore ?

    grazie

    0
  110. Prima uscita e zero rumori, frenata ok
    Mi viene un dubbio; siccome io dopo ogni uscita spruzzo dello sgrassante per dischi sul gruppo pinza/pastiglie, coinvolgendo anche parte del disco, non è che è questo prodotto che mi fa fischiare i freni ?
    Proverò a non usarlo e vediamo cosa succede

    Domanda : che tipo di pulizia periodica fate alle pinze/dischi ? usate prodotti specifici ? date solo una soffiata col compressore ?

    grazie

    Sulla pinza freni solo aria compressa, un pulitore per dischi solo e sempre sui dischi.

    0
  111. franz_quattro

    Io sono ancora più drastico,
    niente aria compressa e pulitori vari

    sulle pinze, solo acqua saponata e alcol isopropilico
    sui dischi solo ed esclusivamente alcol isopropilico

    …… 😉 e spendiamole queste dieci € di spray pulitore dischi ….non facciamo a vedere ,che poi dicono che siamo Italiani,siamo pirchi e tirati….:-)

    0
  112. i guide li puoi pulire tutte le volte che vuoi, sprecando e inquinando quanto vuoi, li puoi lavare pure con l acqua santa, tanto non frenano una cippa uguale e daranno sempre gli stessi problemi di pistoncini pigri e surriscaldamento. l unica soluzione e' comprare altri freni

    0
  113. pavlinko80

    i guide li puoi pulire tutte le volte che vuoi, sprecando e inquinando quanto vuoi, li puoi lavare pure con l acqua santa, tanto non frenano una cippa uguale e daranno sempre gli stessi problemi di pistoncini pigri e surriscaldamento. l unica soluzione e' comprare altri freni

    …A volte , non sempre, nelle indicazioni,e' previsto anche a causa di intolleranza biker-freni… di sostituire il biker ! ;-):razz:rost:

    0
  114. Prezzo a parte, dici che non è indicato sulle pinze/pastiglie?

    Grazie

    Personalmente sulla pinza soffio solo con aria compressa.
    Nel caso solo che si possa ungere di olio dot in fase di spurgo o per anomalie ,smonto,lavo con acqua ,revisiono e per ultimo pulisco l'intera pinza con detto spray, ma nelle manutenzioni di pulizia che andrebbero effettuate dopo ogni uscita no, solo aria e/acqua per lavare un infangamento e mai con idropulitrici .
    I dischi invece ,specialmente se si smontano le ruote per il trasporto in auto, per una possibile manipolazione zona disco a mani nude (la nostra pelle emana grasso/sudore) quelli si ,anche una superficiale passata di spray la effettuo.

    0
  115. francescoMTB1

    Personalmente sulla pinza soffio solo con aria compressa.
    Nel caso solo che si possa ungere di olio dot in fase di spurgo o per anomalie ,smonto,lavo con acqua ,revisiono e per ultimo pulisco l'intera pinza con detto spray, ma nelle manutenzioni di pulizia che andrebbero effettuate dopo ogni uscita no, solo aria e/acqua per lavare un infangamento e mai con idropulitrici .
    I dischi invece ,specialmente se si smontano le ruote per il trasporto in auto, per una possibile manipolazione zona disco a mani nude (la nostra pelle emana grasso/sudore) quelli si ,anche una superficiale passata di spray la effettuo.

    Ok, grazie per i suggerimenti
    A presto

    0
  116. francescoMTB1

    Pure? :nunsacci:Adesso non solo gli Sram,ma e' il turno degli Hope che neanche loro frenano………….e domani il turno di chi sara' ?
    @sembola ,…ora cosa ne pensi? 😉

    Beh, intanto i guide non mi sembra che godano di una buona reputazione, tant'è che ne avete fatto un articolo…e mi sembra che neanche l' eagle 12v sia esente da critiche, visto che immagino tu ti riferisca alle osservazioni fatte nel test della Reign.Cosa vuoi che ti dica, hope ne ho provati più di qualcuno e ho riscontrato una potenza piuttosto modesta.Sicuramente sensazione alla leva molto solida, regolare nel funzionamento, ma nulla più.Un mio amico ultimamente sul dh gli ha tolti, si sfondava le mani.Poi se tutti quelli che ho provato io erano sfortunati non so che dire.

    0
  117. pablos

    Beh, intanto i guide non mi sembra che godano di una buona reputazione, tant'è che ne avete fatto un articolo…e mi sembra che neanche l' eagle 12v sia esente da critiche, visto che immagino tu ti riferisca alle osservazioni fatte nel test della Reign.Cosa vuoi che ti dica, hope ne ho provati più di qualcuno e ho riscontrato una potenza piuttosto modesta.Sicuramente sensazione alla leva molto solida, regolare nel funzionamento, ma nulla più.Un mio amico ultimamente sul dh gli ha tolti, si sfondava le mani.Poi se tutti quelli che ho provato io erano sfortunati non so che dire.

    Non capisco il tuo intervento,… d'accordo , i guide saranno pure molto lamentati , ma sono sempre i piu' venduti e sempre di piu' quelli che non effettuano una giusta e frequente manutenzione, dovuta pure per il dot , c'e' anche chi ha declassato i cura, gli hope ,gli shimano .i…..
    insomma c'e' n'e'e' di roba da leggere …
    A me vanno bene , saro' pur padrone di esprimere il mio grado di verifica e soddisfazione oppure pensi che debba assoggettarmi ad una moda globale ?

    0
  118. francescoMTB1

    Non capisco il tuo intervento,… d'accordo , i guide saranno pure molto lamentati , ma sono sempre i piu' venduti e sempre di piu' quelli che non effettuano una giusta e frequente manutenzione, dovuta pure per il dot , c'e' anche chi ha declassato i cura, gli hope ,gli shimano .i…..
    insomma c'e' n'e'e' di roba da leggere …
    A me vanno bene , saro' pur padrone di esprimere il mio grado di verifica e soddisfazione oppure pensi che debba assoggettarmi ad una moda globale ?

    I guide sono venduti, anzi messi come primo montaggio, perché costano poco e fanno cagare.
    Io li ho sostituiti dopo tre mesi che ho comprato la bici; ho preso i Cura che sono la traduzione della parola Freno!

    Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

    0
  119. Andrea#11

    I guide sono venduti, anzi messi come primo montaggio, perché costano poco e fanno cagare.
    Io li ho sostituiti dopo tre mesi che ho comprato la bici; ho preso i Cura che sono la traduzione della parola Freno!

    Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

    Caso strano, quelli che li smembrano dalle bici nuove e li vendono a quattro soldi trovano subito il compratore e lamentele non se ne evincono…
    Il buono il bello ed il cattivo e quelli che fanno cagare siamo noi che li stabiliamo quali siano.
    Ottimi freni i cura per carita', ma sai invece quanti ve ne sono che si lamentano anche li'?

    0
  120. mi allaccio a questa discussione in ritardo ma potrebbe servirei in futuro a qualcuno. Dire che i freni Sram guide non frenino mi pare una eresia, non credo che mettano in commercio qualcosa che vada contro la sicurezza….. Possono non piacere ma dire "non frenano" e decantare le doti di altri mi sembra una discussione sterile. Ho avuto anch'io tre tipi di freni: Formula T1, Xtr trail e Sram guide. Tanto per citare i difetti i Formula lunghi da spurgare, perdita di olio dai registri FCS e dalla membrana posteriore di un pompante, Xtr registro distanza pastiglie inesistente, dopo 2 anni cominciano a fischiare anche se le pastiglie sono cambiate da poco e la tolleranza del disco rientra nei limiti, Sram guide rcs e un ultimate con il noto problema al pistoncino del pompante…. Due bici su 2 in assistenza(garanzia) per "pigrizia" rientrati hanno cominciato a fischiare il posteriore su entrambe le bici. Premessa era la prima versione con spurgo laterale anteriore con pistoncini tutti e 4 identici mentre la nuova versione con il raccordo sram bleed edge sono silenziosi….. Quali preferisco dei tre? sicuramente i Sram guide modulabili potenti ed instancabili anche in discese lunghe. Ovvio sono a 4 pistoncini…… gli altri a 2. Ma veniamo al cilidretto di materiale plastico che non è ne teflon ne acetato… leggendo in giro ho scoperto che la tolleranza varia e per evitare che grippino. Avevo comprato su un noto sito di vendita online 2 coppie e 3su 4 mi sono arrivati grippati. Praticamente schiacciando la leva si spingeva il pistoncino che non tornava indietro. per arretrarlo dovevo far leva con le pastiglie. Non li ho rinviati indietro perché costavano come le sole pinze ed eventualmente li avrei usati come ricambi…. allora ho fatto una prova smontato il tutto e messo al tornio il cilindretto limando 1decimo e mezzo. rimontato e spurgato funziona tutto perfettamente. quindi non c'è bisogno di comprare a parte il kit ma basta limare l'eccedenza. chi non avesse un tornio basta anche un mandrino da trapano ed aiutandosi con della carta smeriglio assottigliare le tre parti incriminate. quelle alla stessa altezza….. il cilindro fa solo da guida ma la tenuta è data dai due u-cups quindi nessun problema di precisione assoluta nel diminuire il diametro.

    0
  121. se qualcuno desidera qualche consiglio tecnico mi scriva pure. Ho anche accorciato i tubi dei freni riutilizzando ogiva e puntale tubo…. questo è a discrezione di chiunque farlo ma a me funziona… Bisogna mettere sul fuoco l'ogiva sciogliendo la plastica-gomma in modo di non rovinare nulla. Una volta estratta, aiutandomi con una punta da trapano del 5 e una bussola ho riallargato l'ogiva e prima di estrarla l'ho passata sul trapano per levigarla la superfice inserito ogiva nel tubo e puntale. ingrassato tutto e riavviato. L'ogiva ha uno schiacciamento minimo quindi una volta si può riutilizzare. Non e un obbligo ma se qualcuno ha emergenza… alcune foto del lavoro

    0
  122. un'ultima cosa…… sul costo del materiale d'uso. Le pastiglie alettate dell' xtr costano….. tra i 18-20€. Sulla Baia ho, per pura prova, comprato delle pastiglie cinesi(a me arrivano in 21gg) del costo 5,69 4 coppie……. le ho provate e devo dire che sono ottime….. frenano non fischiano, unica cosa la molletta è più spessa ma io uso l'originale, ed anche se la durata fosse inferiore alle pastiglie di serie (le sto usando da un pò) per il costo ne vale la pena…….

    0
  123. macbond

    se qualcuno desidera qualche consiglio tecnico mi scriva pure. Ho anche accorciato i tubi dei freni riutilizzando ogiva e puntale tubo…. questo è a discrezione di chiunque farlo ma a me funziona… Bisogna mettere sul fuoco l'ogiva sciogliendo la plastica-gomma in modo di non rovinare nulla. Una volta estratta, aiutandomi con una punta da trapano del 5 e una bussola ho riallargato l'ogiva e prima di estrarla l'ho passata sul trapano per levigarla la superfice inserito ogiva nel tubo e puntale. ingrassato tutto e riavviato. L'ogiva ha uno schiacciamento minimo quindi una volta si può riutilizzare. Non e un obbligo ma se qualcuno ha emergenza… alcune foto del lavoro

    Ti rammento pero', che una ogiva terminale di raccordo guaina freno gruppo leva, una volta eseguita la stretta con i valori dinamometrici necessari a garantirne la tenuta , e si parla di ben 8Nm , la subisce eccome una significativa deformazione.
    Con tutto il lavoro che hai fatto ,bravo per l'impegno, non penso che tu pero' possa garantirti una precisione di recupero della stessa con certezza.

    0
  124. francescoMTB1

    Ti rammento pero', che una ogiva terminale di raccordo guaina freno gruppo leva, una volta eseguita la stretta con i valori dinamometrici necessari a garantirne la tenuta , e si parla di ben 8Nm , la subisce eccome una significativa deformazione.
    Con tutto il lavoro che hai fatto ,bravo per l'impegno, non penso che tu pero' possa garantirti una precisione di recupero della stessa con certezza.

    come ho specificato è a discrezione….. l'unico problema sarebbe la perdita d'olio… ma la tenuta è perfetta. A riprova della poca deformazione dell'ogiva è il fatto che la punta da 5mm fa poca fatica ad entrare nell'ogiva….. comunque concordo nel fatto che nuova è sicuramente meglio…. e mette al sicuro da eventuali problemi…

    0
  125. slisser

    Hai comprato due coppie di freni usati? arrivati grippati ? ho capito bene ?

    volevo sostituire i guide tornati dall'assistenza (per me e la mia compagna) che fischiavano, sulle mie bici, senza tregua avendole provate tutte… su 2 altre bici avevo già la versione aggiornata dei Guide src che andavano bene. Su questo sito ho ordinato 2 coppie di freni anteriori perché avevo due tubi Avid-Sram lunghi da alcuni anni e inutilizzati. Lo sconto era buono ma era solo per i freni anteriori….. Sono nuovi ma arrivati 3 su 4 grippati. Ho dovuto metterci mano io……

    0
  126. macbond

    volevo sostituire i guide tornati dall'assistenza (per me e la mia compagna) che fischiavano, sulle mie bici, senza tregua avendole provate tutte… su 2 altre bici avevo già la versione aggiornata dei Guide src che andavano bene. Su questo sito ho ordinato 2 coppie di freni anteriori perché avevo due tubi Avid-Sram lunghi da alcuni anni e inutilizzati. Lo sconto era buono ma era solo per i freni anteriori….. Sono nuovi ma arrivati 3 su 4 grippati. Ho dovuto metterci mano io……

    Potevi avvalerti del reso e della sostituzione in garanzia, non ci hai pensato?

    0
  127. francescoMTB1

    Potevi avvalerti del reso e della sostituzione in garanzia, non ci hai pensato?

    Certo ma tra spedizioni probabili se non impossibili discussioni ho preferito metterci mano io visto il costo del freno completo costava come la sostituzione della sola pinza… in più c'erano anche le viti in titanio. Sicuramente se non sapevo come fare avrei fatto di tutto per fare il reso visto che avevo pagato con PayPal

    0
  128. macbond

    Certo ma tra spedizioni probabili se non impossibili discussioni ho preferito metterci mano io visto il costo del freno completo era come la sostituzione della sola pinza… in più c'erano anche le viti in titanio. Sicuramente se non avessi saputo come fare avrei fatto di tutto per fare il reso visto che avevo pagato con PayPal

    Bhe' se hai risolto che ben venga dunque.

    0
  129. francescoMTB1

    Non e' cosi' come tu pensi, e' l'alesaggio del pistone che ha zero tolleranza,il materiale costruttivo sensibile alla dilatazione produce l'effetto del grippaggio nella gola di alloggiamento .

    Ma parli dell'alesaggio del cilindro o del diametro del pistone? Quello che intendo io è che se riduci di pochissimo il diametro del pistone hai risolto il problema, in quanto dilatandosi con il caldo non va più a bloccarsi all'interno del cilindro.

    0
  130. pavlinko80

    ma c e un azieda italiana che ha sempre fatto dei freni di altissima qualita',in passato alcuni problemini legati ad alcune scele tecniche li hanno un po penalizzati, ma frenano da dio, costruzione e lavorazioni top, ora con i cura e i cura 4 grazie a dei accorgimenti sono riusciti ad abbassare i costi ed avere un prodotto qualita' prezzo assurdo, ancora stiamo a discutese su queste ciofeche di freni sram, made in tawain, compriamo prodotti italiani finche' e' possibile, valorizziamo il nostro paese cerchiamo di credere nei nostri prodotti e nelle nostre industrie, quelle che ancora sono rimaste tutte made in italy, un po di patriottismo cavolo, tiriamolo fuori.

    Mi permetto sommessamente di ricordare che l'azienda italiana in questione la prima volta che si è misurata con il mondo del primo montaggio, sul terreno dei Guide per intenderci, ha prodotto freni di qualità tutto meno che altissima. E anche che molte parti dei freni (e delle forcelle) provengono proprio da TW, unico paese dove esiste una qualità sufficiente per certe lavorazioni (lo dice il direttore commerciale dell'azienda in questione https://www.pinkbike.com/news/from-the-top-formulas-giacomo-becocci.html)

    slisser

    Io sono abbastanza convinto che per 20 euro valga la pena sostituire pistoni, quad ring e procedere quindi con una revisione dei freni. (senza limare nulla naturalmente) pero' la bici non e' mia, se il socio ha paura di buttare inutilmente 20 euri, posso fare a meno del kit .

    E' quello che penso anche io e che a suo tempo ho fatto sugli Elixir che avevo sulla Reign. Soprattutto il miglioramento è nella lubrificazione corretta dei quadring

    0
  131. sembola

    Mi permetto sommessamente di ricordare che l'azienda italiana in questione la prima volta che si è misurata con il mondo del primo montaggio, sul terreno dei Guide per intenderci, ha prodotto freni di qualità tutto meno che altissima. E anche che molte parti dei freni (e delle forcelle) provengono proprio da TW, unico paese dove esiste una qualità sufficiente per certe lavorazioni (lo dice il direttore commerciale dell'azienda in questione https://www.pinkbike.com/news/from-the-top-formulas-giacomo-becocci.html)

    E' quello che penso anche io e che a suo tempo ho fatto sugli Elixir che avevo sulla Reign. Soprattutto il miglioramento è nella lubrificazione corretta dei quadring

    Sì però adesso i cura hanno lo stesso prezzo (almeno il prezzo che vediamo noi dei freni in vendita per noi comuni mortali) dei guide e nessuna nuova bici li monta di serie.
    Probabilmente le cose cambieranno solo quando qualche tester di qualche rivista/sito ci lascerà qualche dente per via del pistone bloccato.

    Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

    0
  132. ginogino

    Sì però adesso i cura hanno lo stesso prezzo (almeno il prezzo che vediamo noi dei freni in vendita per noi comuni mortali) dei guide e nessuna nuova bici li monta di serie.

    Il prezzo dell'aftermarket non ha nulla a che vedere con quello dell'OEM. Senza contare le economie di scala con il resto della componentistica.

    0
  133. pavlinko80

    sram , i freni non li sa fare, basta aprire una pompa e vedere come e' stata progettata, e con che materiali , formula e shimano non fanno schifezze simili

    Ok ci puo' anche stare , ma segue poi di default una domanda: tu sai manutentarli e frenare usandoli? Non perche' certe affermazioni poi sanno di accanimento personale…
    Io l'ho detto piu' volte in varie occasioni, ho subìto anche io problematiche ma ho imparato a superarle ,tu ci hai provato ?
    Se non ti sei impegnato nel farlo e' indice di disinteresse da parte tua ,… poi vedasi le discussioni sempre aperte dei marchi che tu citi e desumene che anche se inferiori le problematiche esistono anche li'.
    Forse se ne parla di meno in quanto godono di minore diffusione commerciale, ma se ne parla eccome .

    0
  134. francescoMTB1

    Ok ci puo' anche stare , ma segue poi di default una domanda: tu sai manutentarli e frenare usandoli? Non perche' certe affermazioni poi sanno di accanimento personale…
    Io l'ho detto piu' volte in varie occasioni, ho subìto anche io problematiche ma ho imparato a superarle ,tu ci hai provato ?
    Se non ti sei impegnato nel farlo e' indice di disinteresse da parte tua ,… poi vedasi le discussioni sempre aperte dei marchi che tu citi e desumene che anche se inferiori le problematiche esistono anche li'.
    Forse se ne parla di meno in quanto godono di minore diffusione commerciale, ma se ne parla eccome .

    nessun accanimento, se si paga una mtb molti soldi, montata con un impianto frenanante che costa molto come il guide rs, pretendo di non dover smontare e smanettare ogni tre uscite con i pistoncini , o surriscaldamento e spurghi, senza contare il tempo che stai senza usar la bici per gli interventi in garanzia di questi guide, se pago molto esigo un prodotto affidabile e di qualita'!!! e non robetta con pompanti di plastica che si deformano al sole, c e modo e modo di prendere in giro la gente, tutto qua

    0
  135. @franz_quattro

    Non volevo insinuare che sembola stesse denigrando Formula.

    @sembola

    Il confronto dei prezzi cura/guide, l'ho fatto in base al prezzo dei componenti venduti come aftermarket e infatti ho precisato per quello che ne sappiamo, il costo per volumi, dei componenti oem a quanto vengano venduti non lo conosciamo.

    Non capisco, comunque, visto che i difetti di questi freni, su un componente così fondamentale, siano ampiamente riconosciuti e nonostante ciò continuano a montarli come primo equipaggiamento.

    Se il governo, riesce davvero a modificare la legge delle class-action, come riportano i giornali, fare una class-action sarebbe più facile per noi utenti.

    0
  136. Valtrompia1970

    Non sono ing. ma di idraulica qualcosa ne so, e se vai a vedere la foto di chi ha postato lo spaccato del pompante forse lo capisci

    Sicuramente te ne intendi, ci mancherebbe. Dico soltanto che se devo acquistare un freno per essere ing. o chiamare un esperto che ci metta mano… forse sto sbagliando qualcosa… o me lo regalano, oppure mi aspetto che gli ing. ci siano in SRAM e i freni funzionino.
    Poi ognuno è libero di pensarla come meglio crede

    0
  137. francescoMTB1

    Ok ci puo' anche stare , ma segue poi di default una domanda: tu sai manutentarli e frenare usandoli? Non perche' certe affermazioni poi sanno di accanimento personale…
    Io l'ho detto piu' volte in varie occasioni, ho subìto anche io problematiche ma ho imparato a superarle ,tu ci hai provato ?
    Se non ti sei impegnato nel farlo e' indice di disinteresse da parte tua ,… poi vedasi le discussioni sempre aperte dei marchi che tu citi e desumene che anche se inferiori le problematiche esistono anche li'.
    Forse se ne parla di meno in quanto godono di minore diffusione commerciale, ma se ne parla eccome .

    Cosa vogliamo dire, che da clienti oltre che comprare i prodotti dovremmo accettare di comprare anche le “problematiche”? Io non ci sto’, scusate

    0
  138. tricycle

    Cosa vogliamo dire, che da clienti oltre che comprare i prodotti dovremmo accettare di comprare anche le “problematiche”? Io non ci sto’, scusate

    Di lavoro non progetto freni ma faccio altro e nel tempo libero preferisco andare in mtb o fare ciò che mi piace piuttosto che dimostrare di saper risolvere i problemi dei fornitori

    0
  139. tricycle

    Cosa vogliamo dire, che da clienti oltre che comprare i prodotti dovremmo accettare di comprare anche le “problematiche”? Io non ci sto’, scusate

    No, forse mi sono spiegato male e tu hai capito male, ognuno fa le proprie scelte, a me garbano e per mia passione e disponibilita' mi piace lavorarci su in garage , capire e saperli usare, ma non ho detto che ti debba assumerti i problemi derivanti. Se leggi ed hai seguite altre discussioni non ho mai asserito di essere stato personalmente non interessato da problemi a tal modo che in poche occasioni ho dovuto optare, solo quando necessario, la richiesta di sostituzione in e fuori garanzia anche e concessa da amg.
    Te ne cito una: ieri sera arriva un biker, scarica la sua front da millemila€, un semiprofessionista che dice che corre ma dove non si sa, montava freni guide, chiede sostituzione pastiglie, solo, le guardiamo e credimi ci voleva il micron x misurare lo spessore, dischi rigati, gli chiedo perche' arrivato a quel punto, lui risponde "sempre cosi' da nuovi e' il terzo kit pastiglie che consumo cosi' ,le cambio e vado senza problemi, uso la mtb 4 volte a settimana…." gli faccio notare che i dischi sono da buttare via, 1,3 di spessore, tocco le leve vanno a pacco, gli dico qui devi sostituire l'olio, risponde " mai fatto e vanno bene…..
    Ora ti chiedo : secondo te e' uno che ha culo oppure uno che se ne frega di manutenzione e sicurezza? Poi, se si schianta da qualche parte, cosa andiamo a raccontare secondo te sul conto di sram? Che i freni fanno schifo o e' il biker che e' uno……[email protected]@@@….. sai quanti ce ne sono cosi'…..

    0
  140. francescoMTB1

    No, forse mi sono spiegato male e tu hai capito male, ognuno fa le proprie scelte, a me garbano e per mia passione e disponibilita' mi piace lavorarci su in garage , capire e saperli usare, ma non ho detto che ti debba assumerti i problemi derivanti. Se leggi ed hai seguite altre discussioni non ho mai asserito di essere stato personalmente non interessato da problemi a tal modo che in poche occasioni ho dovuto optare, solo quando necessario, la richiesta di sostituzione in e fuori garanzia anche e concessa da amg.
    Te ne cito una: ieri sera arriva un biker, scarica la sua front da millemila€, un semiprofessionista che dice che corre ma dove non si sa, montava freni guide, chiede sostituzione pastiglie, solo, le guardiamo e credimi ci voleva il micron x misurare lo spessore, dischi rigati, gli chiedo perche' arrivato a quel punto, lui risponde "sempre cosi' da nuovi e' il terzo kit pastiglie che consumo cosi' ,le cambio e vado senza problemi, uso la mtb 4 volte a settimana…." gli faccio notare che i dischi sono da buttare via, 1,3 di spessore, tocco le leve vanno a pacco, gli dico qui devi sostituire l'olio, risponde " mai fatto e vanno bene…..
    Ora ti chiedo : secondo te e' uno che ha culo oppure uno che se ne frega di manutenzione e sicurezza? Poi, se si schianta da qualche parte, cosa andiamo a raccontare secondo te sul conto di sram? Che i freni fanno schifo o e' il biker che e' uno……[email protected]@@@….. sai quanti ce ne sono cosi'…..

    Certo che hai ragione in questo caso e la mia risposta aveva un senso generico.
    La mia intenzione è di riportare le responsabilità ai giusti livelli. Poi Altra cosa è se accettiamo difetti e magari siamo in grado di risolverli. Basta esser consapevoli che sempre di difetti si tratta e noi li abbiamo pagati

    0
  141. tricycle

    Certo che hai ragione in questo caso e la mia risposta aveva un senso generico.
    La mia intenzione è di riportare le responsabilità ai giusti livelli. Poi Altra cosa è se accettiamo difetti e magari siamo in grado di risolverli. Basta esser consapevoli che sempre di difetti si tratta e noi li abbiamo pagati

    Vero.
    Ot? La dico:
    Anni '75 circa, eravamo una banda di scalmanati con le grazielle, tutte pimpate con i manubri ricoperti di pellicciotto di coniglio che ci regalavano i macellai,scorrazzavamo nelle cave abbandonate, suii passava dal ciclista che con 50lire ci spenbellava la catena con fetido misvcuglio di olio e nafta, freni vbrake primordiali, li modificavamo alle molle rendendoli piu' aggressivi, ma non frenavano mai bene, cavetti d'acciao tesi come corde di violino, ma non frenavano mai abbastanza, qualcuno modificava con freni da strada, io ricordo che montai i pattini telati, le prime frenate inauditamente potenti poi non piu' ,risultato pista frenante dei cerchi lisciata, non esistevano le garanzie, non esisteva il forum eppure eravamo tutti pimpatamente felici ! 😉

    0
  142. Io non "scredito" proprio nessuno, mi sono limitato a riportare dei fatti. I fatti non sono "di parte", sono fatti e basta.

    Sono talmente "di parte" per SRAM che su quattro bici (anzi, cinque) che attualmente posseggo, di questa azienda ho solo un deragliatore comperato usato sul mercatino del Forum :spetteguless: Di freni ne ho avuti tre, un Juicy che funzionava benissimo (guarda caso progettato da Formula come raccontato nell' intervista di PinkBike) e due Elixir con i quali ho dovuto combattere non poco. E siccome il gatto che si è scottato sulla stufa calda giustamente non vuole sedersi più sulla stufa anche quando è spenta, di freni SRAM se posso non ne voglio più sapere.

    0
  143. ginogino

    Il confronto dei prezzi cura/guide, l'ho fatto in base al prezzo dei componenti venduti come aftermarket e infatti ho precisato per quello che ne sappiamo, il costo per volumi, dei componenti oem a quanto vengano venduti non lo conosciamo.

    L'intervista già citata fornisce degli spunti interessanti, Becocci parla di 150.000 impianti e si trattava solo di Specialized e non di tutti i modelli.

    ginogino

    Non capisco, comunque, visto che i difetti di questi freni, su un componente così fondamentale, siano ampiamente riconosciuti e nonostante ciò continuano a montarli come primo equipaggiamento.

    Monto probabilmente perchè il livello di "difettosità" è molto più alto rispetto a quello di analoghi ma comunque globalmente basso, e quindi accettabile sia per il produttore che per chi li monta in un'ottica di costi/benefici.

    ginogino

    Se il governo, riesce davvero a modificare la legge delle class-action, come riportano i giornali, fare una class-action sarebbe più facile per noi utenti.

    Le cause civili si fanno quando si sono subiti dei danni, effettivi e dimostrabili, e questo in qualsiasi sistema giuridico. Nel nostro sistema giuridico poi non sono i giurati a decidere a maggioranza in base alla "probabilità" dellla tesi del ricorrente, ma un giudice in base al fatto ed al diritto.

    0
  144. sembola

    L'intervista già citata fornisce degli spunti interessanti, Becocci parla di 150.000 impianti e si trattava solo di Specialized e non di tutti i modelli.

    Monto probabilmente perchè il livello di "difettosità" è molto più alto rispetto a quello di analoghi ma comunque globalmente basso, e quindi accettabile sia per il produttore che per chi li monta in un'ottica di costi/benefici. Un po' meno accettabile per noi utenti 🙁

    Le cause civili si fanno quando si sono subiti dei danni, effettivi e dimostrabili, e questo in qualsiasi sistema giuridico. Nel nostro sistema giuridico poi non sono i giurati a decidere a maggioranza in base alla "probabilità" dellla tesi del ricorrente, ma un giudice in base al fatto ed al diritto.
    Questo per dire che ho grossi dubbi che una causa, individuale o collettiva, abbia molto senso sia da un punto di vista formale che sostanziale.

    Giustissimo, anche perche' ,nel Belpaese, un Giudice, che si porta a casa un minimo sindacale da 7000€ mensili,intoccabile, puo' fare e disporre quel che gli pare senza che nessuno lo possa far nulla,e se non ti sta bene quanto ha Sentenziato… tutto al piu' quel che resta e' l'Appello e la Cassazione oltre al Consiglio di Stato ,e quando ci arrivi e se ci arrivi e' gia' tutto Prescritto …. "Campa Cavallo……"

    0
  145. francescoMTB1

    Giustissimo, anche perche' ,nel Belpaese…

    Nel civile è molto difficile arrivare alla prescrizione, visto che si parla di venti anni.

    Ma il punto è che devi aver comunque subito un danno e dimostrarlo. Se riesci a convincere un giudice (o in altre giurisdizioni, la maggioranza di un gruppo di cittadini) che stare senza un giocattolo per tre settimane in attesa della sostituzione in garanzia di un freno rappresenta un "danno" che va compensato ok, io ho più di qualche dubbio in proposito.

    0
  146. sembola

    Nel civile è molto difficile arrivare alla prescrizione, visto che si parla di venti anni.

    Ma il punto è che devi aver comunque subito un danno e dimostrarlo. Se riesci a convincere un giudice (o in altre giurisdizioni, la maggioranza di un gruppo di cittadini) che stare senza un giocattolo per tre settimane in attesa della sostituzione in garanzia di un freno rappresenta un "danno" che va compensato ok, io ho più di qualche dubbio in proposito.

    Un danno???:!:
    la mtb non e' una lavatrice, gara o allenamento si rimane comunque in ambito racing, imho e' gia' un miracolo che sram riconosce la garanzia

    Secondo me i ragazzi che praticano il motocross di fronte allo stesso problema smontano riparano e si dimenticano di riferire a qualcuno d'aver messo mano alla pinza del freno.

    0
  147. slisser

    Un danno???:!:

    Se si parla di cause, individuali o collettive che siano, deve esserci stato un danno di qualche tipo. Per come la vedo io è molto improbabile.

    slisser

    la mtb non e' una lavatrice, gara o allenamento si rimane comunque in ambito racing, imho e' gia' un miracolo che sram riconosce la garanzia

    Il fatto che una mtb non sia una lavatrice non è rilevante da questo punto di vista, sia da un punto di vista formale che pratico.

    Da un punto di vista formale il Codice del Consumo stabilisce che i prodotti devono essere "…conformi alla descrizione fatta dal venditore e possiedono le qualita’ del bene che il venditore ha presentato al consumatore come campione o modello" e presentare "la qualita’ e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore puo’ ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante, in particolare nella pubblicita’ o sull’etichettatura". Per cui se mi vendi una mountain bike "da enduro" poi non puoi dirmi che non c'è garanzia perchè "ci hai fatto enduro".

    Da un punto di vista pratico negare la garanzia per "errato uso" è rischioso perchè è difficile da provare. Se io compero una lavatrice all'Unieuro e poi la adopero non per i panni di casa ma per la biancheria del B&B che ho al piano di sotto, come fai a dimostrarlo e a negarmi la garanzia?

    Il fatto che SRAM sostituisca i pompanti in garanzia senza battere ciglio la dice lunga.

    0
  148. sembola

    Per cui se mi vendi una mountain bike "da enduro" poi non puoi dirmi che non c'è garanzia perchè "ci hai fatto enduro".

    Il fatto che SRAM sostituisca i pompanti in garanzia senza battere ciglio la dice lunga.

    Boh secondo me la MTB e' un mezzo meccanico che lavora in condizioni piuttosto esasperate, servono manutenzione e cure abbastanza frequenti, mi meraviglia che qualcuno possa pensare, di stare due anni senza mettere mano alla cassetta dei ferri.

    Capisco il disappunto di tutti e' naturale che tra noi corra voce, meglio Shimano, meglio Formula, pero' mi sembra che il problema dei Guide si risolve con una banale manutenzione .

    0
  149. slisser

    Boh secondo me la MTB e' un mezzo meccanico che lavora in condizioni piuttosto esasperate, servono manutenzione e cure abbastanza frequenti, mi meraviglia che qualcuno possa pensare, di stare due anni senza mettere mano alla cassetta dei ferri.[
    Capisco il disappunto di tutti e' naturale che tra noi corra voce, meglio Shimano, meglio Formula, pero' mi sembra che il problema dei Guide si risolve con una banale manutenzione .

    Una cosa è la mancanza di manutenzione, che non a caso può dare luogo alla non prestazione della garanzia, un'altra è la presenza di difetti di progettazione o di costruzione. Mi pare difficile sostenere che la sostituzione del pompante sia un'operazione di manutenzione, meno che mai "banale" 😉

    0
  150. sembola

    Una cosa è la mancanza di manutenzione, che non a caso può dare luogo alla non prestazione della garanzia, un'altra è la presenza di difetti di progettazione o di costruzione. Mi pare difficile sostenere che la sostituzione del pompante sia un'operazione di manutenzione, meno che mai "banale" 😉

    il fatto che sostituiscano la pompa in garanzia, potrebbe significare che si fa prima a sostituire il pezzo piuttosto che aprire per sistemarlo.
    A proposito, mi servirebbe capire se sostituiscono soltanto la pompa, fanno qualcosa anche alla pinza? oo sostituiscono tutto??
    Abbiamo un Guide RS preso usato, che incomincia a perdere i colpi, non sappiamo se ancora in garanzia oppure no.

    0
  151. slisser

    il fatto che sostituiscano la pompa in garanzia, potrebbe significare che si fa prima a sostituire il pezzo piuttosto che aprire per sistemarlo.

    Quello è pacifico. Il punto però è che non si tratta di un malfunzionamento dovuto alla mancanza di manutenzione, ed è per questo che passano in garanzia senza colpo ferire. Del resto non mi risulta che esista alcun modello di nessuna marca pe ril quale sia prevista la ricostruzione del pompante come operazione di routine da fare periodicamente…

    slisser

    A proposito, mi servirebbe capire se sostituiscono soltanto la pompa, fanno qualcosa anche alla pinza? oo sostituiscono tutto??

    Questo non so dirtelo…

    0
  152. slisser

    @sembola Infatti non ho intenzione di ricostruire e non limare nulla, pompa smonto ripulisco tutto con lo straccetto , una goccia di liquido freni come condimento e rimonto il tutto, alla pinza oltre alla pulizia sostituisco i quad ring.

    il tempo che perdi per far sta cosa non tutti lo hanno, e non tutti hanno gli strumenti e le capacita per farselo, quindi molti si devono affidare ad un officina spendere tempo e soldi, tutte scocciature seccature e tempo senza usare la bici oltre al costo che si ha per queste manutenzioni ordinarie o straordinarie, tutte cose che non si hanno con un impianto frenante decente progettato e ralizzato con criterio. la manutenzione ordinaria dei freni si fa una volta all anno, max 2, con i guide bisogna farla ogni mese, se si vuole un impianto che funziona al limite della decenza, ecco perche' il mercatino e' pieno di freni sram usati o nuovi, perche la gente non ha ne tempo ne voglia di spenderci soldi per tenerli funzionali

    0
  153. slisser

    Boh secondo me la MTB e' un mezzo meccanico che lavora in condizioni piuttosto esasperate, servono manutenzione e cure abbastanza frequenti, mi meraviglia che qualcuno possa pensare, di stare due anni senza mettere mano alla cassetta dei ferri.

    Capisco il disappunto di tutti e' naturale che tra noi corra voce, meglio Shimano, meglio Formula, pero' mi sembra che il problema dei Guide si risolve con una banale manutenzione .

    Non credo proprio, se così fosse SRAM non avrebbe certo sostituito gratis Guide a destra e manca per anni

    0
  154. @pavlinko80 @tricicle
    Veramente le premesse ai post precedenti,

    1 non mi è chiara l' entità del problema, (io almeno) non ho capito l'incidenza dei guasti, se 1 su mille ovvero 1 ogni 10

    2 se si tratta di difetto di progettazione o fabbricazione, pare strano che non abbiano corretto il difetto.

    3 il problema nasce dal mercato OEM , dunque se le alternative fossero, prendi guide R limitato o becchi Shimano brm 365, allora Sram dovrebbe inventarsi un nome differente per questo freno diversamente performante e fare un po di chiarezza.

    4 io ho provato i guide RS al bike test di Lesmo un anno fa, messi alla frusta mi sono piaciuti , ero intenzionato a comprarli per sostituirli a Shimano 615 (onestissimi) avuti come equipaggiamento della bici nuova, quando poi ho letto tutte le lamentele, ho scelto altro. Però mi permetto dire l'impressione che ho avuto di persona, e' stata molto buona non coincide per nulla con le note negative che ho letto. Equivalenti sicuramente a MT5 che ho scelto.

    5 la persona che conosco con i guide rs comprati usati l'anno scorso, incomincia a riscontrare qualche problema di ruota anteriore frenata adesso, dunque se ho capito bene sono piu' di 12 mesi di utilizzo. Mi ha chiesto di guardarli e adesso sono curioso di vedere cosa non va, ruota anteriore rimane frenata, mi fa propendere per quad ring deformati.:razz:rost:

    0
  155. slisser

    @pavlinko80 @tricicle
    Veramente le premesse ai post precedenti,

    1 non mi è chiara l' entità del problema, (io almeno) non ho capito l'incidenza dei guasti, se 1 su mille ovvero 1 ogni 10

    2 se si tratta di difetto di progettazione o fabbricazione, pare strano che non abbiano corretto il difetto.

    3 il problema nasce dal mercato OEM , dunque se le alternative fossero, prendi guide R limitato o becchi Shimano brm 365, allora Sram dovrebbe inventarsi un nome differente per questo freno diversamente performante e fare un po di chiarezza.

    4 io ho provato i guide RS al bike test di Lesmo un anno fa, messi alla frusta mi sono piaciuti , ero intenzionato a comprarli per sostituirli a Shimano 615 (onestissimi) avuti come equipaggiamento della bici nuova, quando poi ho letto tutte le lamentele, ho scelto altro. Però mi permetto dire l'impressione che ho avuto di persona, e' stata molto buona non coincide per nulla con le note negative che ho letto. Equivalenti sicuramente a MT5 che ho scelto.

    5 la persona che conosco con i guide rsc comprati usati l'anno scorso, incomincia a riscontrare qualche problema di ruota anteriore frenata adesso, dunque se ho capito bene sono piu' di 12 mesi di utilizzo. Mi ha chiesto di guardarli e adesso sono curioso di vedere cosa non va, ruota anteriore rimane frenata, mi fa propendere per quad ring deformati.:razz:rost:

    ho avuto 2 impianti guide rs nuovi pacca, su full enduro, freni molto costosi e dovrebbere funzionare.. a distanza di un anno, stessi identici problemi, dopo ogni 5/ 6 uscite si bloccano i pistoncini e strusciano sul disco, soffrono di fading, si surriscaldano su frenate forti e ravvicinate e si allunga la frenata e sono cavoli per la sicurezza, quindi siccome dopo queste bolliture d olio quest ultimo e' compromesso e va cambiato, quindi mettiti all opera cambia olio fai lo spurgo e pulizia pistoncini per un altro po di uscite vanno bene, ma non passa un mese e ricomincia di nuovo la tiritera,ne ho le scatole piene!!!! per farli frenare forte serve una forza a 3 dita quando sono a posto di spurgo e olio, e ti stancano le mani a meta' discesa,se non sono a posto di spurgo e olio non frenano un tubo e si rischia di farsi male… se si montano su una mtb xc trail leggero penso che il problema della mautenzione e della potenza frenante non si nota o viene molto piu raramente, ma se si fa enduro e alcune volta park con i guide , stai sicuro che ogni mese devi far manutenzione, se vuoi che frenano decentemente, tutto qua, dopo se ti accontenti di avere freni che freneno di m….rda di anticipare tutte le frenante tutto va bene, ma io non mi accontento, ho una bici costata molto, fatta per divertirsi in discesa e ha tutte le carte in regola, perche' devo essere limitato o spaventato da dei freni di m…….che non frenano e hanno un sacco di manutenzione ? conosco ed ho usato per molto tempo anche altre marche di freni e so come si comportano e come frenano e che manutenzione hanno, quindi delle menate di gente che dice: li ho provati per un giorno, vanno bene, so di un amico che non gli ha fatto nulla per un anno e gli vanno benissimo, sono tutte storie che non mi incantano. sono freni costuiti e progettati male e con materiali scadenti. per quello che costano non valgono un decimo, se costassero l meno della meta' di quello che costano potrebbe essere tollerabile, un simile prodotto, ma non e' cosi

    0
  156. Ho i guide rsc di primo montaggio da circa 2 anni.
    Muovo la bici all'incirca una volta alla settimana e se posso faccio prima tutta salita e poi tutta discesa, non mi piace il saliscendi.
    Faccio prevalentemente AM e qualche volta park.
    Ho cambiato spesso le pastiglie, mettendo sempre le organiche e ho visto che bisogna frenare duro e rilasciare i freni se si vuole che continuino a frenare bene. Se si va giù continuamente frenati si scaldano i dischi e i freni perdono efficacia.
    Ad ogni modo, finora non ho mai spurgato ne cambiato liquido. Quello di cui posso lamentarmi è che la leva arriva ormai troppo vicino alla manopola anche se chiudo (o apro…) tutto il registro. Forse è ora di fare manutenzione… ma mi avete messo paura 😥
    Per il resto, fischiano appena quando inizio la discesa con la pioggia e poi basta.
    Dopo aver letto tutti gli interventi di questa discussione, se dovrò cambiare freni, prenderò quelli che hanno inserti gialli che si intonano con i cerchi Mavic. La marca non importa :mrgreen:

    0
  157. sembola

    @slisser, perdonami ma se grippa il pompante a che serve lubrificare i pistoni?

    Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app

    siamo certi al 100 % che il pisone nella pompa è grippato?:-)
    essendo il liquido freni incomprimibile, se si grippa uno o due o tutti i pistoni nella pinza, il pistoncino nella pomante rimane risucchiato non puo' muoversi e' vincolato al liquido. Se insito sulla leva freno perchè la bici non frena deformo anche il pistoncino nella pompante.

    0
  158. Ne ho eviti 4 paia tra guideR ed Rs:morale prima o poi tutti con problema ben noto ritorno leva! Che sia olio dot, caldo umidità sempre rogne, spurgo ecc.. È perfino AMG ammette il problema, era molto meglio se SRAM faceva seriamente te SUBITO un richiamo ufficiale.. Ho dei dubbi anche che col nuovo pistoncino 2017 della pinza S4 nn si ripresenta il problema.. Oltre allo stress di rallentamento dischi-Pinza ogni 3 4uscite..MORALE: Passato su tutte le bike a Shimano o Formula! =niente più rogne, sram nei freni Na delusione totale..! E penso Na bella figuraccia!! O ho avuto una gran jella incredibile!! {parlavano di serie difettosa ma in 2anni tutti e 4 I freni prima o poi problemi..}!! O come penso 0 affidabilità ecc.. = mai più guide!!

    0
  159. Franzmtbbz

    Ne ho eviti 4 paia tra guideR ed Rs:morale prima o poi tutti con problema ben noto ritorno leva! Che sia olio dot, caldo umidità sempre rogne, spurgo ecc.. È perfino AMG ammette il problema, era molto meglio se SRAM faceva seriamente te SUBITO un richiamo ufficiale.. Ho dei dubbi anche che col nuovo pistoncino 2017 della pinza S4 nn si ripresenta il problema.. Oltre allo stress di rallentamento dischi-Pinza ogni 3 4uscite..MORALE: Passato su tutte le bike a Shimano o Formula! =niente più rogne, sram nei freni Na delusione totale..! E penso Na bella figuraccia!! O ho avuto una gran jella incredibile!! {parlavano di serie difettosa ma in 2anni tutti e 4 I freni prima o poi problemi..}!! O come penso 0 affidabilità ecc.. = mai più guide!!

    Ad essere sincero l'aspetto che mi spaventa di piu' di tutta la vicenda e' il fatto che Sram continua a consigliare DOT 5,1 per i suoi impianti, quando tutti gli addetti ai lavori sanno che i liquidi DOT ad alte prestazioni uso racing cadono nella specifica DOT 4.

    Piu' o meno come se vedessi un fabbro battere il ferro con martello da carpentiere, penserei "questo non e' il Suo mestiere"

    0
  160. slisser

    @pavlinko80 @tricicle
    Veramente le premesse ai post precedenti,

    1 non mi è chiara l' entità del problema, (io almeno) non ho capito l'incidenza dei guasti, se 1 su mille ovvero 1 ogni 10

    2 se si tratta di difetto di progettazione o fabbricazione, pare strano che non abbiano corretto il difetto.

    3 il problema nasce dal mercato OEM , dunque se le alternative fossero, prendi guide R limitato o becchi Shimano brm 365, allora Sram dovrebbe inventarsi un nome differente per questo freno diversamente performante e fare un po di chiarezza.

    4 io ho provato i guide RS al bike test di Lesmo un anno fa, messi alla frusta mi sono piaciuti , ero intenzionato a comprarli per sostituirli a Shimano 615 (onestissimi) avuti come equipaggiamento della bici nuova, quando poi ho letto tutte le lamentele, ho scelto altro. Però mi permetto dire l'impressione che ho avuto di persona, e' stata molto buona non coincide per nulla con le note negative che ho letto. Equivalenti sicuramente a MT5 che ho scelto.

    5 la persona che conosco con i guide rs comprati usati l'anno scorso, incomincia a riscontrare qualche problema di ruota anteriore frenata adesso, dunque se ho capito bene sono piu' di 12 mesi di utilizzo. Mi ha chiesto di guardarli e adesso sono curioso di vedere cosa non va, ruota anteriore rimane frenata, mi fa propendere per quad ring deformati.:razz:rost:

    Il pollice in su e' per il punto 3.
    Hai centrato, il problema si evince in massa sul mercato OM , probabilmente dovuto a scarso controllo qualita',nell'after market invece si rinviene sempre una qualita' di efficienza massima.
    Secondo me e' qui che Sram divrebbe rivedere la produzione,ma i costi?
    Probabilmente non tutti sanno che in OM, i costi per un allestitore sono intorno al 60% in meno e da qui i conti son presto fatti.
    Non e' corretto , perche' un utilizzatore finale di una bici da migliaia di € non deve subire le sorti del marketing concorrenziale.
    Da qui, per me, che utilizzo solo after market, il sostenimento di difenderne la qualita' riscontrata.
    Ma ora ,con cio' che hai menzionato, la strada si biforca, e la trattazione dei riscontri e' giusto che entri in un dettaglio maggiormente specifico.

    0
  161. sembola

    Considerando che è quello che cambiano… 😉

    Potrebbe essere la conseguenza non la causa,
    Pistoni pinza inchiodati quando devi frenare davvero, devi fare monlta forza sulla leva e vai a deformare il pistoncino (che poverino non avrebbe colpa)
    quando molli la leva i pistoni non tornano dunque il pistoncino non puo' rientrare

    0
  162. francescoMTB1

    Il pollice in su e' per il punto 3.
    Hai centrato, il problema si evince in massa sul mercato OM , probabilmente dovuto a scarso controllo qualita',nell'after market invece si rinviene sempre una qualita' di efficienza massima.
    Secondo me e' qui che Sram divrebbe rivedere la produzione,ma i costi?
    Probabilmente non tutti sanno che in OM, i costi per un allestitore sono intorno al 60% in meno e da qui i conti son presto fatti.
    Non e' corretto , perche' un utilizzatore finale di una bici da migliaia di € non deve subire le sorti del marketing concorrenziale.
    Da qui, per me, che utilizzo solo after market, il sostenimento di difenderne la qualita' riscontrata.
    Ma ora ,con cio' che hai menzionato, la strada si biforca, e la trattazione dei riscontri e' giusto che entri in un dettaglio maggiormente specifico.

    Altro aspetto da non sottovalutare le pastiglie freno

    La quantita' di calore da smaltire non si scappa e'

    Q= massa x (quadrato variazione velocita') /2

    vale per tutti i freni, cambia pero' la quantita' di calore passata dalla pastiglia alla pinza. Se uso pastiglie in resina da 3 euro buone per la ciclabile dell'Adda, non avro' una schermatura adatta per limitare il calore trasmesso ai pistoni della pinza, quando si fa sul serio

    0
  163. francescoMTB1

    Ma allora, tu come tanti, sostenete che Sram, sia arrivata al punto di non ritorno?
    E non siano stati capaci di risolvere un problema?

    Queste sono tue parole.
    Il “punto di non ritorno”…
    Non credo, SRAM è abbastanza strutturata da pensare che può fare errori, come con i Guide, così come li possono fare altri player. E poi può rimediarvi, come tutti, solo se si rende conto di averli fatti.
    Sicuramente no pensando che i clienti comprino sia i freni che i problemi, e poi si arrangiano con Lima e tornio.
    Però dato che sostituiscono in garanzia, penso che il processo di riconoscere il problema già lo hanno affrontato e si staranno adoperando per proporre un freno all’altezza delle aspettative.
    Su altri componenti sono leader e ci riusciranno

    0
  164. slisser

    @pavlinko80 @tricicle
    Veramente le premesse ai post precedenti,

    1 non mi è chiara l' entità del problema, (io almeno) non ho capito l'incidenza dei guasti, se 1 su mille ovvero 1 ogni 10

    2 se si tratta di difetto di progettazione o fabbricazione, pare strano che non abbiano corretto il difetto.

    3 il problema nasce dal mercato OEM , dunque se le alternative fossero, prendi guide R limitato o becchi Shimano brm 365, allora Sram dovrebbe inventarsi un nome differente per questo freno diversamente performante e fare un po di chiarezza.

    4 io ho provato i guide RS al bike test di Lesmo un anno fa, messi alla frusta mi sono piaciuti , ero intenzionato a comprarli per sostituirli a Shimano 615 (onestissimi) avuti come equipaggiamento della bici nuova, quando poi ho letto tutte le lamentele, ho scelto altro. Però mi permetto dire l'impressione che ho avuto di persona, e' stata molto buona non coincide per nulla con le note negative che ho letto. Equivalenti sicuramente a MT5 che ho scelto.

    5 la persona che conosco con i guide rs comprati usati l'anno scorso, incomincia a riscontrare qualche problema di ruota anteriore frenata adesso, dunque se ho capito bene sono piu' di 12 mesi di utilizzo. Mi ha chiesto di guardarli e adesso sono curioso di vedere cosa non va, ruota anteriore rimane frenata, mi fa propendere per quad ring deformati.:razz:rost:

    Anche io ero molto contento dei Guide all’inizio e l’ho anche scritto qui…
    In molti mi dicevano che avrei avuto i noti problemi dopo qualche tempo è così è stato: che fare, non riconoscerlo e mettere la testa sotto la sabbia? No, ho provato con una revisione, durata 1 mese, poi ho acquistato zee
    E i miei Guide non erano after Mkt ma primo equipaggiamento

    0
  165. francescoMTB1

    Il pollice in su e' per il punto 3.
    Hai centrato, il problema si evince in massa sul mercato OM , probabilmente dovuto a scarso controllo qualita',nell'after market invece si rinviene sempre una qualita' di efficienza massima.
    Secondo me e' qui che Sram divrebbe rivedere la produzione,ma i costi?
    Probabilmente non tutti sanno che in OM, i costi per un allestitore sono intorno al 60% in meno e da qui i conti son presto fatti.
    Non e' corretto , perche' un utilizzatore finale di una bici da migliaia di € non deve subire le sorti del marketing concorrenziale.
    Da qui, per me, che utilizzo solo after market, il sostenimento di difenderne la qualita' riscontrata.
    Ma ora ,con cio' che hai menzionato, la strada si biforca, e la trattazione dei riscontri e' giusto che entri in un dettaglio maggiormente specifico.

    Dubito sul tuo intervento, io stessi problemi su primo equipaggiamento.
    Poi… pensare ad una produzione che differenzia tra OEM e after mkt… boh… mi viene difficile… vuol dire pensare ad impegnarsi per rovinarsi la reputazione. Di solito di after mkt si vive, non si muore

    0
  166. slisser

    Altro aspetto da non sottovalutare le pastiglie freno

    La quantita' di calore da smaltire non si scappa e'

    Q= massa x (quadrato variazione velocita') /2

    vale per tutti i freni, cambia pero' la quantita' di calore passata dalla pastiglia alla pinza. Se uso pastiglie in resina da 3 euro buone per la ciclabile dell'Adda, non avro' una schermatura adatta per limitare il calore trasmesso ai pistoni della pinza, quando si fa sul serio

    Cosa ci azzecca la pastiglia col pimpante che si grippa?

    0
  167. tricycle

    Queste sono tue parole.
    Il “punto di non ritorno”…
    Non credo, SRAM è abbastanza strutturata da pensare che può fare errori, come con i Guide, così come li possono fare altri player. E poi può rimediarvi, come tutti, solo se si rende conto di averli fatti.
    Sicuramente no pensando che i clienti comprino sia i freni che i problemi, e poi si arrangiano con Lima e tornio.
    Però dato che sostituiscono in garanzia, penso che il processo di riconoscere il problema già lo hanno affrontato e si staranno adoperando per proporre un freno all’altezza delle aspettative.
    Su altri componenti sono leader e ci riusciranno

    E' questo il punto in cui intendevo arrivare , e l'ho volutamente lasciato dire ad altri ad evitare di risultare logorroicamente ripetitivo, non posso assolutamente pensare che un gruppo di simile ed affermata grandezza evadi il problema ,l'interessamento ed il riconoscimento alle problematiche e' gia' dimostrato con gli interventi sostitutivi .
    E' altrettanto certo che sis tanno adoperando ad un risolvimento totale .

    0
  168. francescoMTB1

    E' questo il punto in cui intendevo arrivare , e l'ho volutamente lasciato dire ad altri ad evitare di risultare logorroicamente ripetitivo, non posso assolutamente pensare che un gruppo di simile ed affermata grandezza evadi il problema ,l'interessamento ed il riconoscimento alle problematiche e' gia' dimostrato con gli interventi sostitutivi .
    E' altrettanto certo che sis tanno adoperando ad un risolvimento totale .

    Attendiamo fiduciosi… farò provare ad altri… per molto ma molto tempo… poi vedrò…

    0
  169. tricycle

    Cosa ci azzecca la pastiglia col pimpante che si grippa?

    allora

    1 normalmente per frenare forte basta una leggera pressione col dito sulla

    leva freno. Se i pistoni lato pinza sono inchiodati per effetto del calore, per riuscire a frenare fai forza sulla leva e rovini/deformi il pistoncino nella pompante,

    2 se i pistoni nella pinza sono inchiodati fuori tutto, quando molli la leva del freno rimangono dove sono, il pistoncino nella pompante (anche senza essere deformato) non puo' rientrare perche' e' vincolato ai pistoni nella pinza dal liquido freni incomprimibile
    boh si capisce cosa intendo?

    0
  170. slisser

    @pavlinko80 che liquido usi lo stramaledetto DOT5.1?

    5.1 prima poi 4 ma il risultato era sempre quello, si surriscaldavano a tal punto le pinze e le pastiglie da far diventare giallo e blu al centro il disco, e l olio bolliva, nessun olio dot resiste a tali temperature, la pinza e i pistoncini dei guide sono concepiti e studiati male , non dissipano calore, in piu c è poco spazio tra disco e pastiglie e pistoncini sono troppo piccoli e costruiti con un materiale che non disperde calore, tutto il resto è una conseguenza

    0
  171. francescoMTB1

    E' questo il punto in cui intendevo arrivare , e l'ho volutamente lasciato dire ad altri ad evitare di risultare logorroicamente ripetitivo, non posso assolutamente pensare che un gruppo di simile ed affermata grandezza evadi il problema ,l'interessamento ed il riconoscimento alle problematiche e' gia' dimostrato con gli interventi sostitutivi .
    E' altrettanto certo che sis tanno adoperando ad un risolvimento totale .

    Ci sono ditte anche molto note che preferiscono sostituire senza batter ciglio il componente difettato che fare un richiamo ufficiale…. tutto sta nei costi…. è molto meno dispendioso economicamente sostituire i pezzi tornati in assistenza che fare un richiamo con modifica del pezzo…. bisogna cambiare anche i listini ed aggiornare le schede tecniche(altri costi). Mi ricorda molto MV Agusta con il mozzo ruota posteriore che aveva un cuscinetto troppo debole e saltava a distanza di tempo senza preavviso perché progettato male…. sostituito gratuitamente anche se fuori garanzia perché "costava meno" che fare un richiamo. E' stato cambiato solo nei modelli successivi con aggiornamento…. Questo è un modus operandi che una grande casa non dovrebbe adottare e concordo con l'incazzatura di molti….

    0
  172. slisser

    allora

    1 normalmente per frenare forte basta una leggera pressione col dito sulla

    leva freno. Se i pistoni lato pinza sono inchiodati per effetto del calore, per riuscire a frenare fai forza sulla leva e rovini/deformi il pistoncino nella pompante,

    2 se i pistoni nella pinza sono inchiodati fuori tutto, quando molli la leva del freno rimangono dove sono, il pistoncino nella pompante (anche senza essere deformato) non puo' rientrare perche' e' vincolato ai pistoni nella pinza dal liquido freni incomprimibile
    boh si capisce cosa intendo?

    Si ma quello che racconti non è il problema SRAM: quello che si grippa è il pompante, i pistoncini pinza sono ok
    Infatti tutti cambiano o modificano quelli

    0
  173. slisser

    allora

    1 normalmente per frenare forte basta una leggera pressione col dito sulla

    leva freno. Se i pistoni lato pinza sono inchiodati per effetto del calore, per riuscire a frenare fai forza sulla leva e rovini/deformi il pistoncino nella pompante,

    2 se i pistoni nella pinza sono inchiodati fuori tutto, quando molli la leva del freno rimangono dove sono, il pistoncino nella pompante (anche senza essere deformato) non puo' rientrare perche' e' vincolato ai pistoni nella pinza dal liquido freni incomprimibile
    boh si capisce cosa intendo?

    Se fosse come dici te perché mai SRAM REGALA freni in garanzia e non pastiglie? Costerebbe meno

    0
  174. macbond

    Ci sono ditte anche molto note che preferiscono sostituire senza batter ciglio il componente difettato che fare un richiamo ufficiale…. tutto sta nei costi…. è molto meno dispendioso economicamente sostituire i pezzi tornati in assistenza che fare un richiamo con modifica del pezzo…. bisogna cambiare anche i listini ed aggiornare le schede tecniche(altri costi). Mi ricorda molto MV Agusta con il mozzo ruota posteriore che aveva un cuscinetto troppo debole e saltava a distanza di tempo senza preavviso perché progettato male…. sostituito gratuitamente anche se fuori garanzia perché "costava meno" che fare un richiamo. E' stato cambiato solo nei modelli successivi con aggiornamento…. Questo è un modus operandi che una grande casa non dovrebbe adottare e concordo con l'incazzatura di molti….

    Scusami, analizziamo invece separatamente l'OM/After Market e poi discutiamo
    per il resto sono d'accordo

    0
  175. pavlinko80

    5.1 prima poi 4 ma il risultato era sempre quello, si surriscaldavano a tal punto le pinze e le pastiglie da far diventare giallo esterno e blu al centro il disco, e l olio bolliva, nessun olio dot resiste a tali temperature, la pinza e i pistoncini dei guide sono concepiti e studiati male , non dissipano calore, in piu c è poco spazio tra disco e pastiglie e i pistoncini e la pinza sono troppo piccoli e costruiti con un materiale che non disperde calore sufficentemente in fretta, tutto il resto è una conseguenza

    sicuramente abbiamo qualcosa che non và, però la pinza e' piuttosto banale una conchiglia di alluminio con 4 pistoncini in resina che resistono fino a 300 °C.

    La conchiglia è molto simile a tutte le altre pinze magura, shimano, formula,

    gli elementi piu' sofisticati (imho molto sottovalutati) del freno, che possono fare la differenza, il liquido, le pastiglie, le tenute quad ring.

    Dot 4 ad alte prestazioni? Castrol performance, ATE TYP 200, Motul rbf 600

    Brembo sport evo 500, oltre ad azionare i pistoni, hanno il compito di favorire lo smaltimento del calore dall'interno della pinza, (pistoni) alla superficie esterna della pinza oltre a garantire la giusta viscosita' a temperature di esercizio di 200 °C

    0
  176. tricycle

    Se fosse come dici te perché mai SRAM REGALA freni in garanzia e non pastiglie? Costerebbe meno

    quando il freno e' danneggiato puoi soltanto revisionarlo.sostituendo i pezzi scassati
    per come la vedo io il regalo non lo fanno a te utente finale, ma lo fanno al loro cliente specialized scott ecc.

    0
  177. C'è da fare anche una considerazione: un impianto frenante non è che sia fatto da migliaia di pezzi…. una leva che spinge un pistone che spinge dei cilindretti….. e un serbatoio con olio…. fine!!! Certo materiali e sinergia tra i componenti fa il tutto.

    francescoMTB1

    Scusami, analizziamo invece separatamente l'OM/After Market e poi discutiamo
    per il resto sono d'accordo

    si ma toglie che una marca o ditta o casa costruttrice come SRAM non abbia fatto un richiamo ufficiale…. il difetto è noto da tempo, da quando sono usciti i Guide, e durante i vari briefing delle case costruttrici bici per la presentazione dei nuovi modelli si è discusso di questo difetto… Si sta parlando degli anni scorsi…. ciò non toglie che per me quando funzionano vanno bene e per me sono i preferiti… ma non nascondiamo i problemi!

    0
  178. slisser

    sicuramente abbiamo qualcosa che non và, però la pinza e' piuttosto banale una conchiglia di alluminio con 4 pistoncini in resina che resistono fino a 300 °C.

    La conchiglia è molto simile a tutte le altre pinze magura, shimano, formula,

    gli elementi piu' sofisticati (imho molto sottovalutati) del freno, che possono fare la differenza, il liquido, le pastiglie, le tenute quad ring.

    Dot 4 ad alte prestazioni? Castrol performance, ATE TYP 200, Motul rbf 600

    Brembo sport evo 500, oltre ad azionare i pistoni, hanno il compito di favorire lo smaltimento del calore dall'interno della pinza, (pistoni) alla superficie esterna della pinza oltre a garantire la giusta viscosita' a temperature di esercizio di 200 °C

    i pistoncini in che materiale sono fatti e rivestiti? la superficie tot della pinza dei guide è un terzo di quella di shimano e magura 4 pistoncini, non diciamo cavolate, i pistoncini non dissipano calore perchè piccoli e di un materiale pessimo, bastava mettere 4 pistoncini in ceramica e allargare lo spazio tra i pistoncini per far raffreddare piu velocemente, sono freni che vanno bene se freni per poco tempo e gli dai tempo di raffreddarsi, ho provato pure altri dischi con spider interno per raffreddare piu i dischi, ho usato dot sram e dot 4 brembo alte prestazioni , pastiglie in resina e metalliche , sempre stessi problemi… ho dei formula r1 che usano lo stesso dot 4 brembo,li uso su una front am da 14kg li metto alla frusta ogni volta ma con stessi dischi di diametro 203 come i guide questi non si surriscaldano mai mentre i guide bollivano e andavano in fading, l unica cosa che non va sono i freni guide inutile girarci introno, guarda sul mercatino ne trovi almeno 20 set di freni guide in vendita, nuovi, usati , a prezzi stracciati un motivo ci sarà!!!!!! ci sono pure i miei.

    0
  179. pavlinko80

    i pistoncini in che materiale sono fatti e rivestiti? la superficie tot della pinza dei guide è un terzo di quella di shimano e magura 4 pistoncini, non diciamo cavolate, i pistoncini non dissipano calore perchè piccoli e di un materiale pessimo, bastava mettere 4 pistoncini in ceramica e allargare lo spazio tra i pistoncini per far raffreddare piu velocemente, sono freni che vanno bene se freni per poco tempo e gli dai tempo di raffreddarsi, ho provato pure altri dischi con spider interno per raffreddare piu i dischi, ho usato dot sram e dot 4 brembo alte prestazioni , pastiglie in resina e metalliche , sempre stessi problemi… ho dei formula r1 che usano lo stesso dot 4 brembo,li uso su una front am da 14kg li metto alla frusta ogni volta ma con stessi dischi di diametro 203 come i guide questi non si surriscaldano mai mentre i guide bollivano e andavano in fading, l unica cosa che non va sono i freni guide inutile girarci introno, guarda sul mercatino ne trovi almeno 20 set di freni guide in vendita, nuovi, usati , a prezzi stracciati un motivo ci sarà!!!!!! ci sono pure i miei.

    Guarda che non devo venderti una copia di sram guide, sto cercando di capire se vale la pena spendere qualche euro per prendere i ricambi e revisionare una copia di freni che non sono neppure miei . Naturalmente se li apro e trovo il pistoncino pompante deformato, e quad ring rovinati sono costretto a sostituirli

    se le aspettative sono negative, meglio investire i 30 euri nei nuovi freni

    0
  180. slisser

    quando il freno e' danneggiato puoi soltanto revisionarlo.sostituendo i pezzi scassati
    per come la vedo io il regalo non lo fanno a te utente finale, ma lo fanno al loro cliente specialized scott ecc.

    Chiaro, infatti x errore l’ho comprato insieme alla bike e dopo 1 anno ho speso 50€ di revisione + 200 x Zee: quindi ci ho rimesso e non mi hanno regalato niente.
    Chi invece ha avuto sostituzione in garanzia, di nuovo non ha ottenuto niente, se non quanto già pagato e deve sperare che tra qualche mese non abbia stessi problemi, magari fuori garanzia.
    Le case produttrici sicuramente ci guadagnano, avranno prezzi stracciati in cambio di set completo guarnitura, catena, forca…che per altro sono ottimi

    Proprio per questo io con i Freni SRAM ho chiuso:
    – ho buttato soldi
    – ho avuto rogne
    – ho perso tempo
    – ho scritto troppo sul forum
    – ho dato mia testimonianza
    – ….
    – adesso mi fermo e mi godo mtb con freni diversi

    Adeu

    0
  181. slisser

    quando il freno e' danneggiato puoi soltanto revisionarlo.sostituendo i pezzi scassati
    per come la vedo io il regalo non lo fanno a te utente finale, ma lo fanno al loro cliente specialized scott ecc.

    Chiaro, infatti x errore l’ho comprato insieme alla bike e dopo 1 anno ho speso 50€ di revisione + 200 x Zee: quindi ci ho rimesso e non mi hanno regalato niente.
    Chi invece ha avuto sostituzione in garanzia, di nuovo non ha ottenuto niente, se non quanto già pagato e deve sperare che tra qualche mese non abbia stessi problemi, magari fuori garanzia.
    Le case produttrici sicuramente ci guadagnano, avranno prezzi stracciati in cambio di set completo guarnitura, catena, forca…che per altro sono ottimi

    Proprio per questo io con i Freni SRAM ho chiuso:
    – ho buttato soldi
    – ho avuto rogne
    – ho perso tempo
    – ho scritto troppo sul forum
    – ho dato mia testimonianza
    – ….
    – adesso mi fermo e mi godo mtb con freni diversi

    Adeu

    0
  182. slisser

    quando il freno e' danneggiato puoi soltanto revisionarlo.sostituendo i pezzi scassati
    per come la vedo io il regalo non lo fanno a te utente finale, ma lo fanno al loro cliente specialized scott ecc.

    Chiaro, infatti x errore l’ho comprato insieme alla bike e dopo 1 anno ho speso 50€ di revisione + 200 x Zee: quindi ci ho rimesso e non mi hanno regalato niente.
    Chi invece ha avuto sostituzione in garanzia, di nuovo non ha ottenuto niente, se non quanto già pagato e deve sperare che tra qualche mese non abbia stessi problemi, magari fuori garanzia.
    Le case produttrici sicuramente ci guadagnano, avranno prezzi stracciati in cambio di set completo guarnitura, catena, forca…che per altro sono ottimi

    Proprio per questo io con i Freni SRAM ho chiuso:
    – ho buttato soldi
    – ho avuto rogne
    – ho perso tempo
    – ho scritto troppo sul forum
    – ho dato mia testimonianza
    – ….
    – adesso mi fermo e mi godo mtb con freni diversi

    Adeu

    0
  183. tricycle

    Dubito sul tuo intervento, io stessi problemi su primo equipaggiamento.
    Poi… pensare ad una produzione che differenzia tra OEM e after mkt… boh… mi viene difficile… vuol dire pensare ad impegnarsi per rovinarsi la reputazione. Di solito di after mkt si vive, non si muore

    A suo tempo una ipotesi simile fu avanzata con "vigore polemico" 😉 da un forumendolo riguardo alle forcelle. Un altro forumendolo, che era andato a ricoprireuna certa alta funzione nell'azienda in questione (che poi è la stessa) spiegò come differenziare le linee di produzione tra OEM e AM fosse semplicemente impensabile in ottica di riduzione costi, e che non c'era alcuna differenziazione nei materiali tra l'uno e l'altro modello.

    0
  184. slisser

    Potrebbe essere la conseguenza non la causa,
    Pistoni pinza inchiodati quando devi frenare davvero, devi fare monlta forza sulla leva e vai a deformare il pistoncino (che poverino non avrebbe colpa)
    quando molli la leva, i pistoni non tornano, dunque il pistoncino non puo' rientrare

    Se i pistoni si inchiodano vuol dire che i quadring sono andati o che i pistoni (o la pinza) non sono in grado di gestire/smaltire il calore.
    Il che vorrebbe dire non un difetto ma due, di cui uno ancora più grosso.
    Personalmente lo ritengo improbabile :razz:rost:

    francescoMTB1

    E' questo il punto in cui intendevo arrivare , e l'ho volutamente lasciato dire ad altri ad evitare di risultare logorroicamente ripetitivo, non posso assolutamente pensare che un gruppo di simile ed affermata grandezza evadi il problema ,l'interessamento ed il riconoscimento alle problematiche e' gia' dimostrato con gli interventi sostitutivi .
    E' altrettanto certo che sis tanno adoperando ad un risolvimento totale .

    L'ho già scritto e lo ripeto: molto probabilmente il difetto emerge in una percentuale piuttosto piccola degli impianti, sebbene elevata rispetto ad altri modelli di altre marche. Ricordiamoci che si tratta di un prodotto molto diffuso, occhio all'effetto statistico 😉

    0
  185. slisser

    Guarda che non devo venderti una coppia di sram guide, sto cercando di capire se vale la pena spendere qualche euro per prendere i ricambi e revisionare una coppia di freni che non sono neppure miei . Naturalmente se li apro e trovo il pistoncino pompante deformato, e quad ring rovinati sono costretto a sostituirli

    se le aspettative sono negative, meglio investire i 30 euri nei nuovi freni

    quello che non mi convince e che i due impianti nuovi , stessi problemi dopo pocho utilizzo, mi pare un caso, se puliti con isopropilico e rimessi in sede i pistoncini funzionano bene, dopo un po di utilizzo ritornano a bloccarsi, i quadring deformati restano deformati non tornano in sede anche se li pulisci, metti che li apri spendi soldi compri componenti cambi quadring e pistoncino pompante, sicuro che dopo poco utilizzo il problema si ripropone se li scaldi bene bene e li usi assiduamente… tutto si aggiusta non c e dubbio, ma se si aggiusta il problema non deve ripresentari piu, oppure e' una manutenzione straordinaria che dovrebbe essere richiesta dopo almeno 2 anni di utilizzo, e non dopo poco tempo di utilizzo, se si ripresenta lo stesso problema come sicuramente accade, vuol dire che e' stato progettato male o con componenti scadenti , vedi il pistoncino pompante fatto di plastichiccia mista a teflon, che si defroma col dot, potevano progettarlo meglio, farlo con un materiale non attaccabile e deformabile, potevano far pistoncini pinza in un materiale diverso o un rivesimento migliore e piu liscio , restano invece dei freni pensati per una grossa produzione in scala e devono costar pochissimo e basta e se ne fregano del risultato e affidabilita', di conseguenza richiedono una manutenzione costante e onerosa per farli funzionare decentemente

    0
  186. sembola

    Se i pistoni si inchiodano vuol dire che i quadring sono andati o che i pistoni (o la pinza) non sono in grado di gestire/smaltire il calore.
    Il che vorrebbe dire non un difetto ma due, di cui uno ancora più grosso.
    Personalmente lo ritengo improbabile :razz:rost:

    L'ho già scritto e lo ripeto: molto probabilmente il difetto emerge in una percentuale piuttosto piccola degli impianti, sebbene elevata rispetto ad altri modelli di altre marche. Ricordiamoci che si tratta di un prodotto molto diffuso, occhio all'effetto statistico 😉

    Perchè due difetti? Potrebbe non essere un difetto della pinza, pistoni, quad ring, pompante ma soltanto l'abbinamento errato di pastiglie e liquido freni,

    Se tu facessi un giro a un circuito durante le prove libere, e chiedessi ai piloti quale liquido e inserti stanno usando, scopriresti che nessuno impiega liquido e pastiglie presi a caso. Subito tutti ti direbbero 'guai a usare 5,1 rischi di ammazzarti ' poi ti dicono cosa hanno scelto e perchè.

    Io con gli elixir 7 ho dall'inizio le pastiglie avid sinterizzate con Motul rbf 600. Mai avuto un problema e posso garantirti che sul mio disco anteriore trovi tutte le gradazioni dal violetto al blu scuro fino al nero.

    Anche gli inserti Shimano G04s pur non costando tantissimo sono delle super pastiglie freno, certamente non uscite a caso. 🙂

    0
  187. pavlinko80

    quello che non mi convince e che i due impianti nuovi , stessi problemi dopo pocho utilizzo, mi pare un caso, se puliti con isopropilico e rimessi in sede i pistoncini funzionano bene, dopo un po di utilizzo ritornano a bloccarsi, i quadring deformati restano deformati non tornano in sede anche se li pulisci, metti che li apri spendi soldi compri componenti cambi quadring e pistoncino pompante, sicuro che dopo poco utilizzo il problema si ripropone se li scaldi bene bene e li usi assiduamente… tutto si aggiusta non c e dubbio, ma se si aggiusta il problema non deve ripresentari piu, oppure e' una manutenzione straordinaria che dovrebbe essere richiesta dopo almeno 2 anni di utilizzo, e non dopo poco tempo di utilizzo, se si ripresenta lo stesso problema come sicuramente accade, vuol dire che e' stato progettato male o con componenti scadenti , vedi il pistoncino pompante fatto di plastichiccia mista a teflon, che si defroma col dot, potevano progettarlo meglio, farlo con un materiale non attaccabile e deformabile, potevano far pistoncini pinza in un materiale diverso o un rivesimento migliore e piu liscio , restano invece dei freni pensati per una grossa produzione in scala e devono costar pochissimo e basta e se ne fregano del risultato e affidabilita', di conseguenza richiedono una manutenzione costante e onerosa per farli funzionare decentemente

    la penso uguale. Precisiamo se i freni fossero i miei li avrei gia' aperti sistemati e starei annotando i mt di dislivello che sto facendo dopo la revisione. Il socio pero' non ha l'interesse che ho io per i componenti della biga, gli diro' di leggersi il tred e decidere da solo.

    Ad essere sincero non ho ancora capito qual'è l'incidenza del guasto.

    Mi pare che tutti (100%) i guide di provenienza OEM in mano ai ragazzi che vanno giu' forte nel giro di poco si inchiodano

    0
  188. slisser

    Perchè due difetti? Potrebbe non essere un difetto della pinza, pistoni, quad ring, pompante ma soltanto l'abbinamento errato di pastiglie e liquido freni,

    Ma no, il problema è circoscritto e con un'incidenza abbastanza alta
    e tra l'altro mi pare ne avessimo già discusso anche tempo fa in pvt

    è il gruppo leva, anche qui con con 8 pagine e 726 interventi, finora 🙄

    http://forums.mtbr.com/brake-time/guide-rs-levers-not-returning-replaced-under-warranty-1011229.html

    0
  189. franz_quattro

    Ma no, il problema è circoscritto e con un'incidenza abbastanza alta
    e tra l'altro mi pare ne avessimo già discusso anche tempo fa in pvt

    è il gruppo leva, anche qui con con 8 pagine e 726 interventi, finora 🙄

    http://forums.mtbr.com/brake-time/guide-rs-levers-not-returning-replaced-under-warranty-1011229.html

    ne abbiano gia' parlato infatti.:razz:rost: La versione non mi convince, (parere mio naturalmente:oops:) secondo me il pistoncino nella pompante si scassa come conseguenza dei problemi alla pinza. Normalmente per frenare eserciti una pressione abbastanza modesta con un dito soltanto, il pistoncino non riceve sollecitazione eccessiva tutto funziona bene. Quando invece la pinza incomincia a non funzionare bene il biker forza sulla leva perche' deve comunque rallentare , il pistoncino riceve una sollecitazione molto maggiore del previsto e si deforma.

    ovvero che motivo avrebbe il pistoncino per rovinarsi non e' esposto al calore la pressione che riceve e' modestissima come fa a deformarsi?

    0
  190. Ma se schiacci e la leva non torna
    non è certo colpa dei quad ring della pinza
    altrimenti il serbatoio posto sulla leva a cosa serve?

    È il pistoncino del pompante della leva
    che per il calore si gonfia e si blocca, tutto qui

    ricercare altre cause, per me, è solo tempo sprecato 🙂

    0
  191. franz_quattro

    Ma se schiacci e la leva non torna
    non è certo colpa dei quad ring della pinza
    altrimenti il serbatoio posto sulla leva a cosa serve?

    È il pistoncino del pompante della leva
    che per il calore si gonfia e si blocca, tutto qui

    ricercare altre cause, per me, è solo tempo sprecato 🙂

    scusa dove va a prendere il calore il pistoncino nella pompante? La resina per incominciare a deformarsi ha bisogno di 60°C
    Qunado freni il serbatoio del liquido e' intercettato rispetto al resto del circuito freni, se i pistoni pinza non arretrano perche' inchiodati il pistoncino non puo' rientrare rimane a meta' strada risucchiato dal liquido incomprimibile.

    0
  192. franz_quattro

    Ma se schiacci e la leva non torna
    non è certo colpa dei quad ring della pinza
    altrimenti il serbatoio posto sulla leva a cosa serve?

    È il pistoncino del pompante della leva
    che per il calore si gonfia e si blocca, tutto qui

    ricercare altre cause, per me, è solo tempo sprecato 🙂

    scusa dove va a prendere il calore il pistoncino nella pompante? La resina per incominciare a deformarsi ha bisogno di 60°C
    Qunado freni il serbatoio del liquido e' intercettato rispetto al resto del circuito freni, se i pistoni pinza non arretrano perche' inchiodati il pistoncino non puo' rientrare rimane a meta' strada risucchiato dal liquido incomprimibile.

    0
  193. Allora problema risolto…….. Diro' al socio di andare in giro di notte:-):-):-)
    Nessuno ammette che il liquido freni in quanto incomprimibile collega il pistone pompa ai pistoni pinza come fosse un cavo d'acciaio:smile::smile::smile:

    0
  194. slisser

    Perchè due difetti? Potrebbe non essere un difetto della pinza, pistoni, quad ring, pompante ma soltanto l'abbinamento errato di pastiglie e liquido freni…

    "Soltanto"? Peggio mi sento…
    Se fosse davvero l'uso di materiali errati sarebbe anche più grave di un problema di tolleranze o materiali.

    Io gli Elixir ce ne ho avuti due, coi primi ho fatto meno di 1300 km prima di rivedere la bici, ma sulla Reign ce ne ho fatti diverse migliaia, e dal punto di vista della frenata nulla da dire, potenza a sufficienza e mai fading, neanche su discese molto lunghe coi freni in mano. Qua però non parliamo degli Elixir (che i loro difetti ce li avevano, e neanche marginali) ma di altro modello…

    0
  195. slisser

    Allora problema risolto…….. Diro' al socio di andare in giro di notte:-):-):-)
    Nessuno ammette che il liquido freni in quanto incomprimibile collega il pistone pompa ai pistoni pinza come fosse un cavo d'acciaio:smile::smile::smile:

    I cavi d'acciaio sono elastici :spetteguless:

    Detto questo, che il problema sia causato da un surriscaldamento eccessivo per via di pastiglie o fluido inadeguati, da tolleranze o materiali errati nel pompante, nella mancanza di manutenzione non esplicitamente richiesta dai manuali o da una progettazione errata, o da una combinazione di questi fattori, non cambia assolutamente nulla: è colpa del produttore. Senza se e senza ma.

    E lo dimostra il fatto che gli impianti vengono cambiati senza colpo ferire. Io ho qualche difficoltà a credere che una multinazionale cambi in garanzia suoi prodotti per bontà d'animo e non perchè effettivamente difettosi. Anzi, un po' più di qualche difficoltà 😉

    0
  196. 😐

    sembola

    "Soltanto"? Peggio mi sento…
    Se fosse davvero l'uso di materiali errati sarebbe anche più grave di un problema di tolleranze o materiali.

    Io gli Elixir ce ne ho avuti due, coi primi ho fatto meno di 1300 km prima di rivedere la bici, ma sulla Reign ce ne ho fatti diverse migliaia, e dal punto di vista della frenata nulla da dire, potenza a sufficienza e mai fading, neanche su discese molto lunghe coi freni in mano. Qua però non parliamo degli Elixir (che i loro difetti ce li avevano, e neanche marginali) ma di altro modello…

    Se il problema va e viene e' plausibile che dipende dal calore, :loll:
    Come gestisci il calore in un freno? Ciclisti non lo ammettono, ma i componenti piu' sofisticati del freno sono pastiglie , liquido e tenute :mrgreen:
    Nella mente del biciclettaio " il freno mi costa 20 euro la pastiglia da sola non puo' costarmi 10 euro":razz:rost:

    0
  197. slisser

    Se il problema va e viene e' plausibile che dipende dal calore

    Da come viene descritto, anche in questa discussione, non si tratta di un problema che "va e viene" ma di un comportamento che ad un certo punto appare e peggiora progressivamente. Non è in contraddizione con la tua ipotesi che il malfunzionamento nasca dalla pinza e non direttamente dal pistone, ma…

    slisser

    Come gestisci il calore in un freno? Ciclisti non lo ammettono, ma i componenti piu' sofisticati del freno sono pastiglie , liquido e tenute

    E chi ce li ha messe quelle pastiglie, quel fluido, quelle tenute? :spetteguless:

    slisser

    Nella mente del biciclettaio " il freno mi costa 20 euro la pastiglia da sola non puo' costarmi 10 euro"

    Con le pastiglie "speciali" io ho avuto esperienze abbastanza negative. Ma detto questo, costassero 10 euro le pastiglie.

    0
  198. slisser

    Se il problema va e viene e' plausibile che dipende dal calore

    Da come viene descritto, anche in questa discussione, non si tratta di un problema che "va e viene" ma di un comportamento che ad un certo punto appare e peggiora progressivamente. Non è in contraddizione con la tua ipotesi che il malfunzionamento nasca dalla pinza e non direttamente dal pistone, ma…

    slisser

    Come gestisci il calore in un freno? Ciclisti non lo ammettono, ma i componenti piu' sofisticati del freno sono pastiglie , liquido e tenute

    E chi ce li ha messe quelle pastiglie, quel fluido, quelle tenute? :spetteguless:

    slisser

    Nella mente del biciclettaio " il freno mi costa 20 euro la pastiglia da sola non puo' costarmi 10 euro"

    Con le pastiglie "speciali" io ho avuto esperienze abbastanza negative. Ma detto questo, costassero 10 euro le pastiglie.

    0
  199. sembola

    I cavi d'acciaio sono elastici :spetteguless:

    Detto questo, che il problema sia causato da un surriscaldamento eccessivo per via di pastiglie o fluido inadeguati, da tolleranze o materiali errati nel pompante, nella mancanza di manutenzione non esplicitamente richiesta dai manuali o da una progettazione errata, o da una combinazione di questi fattori, non cambia assolutamente nulla: è colpa del produttore. Senza se e senza ma.

    E lo dimostra il fatto che gli impianti vengono cambiati senza colpo ferire. Io ho qualche difficoltà a credere che una multinazionale cambi in garanzia suoi prodotti per bontà d'animo e non perchè effettivamente difettosi. Anzi, un po' più di qualche difficoltà 😉

    La qustione non e' di chi e' colpa.
    La questione e' tenere i freni e provare a farli funzionare , vale la pena?
    ovvero risparmiare gli euri dei ricambi e investirli in una coppia di freni nuovi?
    in sintesi sti freni sono riparabili oppure no?

    0
  200. sembola

    I cavi d'acciaio sono elastici :spetteguless:

    Detto questo, che il problema sia causato da un surriscaldamento eccessivo per via di pastiglie o fluido inadeguati, da tolleranze o materiali errati nel pompante, nella mancanza di manutenzione non esplicitamente richiesta dai manuali o da una progettazione errata, o da una combinazione di questi fattori, non cambia assolutamente nulla: è colpa del produttore. Senza se e senza ma.

    E lo dimostra il fatto che gli impianti vengono cambiati senza colpo ferire. Io ho qualche difficoltà a credere che una multinazionale cambi in garanzia suoi prodotti per bontà d'animo e non perchè effettivamente difettosi. Anzi, un po' più di qualche difficoltà 😉

    La qustione non e' di chi e' colpa.
    La questione e' tenere i freni e provare a farli funzionare , vale la pena?
    ovvero risparmiare gli euri dei ricambi e investirli in una coppia di freni nuovi?
    in sintesi sti freni sono riparabili oppure no?

    0
  201. slisser

    La qustione non e' di chi e' colpa.
    La questione e' tenere i freni e provare a farli funzionare , vale la pena?
    ovvero risparmiare gli euri dei ricambi e investirli in una coppia di freni nuovi?
    in sintesi sti freni sono riparabili oppure no?

    Di chi sia la colpa mi pare abbastanza rilevante. Se è un problema di mancanza di manutenzione, per quanto non adeguatamente segnalato nei manuali, una riparazione potrebbe valere la pena (a patto di avere la possibilità/capacità di fare la manutenzione). Se dipende da un difetto di produzione è plausibile che una riparazione/sostituzione risolva e che quindi valga la pena, sempre che i ricambi siano prodotti in maniera o con materiali differenti, se son ricambi "a perdere" no.
    Ma se il problema è di progettazione è probabile che il difetto si ripresenti, per cui la convenienza mi parrebbe inesistente.

    0
  202. slisser

    La qustione non e' di chi e' colpa.
    La questione e' tenere i freni e provare a farli funzionare , vale la pena?
    ovvero risparmiare gli euri dei ricambi e investirli in una coppia di freni nuovi?
    in sintesi sti freni sono riparabili oppure no?

    Di chi sia la colpa mi pare abbastanza rilevante. Se è un problema di mancanza di manutenzione, per quanto non adeguatamente segnalato nei manuali, una riparazione potrebbe valere la pena (a patto di avere la possibilità/capacità di fare la manutenzione). Se dipende da un difetto di produzione è plausibile che una riparazione/sostituzione risolva e che quindi valga la pena, sempre che i ricambi siano prodotti in maniera o con materiali differenti, se son ricambi "a perdere" no.
    Ma se il problema è di progettazione è probabile che il difetto si ripresenti, per cui la convenienza mi parrebbe inesistente.

    0
  203. sembola

    E chi ce li ha messe quelle pastiglie, quel fluido, quelle tenute? :spetteguless:
    .

    Infatti i biciclettai proprietari dei marchi hanno dei ricarichi molto generosi, dovrebbero avere la decenza di scegliere dei componenti ragionevolmete soddisfacienti, non e' ammissibile che un povero diavolo presa la bici da tremila euro deve immediatamente sostituire i freni.
    secondo me i biciclettai tutti , meriterebbero di spalare carbone per guadagnarsi da vivere.

    0
  204. @sembola , @franz_quattro , @francescoMTB1 , @pavlinko80 , @macbond
    Dunque alla fine le soluzioni?:-)
    cosa faccio?
    vale la pena certamente far riparare in garanzia,
    Guide tornati riparati da AMG sono perfetti?

    immagino si

    pero' finitala la garanzia cosa fare?

    riparare a proprie spese o sostituire?

    ammesso di fare tutto in proprio (nostro caso) ricambi piu' pastiglie piu' trasporto vanno via piu' di 50 euro ……. vale la pena?
    non so

    0
  205. @slisser

    ● Tornano riparati?
    Mi risulta che vengono sostituiti in toto, almeno per il blocco leva

    ● Finita la garanzia?
    Mi pare ne abbiano sostituiti anche di quelli fuori tempo massimo

    ● Riparare a proprie spese?
    Si acquista il kit disponibile, credo, anche su eBay

    o si prende il trapano con un pezzo di tela smeriglio grana molto fine
    inserita e avvolta su un codolo con intaglio e si da una alesata al cilindro
    pare che tale procedura abbia avuto successo, almeno da quanto letto finora

    ● Se ne vale la pena?
    Questo lo dovresti valutare tu, tale decisione non può essere che tua

    0
  206. slisser

    @sembola , @franz_quattro , @francescoMTB1 , @pavlinko80 , @macbond
    Dunque alla fine le soluzioni?:-)
    cosa faccio?
    vale la pena certamente far riparare in garanzia,
    Guide tornati riparati da AMG sono perfetti?

    immagino si

    pero' finitala la garanzia cosa fare?

    riparare a proprie spese o sostituire?

    ammesso di fare tutto in proprio (nostro caso) ricambi piu' pastiglie piu' trasporto vanno via piu' di 50 euro ……. vale la pena?
    non so

    cioe' , dopo tutto sto trantran ancora titubante ?
    Ti sto confermando che , per mia esperienza, se effettui la manutenzione ne vale la pena eccome .
    La verita' e' questa , almeno io non ho riscontrato diversamente .
    Una cosa, per scrupolosita' tecnica , sono in procinto di ricevere conferme , non certe ma ci spero, a riguardo dell'olio Dot che viene utilizzato , e l'alternativa di uno di migliore qualita',cosa tra l'altro gia' accennata da altro utente in diverso thread se ricordo…

    0
  207. franz_quattro

    @slisser

    ● Tornano riparati?
    Mi risulta che vengono sostituiti in toto, almeno per il blocco leva

    ● Finita la garanzia?
    Mi pare ne abbiano sostituiti anche di quelli fuori tempo massimo

    ● Riparare a proprie spese?
    Si acquista il kit disponibile, credo, anche su eBay

    o si prende il trapano con un pezzo di tela smeriglio grana molto fine
    inserita e avvolta su un codolo con intaglio e si da una alesata al cilindro
    pare che tale procedura abbia avuto successo, almeno da quanto letto finora

    ● Se ne vale la pena?
    Questo lo dovresti valutare tu, tale decisione non può essere che tua

    se i freni fossero miei li riparerei soltanto per il divertimento di aprili, non modificherei nulla userei tutti pezzi nuovi.

    pero' io sono di parte 🙂

    da quel che ho letto la riparazione potrebbe non essere definitiva

    potendo comprare zee a 180 euro o slx a 125 euro tu butteresti 50 euro per riparare i guide immagina che i soldi sono tuoi?:razz:rost:

    0
  208. sembola

    I cavi d'acciaio sono elastici :spetteguless:

    Detto questo, che il problema sia causato da un surriscaldamento eccessivo per via di pastiglie o fluido inadeguati, da tolleranze o materiali errati nel pompante, nella mancanza di manutenzione non esplicitamente richiesta dai manuali o da una progettazione errata, o da una combinazione di questi fattori, non cambia assolutamente nulla: è colpa del produttore. Senza se e senza ma.

    E lo dimostra il fatto che gli impianti vengono cambiati senza colpo ferire. Io ho qualche difficoltà a credere che una multinazionale cambi in garanzia suoi prodotti per bontà d'animo e non perchè effettivamente difettosi. Anzi, un po' più di qualche difficoltà 😉

    Siamo sulla stessa lunghezza d’onda

    0
  209. sembola

    I cavi d'acciaio sono elastici :spetteguless:

    Detto questo, che il problema sia causato da un surriscaldamento eccessivo per via di pastiglie o fluido inadeguati, da tolleranze o materiali errati nel pompante, nella mancanza di manutenzione non esplicitamente richiesta dai manuali o da una progettazione errata, o da una combinazione di questi fattori, non cambia assolutamente nulla: è colpa del produttore. Senza se e senza ma.

    E lo dimostra il fatto che gli impianti vengono cambiati senza colpo ferire. Io ho qualche difficoltà a credere che una multinazionale cambi in garanzia suoi prodotti per bontà d'animo e non perchè effettivamente difettosi. Anzi, un po' più di qualche difficoltà 😉

    Siamo sulla stessa lunghezza d’onda

    0
  210. slisser

    @francescoMTB1 Naturalmente se AMG fa la revisione gratis accettiamo subito, se invece la garanzia fosse scaduta spenderesti 50 euro per i ricambi? ovvero compreresti qualcos'altro nuovo intonso?

    Citami il tuo problema, se posso ti aiuto con amg, sicuramente il tuo problema ti sara' risolto anche fuori garanzia nel limite del possibile.

    0
  211. slisser

    @francescoMTB1 Naturalmente se AMG fa la revisione gratis accettiamo subito, se invece la garanzia fosse scaduta spenderesti 50 euro per i ricambi? ovvero compreresti qualcos'altro nuovo intonso?

    Citami il tuo problema, se posso ti aiuto con amg, sicuramente il tuo problema ti sara' risolto anche fuori garanzia nel limite del possibile.

    0
  212. perché avevo parlato con il mio ciclista e una volta tornati era gli stessi ma con il pistoncino sostituito. Non vedo il motivo per una sostituzione completa se il pezzo incriminato è solo uno….. anche per un discorso economico….. che fai se ti si rovina un pneumatico della macchina sostituisci la ruota completa? Io ho dovuto aspettare un mese perché mancava il kit di ricambio…..

    0
  213. macbond

    perché avevo parlato con il mio ciclista e una volta tornati era gli stessi ma con il pistoncino sostituito. Non vedo il motivo per una sostituzione completa se il pezzo incriminato è solo uno….. anche per un discorso economico….. che fai se ti si rovina un pneumatico della macchina sostituisci la ruota completa? Io ho dovuto aspettare un mese perché mancava il kit di ricambio…..

    Ma difatti, se il pezzo e' il pistoncino e' l'intero kit revisione gruppo leva che va' sostituito e non solo il pistoncino.
    L'esempio dell'auto : se la tua auto da nuova ha percorso 20,000km ed uno solo dei pneumatici evince un difetto, che fai sostituisci il pneumatico difettato con uno nuovo e lo accoppi ad un treno gomme che ha gia' percorso i 20,000km?

    0
  214. Io la penso così, da cliente:
    Ho speso i miei soldi e pretendo che tutto funzioni, che sia una vite, un pompante o tutto il freno, [email protected]@i vostri.
    Altrimenti i miei soldi li vado a spendere da un altra parte.
    Non ho voglia e non mi interessa di trovare soluzioni ai problemi dei fornitori che ho pagato

    Chiaro abbastanza, vero?

    Se qualcuno la pensa diversamente, che venga a farmi funzionare i freni che non vanno, a gratis ovviamente! E vediamo se è contento!

    Che [email protected]@o!!!

    0
  215. sembola

    @macbond se per cambiare una gomma ci volesse tanta manodopera da avvicinare il costo della ruota completa, poco ma sicuro che ti darebbero quest'ultima :spetteguless:

    Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app

    ma se tu credi che in un periodo come questo dove tutti guardano alla spesa cambiare un pistoncino con relative guarnizioni, il cui tempo tecnico è 5 minuti, costi meno che smontare il pompante sostituire l'ogiva con relativo raccordo, mettere un pompante nuovo(a che scopo?) ricollegare il tutto rimontare la leva sia più conveniente meglio per te. Io da esperienza personale e dopo aver parlato con il meccanico ho verificato questo….. in relazione tra altro di un numero consistente di sostituzioni….

    0
  216. tricycle

    Io la penso così, da cliente:
    Ho speso i miei soldi e pretendo che tutto funzioni, che sia una vite, un pompante o tutto il freno, [email protected]@i vostri.
    Altrimenti i miei soldi li vado a spendere da un altra parte.
    Non ho voglia e non mi interessa di trovare soluzioni ai problemi dei fornitori che ho pagato

    Chiaro abbastanza, vero?

    Se qualcuno la pensa diversamente, che venga a farmi funzionare i freni che non vanno, a gratis ovviamente! E vediamo se è contento!

    Che [email protected]@o!!!

    Curiosita',mi diresti il modello di freni che hai e come e dove li hai comprati e da quanto tempo li usi? Grazie.

    0
  217. @macbond, consentimi di dubitare che la revisione di un pompante si faccia in “5 minuti". E senza conoscere il costo effettivo per il produttore non è facile fare dei conti della serva.

    Fai conto che la stessa azienda a me ha mandato un Reverb nuovo di pacca invece che cambiare la guarnizione dell'IFP. Eppure parliamo di un sacchettino di tenute da 15 euro contro un reggisella da 250 (a prezzi di listino)… O forse ne avevano talmente tanti da sistemare che costava meno prenderne uno nuovo in magazzino piuttosto che assumere un tecnico in più, anche a termine… insomma, sempre una questione di costi 😉

    0
  218. sembola

    @macbond, consentimi di dubitare che la revisione di un pompante si faccia in “5 minuti". E senza conoscere il costo effettivo per il produttore non è facile fare dei conti della serva.

    Fai conto che la stessa azienda a me ha mandato un Reverb nuovo di pacca invece che cambiare la guarnizione dell'IFP. Eppure parliamo di un sacchettino di tenute da 15 euro contro un reggisella da 250 (a prezzi di listino)… O forse ne avevano talmente tanti da sistemare che costava meno prenderne uno nuovo in magazzino piuttosto che assumere un tecnico in più, anche a termine… insomma, sempre una questione di costi 😉

    lo smontaggio è dato da 2 viti che tengono la leva e una che tiene fermo il registro della ghiera distanza pastiglie…. fine! avendolo fatto so i tempi. Comunque se invece di sentire lamentele del cliente e visto a volte i tempi lunghissimi di attesa per la riparazioni preferiscono sostituire d'emblée il pezzo…. meglio così. Io ho risposto in base ad esperienza passata.

    0
  219. dovessi comprare ora una bici avendo di serie questi freni, me li farei cambiare con dei scarsissimi alivio o deore.
    quando ancora non sapevo di questi difetti, eravamo in giro con un amico perché stava cercando una bici e il negoziante gliene propose una che montava questi freni, scontata perché in pronta consegna.
    per questioni sue non la prese: A distanza di tempo sono tornato e chiacchierando e' venuto fuori questo problema, candidamente disse che sono bei freni ma progettati male.
    scusate l'intromissione

    0
  220. francescoMTB1

    Ma difatti, se il pezzo e' il pistoncino e' l'intero kit revisione gruppo leva che va' sostituito e non solo il pistoncino.
    L'esempio dell'auto : se la tua auto da nuova ha percorso 20,000km ed uno solo dei pneumatici evince un difetto, che fai sostituisci il pneumatico difettato con uno nuovo e lo accoppi ad un treno gomme che ha gia' percorso i 20,000km?

    Esiste un kit o una lista di pezzi raccomandata per la revisione?

    Qualcuno ha provato le semimetalliche turbo di Alligator?

    0
  221. Minitrek

    dovessi comprare ora una bici avendo di serie questi freni, me li farei cambiare con dei scarsissimi alivio o deore.
    quando ancora non sapevo di questi difetti, eravamo in giro con un amico perché stava cercando una bici e il negoziante gliene propose una che montava questi freni, scontata perché in pronta consegna.
    per questioni sue non la prese: A distanza di tempo sono tornato e chiacchierando e' venuto fuori questo problema, candidamente disse che sono bei freni ma progettati male.
    scusate l'intromissione

    DEORE non sono cosi male
    Alivio dopo due mesi li vorresti cambiare, guide alla peggio durerebbero di piu,

    Comunque la giri siamo polli da spennare sia:razz:irletto:

    0
  222. slisser

    Esiste un kit o una lista di pezzi raccomandata per la revisione?

    Qualcuno ha provato le semimetalliche turbo di Alligator?

    Certo,basta scaricare l'esploso tecnico sram dei tuoi freni, tutti i particolari sono elencati nei kit con part number, che lo digiti su google ti ottieni la disponibilita' online tra i piu' forniti e-store

    0
  223. francescoMTB1

    Curiosita',mi diresti il modello di freni che hai e come e dove li hai comprati e da quanto tempo li usi? Grazie.

    Se intendi quelli che non funzionano e ho tolto: SRAM GUIDE R comprati come primo equipaggiamento su bike, revisionati una volta per noto problema e poi buttati dopo 1 mese

    Se intendi quelli che monto adesso: ZEE, acquistati online 1 anno fa’

    0
  224. slisser

    DEORE non sono cosi male
    Alivio dopo due mesi li vorresti cambiare, guide alla peggio durerebbero di piu,

    Comunque la giri siamo polli da spennare sia:razz:irletto:

    gli alivio probabilmente perché non adatti a determinati percorsi o ad un uso intenso, ma sempre meglio un up grade per un prodotto sotto dimensionato che un cambio per un prodotto fallato di fabbrica.
    come altri, anche io andrei in bestia dopo aver speso soldi e perdere tempo a cercare soluzioni a errori di progettazione

    0
  225. Minitrek

    gli alivio p

    robabilmente perché non adatti a determinati percorsi o ad un uso intenso, ma sempre meglio un up grade per un prodotto sotto dimensionato che un cambio per un prodotto fallato di fabbrica.
    come altri, anche io andrei in bestia dopo aver speso soldi e perdere tempo a cercare soluzioni a errori di progettazione

    difetti di progettazione andrebbero dimostrati, secondo me la colpa e' a meta' strada da un lato il biciclettaio ( proprietario del marchio) assembla pezzi a caso senza preoccuparsi troppo, da altro punto di vista sram non sembra fare tantissimo per risolvere il problema,
    probabilmente basterebbe distribuire una dispensa per istruire i clienti.

    torniamo all'esempio della lavatrice, un'aspetto sorprendente di tante lamentele . molti hanno ricevuto la bici con le pastiglie organiche e malgrado i problemi non pensano di provare vari tipi di inserti,

    imho in ambito racing e' abbastanza scontato che il mezzo appena ritirato dal concessionario va aggiustato su di noi.

    0
  226. tricycle

    Se intendi quelli che non funzionano e ho tolto: SRAM GUIDE R comprati come primo equipaggiamento su bike, revisionati una volta per noto problema e poi buttati dopo 1 mese

    Se intendi quelli che monto adesso: ZEE, acquistati online 1 anno fa’

    Bhe' ma, allora non li hai piu' se dici di averli buttati via …………….
    non so chi e come ti abbiano fatto la revisione e per revisione tu cosa intenda e soprattutto se e' intervenuto il negoziante oppure sono stati inviati in AMG , ma se tanto mi da tanto mi viene da pensare che essendo di serie su una bike nuova il negoziante ti avra' di certo effettuato "per revisione" uno spurgo ………

    0
  227. slisser

    difetti di progettazione andrebbero dimostrati…

    Ma secondo te, se non fosse un problema di progettazione o di qualità dei materiali, te li sostituirebbero in garanzia senza fare un fiato?

    Un freno che non deve frenare "troppo", perchè se no scalda e si blocca? Ma davvero davvero? Siamo su scherzi a parte, vero ? 😉

    Perdonatemi se ve lo dico, ma sono diverse pagine che percepisco il classico stridore di unghie sui vetri da fanboy. Lo stesso di chi, in altra discussione e da "schieramento" opposto, insisteva a negare il fatto, riportato da quasi tutti, che sul 42 del mono 11V XT Shimano la catena cadesse pedalando all' indietro, con l'incontrovertibile argomento che "il mio XTR non lo fa"…:roll:

    0
  228. slisser

    difetti di progettazione andrebbero dimostrati, secondo me la colpa e' a meta' strada da un lato il biciclettaio ( proprietario del marchio) assembla pezzi a caso senza preoccuparsi troppo, da altro punto di vista sram non sembra fare tantissimo per risolvere il problema,
    probabilmente basterebbe distribuire una dispensa per istruire i clienti.

    torniamo all'esempio della lavatrice, un'aspetto sorprendente di tante lamentele . molti hanno ricevuto la bici con le pastiglie organiche e malgrado i problemi non pensano di provare vari tipi di inserti,

    imho in ambito racing e' abbastanza scontato che il mezzo appena ritirato dal concessionario va aggiustato su di noi.

    io non voglio dispense, voglio un prodotto che funzioni e non fare adeguamenti postumi.
    punto

    0
  229. sembola

    Ma secondo te, se non fosse un problema di progettazione o di qualità dei materiali, te li sostituirebbero in garanzia senza fare un fiato?

    si

    sembola

    Un freno che non deve frenare "troppo", perchè se no scalda e si blocca? Ma davvero davvero? Siamo su scherzi a parte, vero ? 😉

    Perdonatemi se ve lo dico, ma sono diverse pagine che percepisco il classico stridore di unghie sui vetri da fanboy. Lo stesso di chi, in altra discussione e da "schieramento" opposto, insisteva a negare il fatto, riportato da quasi tutti, che sul 42 del mono 11V XT Shimano la catena cadesse pedalando all' indietro, con l'incontrovertibile argomento che "il mio XTR non lo fa"…:roll:

    io non ho un'ammirazione sperticata per sram, pero' non vedo chiaro, guide possono essere piu' delicatini rispetto ad altri freni pero' per affermare che soffrono un difetto di progettazione bisognerebbe almeno capire qual' è sto difetto.

    Faccio un esempio : ho preso una bici a fine ottobre 2017, primo equipaggiamento i freni shimano 615 con le pastiglie organiche G01s , bene le G01s mi sono durate 4 discese dal Monte Canto circa 12 km in tutto, non mi sono scandalizzato e ho comprato alcune paste che avessero una recensione favorevole, Shimano G04s e J04c, Alligator semimetalliche e metallo ceramiche, ashima semimetalliche e ceramiche , Nukeproof semimetalliche e metalliche, ed anche 4 dischi piu solidi, ho incominciato a fare le mie prove .
    A dicembre / gennaio ho voluto montare la pinza magura all'anteriore, pero' per ogni evenienza tengo nel cassetto una coppia di brm 675 nuovi pronti da montare.

    Io non ho preso guide perche' ho letto le lamentele, tuttavia se i guide li hai gia', rimangono soltanto due opzioni , usarli o cambiarli. Parrebbe che alcuni impianti funzionano in maniera soddisfacente dunque potrebbe non essere del tutto impossibile trovare una soluzione favorevole.

    io non sono l'esperto dei freni pero' la versione, dei raggi solari che mandano in crisi la pompa mi fa un po ridere, personalmente opterei per un ATE type 200 DOT4 e una coppia di pastiglie piu performanti, (alligator semimetalliche turbo? ) ,scarterei immediatamente le resin del primo equipaggiamento.
    naturalmente se il freno e' gia' scassato il dot 4 non resuscita i morti , vanno mandati in assistenza ovvero revisionati in casa.
    revisione = sostituzione pezzi usurati

    0
    1. E’ un difetto di progettazione che SRAM ora ed Avid prima si portano dietro da eoni od ere geologiche. Sono passato per vari impianti Juicy Avid poi Avid Elixir di ogni tipo e foggia per approdare ad SRAM…ad impianto nuovo funzionano entro specifiche “sulla carta”, ma al passare del tempo si manifestano problemi di blocco e sì anche blocco per riscaldamento in estate se lasci la bicicletta esposta al Sole ovvero ferma.
      Una seria indagine avrebbero dovuta condurla da tempo gli “ingegneri” statunitensi di SRAM/Avid ed invece niente. Non si fa altro che “progettare” nuove e fantasmagoriche sempre sulla carta, tipologie di impianto freni a disco che vengono puntualmente presentate alla stampa di settore.
      Invece oggi si fa fare da “tester” finale all’acquirente finale ovvero non si spende più tempo di tanto in prove interne serie ripeto serie.

      0
  230. slisser

    imho o accetti l'incognita di poter mettere mano alla bici ooo compri la bici a pezzi e la monti come vuoi tu :razz:rost:

    no se so che qualche giorno dopo devo sbattermi per problemi conclamati.
    o faccio cambiare i freni o prendo una bici che non monta quelli 😉

    0
  231. Minitrek

    no se so che qualche giorno dopo devo sbattermi per problemi conclamati.
    o faccio cambiare i freni o prendo una bici che non monta quelli 😉

    D'accordo pero' il titolo del tred mi fa immaginare che i guide oramai li abbiamo ( io no, ma c'è un tizio che vorrebbe appiopparmi i suoi:-P:) e bisogna decidere se riparare o buttare:-)

    0
  232. slisser

    D'accordo pero' il titolo del tred mi fa immaginare che i guide oramai li abbiamo ( io no, ma c'è un tizio che vorrebbe appiopparmi i suoi:-P:) e bisogna decidere se riparare o buttare:-)

    infatti avevo detto…scusate il disturbo 😉

    0
  233. Mia esperienza: due bici (mia e moglie stesso anno prese a fine estate entrambe guide RSC). Estate successiva un freno per bici ha avuto il problema.
    So per certo che è stato cambiato solo il pistoncino della leva (l'ha fatto il mio ciclista senza che i freni lasciassero la bici). Succedeva inizio estate 2017, in seguito zero problemi (e zero spurghi). La bici ha fatto qualcosa meno di 4000 km in due anni e qualche mese. è una trail e siamo entrambi abbastanza leggeri. Dischi 180 180
    Quindi visto che è stato cambiato solo un pezzo il problema era per forza quello… a parte le pastiglie originali (che nonr icordo cosa fossero) sempre pastiglie sram semimetalliche. La bici
    Ora c'è in casa un'altra bici (Strive) con guide RS, dischi 200 davanti, mi pare 180 dietro ma se mi sbaglio 200 e finora va bene. c'è da luglio, un po' di caldo l'ha preso…

    1+
  234. stesso @Ami con gli amaruq ai piedi?

    domanda : a un certo punto hai dovuto cominciare ad applicare molta forza sulla leva per riuscire a frenare forte?

    imho la descrizione di @pavlinko80 anche se scarsamente positiva e' quella che mi convince di piu'. In sintesi secondo me o troviamo le pastiglie adatte ad abbattere in maniera significativa le temperature della pinza, o il problema presto o poi si ripropone anche dopo la revisione

    0
  235. slisser

    stesso @Ami con gli amaruq ai piedi?

    domanda : a un certo punto hai dovuto cominciare ad applicare molta forza sulla leva per riuscire a frenare forte?

    imho la descrizione di @pavlinko80 anche se scarsamente positiva e' quella che mi convince di piu'. In sintesi secondo me o troviamo le pastiglie adatte ad abbattere in maniera significativa le temperature della pinza, o il problema presto o poi si ripropone anche dopo la revisione

    qualcuno monta le pastiglie con alette sui guide tipo queste alligator.
    https://www.gambacicli.com/it/allig…MIp_WB04X13QIVBflRCh0DDQSlEAQYASABEgITgPD_BwE
    se volete provarci provateci. io ho risolto ogni tipo di problema con i guide rs, la soluzione nel mio caso si chiama saint

    0
  236. francescoMTB1

    Bhe' ma, allora non li hai piu' se dici di averli buttati via …………….
    non so chi e come ti abbiano fatto la revisione e per revisione tu cosa intenda e soprattutto se e' intervenuto il negoziante oppure sono stati inviati in AMG , ma se tanto mi da tanto mi viene da pensare che essendo di serie su una bike nuova il negoziante ti avra' di certo effettuato "per revisione" uno spurgo ………

    Buttati x modo di dire.
    Sono in garage pronti da rimontare su bike appena la dovrò vendere, visto che a tanti piacciono e molti sanno come riparare ai difetti.

    Comunque è chiaro che abbiamo visioni diverse:
    tu fai di tutto x trovare scuse (ti ha fatto la revisione sbagliata e cose simili….: ma cosa ne sai, mi spieghi?) e accettare di aver acquistato oltre ai freni anche i problemi, e sei contento cosi.

    Io no, ho trovato una soluzione diversa e sono contento anche io.

    Entrambi contenti.

    0
  237. tricycle

    Buttati x modo di dire.
    Sono in garage pronti da rimontare

    tricycle

    Buttati x modo di dire.
    Sono in garage pronti da rimontare su bike appena la dovrò vendere, visto che a tanti piacciono e molti sanno come riparare ai difetti.

    Comunque è chiaro che abbiamo visioni diverse:
    tu fai di tutto x trovare scuse (ti ha fatto la revisione sbagliata e cose simili….: ma cosa ne sai, mi spieghi?) e accettare di aver acquistato oltre ai freni anche i problemi, e sei contento cosi.

    Io no, ho trovato una soluzione diversa e sono contento anche io.

    Entrambi contenti.

    Guarda che io non trovo nessuna scusa, ma poi ,detto cosi', di quale ipotetica scusa dovrei avvalermi e per cosa?
    Ho letto solo quanto scrivi, tra l'altro poi poco delucidativo in quanto prima asserivi di aver buttato i freni e poi hai chiarito di averli messi da parte.
    Non ho mai detto che ti abbia detto di averti sbagliato la revisione, semmai supposto che le cose siano andate probabilmente nella maniera che io ho immaginato.
    In pratica, la mia , e' stata una sorta di domanda, mentre tu forse , la hai recepita come una accusa mirata.
    Sono invece d'accordo che entrambi,anche se diversamente,siamo contenti, escludendo a priori, che i miei interventi contengano manifestazioni di parteggiamento per il gruppo sram.
    Semplicemente espongo le mie esperienze, tutto qua.:razz:rost:

    0
  238. francescoMTB1

    Guarda che io non trovo nessuna scusa, ma poi ,detto cosi', di quale ipotetica scusa dovrei avvalermi e per cosa?
    Ho letto solo quanto scrivi, tra l'altro poi poco delucidativo in quanto prima asserivi di aver buttato i freni e poi hai chiarito di averli messi da parte.
    Non ho mai detto che ti abbia detto di averti sbagliato la revisione, semmai supposto che le cose siano andate probabilmente nella maniera che io ho immaginato.
    In pratica, la mia , e' stata una sorta di domanda, mentre tu forse , la hai recepita come una accusa mirata.
    Sono invece d'accordo che entrambi,anche se diversamente,siamo contenti, escludendo a priori, che i miei interventi contengano manifestazioni di parteggiamento per il gruppo sram.
    Semplicemente espongo le mie esperienze, tutto qua.:razz:rost:

    Se invece di guardare il dito si guardasse la Luna…

    Tutte ste [email protected]@o di sottigliezze e pignolerie su cosa … ?
    … caro mio, ma secondo te cambia se i freni difettosi li ho tolti e messi in garage o tolti e buttati? Cosa aggiunge o toglie ad una o l’altra tesi? Non so…

    Se qualcuno avesse la SOLUZIONE, con la MAIUSCOLA, invece di farsi le [email protected]@e qui, che si presenti dal CEO di SRAM, buttandogliela sul tavolo, e chiedendo un mucchio di [emoji383] [emoji383][emoji383]

    0
    1. Beh molto facile avere la soluzione ai problemi a costo zero proveniente dal “basso”…il CEO di SRAM invece leggendo di feedback non proprio positivi in giro per il globo “terracqueo” anche elettronico oggi, avrebbe dovuto fare una bella riunione con tecnici e responsabili.

      0
  239. tricycle

    Se invece di guardare il dito si guardasse la Luna…

    Tutte ste [email protected]@o di sottigliezze e pignolerie su cosa … ?
    … caro mio, ma secondo te cambia se i freni difettosi li ho tolti e messi in garage o tolti e buttati? Cosa aggiunge o toglie ad una o l’altra tesi? Non so…

    Se qualcuno avesse la SOLUZIONE, con la MAIUSCOLA, invece di farsi le [email protected]@e qui, che si presenti dal CEO di SRAM, buttandogliela sul tavolo, e chiedendo un mucchio di [emoji383] [emoji383][emoji383]

    Non capisco,a me pare che tu ti scaldi ed aggiri una risposta,
    cio' che affermi invece con la tua asserzione in evidenza relativo alla importanza del contenuto dei post e' forma di correttezza nei riguardi di chi legge , se a tuo parere ti sembra inutile ,alla stessa stregua devo considerare quanto tu scrivi, non ti pare?

    0
  240. slisser

    si

    Certo, e li riparano delle marmotte temporaneamente sollevate dal lavoro abituale di incartare la cioccolata :spetteguless:
    Seriamente, qui non parliamo di una rottura occasionale, ma di un problema abbastanza diffuso (in senso relativo come già detto). E' irrealistico credere che un'azienda sostituisca dei prodotti senza che ci siano dei difetti effettivi.

    slisser

    io non ho un'ammirazione sperticata per sram, pero' non vedo chiaro, guide possono essere piu' delicatini rispetto ad altri freni pero' per affermare che soffrono un difetto di progettazione bisognerebbe almeno capire qual' è sto difetto.

    Il pompante si blocca, questo ormai è assodato. Che poi dipenda da tolleranze di lavorazione errate, da montaggio poco accurato, da un progetto "errato", o da troppo calore provocato dal biker che "frena troppo" , da pastiglie non adeguate o dal calore del sole, cambia poco dal mio punto di vista.

    slisser

    Faccio un esempio…

    Sono due situazioni completamente differenti. Che un freno possa non avere prestazioni adeguate al proprio modo di andare in mtb è una cosa completamente differente dal fatto che smetta di funzionare del tutto.

    1+
  241. @sembola per quanto ne so' la nostra copia di freni comprata usata, non ottiene la riparazione in garanzia . A sto punto indagare chi è il colpevole non mi risolve niente e comunque non è il mio mestiere. Ora la mia ipotesi è nota a tutti (credo) se la mia versione e' vagamente plausibile devo revisionare il freno (con pezzi originali ) e cercare una pastiglia capace di abbassare la temperatura di esercizio. Se la mia idea e' errata non mi conviene tentare una riparazione. Personalmente sostituirei il pistoncino danneggiato con un pistoncino comprato nuovo da sram, non oserei apportare modifiche perche' sotto sforzo, si deformasse di piu' non sappiamo come va a finire.

    Ho scritto qui appunto per sentire altre opinioni eee ho letto abbastanza per rinunciare.:razz:rost:

    0
  242. slisser

    @sembola per quanto ne so' la nostra coppia di freni comprata usata, non ottiene la riparazione in garanzia

    Per quanto ne so i manutentori italiani di SRAM sono di manica molto larga, tanto più in una situazione di questo tipo. Io proverei a chiedere la riparazione in garanzia, devi appoggiarti ad un rivenditore.

    slisser

    A sto punto indagare chi è il colpevole non mi risolve niente e comunque non è il mio mestiere.

    Chi sia il colpevole è chiaro, è il produttore, è lui che ha fatto i freni a quel modo con quei materiali.
    Se invece la questione è capire se la riparazione (in garanzia o meno) risolva oppure no, comprendere il motivo del malfunzionamento mi pare importante. Infatti….

    slisser

    Ora la mia ipotesi è nota a tutti (credo) se la mia versione e' vagamente plausibile devo revisionare il freno (con pezzi originali ) e cercare una pastiglia capace di abbassare la temperatura di esercizio. Se la mia idea e' errata non mi conviene tentare una riparazione. Personalmente sostituirei il pistoncino danneggiato con un pistoncino comprato nuovo da sram, non oserei apportare modifiche perche' sotto sforzo, si deformasse di piu' non sappiamo come va a finire.
    Ho scritto qui appunto per sentire altre opinioni eee ho letto abbastanza per rinunciare.:razz:rost:

    Per come vado in bici io , la penso al contrario di te: nei miei giri capitano anche discese lunghe e ripide da "freni in mano" in cui si può arrivare al limite del fading, se credessi che è una questione di calore non mi sentirei sicuro neanche con fluido o pastiglie migliori da questo punto di vista.

    0
  243. slisser

    stesso @Ami con gli amaruq ai piedi?

    domanda : a un certo punto hai dovuto cominciare ad applicare molta forza sulla leva per riuscire a frenare forte?

    imho la descrizione di @pavlinko80 anche se scarsamente positiva e' quella che mi convince di piu'. In sintesi secondo me o troviamo le pastiglie adatte ad abbattere in maniera significativa le temperature della pinza, o il problema presto o poi si ripropone anche dopo la revisione

    stesso Ami.
    Però non faccio le due cose in contemporanea!
    No, mai diventata più dura la leva, solo problema di ritorno (in realtà le pastiglie non restavano neanche a contatto del disco, però la leva era floscia e non nella sua posizione di fine corsa, cosa disagevole a mio avviso).

    0
  244. slisser

    stesso @Ami con gli amaruq ai piedi?

    domanda : a un certo punto hai dovuto cominciare ad applicare molta forza sulla leva per riuscire a frenare forte?

    imho la descrizione di @pavlinko80 anche se scarsamente positiva e' quella che mi convince di piu'. In sintesi secondo me o troviamo le pastiglie adatte ad abbattere in maniera significativa le temperature della pinza, o il problema presto o poi si ripropone anche dopo la revisione

    stesso Ami.
    Però non faccio le due cose in contemporanea!
    No, mai diventata più dura la leva, solo problema di ritorno (in realtà le pastiglie non restavano neanche a contatto del disco, però la leva era floscia e non nella sua posizione di fine corsa, cosa disagevole a mio avviso).

    0
  245. sembola

    Per come vado in bici io , la penso al contrario di te: nei miei giri capitano anche discese lunghe e ripide da "freni in mano" in cui si può arrivare al limite del fading, se credessi che è una questione di calore non mi sentirei sicuro neanche con fluido o pastiglie migliori da questo punto di vista.

    Anche io salgo per la discesa e per fortuna, io non ho preso i guide,:razz:rost:

    Lei Dottore mi sottovaluta l'importanza dell'inserto. Se da un'occhiata a questi test notera' che impianti abbastanza uguali hanno comportamento molto dissimile determinato appunto dalla differente pastiglia impiegata.
    https://enduro-mtb.com/en/best-mtb-disc-brake-can-buy/

    0
  246. Ami

    stesso Ami.
    Però non faccio le due cose in contemporanea!
    No, mai diventata più dura la leva, solo problema di ritorno (in realtà le pastiglie non restavano neanche a contatto del disco, però la leva era floscia e non nella sua posizione di fine corsa, cosa disagevole a mio avviso).

    HOLA Ami io son quello con gli slissi :razz:rost:

    0
  247. slisser

    Anche io salgo per la discesa e per fortuna, io non ho preso i guide,:razz:rost:

    Lei Dottore mi sottovaluta l'importanza dell'inserto. Se da un'occhiata a questi test notera' che impianti abbastanza uguali hanno comportamento molto dissimile determinato appunto dalla differente pastiglia impiegata.
    https://enduro-mtb.com/en/best-mtb-disc-brake-can-buy/

    Personalmente non salgo per scendere. Ma in Appennino o (più raramente, purtroppo) nelle Alpi capita di scendere per tanto tempo e su pendenze non propriamente rassicuranti 😉

    Non sottovaluto affatto l'importanza delle pastiglie, sulle due bici che uso in ambiti molto diversi (full 130/140 per l'Appennino e full xc per i giri intorno casa) ho impianti praticamente identici (SLX e XT, stessa serie) ma uso pastiglie metalliche nel primo caso e in resina nel secondo. Per quella che è la mia esperienza le pastiglie metalliche offrono infatti prestazioni complessivamente "migliori" a livello di consistenza e resistenza contro una maggiore rumorosità.

    Però quando ho rinnovato la bici, e di serie ci ho trovato pastiglie in resina, non è che la pompa si è bloccata o son volato giù dal sentiero perchè non frenavo, semplicemente le pastiglie si sono consumate molto più velocemente. Non confondiamo migliore o peggiore prestazione (reale o percepita) con i malfunzionamenti, quelli sono tutt'altra cosa.

    0
  248. sembola

    Personalmente non salgo per scendere. Ma in Appennino o (più raramente, purtroppo) nelle Alpi capita di scendere per tanto tempo e su pendenze non propriamente rassicuranti 😉

    Non sottovaluto affatto l'importanza delle pastiglie, sulle due bici che uso in ambiti molto diversi (full 130/140 per l'Appennino e full xc per i giri intorno casa) ho impianti praticamente identici (SLX e XT, stessa serie) ma uso pastiglie metalliche nel primo caso e in resina nel secondo. Per quella che è la mia esperienza le pastiglie metalliche offrono infatti prestazioni complessivamente "migliori" a livello di consistenza e resistenza contro una maggiore rumorosità.

    Però quando ho rinnovato la bici, e di serie ci ho trovato pastiglie in resina, non è che la pompa si è bloccata o son volato giù dal sentiero perchè non frenavo, semplicemente le pastiglie si sono consumate molto più velocemente. Non confondiamo migliore o peggiore prestazione (reale o percepita) con i malfunzionamenti, quelli sono tutt'altra cosa.

    Anch'io avevo sulla full Xt e sulla front Slx ed ho sempre utilizzato pastiglie sia metalliche che in resina e anche con dischi di produttori diversi ed hanno sempre funzionato.
    Gli Sram Guide R no, sono belli nuovi ed il posteriore è già andato in pappa dopo 200km.
    Domani porto la bici in officina per controllo generale e farò sistemare i freni.

    Sent from my Mi MIX 2 using MTB-Forum mobile app

    0
  249. sembola

    Però quando ho rinnovato la bici, e di serie ci ho trovato pastiglie in resina, non è che la pompa si è bloccata o son volato giù dal sentiero perchè non frenavo, semplicemente le pastiglie si sono consumate molto più velocemente. Non confondiamo migliore o peggiore prestazione (reale o percepita) con i malfunzionamenti, quelli sono tutt'altra cosa.

    Precisiamo non voglio sdoganare i Guide a nessuno, piuttosto lo Shimano 615 e' un freno dignitosissimo, imho con le G04S diventa un gran bel freno (percepito), tuttavia l'accoppiata ZEE con la pinza magura MT5, adesso ho le paste in kevlar, la bici rallenta con il pensiero.

    0
  250. slisser

    Precisiamo non voglio sdoganare i Guide a nessuno, piuttosto lo Shimano 615 e' un freno dignitosissimo, imho con le G04S diventa un gran bel freno (percepito), tuttavia l'accoppiata ZEE con la pinza magura MT5, adesso ho le paste in kevlar, la bici rallenta con il pensiero.

    Secondo te sulle mie pompe XT M785 posso abbinare pinze Zee???

    Sent from my Mi MIX 2 using MTB-Forum mobile app

    0
  251. slisser

    Precisiamo non voglio sdoganare i Guide a nessuno, piuttosto lo Shimano 615 e' un freno dignitosissimo, imho con le G04S diventa un gran bel freno (percepito), tuttavia l'accoppiata ZEE con la pinza magura MT5, adesso ho le paste in kevlar, la bici rallenta con il pensiero.

    Non ho difficoltà a crederci :razz:rost:

    0
  252. mrslate

    seguo con interesse tutta la discussione, anch'io sono possessore dei guide rs, c'è qualcuno che ha provato a sostituire il pompante con quelli in alluminio che si trovano su ebay o sul aliexpress?

    Potrebbe essere la soluzione risolutiva, puoi indicare il link del commerciante?
    Da quel che scrivono tutti, il pistoncino bianco Sram è destinato sempre a deformarsi,:-( puo' andar bene fintanto che lo sostituiscono gratis
    In metallo potrebbe avere qualche chance in piu'

    0
  253. gianlucazocchi

    Sono la prima cosa che cambio ancor prima di aver utilizzato ogni nuova bici

    Seby.c

    Io chiedevo informazioni per questo,credo che per i Guide R modello base non serva Sram topo poi non so,i miei funzionano bene mai smontati mai fatta manutenzione dopo circa un anno di utilizzo.

    Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

    slisser

    Potrebbe essere la soluzione risolutiva, puoi indicare il link del commerciante?
    Da quel che scrivono tutti, il pistoncino bianco Sram è destinato sempre a deformarsi,:-( puo' andar bene fintanto che lo sostituiscono gratis
    In metallo potrebbe avere qualche chance in piu'

    Seby.c

    Vedi l’allegato 261804

    Arrivati appena adesso…

    ad oggi nessun problema con i Guide R uso i freni da Marzo con regolarità settimanale appena avro problemi proverò la modifica.

    Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

    Spero di non aver fatto confusione con i multiquote…
    gianlucazocchi dice che è la prima cosa che sostituisce e spero ci possa dare più lumi a riguardo,
    Seby.c è stato il mio istigatore ed ora vedo che mi ha preceduto e li ha presi.

    qui sotto metto link di ebay

    https://www.ebay.it/sch/i.html?_odk…+Rebuild+Part+Piston++for+sram+GUIDE&_sacat=0

    poi con lo stesso criterio di ricerca, come riportato nei post alle prime pagine, si trovano anche su aliexpress.
    Io altro non so ma sono seriamente interessato ad acquistarli anche se per ora non ho grossi problemi sui freni ma ammetto di esser un pò preveuto a causa della precedete esperienza con gli avid…

    Aspetto le esperienze di chi è maggiormente prepartato di me (e ci vuol poco…)

    0
  254. Può essere che con il freddo i freni perdano molta potenza frenante?
    nell’ultima uscita in un trail ripido ero in balia del terreno smosso e dei freni che non rispondevano bene…
    non mi era mai capitato e ho gli RS da più di un anno senza avere grandi problemi..
    Secondo voi può essere che il freddo abbia reso l’olio più denso rendendoli inefficaci (cosa che mi è venuta da pensare mentre ero lì) oppure è una cosa comune per tutti i freni?
    non rispondevano come quando son bagnati per esempio, i dischi non facevano rumore, sembrava più una cosa dei pompanti…non so come spiegare…cmq ero alla seconda discesa e nonostante l’utilizzo non si sono scaldati e non hanno migliorato…

    0
  255. Secondo me dovresti provare a spurgarli. L'inverno scorso mi ha dato problemi l'alzasella e spurgando ho risolto.
    Questi oli non ne risentono di qualche grado sotto zero.
    Io ho i Guide rsc da 2 anni e ancora non mi hanno dato problemi se non un leggero allungamento della corsa anche col registro a fondo corsa. Probabilmente fra poco sarà ora di fare un po' di manutenzione…

    0
  256. StefPD

    Secondo me dovresti provare a spurgarli. L'inverno scorso mi ha dato problemi l'alzasella e spurgando ho risolto.
    Questi oli non ne risentono di qualche grado sotto zero.
    Io ho i Guide rsc da 2 anni e ancora non mi hanno dato problemi se non un leggero allungamento della corsa anche col registro a fondo corsa. Probabilmente fra poco sarà ora di fare un po' di manutenzione…

    Bravo, eccone uno che capisce l'importanza della manutenzione,senza campare accuse diffamatorie di malfunzionamenti verso I brand .
    Ti e Vi confermo anche io che una manutenzione piu' costante assicura prestazioni davvero eccellenti.
    Se invece,per altri ,il fatto , preferiscono discuterlo con diversi orientamenti che ben venga e lo esprimano liberamente e scelgano un componente con minore necessita' di manutenzione, ma non vengano a fare I saputelli raccontando fatti non fondati sulla affidabilita' dei componenti in oggetto di thread
    Unitamente, un piccolo Augurio per un grande nuovo anno a tutti del forum :razz:rost:

    0
  257. StefPD

    Secondo me dovresti provare a spurgarli. L'inverno scorso mi ha dato problemi l'alzasella e spurgando ho risolto.
    Questi oli non ne risentono di qualche grado sotto zero.
    Io ho i Guide rsc da 2 anni e ancora non mi hanno dato problemi se non un leggero allungamento della corsa anche col registro a fondo corsa. Probabilmente fra poco sarà ora di fare un po' di manutenzione…

    l'ho pensato anche io, ma il meccanico qualche settimana fa mi ha detto che non ne avevano bisogno..
    A me come feeling gli RS vanno benissimo, però hanno avuto un calo improvviso che non imputo al fatto che siano "i tanto odiati guide" ma a qualche altro fattore, che a questo punto è il freddo.
    Appena posso faccio lo spurgo, grazie

    0
  258. fuze

    l'ho pensato anche io, ma il meccanico qualche settimana fa mi ha detto che non ne avevano bisogno..
    A me come feeling gli RS vanno benissimo, però hanno avuto un calo improvviso che non imputo al fatto che siano "i tanto odiati guide" ma a qualche altro fattore, che a questo punto è il freddo.
    Appena posso faccio lo spurgo, grazie

    Ho gli Rs 4 pistoncini anch’io da due anni, sono eccezionali perché sono tra i migliori quanto a modulabilita’ , caratteristica prioritaria sulle bici dal mio punto di vista.
    Il calo improvviso può essere dovuto alla contaminazione dei dischi e delle pastiglie.
    Io uso lo spray per i dischi delle moto che è a base trielina potente sgrassante.
    Quando si fa manutenzione alla bici è un attimo toccare un disco freno con grasso olio spray siliconici e la frenata ne risente subito.
    Poi è buona norma cambiare olio ai freni Dot una volta all’ anno perché è igroscopico, col tempo cattura umidità dall’aria e questa compromette il funzionamento.

    0
  259. verdino

    Ho gli Rs 4 pistoncini anch’io da due anni, sono eccezionali perché sono tra i migliori quanto a modulabilita’ , caratteristica prioritaria sulle bici dal mio punto di vista.
    Il calo improvviso può essere dovuto alla contaminazione dei dischi e delle pastiglie.
    Io uso lo spray per i dischi delle moto che è a base trielina potente sgrassante e con esso spruzzo e lavo dischi e pastiglie.
    Quando si fa manutenzione alla bici è un attimo toccare un disco freno con grasso olio spray siliconici e la frenata ne risente subito.
    Poi è buona norma cambiare olio ai freni Dot una volta all’ anno perché è igroscopico, col tempo cattura umidità dall’aria e questa compromette il funzionamento.

    0
  260. verdino

    Ho gli Rs 4 pistoncini anch’io da due anni, sono eccezionali perché sono tra i migliori quanto a modulabilita’ , caratteristica prioritaria sulle bici dal mio punto di vista.
    Il calo improvviso può essere dovuto alla contaminazione dei dischi e delle pastiglie.
    Io uso lo spray per i dischi delle moto che è a base trielina potente sgrassante.
    Quando si fa manutenzione alla bici è un attimo toccare un disco freno con grasso olio spray siliconici e la frenata ne risente subito, il lavaggio con spray alla trielina è una garanzia di funzionamento (da esperienza motociclistica).
    Poi è buona norma cambiare olio ai freni Dot una volta all’ anno perché è igroscopico, col tempo cattura umidità dall’aria e questa compromette il funzionamento.

    difficile che si tratti di contaminazione di pastiglie e dischi…mi era capitato sulla vecchia bici ed era molto diverso oltre che riscontrabile pulendo il disco e per via del rumore insolito. cmq appena posso cambio dell'olio e delle pastiglie. finora ho usato le metalliche, voi quali mi consigliate?
    Se mi linkate il prodotto ancora meglio!:razz:rost:

    0
  261. fuze

    difficile che si tratti di contaminazione di pastiglie e dischi…mi era capitato sulla vecchia bici ed era molto diverso oltre che riscontrabile pulendo il disco e per via del rumore insolito. cmq appena posso cambio dell'olio e delle pastiglie. finora ho usato le metalliche, voi quali mi consigliate?
    Se mi linkate il prodotto ancora meglio!:razz:rost:

    Ma è aumentata la corsa delle leve freno oppure è rimasta ok ?

    0
  262. fuze

    difficile che si tratti di contaminazione di pastiglie e dischi…mi era capitato sulla vecchia bici ed era molto diverso oltre che riscontrabile pulendo il disco e per via del rumore insolito. cmq appena posso cambio dell'olio e delle pastiglie. finora ho usato le metalliche, voi quali mi consigliate?
    Se mi linkate il prodotto ancora meglio!:razz:rost:

    Io uso le Alligator semimetalliche non fischiano , sono più pronte a freddo delle metalliche e consumano meno i dischi, durano il doppio delle Organiche costando la metà di metalliche e organiche .

    0
  263. Guide rs usciti di serie dalla mia jeffsy. Mai avuto problemi. Poi ho messo un po' da parte la bici per infortunio e quando l'ho ripresa mi hanno dato solo problemi: leva spugnosissima. Numerosi spurghi non hanno risolto. Leggendo in giro ho capito che è il pistone del pompante che fa schifo di fabbrica: si dilata/corrode. Ne ho preso un paio di ricambio in titanio sperando di risolvere. Nel frattempo ho preso degli shimano XT, freni seri e soprattutto freni tali da essere chiamati freni, non ste ciofeche sram che decidono di non funzionare dalla sera alla mattina senza apparente motivo

    Inviato dal mio Mi A1 utilizzando Tapatalk

    0
  264. Secondo me i freni vanno anche un po' capiti , frenare fa' parte delle operazioni inverse, come la divisione piu' complicata della moltiplica e raffreddare e' piu' difficile dello scaldare.

    Ora se guardate in casa shimano nessuno penserebbe (mi auguro) di eseguire spurghi andando a mescolare olio shimano con l'olio magura e olio marchio mai sentito preso a tre euro all' auchan.

    Chissacome questa e' la pratica normalmente riservata ai freni sram e avid nelle botteghe dei pasticcioni, i quali una volta ti aggiungono liquido DOT 5,1 preso da una parte , poi liquido DOT 5,1 preso da un'altra. Basterebbe ricordare che mescolare liquidi DOT di provenienza differente e' consentito , pero' NON e' consigliabile , le prestazioni del miscuglio saranno certamente MOLTO peggiori delle prestazioni dei due liquidi di partenza. Fa abbastanza ridere anche lamentarsi delle performance del freno Guide caricato col liquido DOT da tre euro preso alla coop, in cofronto allo Scimano XT caricato rigorosamente con liquido Shimano da 15 Euro /kg – Io prima di buttare il bambino insieme all'acqua sporca proverei a rimpiazzare il DOT di provenienza sconosciuta col MOTUL 600 ovvero un ATE TYP 200 e metterei due pastiglie come queste,
    View attachment 266548
    giusto per capire se posso fare qualcosa per migliorarmi.:razz:rost:

    0
  265. fuze

    difficile che si tratti di contaminazione di pastiglie e dischi…mi era capitato sulla vecchia bici ed era molto diverso oltre che riscontrabile pulendo il disco e per via del rumore insolito. cmq appena posso cambio dell'olio e delle pastiglie. finora ho usato le metalliche, voi quali mi consigliate?
    Se mi linkate il prodotto ancora meglio!:razz:rost:

    Se fai discese impegnative per i freni non esiste l' inserto buono per tutti e per tutte le situazioni , tocca andare per tentativi e capire cosa e' meglio per te.
    Swiss ha presentato queste, appare evidente che tutti i produttori si stanno impegnando per migliorare la dispersione del calore e la resistenza dell'inserto nelle applicazioni gravose
    Vedi l’allegato 266550

    0
  266. fuze

    no non è aumentata la corsa, sono più spugnosi e nell'ultima uscita avevo difficoltà a frenare

    Se vai giu' cattivo il liquido DOT almeno una volta all'anno andrebbe sostituito, ovvero la perdita di efficienza diventa evidente:-)

    0
  267. capocchione

    Guide rs usciti di serie dalla mia jeffsy. Mai avuto problemi. Poi ho messo un po' da parte la bici per infortunio e quando l'ho ripresa mi hanno dato solo problemi: leva spugnosissima. Numerosi spurghi non hanno risolto. Leggendo in giro ho capito che è il pistone del pompante che fa schifo di fabbrica: si dilata/corrode. Ne ho preso un paio di ricambio in titanio sperando di risolvere. Nel frattempo ho preso degli shimano XT, freni seri e soprattutto freni tali da essere chiamati freni, non ste ciofeche sram che decidono di non funzionare dalla sera alla mattina senza apparente motivo

    Inviato dal mio Mi A1 utilizzando Tapatalk

    Ripassati cio' che scrivi: dapprima ne esulti le qualita' …
    Poi scrivi che a causa infortunio li hai tenuti fermi e alla ripresa all'utilizzo riscontri problemi di leva spugnosa,riferisci di avere effettuato numerosi spurghi, ma non sostituzione di tutto l'olio ,ma qui la lascia pensare tutta anche della conservazione che avra' dapprima condensato vapori e poi per dilatazione ,a causa della igroscopcita' dell'olio,avra' danneggiato le tenute dei gruppi leve dei pompanti e non dei pistoni che vai scrivendo.e poi alla fine li definisci ciofeche?
    Sei l'esempio del post 362 ,senza eccezioni solo per le definizioni di cio' che hai scritto!

    0
  268. francescoMTB1

    Ripassati cio' che scrivi: dapprima ne esulti le qualita' …
    Poi scrivi che a causa infortunio li hai tenuti fermi e alla ripresa all'utilizzo riscontri problemi di leva spugnosa,riferisci di avere effettuato numerosi spurghi, ma non sostituzione di tutto l'olio ,ma qui la lascia pensare tutta anche della conservazione che avra' dapprima condensato vapori e poi per dilatazione ,a causa della igroscopcita' dell'olio,avra' danneggiato le tenute dei gruppi leve dei pompanti e non dei pistoni che vai scrivendo.e poi alla fine li definisci ciofeche?
    Sei l'esempio del post 362 ,senza eccezioni solo per le definizioni di cio' che hai scritto!
    Poi tra l' altro si legge chiaramente nell'altro 3d di come siano andate le cose, proprio come avevo intuito io ,dilatazione pompanti…ma che e' … il tuo fantomatico meccanico non e' stato in grado a revisionarli? Ma se prima li hai gettati ora I pistoni in carbonio dove li monti?
    https://www.mtb-mag.com/forum/threads/jeffsy.334359/page-175#post-8551193

    Aspetta, c'è un po' di confusione ovviamente per colpa mia. Ho solo riportato ciò che mi è successo. I pistoni li ho presi oggi, dopo aver scritto il post nell'altro thread. Non ne ho esaltato le qualità, anzi, ad essere sincero non mi sono mai piaciuti fin dal primo utilizzo. Non li ho cambiati semplicemente perché funzionavano e non vedevo il motivo per cambiarli. Pur non piacendomi, mi sono abituato. Poi la sosta forzata e tutto quello che ho scritto: leva spugnosa, spurghi, meccanico, ecc… Il meccanico è in gamba e mi ha anche proposto la revisione, sono io che ho colto la palla al balzo per cambiarli pur crucciandomi del fatto che hanno smesso di funzionare praticamente la sera per la mattina. Oggi, come dicevo, ho trovato i pistoni in titanio e ho deciso di prenderli per vedere se posso recuperarli e tenerli di scorta in caso di emergenza o se un giorno dovessi assemblare un'altra bici.
    Spero sia chiaro ora, nessuna polemica, ci mancherebbe [emoji6]

    Inviato dal mio Mi A1 utilizzando Tapatalk

    0
  269. capocchione

    Aspetta, c'è un po' di confusione ovviamente per colpa mia. Ho solo riportato ciò che mi è successo. I pistoni li ho presi oggi, dopo aver scritto il post nell'altro thread. Non ne ho esaltato le qualità, anzi, ad essere sincero non mi sono mai piaciuti fin dal primo utilizzo. Non li ho cambiati semplicemente perché funzionavano e non vedevo il motivo per cambiarli. Pur non piacendomi, mi sono abituato. Poi la sosta forzata e tutto quello che ho scritto: leva spugnosa, spurghi, meccanico, ecc… Il meccanico è in gamba e mi ha anche proposto la revisione, sono io che ho colto la palla al balzo per cambiarli pur crucciandomi del fatto che hanno smesso di funzionare praticamente la sera per la mattina. Oggi, come dicevo, ho trovato i pistoni in titanio e ho deciso di prenderli per vedere se posso recuperarli e tenerli di scorta in caso di emergenza o se un giorno dovessi assemblare un'altra bici.
    Spero sia chiaro ora, nessuna polemica, ci mancherebbe [emoji6]

    Inviato dal mio Mi A1 utilizzando Tapatalk

    Non e' cosi', ti sei contraddetto da te a confronto di te stesso da quanto scrivi nei due thread , caso strano ora il meccanico e' uno buono(ne conosco di tanti buoni) e ti ha offerto la revisione.
    Non hanno smesso di funzionare dalla sera alla mattina perche' hai anteposto una lunga sosta per infortunio e poi ripresa con il frontino….quindi immaginiamo il tutto ….
    Infine scrivi cosi' ,da copia ed incolla :
    Nel frattempo ho preso degli shimano XT, freni seri e soprattutto freni tali da essere chiamati freni, non ste ciofeche sram che decidono di non funzionare dalla sera alla mattina senza apparente motivo
    a me mi sa che la ciofeca non siano i freni , lascio la parola ad altri lettori .!

    0
  270. fuze

    no non è aumentata la corsa, sono più spugnosi e nell'ultima uscita avevo difficoltà a frenare

    Direi allora, come ti hanno già suggerito, di fare un cambio olio completo (non rabbocco) e cambio pastiglie
    Io non faccio discese lunghissime e fino ad ora ho usato pastiglie organiche
    Ciao e buon anno

    0
  271. francescoMTB1

    Se e' un lavoro eseguito ad hoc e se e' un negoziante ci sta' eccome se con tanto di ricevuta.

    grazie!
    mi era sembrato tanto perchè ricordavo che lo spurgo costava intorno ai 25-30 euro in totale, ma il cambio completo non l'avevo mai fatto

    0
  272. fuze

    grazie!
    mi era sembrato tanto perchè ricordavo che lo spurgo costava intorno ai 25-30 euro in totale, ma il cambio completo non l'avevo mai fatto

    Tra uno spurgo ed un cambio totale di olio variano pochi Euri, io , da privato ad appassionato chiedo come compenso alla prestazione occasionale ad amici un 20tino , e ci sta eccome a privato,ed hanno sempre da ridire !

    0
  273. fuze

    oggi ho ritirato la bici dopo il cambio olio, mi hanno chiesto 20€ per freno…è un prezzo normale?
    in totale 44€

    Hai preso nota marca e tipo del liquido DOT che hanno utilizzato? UN eventuale successivo spurgo andrebbe fatto con lo stesso liquido Marca e tipo, , non basta stesso DOT, mescolare DOT proveniente da aziende differenti e' un pasticcio e ottiene un crollo delle prestazioni del freno.
    QUesto vale per qualunque freno, Sram, Formula, Hope, Brembo.

    0
  274. slisser

    Hai preso nota marca e tipo del liquido DOT che hanno utilizzato? UN eventuale successivo spurgo andrebbe fatto con lo stesso liquido Marca e tipo, , non basta stesso DOT, mescolare DOT proveniente da aziende differenti e' un pasticcio e ottiene un crollo delle prestazioni del freno.
    QUesto vale per qualunque freno, Sram, Formula, Hope, Brembo.

    grazie! hanno usato 5.1 credo sram, non pensavo ci fosse differenza di marca, mi informerò

    0
  275. slisser

    Hai preso nota marca e tipo del liquido DOT che hanno utilizzato? UN eventuale successivo spurgo andrebbe fatto con lo stesso liquido Marca e tipo, , non basta stesso DOT, mescolare DOT proveniente da aziende differenti e' un pasticcio e ottiene un crollo delle prestazioni del freno.
    QUesto vale per qualunque freno, Sram, Formula, Hope, Brembo.

    Fosse così sarebbe pieno di automobili che si schiantano ai semafori! :mrgreen:

    0
  276. francescoMTB1

    Non e' proprio cosi' ma la regola impone di non miscelare .

    Quale regola se i DOT 5.1 sono tutti compatibili tra loro e c'è anche scritto sulla confezione? Avete test scientifici che dimostrano quello che dite? Tra l'altro, la maggiorparte dei liquidi freno arrivano dallo stesso produttore e poi sono semplicemente messi dentro confezioni con marche diverse 🙄

    E poi ripeto, secondo voi sulle auto il meccanico quando interviene sui freni sa cosa c'è nell'impianto e usa lo stesso liquido oppure semplicemente rabbocca/spurga con quello che usa lui solitamente?

    0
  277. AleEND

    Quale regola se i DOT 5.1 sono tutti compatibili tra loro e c'è anche scritto sulla confezione? Avete test scientifici che dimostrano quello che dite? Tra l'altro, la maggiorparte dei liquidi freno arrivano dallo stesso produttore e poi sono semplicemente messi dentro confezioni con marche diverse 🙄

    E poi ripeto, secondo voi sulle auto il meccanico quando interviene sui freni sa cosa c'è nell'impianto e usa lo stesso liquido oppure semplicemente rabbocca/spurga con quello che usa lui solitamente?

    Se la metti cosi' allora tutti a shakerare e buona notte.
    Esiste la tabella peter verdone, puoi fare I confronti di tutti gli oli e le loro compatibilita'.
    Io non mischio, ma ti informo che qualita' e caratteristiche vanno osservate.

    0
  278. francescoMTB1

    Se la metti cosi' allora tutti a shakerare e buona notte.
    Esiste la tabella peter verdone, puoi fare I confronti di tutti gli oli e le loro compatibilita'.
    Io non mischio, ma ti informo che qualita' e caratteristiche vanno osservate.

    Se parliamo si DOT non sono oli ma liquidi/fluidi, giusto per precisare.
    Comunque neanche io mischio perché uso sempre lo stesso ma se dovesse capitare una manutenzione straordinaria in giro dove non ho lo stesso liquido lo si può fare senza problemi né patemi. Ovvio che se all'RBF660 vai ad aggiungere il DOT 4 del Carrefour, le prestazioni si allineeranno in basso… ma l'impianto non avrà problemi.

    PS: Peter Verdone chi è? Il fratello americano di Carlo? :mrgreen:

    0
  279. AleEND

    Quale regola se i DOT 5.1 sono tutti compatibili tra loro e c'è anche scritto sulla confezione? Avete test scientifici che dimostrano quello che dite? Tra l'altro, la maggiorparte dei liquidi freno arrivano dallo stesso produttore e poi sono semplicemente messi dentro confezioni con marche diverse 🙄

    E poi ripeto, secondo voi sulle auto il meccanico quando interviene sui freni sa cosa c'è nell'impianto e usa lo stesso liquido oppure semplicemente rabbocca/spurga con quello che usa lui solitamente?

    Il DOT è uno standard minimo che può essere 4, 5.1 etc etc.
    Ovviamente ce differenza tra un DOT 5.1 di un brand e l'altro, solitamente se il produttore/distributore è serio riporta una tabella con le specifiche. Da li puoi valutare le sue caratteristiche.
    E inutile ricordare che questi tipi di fluidi sono sviluppati per veicoli a motore con prestazioni decisamente superiori a qualsiasi MTB in discesa.
    E buon senso utilizzare un prodotto unico, ma non è vietato utilizzare due fluidi di brand diversi, ma non vedo per quale motivo farlo, se non in casi particolari.
    E anche vero che in molti non hanno le strutture per produrre in proprio e, si rivolgono ad aziende del settore, ma ciò non toglie che possano richiedere determinati standard per un fluido brandizzato con il loro marchio.
    Io più tosto che utilizzare il misero flaconcino venduto da SRAM, acquisto un prodotto dedicato prodotto e distribuito da aziende del settore.

    0
  280. AleEND

    Se parliamo si DOT non sono oli ma liquidi/fluidi, giusto per precisare.
    Comunque neanche io mischio perché uso sempre lo stesso ma se dovesse capitare una manutenzione straordinaria in giro dove non ho lo stesso liquido lo si può fare senza problemi né patemi. Ovvio che se all'RBF660 vai ad aggiungere il DOT 4 del Carrefour, le prestazioni si allineeranno in basso… ma l'impianto non avrà problemi.

    PS: Peter Verdone chi è? Il fratello americano di Carlo? :mrgreen:

    hai detto tutto

    0
  281. AleEND

    Fosse così sarebbe pieno di automobili che si schiantano ai semafori! :mrgreen:

    Beh di bifolchi senza cervello che si schiantano in macchina e in moto perche' non capiscono la differenza tra la loro utilitaria pensata per rispettare i limiti del codice e una auto preparata per le corse, ce ne sono fin troppi.

    0
  282. AleEND

    Fosse così sarebbe pieno di automobili che si schiantano ai semafori! :mrgreen:

    Beh di bifolchi senza cervello che si schiantano in macchina e in moto perche' non capiscono la differenza tra la loro utilitaria pensata per rispettare i limiti del codice e una auto preparata per le corse, ce ne sono fin troppi.

    0
  283. AleEND

    Quale regola se i DOT 5.1 sono tutti compatibili tra loro e c'è anche scritto sulla confezione? Avete test scientifici che dimostrano quello che dite? Tra l'altro, la maggiorparte dei liquidi freno arrivano dallo stesso produttore e poi sono semplicemente messi dentro confezioni con marche diverse 🙄

    E poi ripeto, secondo voi sulle auto il meccanico quando interviene sui freni sa cosa c'è nell'impianto e usa lo stesso liquido oppure semplicemente rabbocca/spurga con quello che usa lui solitamente?

    Mi spiace doverti contraddire, pero' il liquido DOT per le applicazioni racing e' un preparato molto sofisticato , se consideri che le battaglie in pista si vincono o si perdono quasi sempre alla staccata, puoi immaginare l'impegno che le aziende dedicano a questi prodotti

    Libero di fare come ti pare, pero' secondo me mescolare due liquidi DOT di provenienza differente, e' un grave errore. Naturalmente se usi l'auto per andare da casa al lavoro, al centro commerciale , potresti non avvertire la differenza (fin quando non succede l'imprevisto) se entri a Monza per una sessione di prove noti la differenza tra un prodotto e l'altro.

    Ora se non ho frainteso il titolo del tred la conversazione verte sul come fare per evitare certi problemi che alcuni (non tutti ) accusano. Imho se sulle razze dei dischi incominciano ad apparire colorazioni che vanno dal marroncino al blu elettrico sei lontano dall'utilizzo tranquillo del freno e dovresti incominciare a ottimizzare componenti e abilita' in maniera professionale.
    Vedi l’allegato 266946

    0
  284. prima uscita dopo il cambio dell'olio e delle pastiglie: un'altro pianeta!
    dopo un minimo di rodaggio ho avvertito subito la differenza.
    mi son reso conto che in questo periodo la mia guida era notevolmente penalizzata dalle condizioni dei freni, avevo la sensazione di poter spingere di più perchè ora rispondono immediatamente e hanno una migliore modulabilità, .
    se durano così li tengo alla grande.

    Per la cronaca: DOT 5.1 (credo avid), e pastiglie semimetalliche jagwire (quelle rosse).

    0
  285. capocchione

    Mi sono arrivati i pistoncini in titanio per i guide RS. A breve sostituzione e test[​IMG]

    Inviato dal mio Mi A1 utilizzando Tapatalk

    E già un anno che li ho montati, su Sram DB5, quelli che ho usato io sono in alluminio comprati su eBay a 8 euro cadauno.
    Risolvono il problema del ritorno della leva, e l'espansione del pistone d'estate.
    Ma a mio avviso presentano comunque un piccolo problema…

    0
  286. oblomov

    nei miei aumenta la corsa, è successo anche all'anteriore che era stato spurgato (alla seconda uscita successiva allo spurgo).

    può essere perché trasporto la bici in macchina messa in posizione orizzontale?

    scusa, leggo solo ora 🙁
    in teoria non dovrebbe essere quella la causa

    0
  287. andymcnab4

    E già un anno che li ho montati, su Sram DB5, quelli che ho usato io sono in alluminio comprati su eBay a 8 euro cadauno.
    Risolvono il problema del ritorno della leva, e l'espansione del pistone d'estate.
    Ma a mio avviso presentano comunque un piccolo problema…

    Ebbene? Dicci tutto …… l'argomento è interessante :sbavon:

    0
  288. andymcnab4

    E già un anno che li ho montati, su Sram DB5, quelli che ho usato io sono in alluminio comprati su eBay a 8 euro cadauno.
    Risolvono il problema del ritorno della leva, e l'espansione del pistone d'estate.
    Ma a mio avviso presentano comunque un piccolo problema…

    Qual è il problema? Lanci la pietra e nascondi la mano [emoji23]

    Inviato dal mio Mi A1 utilizzando Tapatalk

    0
  289. oblomov

    ok, grazie. in effetti in un'altra discussione mi hanno chiarito che si tratta di freni problematici di per sé.

    Io gli ho sulla Jekyll, acquistata usata; ho avuto il problema del pompante che si blocca ed il meccanico di fiducia mi ha sostituito entrambi i pompanti con quelli dei Guide RE

    0
  290. Non lanciò la pietra, :mrgreen: non è facile spigarlo.
    1) Il pistone è in alluminio un materiale più morbido del giunto in acciaio che si innesta al suo interno bisogna lubrificare questa parte la testa sferica che poggia dentro il pistone, perché con il costante utilizzo può precocemente usurare il pistone.
    2) L'unione di questi due pistone più giunto non è perfetta, durante la fase di spinta tende a piegarsi, attenzione non è che il pistone si piega?! Ma nel punto dove si inserisce il giunto avviene un movimento non lineare ma leggermente inclinato facendo si che il pistone nella parte finale tocchi l'interno del cilindro, creando una leggera frizione alluminio su alluminio, lo si può notare se lo si smonta dopo diverso tempo con un leggero anerimento nel punto di frizione, presente anche nel pistone in plastica. Per ovviare a questo problema, si può utilizzare un oring utilizzando proprio la parte incava del pistone in lega.
    Non so se mi sono spiegato bene, volevo fare una guida qui sul forum, tempo permettendo.
    Io li utilizzo ormai da giugno 2017 e, ne sono soddisfatto.
    Consiglio di eseguire la modifica su di un freno alla volta in modo da valutarne l'effettiva differenza dal precedente.

    0
    1. in effetti sarebbe buona cosa non far scorrere due materieli simili uno contro l’altro e purtroppo, come hai fatto notare, il pompante in una fase della sua corsa “punta” contro il corpo della pompa. alla lunga questo potrebbe portare ad un’ovalizzazione di una parte del tunnel di scorrimento del pompante, con il pericolo concreto che la guarnizione a coppa non faccia più tenuta rendendo inutilizzabile la pompa e comprometta la frenata.
      per me la soluzione migliore sarebbe trovare o farsi realizzare dei pompanti in materiale sintetico di qualità superiore o con tolleranze adatte a risolvere il problema del rigonfiamento della parte.
      io, come gia scritto, sono andato di cartavetro sul pezzo originale e il fenomeno non si è più presentato.
      il secondo “problema”, quello della frenata poco potente, lo vedo legato ad una concomitanza di fattori: dischi originali di bassa qualità/progettazione e aspettative dell’utenza/comprensione della filosofia del prodotto.
      i miei RS sono montati su una grossa bici da freeride, sulla quale alterno diversi set di ruote a seconda delle circostanze di utilizzo, ruote complete di dischi freno di diverse marche che mi hanno fatto notare le differenze di prestazioni e di risposta al comando a parità di pastiglie semimetalliche installate nelle pinze. i dischi peggiori sono gli originali, che probabilmente pagano il prezzo di un disegno legato più alla voglia di distinguersi che a una reale efficacia di utilizzo o forse di un materiale non perfettamente all’altezza del lavoro da svolgere. in effetti qualunque disco mi ha dato sensazioni migliori dei centerline, persino i vecchi grimeca/shimano di 20 anni fà frenano meglio, senza cuocere o cantare con voce di mezzo soprano.
      per quanto riguarda la potenza, questa è più legata al “come” che al “quanto”, cioè alle aspettative del singolo utente. personalmente, guidando spesso su terreni umidi o fangosi, con radici e pietre, prediligo la modulabilità alla potenza asoluta, magari applicata in modalità on/off come gli shimano, che possiedo montati sulla bici da enduro e di cui sono molto soddisfatto ma che in situazioni di scarsa aderenza richiedono più concentrazione nella gestione della corta leva di comando. i guide sono, a parer mio, più modulabili nella fase centrale della corsa della leva, richiedendo forse una escursione un po piu lunga per esprimere tutta la loro potenza

      0
  291. slisser

    @andymcnab4 hai aperto le pompe, qualche tempo dopo aver montato i pistoni d'allumnio, soltanto per controllare se tutto era apposto, ovvero qualcosa ti aveva insospettito? hai usato grasso DOT?

    Ciao
    Come ti ho descritto sopra ho apportato la modifica solo ad un pompante, poi dopo sei mesi di utilizzo ho modificato l'altro e , per scrupolo ho voluto constatare come si presentava il pistone, sai com'è mai fidarsi, (i freni sono un dispositivo di sicurezza della bici).
    Valutando anche lo stato di come si presentava il pistone in plastica, dopo la rimozione, mostrava un annerimento su di un lato sulla parte posteriore, proprio come ti ho descritto sopra.
    Vedi l’allegato 267716
    Non so se si vede bene, se noti nella parte posteriore, ci sono delle micro striature provocate dallo sfregamento del pistone contro l'interno del cilindro.
    Questo si verifica per il motivo che sopra ti ho descritto, e il pistone in alluminio non è esente da questo.

    0
  292. Io gli ho sulla Jekyll, acquistata usata; ho avuto il problema del pompante che si blocca ed il meccanico di fiducia mi ha sostituito entrambi i pompanti con quelli dei Guide RE

    ben fatto 😉

    ne sto leggendo di tutti i colori, ma per ora il problema dei miei non è così fastidioso quindi ho deciso che li cambierò (o valuterò col meccanico se e come intervenire) solo quando diventeranno ingestibili o pericolosi.

    0
  293. slisser

    Buongiorno @andymcnab4
    Chiarissimo grazie,
    Il sistema che spinge avanti il pistoncino nel tuo freno è diretto come nel guide r , ovvero hai il rinvio come guide rs ?

    Se non ho capito male.
    Il mio monta questo sistema:
    Vedi l’allegato 267733
    Non so i guide come sono ma credo in linea di massima siano uguali, a parte qualche particolare sulla leva.

    Che tipo di pastiglie usi?

    Per ora resina sinterizzate, su dischi Hayes 180/160 mm, per il prossimo ho già un set di semi metalliche.

    0
  294. @andymcnab4 guide r hanno il comando che hai indicato, guide rs hanno un rinvio che assomiglia piu o meno al servo wave shimano.

    Senza fare nomi 🙂 con le pastiglie magura 8p resina abbastanza scarse e abbastanza care, mi sono accorto che a metā discesa per frenare tendevo ad appli care una forza eccessiva , freno magura mt5 perô se avessi continuato in quel modo, credo anche la pompa magura si sarebbe scassato qualcosa.

    0
  295. slisser

    @andymcnab4 guide r hanno il comando che hai indicato, guide rs hanno un rinvio che assomiglia piu o meno al servo wave shimano.

    Senza fare nomi 🙂 con le pastiglie magura 8p resina abbastanza scarse e abbastanza care, mi sono accorto che a metā discesa per frenare tendevo ad appli care una forza eccessiva , freno magura mt5 perô se avessi continuato in quel modo, credo anche la pompa magura si sarebbe scassato qualcosa.

    Io per ora, mi trovo bene, naturalmente sono anche un po light, dopo i cenoni la bilancia segna 65 kg nudo, penso di ritornare al peso pre cenoni 63 kg.
    Non ho mai avvertito insicurezza nel utilizzare i freni in discesa. L'unico fastidio e che quando si bagnano sono un po rumorosi.
    Rumore dovuto al umidità presente sulle parti, ma quando sento bici da 4000 euro fischiare, mi consola…

    0
  296. andymcnab4

    Io per ora, mi trovo bene, naturalmente sono anche un po light, dopo i cenoni la bilancia segna 65 kg nudo, penso di ritornare al peso pre cenoni 63 kg.
    Non ho mai avvertito insicurezza nel utilizzare i freni in discesa. L'unico fastidio e che quando si bagnano sono un po rumorosi.
    Rumore dovuto al umidità presente sulle parti, ma quando sento bici da 4000 euro fischiare, mi consola…

    65 kg neppure quando avevo 18 anni :-):-):-) i miei freni TUTTI dopo i primi 200 mt di dislivello si lamentano un po' pero' non mi dispiace per nulla:8-)::-)

    0
  297. Buongiorno a tutto il forum…
    Dico subito che per problemi “analoghi” ma nel mondo elettronico-informatico, negli USA si fanno delle class action con risarcimenti parecchio alti…vedasi ad esempio i problemi che affliggono le cpu per personal computer, computer in genere.
    Quindi…SRAM ora ma prima Avid dovrebbe e sarebbe giusto andasse incontro alle stesse “punizioni esemplari”…perché faccio notare che sono ormai lustri che si spacciano le “ultime generazioni” di impianti freno a disco con qualsivoglia numero di pistoni come “le definitive”, le nec plus ultra della situazione…da Jiuicy in poi passando per i vari Elixir…ne ho avuti vari di impianti Avid->SRAM e tutti con gli stessi problemi base…
    Blocco delle pinze “automatico” per riscaldamento anche di pochi minuti al Sole d’inverno…blocco ora delle pinze dei Guide sia R che RS, passando per la disgregazione dei materiali delle pinze degli Elixir CR, CR Mag più “ovviamente” problemi alle pinze e pompanti ecc. ecc.
    Diciamo che fare affari in questo modo è abbastanza diciamo discutibile.
    Un poco di responsabilità, non so quanta l’hanno i revisori ed i tester delle varie forme di media dedicate al settore sia in forma elettronica W.W.W sia in forma di rivista in carta stampata.

    Marco1971

    0
  298. Marco1971

    Buongiorno a tutto il forum…
    Dico subito che per problemi "analoghi" ma nel mondo elettronico-informatico, negli USA si fanno delle class action con risarcimenti parecchio alti…vedasi ad esempio i problemi che affliggono le cpu per personal computer, computer in genere.
    Quindi…SRAM ora ma prima Avid dovrebbe e sarebbe giusto andasse incontro alle stesse "punizioni esemplari"…perché faccio notare che sono ormai lustri che si spacciano le "ultime generazioni" di impianti freno a disco con qualsivoglia numero di pistoni come "le definitive", le nec plus ultra della situazione…da Jiuicy in poi passando per i vari Elixir…ne ho avuti vari di impianti Avid->SRAM e tutti con gli stessi problemi base…
    Blocco delle pinze "automatico" per riscaldamento anche di pochi minuti al Sole d'inverno…blocco ora delle pinze dei Guide sia R che RS, passando per la disgregazione dei materiali delle pinze degli Elixir CR, CR Mag più "ovviamente" problemi alle pinze e pompanti ecc. ecc.
    Diciamo che fare affari in questo modo è abbastanza diciamo discutibile.
    Un poco di responsabilità, non so quanta l'hanno i revisori ed i tester delle varie forme di media dedicate al settore sia in forma elettronica W.W.W sia in forma di rivista in carta stampata.

    Marco1971

    Se si osservano attentamente tutte le serie di prodotti e solo un copia, incolla, hanno cambiato nome ma i prodotti sono gli stessi.

    0
    1. Penso che sia così…tipico modus operandi del mondo globale-capistalistico più anche spregiudicato che tende sempre più a fare economie interne di materiali, soluzioni impiegate ecc. ecc. Unitamente a non so quanta capacità di progettazione degli “ingegneri” made in the USA a questo punto.
      D’altronde per quanto tempo proprio Rock Shox ha proposto come nec plus ultra il sistema “Dual Air” nelle proprie forcelle per mtb ? Per poi “magicamente” sparare fuori da improbabili cilindri “il nec plus ultra ultra” nella forma del sistema “Air Solo” ?

      0
  299. @marco197
    Boh secondo me sarebbe una esagerazione. Stiamo parlando di materiali racing, queste bici non sono assimilabili alle macchine di uso comune, come la lavatrice o la motocicletta omologata per circolare su strada. In ambito corse solitamente la figura del meccanico e' sempre abbastanza importante all'interno del team,

    Se un dispositivo non ti soddisfa, troppo delicato ovvero richiede interventi di manutenzione troppo frequenti, eviti di usarlo, metti il l'oggetto sul mercatino come fanno in tanti.

    0
    1. E così facendo permetti che SRAM od epigoni sue possano continuare in questo modus operandi…facendo soldi a palate vendendo sistemi “finiti” che non hanno funzionalità nemmeno aderenti al dichiarato…o se le hanno le mantengono per un certo tempo…e poi mi si taccia la gente di complottismo se osa anche solo menzionare le obsolescenze programmate almeno su basi statistiche. Ripeto in ambito elettronico/informatico Intel a suo tempo per errori di progetto dovette sostituire ogni cpu Pentium affetta da una erratica progettazione della propria unità in virgola mobile. Invece in questo settore no…si va vanti così…da decenni ormai…
      In ambiti racing equiparati spesso al gesto svolto per professione ovviamente questi problemi o non vengono fuori oppure se vengono alla luce vengono mascherati dal fatto di utilizzare sempre impianti nuovi e perfetti.
      I problemi vengono sempre evidenziati dalle masse di utenti che acquistano impianti freno a disco nello specifico che evidentemente non vengono costruiti allo stato dell’arte utilizzato in apparentemente equipollenti usai dai “pro”.
      E le masse spendono soldi finanziando tutta la filiera di ricerca e sviluppo…che non sia sa però bene cosa sviluppi e ricerchi dato che siamo sempre qui a zero.
      Le masse poi fanno e svolgono la vera e propria funzione di test gratuitamente…perché i costruttori ricevono feedback…che sempre evidentemtente non utilizzano per modificare in senso definitivo ciò che progettano e producono.
      Siamo ad un punto di stallo…
      Qui od arriva uno scatto e moto di dignità dal basso delle persone che acquistano/comprano a prezzi finali anche alti…oppure non andiamo da nessuna parte.

      0
    1. Vuoi “ridere” Andy ? Proprio ora il titolare di un noto negozio di componenti per biciclette ecc. italiano del nord diciamo…mi ha risposto a domanda se fosse a parte di altre persone con questo tipo di problemi…di non essere a conoscenza di altre segnalazioni…ovviamente nella sua ottica di continuare a venderli…

      0
  300. andymcnab4

    E come la storiella del re nudo…

    non e' vero,:-) nelle gare motoristiche tutti sanno che i mezzi sono esasperati, motori, freni, sospensioni danno il 200% di quello che dovrebbero e i componenti pesano la meta' di quelli normali,

    Se ci sono rotture nessuno va' dall'avvocato, le aziende quando va bene ti sostituiscono il pezzo in garanzia.

    0
  301. slisser

    non e' vero,:-) nelle gare motoristiche tutti sanno che i mezzi sono esasperati, motori, freni, sospensioni danno il 200% di quello che dovrebbero e i componenti pesano la meta' di quelli normali,

    Se ci sono rotture nessuno va' dall'avvocato, le aziende quando va bene ti sostituiscono il pezzo in garanzia.

    Io la bici la compro per andare a passeggio per i boschi… se per causa di un guasto mi faccio male vai tranquillo che dall'avvocato ci vado e gli faccio tirare fuori un bel po' di soldi! 😉

    0
  302. AleEND

    Io la bici la compro per andare a passeggio per i boschi… se per causa di un guasto mi faccio male vai tranquillo che dall'avvocato ci vado e gli faccio tirare fuori un bel po' di soldi! 😉

    Secondo me ci sta che tra utenti/piloti si dice meglio questo o quello.
    Io stesso volevo un freno piu performate dello shimano deore 615 , stavo guardando i guide rs, @fafnir mi ha detto lascia perdere i guide , ho scelto un'altra soluzione. SE avessi scelto guide sarei costretto a sotiture i pistoncini ogni 6 mesi o adottare quelli d'alluminio non originali, rotture di scatole , perô finisce li. A cadere riesco bene da solo, senza dar colpa ai freni:-)
    Se ci limitassimo al giretto tranquillo forse anche i guide avrebbero meno problemi

    0
  303. slisser

    Secondo me ci sta che tra utenti/piloti si dice meglio questo o quello.
    Io stesso volevo un freno piu performate dello shimano deore 615 , stavo guardando i guide rs, @fafnir mi ha detto lascia perdere i guide , ho scelto un'altra soluzione. SE avessi scelto guide sarei costretto a sotiture i pistoncini ogni 6 mesi o adottare quelli d'alluminio non originali, rotture di scatole , perô finisce li. A cadere riesco bene da solo, senza dar colpa ai freni:-)
    Se ci limitassimo al giretto tranquillo forse anche i guide avrebbero meno problemi

    La concorrenza è molta ed agguerrita e noi abbiamo troppo poco tempo per uscire per perderci in cazzate.
    Se un prodotto è risaputo che può dare problemi lo evito, punto.

    Il tempo libero che sto fermo non me lo restituiscono con la garanzia.

    0
  304. fafnir

    La concorrenza è molta ed agguerrita e noi abbiamo troppo poco tempo per uscire per perderci in cazzate.
    Se un prodotto è risaputo che può dare problemi lo evito, punto.

    Il tempo libero che sto fermo non me lo restituiscono con la garanzia.

    Tra l'altro anche quando vanno non sono proprio sto gioiello di freni, quindi non c'è nemmeno il miraggio di avere un impianto che frena in modo eccellente, quando va.

    Ciao ciao

    Va beh quando prendi una bici nuova l'importante che piaccia il colore, tutto il resto lo cambi, i freni di serie sono coerenti con la filosofia del biciclettaio:-)

    0
  305. slisser

    Va beh quando prendi una bici nuova l'importante che piaccia il colore, tutto il resto lo cambi, i freni di serie sono coerenti con la filosofia del biciclettaio:-)

    Infatti non prendo più bici intere
    Freni insulsi, cuscinetti e forcelle secche aride, reverb che si blocca col freddo…chi me lo fa fare?
    Devo lavorarci il doppio.

    0
  306. Opinioni a parte ogni uno è libero di comprare ciò che vuole, io per esempio problema pistone a parte ho tutto sram e non ho tutti questi problemi.
    Anzi puntando proprio sul fatto che molti si disfano di prodotti sram, faccio i miei affari.
    Io ho freni sram è mi trovo benissimo, risolto il problema congenito.

    0
  307. slisser

    non e' vero,:-) nelle gare motoristiche tutti sanno che i mezzi sono esasperati, motori, freni, sospensioni danno il 200% di quello che dovrebbero e i componenti pesano la meta' di quelli normali,

    Se ci sono rotture nessuno va' dall'avvocato, le aziende quando va bene ti sostituiscono il pezzo in garanzia.

    Si ma su una bici per quanto esasperati sono, non raggiungeranno mai limiti pari ad altri settori sportivi.

    0
  308. andymcnab4

    Opinioni a parte ogni uno è libero di comprare ciò che vuole, io per esempio problema pistone a parte ho tutto sram e non ho tutti questi problemi.
    Anzi puntando proprio sul fatto che molti si disfano di prodotti sram, faccio i miei affari.
    Io ho freni sram è mi trovo benissimo, risolto il problema congenito.

    Non puoi dire problema del pistone a parte, quello è IL problema.
    È come dire che il verde è blu se non si considera il giallo…non ha molto senso come discorso.

    0
  309. fafnir

    Non puoi dire problema del pistone a parte, quello è IL problema.
    È come dire che il verde è blu se non si considera il giallo…non ha molto senso come discorso.

    @fafnir possiamo discutere qui all'infinito, io ho sostituito il pistone e cosi ho risolto il problema, ora vanno bene, non resta che consumare dischi e pastiglie.
    Certo a te magari non va giù questo, ma io preferisco cosi ora che so come risolvere e venirne a capo definitivamente.
    E poi vuoi mettere gli affari che si fanno quando li svendono:mrgreen:
    Non ce nessun componente esente da problemi.

    0
    1. Ci stiamo allontanando ancora una volta dal fulcro del problema…l’incapacità manifesta di Avid prima ed SRAM poi di progettare impianti freno a disco per mtb…e così facendo continuiamo imperterriti a legittimare il loro modus operandi in attesa del prossimo “miracolo” e mirabolante sistema frenante “che risolverà tutto in un solo colpo”…ovviamente attesa vana. Io parlo non solo del pompante e relativo assieme ma anche della pinza e relative componenti interne e non solo dei Guide…in passato avevo gli stessi problemi con gli Elixir 9 ed ancora prima con gli Elixir CR.

      0
      1. E nel merito del thread/post iniziale questa affermazione non è affatto vera “La soluzione alla radice di questo problema è una regolare pulizia dei pistoni con brake cleaner ad ogni cambio pastiglie.”
        Il problema è interno e costitutivo del tipo di assieme e componenti impiegati…avete voglia di pulire i pistoni regolarmente…regolarmente si ripresenterà il problema di “pigrizia” cosiddetta. Evidentemente una inabilità intrinseca di progetto non eliminabile a meno di cambio di paradigma progettuale da parte dei produttori…che dubito verrà a breve quanto meno.

        0
  310. Vendo Sram Guide RS, usati poco… Completi di dischi….. Fate voi l'offerta. Per quanto riguarda la mia esperienza, con i freni SRAM, ho chiuso. Abbiamo già dato.

    A mio avviso, il "pacchetto" che Sram propone alle aziende è talmente conveniente che le stesse aziende chiudono un occhio, se qualcosa (come i freni) non va bene. Il 12 rapporti è quello che viene richiesto adesso sulle nuove bici e Sram, fino a poco tempo fa, era monopolista. L'anno scorso ho comprato una Trek Remedy 9.8 2018… E non me l'hanno regalata. Bella bici, ma arrivare in curva con i freni a ferro sul manubrio e non fermarsi non è né bello, né sicuro. E per quello che ho speso, permettete che sia pure un po' inxxxxto!

    0
  311. Qui esprimo le mie considerazione poi ognuno ha le sue ragioni.
    Io monto Sram DB5 (freni base) dal 2014 ad oggi l'unico problema riscontrato è stato quello del pistone, che ho risolto, come precedentemente ho descritto e, a sua volta migliorato anche questo con un acuta osservazione oggettiva del upgrade, ad oggi a distanza di più di un anno a giugno ne saranno trascorsi 2. Sono soddisfatto dei miei freni problema a parte (risolto). Come faceva notare @lembok è anche io, a volte il problema può essere imputato al disco non adatto. Non sono mai stato uno che compra i pacchetti già pronti a parte le prime bici, ho sempre assemblato le bici e deciso cosa montare. Nella bici che monta i Sram DB5 monto dischi Hayes, molto più efficenti dei centerline, sulla seconda bici monto i centerline con freni Sram TLM vediamo come si comportano nel tempo. Vanno anche fatte delle considerazioni che a molti saltano all'occhio il peso del biker, che viene molto trascurato… E dimensionare l'impianto frenante ad esso.

    0
    1. Qui Andy ci sono problemi ed errori sistematici di progetto ma non da ora da almeno dieci anni a questa parte…la Trek che presi nel 2009 aveva i Juicy 5 ed avevano gli stessi problemi degli attuali Guide R/RS…e la cosa tragica è che sono sistemi relativamente semplici con quei malefici quadring inclusi…e se nel 2018->2019 non sono in grado di progettare un impianto freno che non manifesti dopo sei mesi problemi gravi…Lo sai cosa mi ha risposto il titolare di un noto negozio di componenti per biciclette ecc. dell’alta Italia a mia richiesta se avesse avuto altre segnalazioni di questi problemi sui Guide (loro ed altri impianti Avid-SRAM) ? No…nessuna segnalazione…ovviamente escludendo per “poca memoria” le segnalazioni del problema mie fatte a lui medesimo mesi or sono più tutto quello che si “sente” e si vede in giro per i forum di tutto il mondo occidentale.

      0
      1. Poi ditemi in coscienza se a leggere queste pagine www relative a questi impianti non vi sentite un poco presi in giro…”Guide RS

        THE POWER OF PERFECTION

        Fast isn’t about pure speed, it’s about perfect speed. It’s about knowing the right line and having the confidence to ride it. Flawlessly. The new SRAM Guide RS is precision at your fingertips, with a proven 4-piston caliper and innovative SwingLink™ lever technology that gives you more positive pad contact and increased braking authority. Light, crisp, clean and now compliments your SRAM drivetrain. Go faster. Now featuring the World Championship-winning S4 caliper with Bleeding Edge™ and Heat Shield technologies.

        https://www.sram.com/sram/mountain/products/guide-rs

        0
  312. Marco1971

    Poi ditemi in coscienza se a leggere queste pagine www relative a questi impianti non vi sentite un poco presi in giro…"Guide RS

    THE POWER OF PERFECTION

    Fast isn’t about pure speed, it’s about perfect speed. It’s about knowing the right line and having the confidence to ride it. Flawlessly. The new SRAM Guide RS is precision at your fingertips, with a proven 4-piston caliper and innovative SwingLink[emoji769] lever technology that gives you more positive pad contact and increased braking authority. Light, crisp, clean and now compliments your SRAM drivetrain. Go faster. Now featuring the World Championship-winning S4 caliper with Bleeding Edge[emoji769] and Heat Shield technologies.
    "

    https://www.sram.com/sram/mountain/products/guide-rs

    Li mortacci loro. FLAWLESSLY sti due maroni

    Inviato dal mio Mi A1 utilizzando Tapatalk

    0
  313. @Marco1971 Io tendezialmente se ho un problema con un componente della bici non protesto con il produttore del componene me la prendo con il marchio della bci…… trek, specialized, scott.
    Se compri un'aspirapolvere paghi 200 euro, dopo due anni e un giono brucia il motore ti incazzi col marchio dell' aspirapolvere che ha usato un compomente da 30 centesimi. La bici segue gli standard di tutti gli altri oggetti , quando sei fornitore dei marchi famosi la preoccupazione è riuscire a evadere le commesse senza fallire, Sram è anchessa un marchio famoso, plausibile che riesca a difendersi, senza essere divorata, pero' io non credo che arrivano a prendere 3 euro al pezzo per un guide.

    0
  314. Bha….., io mi orienterei diversamente, senza assolutamente polemicizzare, direi di creare un 3d di comparazione includendo tutti I brand produttori di freni .
    Nella comparazione di confronto, dopo avere epilogate analiticamente le anomalie di tutti I freni presenti sul mercato,andrei a calcolare la statistica,di vendita sul mercato sia after market e sia om in primo allestimento.
    Palesemente ognuno ,meramente in maniera imparziale e veritiera , qualsiasi intervento sara' da moderare e nel caso sia privo di fondamento documentale ,ovviare alla cancellazione del post edito a cura di un moderatore.
    Il risultato? Ve lo anticipo, il brand che vende di piu' sara' quello piu' criticato di piu' accompagnato da millemila anomalie tecniche.!

    0
  315. francescoMTB1

    Bha….., io mi orienterei diversamente, senza assolutamente polemicizzare, direi di creare un 3d di comparazione includendo tutti I brand produttori di freni .
    Nella comparazione di confronto, dopo avere epilogate analiticamente le anomalie di tutti I freni presenti sul mercato,andrei a calcolare la statistica,di vendita sul mercato sia after market e sia om in primo allestimento.
    Palesemente ognuno ,meramente in maniera imparziale e veritiera , qualsiasi intervento sara' da moderare e nel caso sia privo di fondamento documentale ,ovviare alla cancellazione del post edito a cura di un moderatore.
    Il risultato? Ve lo anticipo, il brand che vende di piu' sara' quello piu' criticato di piu' accompagnato da millemila anomalie tecniche.!

    Potresti rimanere sorpreso, invece…

    0
  316. francescoMTB1

    Bha….., io mi orienterei diversamente, senza assolutamente polemicizzare, direi di creare un 3d di comparazione includendo tutti I brand produttori di freni .
    Nella comparazione di confronto, dopo avere epilogate analiticamente le anomalie di tutti I freni presenti sul mercato,andrei a calcolare la statistica,di vendita sul mercato sia after market e sia om in primo allestimento.
    Palesemente ognuno ,meramente in maniera imparziale e veritiera , qualsiasi intervento sara' da moderare e nel caso sia privo di fondamento documentale ,ovviare alla cancellazione del post edito a cura di un moderatore.
    Il risultato? Ve lo anticipo, il brand che vende di piu' sara' quello piu' criticato di piu' accompagnato da millemila anomalie tecniche.!

    Potresti rimanere sorpreso, invece…

    0
    1. I fatti raccontano di una prima Avid e poi SRAM che “progetta” impianti freno a disco con una “infinità numerabile” di problemi di ogni tipo…che emergono caso o non caso dopo le presentazioni in pompa magnissima con tanto di spaccati sia di pinze che di “pompante-leva freno”…che emergono per “il venduto” all’utente normale ovvero non cosiddetto “professionista” che evidentemente viene “coltivato” con ben altri modus operandi. La statistica è molto infelice…guardate e fate un giro anche solo rimanendo ai Guide R/RS ecc. con pinza S4 o non…Non è polemica sono dati di fatto…conosciuti.
      Frattanto il mio impianto anteriore Guide R con pinza S4 inizia a dare i primi sintomi di blocco…e non è abusato e non manutenuto, anzi.

      0
  317. Diciamo che la storiella è un altra…
    Che le cose si debbano rompere prima e non essere durature, in modo che si mantenga questa vena insostenibile del consumismo a tutti i costi.
    Un freno top di gamma non costa poco e, non credo che sia un problema di scelta di materiali scadenti, ma che ci sia un modus operandi, selettivo per cui un oggetto non debba durare oltre un certo periodo costringendo te a sostenere tale sistema.
    Un esempio ogni anno saltano fuori sempre nuovi prodotti pubblicizzando miracoli tecnologici, che in realtà non ci sono, ma è sempre la stessa solfa rinominata e con una nuova immagine e nuovo slogan…

    0
  318. andymcnab4

    Diciamo che la storiella è un altra…
    Che le cose si debbano rompere prima e non essere durature, in modo che si mantenga questa vena insostenibile del consumismo a tutti i costi.
    Un freno top di gamma non costa poco e, non credo che sia un problema di scelta di materiali scadenti, ma che ci sia un modus operandi, selettivo per cui un oggetto non debba durare oltre un certo periodo costringendo te a sostenere tale sistema.
    Un esempio ogni anno saltano fuori sempre nuovi prodotti pubblicizzando miracoli tecnologici, che in realtà non ci sono, ma è sempre la stessa solfa rinominata e con una nuova immagine e nuovo slogan…

    Io la vedo un po' diversa anche se il risultato non cambia. Secondo me il valore dell'oggetto che compri e' infinitamente piü basso del prezzo che paghi,
    Tutto quello che compriamo é caricato da pesanti costi accessori . Pagare con carta di credito ha fatto lievitare i prezzi degli oggetti, gli affitti degli esercizi hanno raggiunto costi enormi, la promozione pubblicitaria costa piu della produzione , tutti questi operatori sono soggetti abituati a percepire compensi milionari a fronte del nulla,
    Paghiamo 100 euro di tassa rai ma ci scandalizziamo per l'Ici pagata al comune.

    0
    1. Buongiorno a tutti ragazzi-e…frattanto…frattanto si sono ripresentati puntualmente i problemi ai miei due Guide soprattutto l’RS posteriore ma anche l’R anteriore è vicino…problema che ad analisi più attenta sembrano derivare da errori di progetto o nella leva-pompante oppure nel sistema di quad-ring…Ad impianto nuovo sembra funzionare tutto entro specifiche…con il passare del tempo si instaura una pressione parassita nell’impianto che tende a far avanzare anche a riposo i pistoni con blocco ruota o quasi. E la prassi di pulizia pistoni cosiddetti “pigri” non serve assolutamente a niente in questo caso…è un errore di progettazione sistematico abbinato alla qualità dei materiali utilizzati che (guai a parlare vero di obsolescenza programmata ?!) conduce al problema. La cosa carina è che se interpellate negozi on line italiani uno in particolare del nord-est Italia famosissimo vi sentirete dire che non ha avuto “alcuna segnalazione in merito”…come no…e le mie di segnalazioni in merito a questo problema…il famoso orecchio da mercante…non ci siamo per niente.

      0