SRAM ha brevettato dei freni interni al manubrio

60

Indagando sui nuovi brevetti depositati negli Stati Uniti in ambito bici, Wheelbased.com ha scoperto un brevetto depositato da SRAM per un progetto di freni con pompante interno al manubrio. Un progetto simile a quello già prodotto da Magura con il suo Magura Cockpit Integration, a sua volta simile a un precedente brevetto depositato da Campagnolo nel 2014, ma ovviamente modificato quanto basta affinché il brevetto potesse essere riconosciuto e depositato.

Il brevetto è stato ufficialmente pubblicato il 10 luglio 2021 ma è stato registrato il 29 maggio 2020, a dimostrazione che SRAM sta lavorando su questo progetto da tempi indicativamente sufficienti per poterci aspettare un prodotto finito relativamente presto. L’obiettivo dei freni e dei relativi cavi integrati nel manubrio, secondo SRAM, è di ridurre il peso, migliorare l’estetica delle bici e l’aerodinamicità, eliminando il rischio che le tubazioni si danneggino impigliandosi nei rami o in altri ostacoli.

Il funzionamento dei freni oggetto di questo brevetto è tutto sommato semplice. Il pompante, con il serbatoio di fluido idraulico e il pistone che lo muove, sono contenuti all’interno della parte terminale del manubrio. La leva, dall’esterno, azione tramite leveraggi un tirante che mette in funzione il pompante con sistema pull. Ed è proprio il funzionamento pull affidato al tirante che rappresenta la differenza dagli altri sistemi precedentemente brevettati.

Le tubazioni idrauliche che vanno alle pinze, corrono all’interno del manubrio e, tramite un singolo foro studiato in un punto che non andrebbe a indebolire la robustezza strutturale del manubrio stesso, possono passare all’esterno del manubrio per seguire il routing all’interno del telaio o verso la forcella, oppure passare direttamente all’interno del telaio attraverso lo stem.

I freni che nasceranno da questo brevetto, a quanto ci è dato capire, saranno ampiamente regolabili per quanto concerne l’inclinazione delle leve, il rapporto di leva delle leve stesse, la distanza dalla manopola, la regolazione della corsa a vuoto o del punto di contatto, come si preferisce definirla. Secondo SRAM, il sistema non implica nessuna differenza di prestazioni rispetto ai freni con pompante tradizionale. I collarini delle leve dei freni saranno ugualmente compatibili con il sistema Matchmaker.

 

Commenti

  1. marco:

    A guardare bene non è niente di nuovo per un'azienda che fa prodotti per bdc. Lì l'integrazione nel manubrio è a livelli pazzeschi, così come pazzi diventano i meccanici che devono mettere mano a freni e cavi.

    Quando in sede abbiamo una bdc che magari necessita anche solo di una forcella più corta, quindi tagliare il cannotto, diventa un incubo perché devi togliere il tubo freno che passa NELLA forcella.

    Per nascondere 2 tubi e 2 pompanti il prezzo da pagare, in termini di praticità, è enorme. Spero non prenda mai piede nella MTB.
    parole sante, ho da poco un negozio, ovviamente c'è tutto da imparare ecc, ma in termini di integrazione di tubi freno c'è da bestemmiare un bel po'. con tutti i cristi del caso da parte del cliente che paga un lavoro che potrebbe essere fatto in 30 minuti e che invece richiede 1h/2.
    spero vivamente che non prenda maaaaaai piede in mtb, giusto.
  2. marco:

    A guardare bene non è niente di nuovo per un'azienda che fa prodotti per bdc. Lì l'integrazione nel manubrio è a livelli pazzeschi, così come pazzi diventano i meccanici che devono mettere mano a freni e cavi.

    Quando in sede abbiamo una bdc che magari necessita anche solo di una forcella più corta, quindi tagliare il cannotto, diventa un incubo perché devi togliere il tubo freno che passa NELLA forcella.

    Per nascondere 2 tubi e 2 pompanti il prezzo da pagare, in termini di praticità, è enorme. Spero non prenda mai piede nella MTB.
    Condivido. Non vedo di buon occhio la tendenza a rincorrere le soluzioni adottate dalle BDC da parte di chi progetta MTB; e non solo per questioni legate alle manutenzioni.
  3. Fortuna che Shimano resta sempre indietro...continuerò ad usare questo di brand va la... :mrgreen:
Storia precedente

Da dove state leggendo il Mag?

Storia successiva

We Are One presenta The Arrival, bici fatta in Canada

Gli ultimi articoli in News