Come girare in MTB senza zaino, anche d’inverno e su giri lunghi

Come girare in MTB senza zaino, anche d’inverno e su giri lunghi


Per tanti anni ho ritenuto indispensabile scarrozzarmi uno zaino sulle spalle quando mi muovevo in mountain bike. Con il tempo però sono riuscito a rendere la mia attrezzatura sempre più minimale, e con lei il vestiario, riuscendo così a girare senza zaino anche quando percorro giri da 4/5 ore con molti metri di dislivello, indipendentemente dalla stagione. Se la cosa è piuttosto semplice d’estate con l’anticiclone delle Azzorre stabile sulla mia testa, d’inverno ho dovuto effettuare diversi esperimenti per trovare l’assetto migliore, in particolare riguardo a come mi vestivo. Dato che ormai le temperature sono piuttosto fresche, ho pensato di condividere la mia esperienza.

Multitool

Indispensabile per quando si gira in MTB, il multitool può costituire un rischio se viene riposto nelle tasche della maglietta, quelle posizionate sulla schiena. Ho visto con i miei occhi un amico cadere e trovarsi il tatuaggio dell’attrezzo sulla pelle quando l’abbiamo portato al pronto soccorso. Fortunatamente non era nella tasca situata presso la colonna vertebrale. Da quel momento in poi ho cercato una soluzione alternativa e, fra tutte quelle che ho provato, la migliore è senza dubbio quella del OneUp EDC.

Facile da raggiungere, questo multitool ha tutto quello che serve per le riparature sul campo. L’operazione di fresatura del cannotto della forcella non è così tragica come sembra, e il montaggio in totale richiede circa un quarto d’ora di tempo. Ormai lo uso da diversi mesi e devo dire che è super stabile e gli attrezzi sono di ottima qualità. Qui potete leggere la prova dettagliata.

Per quanto riguarda la pompa, si tratta della Crank Brothers Klic HV, attaccata al portaborraccia. Qui il test.

Kit riparazione gomme tubeless Dynaplug

Dò per scontato che si giri con gomme tubeless, data la loro affidabilità nel tempo e la possibilità di girare a pressioni più basse rispetto alle camere d’aria, ecco quindi un kit che trova sempre posto nella tasca dei miei pantaloni, e che mi ha permesso di tornare a casa dopo aver bucato, senza aver neanche dovuto mettere la camera d’aria (e sporcarmi di lattice): il Dynaplug.

Non fatevi spaventare dalla punta: è di grande aiuto per farsì che il vermicello non esca dalla gomma a causa della rotazione e delle frenate. Con il Dynaplug riesco ad essere così veloce che spesso non devo neanche rigonfiare la gomma prima di ripartire. Il buco si vede subito grazie al lattice che fuoriesce. Qui trovate la prova dettagliata.

Camera d’aria Tubolito

Visto che è da tantissimo tempo che non uso più una camera d’aria, ma che me ne porto sempre dietro una nel caso tagliassi irreparabilmente il copertone, mi dava molto fastidio dover nastrare al telaio un oggetto così ingombrante. Ad Eurobike ho scoperto che un’azienda austriaca aveva appena lanciato delle camere d’aria molto sottili e leggere e, visitando il loro stand, sono anche riuscito a riceverne una da provare: la Tubolito, da 80 grammi di peso.

Più che il peso, mi interessava l’ingombro, veramente minimo. Mi ero “innamorato” della Schwalbe in Aerothan un paio d’anno orsono, ma l’avevo persa durante una gara e da allora sembra che sia sparita dal mercato: la Tubolito è una degna sostituta, anche se finora non l’ho mai usata, ma questo è il suo scopo principale: starsene lì pronta all’uso, senza neanche farsi notare.
I dettagli della Tubolito si trovano qui.

Park Tool pezze d’emergenza

Nell’eventualità che il copertone venga squarciato, l’unico modo per poter usare la camera d’aria è ripararlo, evitando così che si crei il bubbone pestifero, cioé che la camera fuoriesca dalla gomma e quindi esploda. Mi è capitato poche volte, ma mi sono salvato grazie a queste pezze della Park Tool, da apporre sopra lo squarcio, all’interno del pneumatico.

In teoria sarebbero adesive, se si usa il lattice però la gomma sarà bagnata e non si attaccano. Poco male, basta posizionarle dove serve, mettere la camera d’aria leggermente gonfiata nel copertone, ed il gioco è fatto. Sono molto resistenti, dunque evitano che la camera si dilati esternamente. Ho anche concluso una giornata di gara alla Swiss Epic dopo aver riparato la gomma in questo modo.

Borsello sottosella Silca Seat Roll

Visto che le tasche della maglia servono per mettere altri indumenti, come vedrete più avanti, è meglio tenersele libere da camere d’aria, pezze e barrette energetiche (non vi faccio una disquisizione su queste ultime, ma a dipendenza del giro me ne porto sempre con me 1 o 2), ecco che allora entra in gioco un borsello sottosella. Quelli classici con chiusure in velcro non mi sono mai piaciuti sulla MTB perché si muovono troppo e non sono compatibili con un reggisella telescopico, ma il Silca Seat Roll è tutta un’altra storia.

Superstabile grazie alla chiusura Boa, impermeabile, ben organizzato con tre scompartimenti e lontano dallo stelo del reggisella telescopico. Da quando mi è arrivato è sempre con me.
Qui potete leggere tutti i dettagli.

Veniamo ora al vestiario. Il principio è quello di vestirsi a cipolla, cioé con diversi strati che si possono togliere a seconda della temperatura o se ci si trova in salita. Il problema del girare senza zaino è evidente: dove mettere quello che al momento non serve? Questo è stato uno dei problemi più grossi nelle mie varie fasi di sperimentazione, in particolare d’inverno. Fin quando i cari amici bitumari non mi hanno fatto vedere la luce con la Gabba di Castelli. Si tratta di una maglia in materiale antivento e idrorepellente, ma allo stesso tempo traspirante. Il famoso maiale da latte che fa anche le uova? Quasi.

Maglia e manicotti Gabba Castelli

Scartando subito la maglia a maniche lunghe per poter girare più fresco in salita, ho optato per una Gabba a maniche corte a cui aggiungere i relativi manicotti in Nanoflex. Antivento e idrorepellenti anche loro, mi danno lo stesso risultato di una Gabba a maniche lunghe. Quando non mi servono trovano spazio nella tasca posteriore della maglia.

La cosa bella della Gabba è che anche se sudo in salita, poi in discesa non congelo grazie alla sua proprietà antivento. Inoltre in salita non è paragonabile ad una giacca, perché è ben traspirabile. L’ho usata anche durante la Samarathon nel deserto del Sinai. Nella foto la vedete coperta dalla maglia di leader di categoria, con relativi manicotti. Se fa tanto freddo, con temperature intorno allo zero, mi metto su una giacca antivento per aumentare il blocco dell’aria fredda. Infatti la Gabba è sì antivento, ma non come una mantellina o uno windstopper, altrimenti le sue proprietà traspiranti non sarebbero così buone. La comincio ad usare quando la temperatura non oltrepassa i 15°, e vi abbino un intimo corto o lungo a seconda del freddo.

Baggie shorts

Qui non ho grandi preferenze, basta che siano comodi, con il cavallo piuttosto aderente per non impigliarsi nella sella, ed abbiano delle tasche per metterci il telefono e il Dynaplug. Ho usato molto gli Alpinestars Pathfinder.

Sono leggeri, lunghi il giusto, con due belle tasche frontali ed una quasi inutile sulla gamba destra. Inutile perché arriva fino in fondo al pantaloncino ed è enorme, e quello che vi si infila ballonzola ovunque. Va bene invece per metterci i guanti. Non uso il fondello in dotazione, come potete leggere nel prossimo paragrafo.

Intimo

Ho trovato che l’intimo di Craft è facile da scegliere in relazione alla temperatura, quindi sotto la Gabba di solito uso una maglietta a maniche corte se fa relativamente caldo, ed una a maniche lunghe nelle giornate fredde. Quest’ultima rende un po’ più complicato mettere i manicotti, ma ci si fa la mano piuttosto velocemente. Come fondello uso lo stesso sia in estate che in inverno, e cioè il Boxer Short, sempre di Craft. Odio dover mettermi un pantalone in licra sotto i baggy short, perché tiene troppo caldo ed è una rottura di scatole se si deve fare un bisognino. Inoltre i boxer short di Craft stanno sempre al loro posto, senza muoversi, la qualità del fondello non è male e sono veramente corti, senza creare quel doppio strato fastidioso. Devo però ammettere che ormai ho un callo tale che potrei girare anche senza fondello…

Per le gambe uso dei normali gambali: di solito li arrotolo sulla caviglia se devo pedalare a lungo in salita e c’è il sole.

Cappellino

Nelle giornate fredde, quando si va in discesa, una cuffia da mettere sotto il casco è essenziale per non far congelare il sudore sulla testa, creatosi durante la salita. Occupa poco spazio quando messa in tasca, ma vi cambia la discesa da così a così, dove per così intendo così:

Giacca

In tutti questi anni non ho trovato un’altra giacca che occupi così poco spazio e sia così strapazzabile come la Endura MTR Emergency Shell. Essenziale, piuttosto ignorante – infatti non traspira e non ha un cappuccio – tiene però fuori il vento e, fino ad un certo limite, la pioggia. La cosa più importante di tutte, dal mio punto di vista, è che si lascia infilare nella tasca della maglia senza problemi. Il colore arancione viene comodo se si circola all’imbrunire su strade trafficate o se ci si vuole rendere visibili in montagna in caso di incidente.

Scarpe

Premessa: uso solo pedali a sgancio rapido. Anche qui, le ho provate un po’ tutte, e ho trovato fondamentale che l’apertura per i cleats sia ben isolata dal resto della scarpa per non far entrare né l’aria fredda né l’acqua. I piedi sono, insieme alle mani, la parte più sensibile al freddo così, in combinazione con delle calze in lana merino, le Shimano SH-MW81 si sono rivelate una buona scelta, anche se ormai i tre velcro sono stati superati dalle chiusure Boa e Shimano ha un nuovo modello a catalogo.

Per chi usa i pedali flat, un’opzione interessante sono le Fiveten Freerider EPS High, che abbiamo testato qui.

Guanti

Non ho provato tutti i guanti sul mercato, ma mi sono trovato bene con questi Gore Bike Wear Windstopper perché, oltre ad essere ragionevolmente caldi, non sono troppo imbottiti, cosa che altrimenti rende difficile stringere il manubrio ed azionare le leve del cambio con efficacia.

Riesco a girare senza problemi per diverse ore anche con temperature prossime allo zero. In salita li tolgo.

Conclusioni

Pedalare senza zaino ha il vantaggio di sudare di meno sulla schiena e di portarsi dietro meno peso, d’altro canto se prevedete dei giri con lunghe pause o se volete avere delle ginocchiere e del vestiario di ricambio, uno zaino è imprescindibile, così come nel caso vogliate proteggervi la schiena da eventuali impatti con il terreno (usando zaini con paraschiena incorporato).

A me piace andare via leggero quando giro da solo, anche perché so che non starò fermo a lungo, fattore essenziale d’inverno per non prendere freddo, al di là di quello che si indossa.

Buone pedalate!

PS: tutto quello che ho scritto vale ovviamente se avete un telaio che può accogliere un portaborraccia, altrimenti o siete dei cammelli o vi dovrete attrezzare di sacca idrica, cioè di zaino.

Like
Like x 1

Leave a Reply

Notificami di
Ordina per:   più recente | più vecchio | più votato
Argi BG
Argi BG

ciao.. per gonfiare da eventuali forature cosa usi? pompetta o bombolette? dove le metti?

marcoita89
marcoita89

di solito fa comodo anche avere qualcosina da mangiare, anche nelle uscite brevi….

Sbomballaro
Sbomballaro

molto giusto!
io più o meno vado così solo che ho preso una giacca un filo più grande e metto lo zaino idrico da 1l sotto la giacca così tengo calda l’acqua. le scarpe uso la vaude moab am mid con calze di lana
ciauuuuzzz

motobimbo

santoddio….in quella foto proprio non ti si può guardà….

🙂

scusa….

Pietro.68
Pietro.68

quale delle due???

Befembeker
Befembeker

Uno smanicato da consigliare senza svenarsi ?
Molto bello quello Gabba Castelli ma un pelo out of budget 🙁

The leg
The leg

ROSTI (non ricordo il nome della maglia ma è sufficiente dire Gabba). Nel loro spaccio di Brembate stesso tessuto, stesso taglio, metà prezzo.

C'dale scalp
C'dale scalp

La giacca Gore Phantom 2.0 ha la stessa funzione e ha le maniche che si possono togliere, ha anche un taglio più da Mtb

p84
p84

I panini con la porchetta dove li metti ?

Pietro.68
Pietro.68

Articolo molto utile.
Un riassunto da cui pescare secondo necessità.
Grazie

motobimbo

quale delle due???

ooops….ho usato il singolare??!!

:smile::smile:

Jack Bisi

fatti mandare un samhurai sword così liberi la tasca del dinaplug. Domanda, come fai con documenti e soldi?…. tempo fa avevo trovato un mini portafoglio impermeabile ma sembrano spariti dalla circolazione (dimensione carta di credito, ci stavano dentro un paio di “carte” tipo documento + bancomat e qualche banconota)…

LucaProBiker
LucaProBiker
Jolly Roger
Jolly Roger

Anch’io

landrider
landrider

cerca i bellroy

pavlinko80

in inverno lo zaino fa sempre comodo chissenefrega di 1kg  in piu sulle spalle da portar in giro,se prendo freddo e mi ammalo per risparmiare peso sono un pirla, un paio di guanti di scorta una maglietta asciutta, un paio di calze e un antivento in piu fanno sempre comodo e pesano pochissimo comodamente messi dentro lo zainetto

thomas87
thomas87

vero, ma non è il punto della discussione. La discussione si fonda su una richiesta: Vuoi girare senza zaino? ecco le soluzioni.

freeride_lover
freeride_lover

Anche io sono un gran fan del NON usare zaino per uscite “veloci”sotto le 3-4h.

Odiando le maglie con le tasche posteriori (mi “tirano” la maglia all’idietro) nelle notturne uso un marsupio capiente dove metto cellulare, chiavi della macchina, maschera, batteria del faro del casco (con cavo che esce), kway, micro multitool, barrette.
Completano il tutto protezioni su manubrio, pompa e borraccia nel portaborraccia, camera su telaio (da spostare sottosella) e Samurai SWORD sul manubrio.

Tc70

Bisogna vedere che tipo di giri si fanno in quelle 3-4 ore…se si sale fin a 2000mt dove fa più freddo che a 1000mt…qualcosina in più bisogna sempre averla dietro,di mio rarissamamente uso lo zaino,metto tutto nelle tasche delle maglie,in questo periodo,non vado mai oltre i 1000mt e in quella centrale ci tengo un antivento,che mi tiro su lungo le discese,in una di quelle laterali ho un borsettino,dove mi ci sta il telefono,una chiave tripla,un documentio tessera e 10 eur,nell'altra il paraorecchie utilissimo in discesa in questo periodo e al bisogno ripongo i guanti,poi ho una borraccia portatrezzi che metto nel secondo portaborraccia,dove ci metto 1 barretta,1 gel,(prossimamente anche una Tubolito per evenienze,una falsamaglia,un mini/minitoool,uno spillo,cui abbinerò anche una bomboletta Co2 con rubinetto,sotto sella la bomboletta fast…e attaccate alla mtb 2 lucine led per sicurezza che vien scuro presto…ad alcuni il peso nelle tasche da fastidio lo capisco,ma ormai mi son talmente abituato che non ci faccio più nemmeno caso…in inverno pieno uso un giubbetto in windstopper con 3 tasche dietro e 2 cerniere utilissime una davanti e una dietro…:celopiùg:

Claudiop77
Claudiop77

io giro sempre con uno zaino da 30 litri e pesantissimo ma quando succede qualcosa ho quasi sempre la soluzione …. voglio vedervi svitare una valvola bella impataccata a mani nude e magari con temperature prossime allo 0, ho sempre 2 giacche, un cambio intimo + maglia, una termica d’emergenza e 2 paia di guanti, atrezzi: multitool + pinza + pinza falsamaglia + smagliacatena 2 camere varie fascette nastro americano qualche pezzo di camera 2 forcellini uno per bike , 2 maglie 11v 2 da 10v pastiglie per freni XT e HOPE e…….
sono l’esatto opposto ma ho sofferto una volta il freddo e non lo auguro a nessuno …
poi la volta che mi capita di uscire con lo zainetto con 2 cose nelle uscite estive vicino a casa mi sembra di volare

thomas87
thomas87

e il cavalletto da officina?

Impa65

Eta Beta vi fa un baffo.

Rayearth
Rayearth

io solitamente arrivo in cima alle salite completamente fradicio ed è impensabile per me non portare un ricambio e una felpa (quindi zaino), soprattutto nel periodo freddo. se hai un ritmo serrato dall’inizio alla fine è un conto. ma io di gare non ne faccio e congelare in discesa è un attimo. ad ognuno il suo!

Impa65

io solitamente arrivo in cima alle salite completamente fradicio ed impensabile per me non portare un ricambio e una felpa, soprattutto nel periodo freddo. se hai un ritmo serrato dall'inizio alla fine è un conto. ma io di gare non ne faccio e congelare in discesa è un attimo. ad ognuno il suo!

Dipende dall'abbigliamento che usi naturalmente, fermo restando che in salita si suda sempre. Forse pecco di presunzione ma se parli di felpa (cotone) non credo che l'abbigliamento che ti fa cosi' tanto sudare sia proprio azzeccato…..

Rayearth
Rayearth

nono uso solo roba sintetica e “la felpa” in ogni caso la metto in discesa. ma anche se pedalassi in maglietta il discorso non cambierebbe. arrivo su con la maglietta da strizzare.

Impa65

nono uso solo roba sintetica e "la felpa" in ogni caso la metto in discesa. ma anche se pedalassi in maglietta il discorso non cambierebbe. arrivo su con la maglietta da strizzare.

Prova a mettere un antivento in discesa al posto della felpa: occupa meno spazio a portarlo su e ripara meglio.

Tc70

Eta Beta vi fa un baffo.

Ma anche Archimede me lo fa…:loll::loll:

Impa65

Ma anche Archimede me lo fa…:loll::loll:

Beh non t'allarga': Archimede e' Archimede. Difficile eguagliarlo!

Tc70

Beh non t'allarga': Archimede e' Archimede. Difficile eguagliarlo!

:loll::loll:

gasate
gasate

Di solito vado di zaino, perchè ho paura di farmi male cadendo e comunque mi porto dietro un sacco di cose. Posso dire che per dei giri lunghi e poco aggressivi vorrei provare ad andare senza, Vediamo come mi posso organizzare per le cose da portare dietro.

uomoscarpia
uomoscarpia

se esci senza zaino ti consiglio la maglia alpinestar con paraschiena e posto per la sacca idrica, ottima davvero.

Happykiller
Happykiller

Per il crosscountry è perfetto.

Per l’all mounrain aggiungi una maglietta asciutta, gli strati della cipolla che usi all’ombra all’alba e all’inizio della discesa, aggiungi la sacca idrica, perché d’inverno tutte le fontane sono chiuse e una borraccia non basta, aggiungi un paio di protezioni, aggiungi qualcosa da mangiare che dia soddisfazione, aggiungi le luci, che fa notte presto e non puoi rischiare di trovarti affanculonia col buio, aggiungi un mini-thermos di tea caldo, che in vetta fa un piacere enorme, aggiungi le lenti trasparenti (o un secondo paio d’occhiali, sempre per proteggere gli occhi dal fango anche all’imbrunire), aggiungi i guanti estivi, nel caso al pomeriggio facesse meno freddo, aggiungi due cosette di ricambio, un po’ di cioccolato (che col tea caldo è la morte sua), aggiungi la macchina fotografica e a quel punto puoi anche non spendere un capitale e prendere ciò che hai per coprirti e farti davvero un giro LUNGO d’inverno.

giancazaza
giancazaza

ecco … uguale!
che poi ci vanno le ghette per il portage nella neve, la bottiglietta di genepy per festeggiare, la coperta termica che se devi star fermo son cazzi, un buff in più, un kit di medicazione …

Happykiller
Happykiller

a parte il genepy, in effetti ho dentro anch’io il resto.
Cavo del cambio, falsa-maglia, pastiglie del freno, qualche vite (io non ne ho mai persa una, ma amici sì), fascette, coltellino svizzero, accendino, kiway, telo argento-oro, una benda, burro cacao, crema solare, torroncini d’emergenza calorica, 8-10 tratti di carta igienica d’emergenza cagorica, kit toppe per la camera d’aria…
In più – non so come ci sia finita – ma ho una paperella gialla da vasca da bagno. Metti che piove… 😀

E i paracadutisti muti.

uomoscarpia
uomoscarpia

Davvero ottimo questo articolo, io al posto della emergency shell endura ho un capo salewa Black Canyon 3.0, davvero ottimo, piegato è poco più grande di un pugno. Funziona da dio come windstopper, unica pecca non sarebbe impermeabile, trattiene solo pioggerellina….

Gligio
Gligio

20 anni fa se andavi in giro con lo zaino tutti ti guardavano male. Ora è il contrario. Oggi come allora giro con borraccia e pompa attaccati al telaio. Borsello sotto sella con toppe, attrezzo multiuso (con anche levagomme, smagliacatena, tira raggi), falsamaglia, forcellino di ricambio. In tasca metto camera d’aria, cellulare, carta topografica, chiavi, qualche euro, giacca antivento, cibo (es miele e panino). Lo zaino lo prendo solo se mi serve altro (es. ginocchiere).

emmellevu

soldi? A cosa servono in bici?

A pagare uno che ti porta lo zaino :mrgreen:

emmellevu

Ho appena rotto lo zaino e sto leggendo tutto per evitare il nuovo zaino. 😈

P.S. Ho letto tutto … ed ho acquistato uno zaino online. 🙂

AchilleNin
AchilleNin

Ciao Marco, non hai paura della mancanza di protezione della schiena? Io quasi due mesi fa mi sono rotto due vertebre (non avevo lo zaino con paraschiena) e quando potrò tornare in bici lo farò sempre con una protezione.

Cecio
Cecio

Probabilmente é possibile uscire senza zaino per giri xc/marathon . Però io ormai sono in simbiosi con lo zaino. Uno da 10 litri é sufficiente per evitare di fare numeri da circo per riuscire a portare tutto. E d’inverno tiene calda la schiena 😉. Per i giri AM zaino obbligatorio perché mi piace portare il thermos col thè caldo e vedere la faccia di chi ha con sé solo acqua gelata perché non ha portato lo zaino 😂😂😂

bgcarlo

Io non portavo mai lo zaino, però da quando ho iniziato ad impegnarmi un po’ di più non lo mollo mai nemmeno per il giro da due ore. Ho un camelback quindi sacca idrica, e dentro ci metto di tutto… poi ho due portaborraccia dove metto altre cose (occhiali compresi, mi è capitato di bucare all’imbrunire e non ci vedevo un tubo). All’inizio era una tortura, ora non lo sento nemmeno e sono pronto a tutto…

Inviato dal mio iPhone utilizzando MTB-MAG.com

milkacip
milkacip

Marco che taglia porti della giacca endura?

Niko9
Niko9

No portaborraccia No party
Trovo assurdi certi telai senza portaborraccia ! Continuano a farli !
Non la definirei nemmeno una bicicletta

gargasecca

io giro sempre con uno zaino da 30 litri e pesantissimo ma quando succede qualcosa ho quasi sempre la soluzione …. voglio vedervi svitare una valvola bella impataccata a mani nude e magari con temperature prossime allo 0, ho sempre 2 giacche, un cambio intimo + maglia, una termica d'emergenza e 2 paia di guanti, atrezzi: multitool + pinza + pinza falsamaglia + smagliacatena 2 camere varie fascette nastro americano qualche pezzo di camera 2 forcellini uno per bike , 2 maglie 11v  2 da  10v pastiglie per freni XT e HOPE e…….
sono l'esatto opposto ma ho sofferto una volta il freddo e non lo auguro a nessuno …
poi la volta che mi capita di uscire con lo zainetto con 2 cose nelle uscite estive vicino a casa mi sembra di volare

E aggiungo…io ho sofferto un rientro alla macchina lungo 9km dopo 6 ore in bici su percorso enduro senza acqua.
Per non parlare di un'avventura sotto la neve con i piedi ghiacciati in quanto ahimè li misi nel ruscello semi-ghiacciato.
Lo zaino può fare la differenza.

Sent from my ASUS_Z00AD using MTB-Forum mobile app

Voibaf
Voibaf

sbagliato … scusate

DoubleT
DoubleT

dove si trova la tubolito a buon prezzo?

marco_iol
marco_iol

Al di là dell’esigenza di trasportare le protezioni, uso lo zaino da così tanto tempo, che per me è un po’ come la coperta di Linus…

85549
85549

un marsupio per mtbikers non lo hanno ancora inventato? Tipo quelli da moto enduro?

actdrum
actdrum

avoglia te…. evoc, dakine, e altri ce ne sono di specifici con e senza sacca idrica.

Oniriko77
Oniriko77

tanti giri ho fatto senza portarmi nulla dietro, alcuni brevi entro le 2 ore anche senza borraccia, sapevo dove erano le fontane. Alla fine se hai il giusto per eventuali riparazioni, un antivento che in estate manco ti serve, l’acqua e qualcosa da mangiare il resto diventa davvero superfluo.

bgcarlo

tanti giri ho fatto senza portarmi nulla dietro, alcuni brevi entro le 2 ore anche senza borraccia, sapevo dove erano le fontane. Alla fine se hai il giusto per eventuali riparazioni, un antivento che in estate manco ti serve, l'acqua e qualcosa da mangiare il resto diventa davvero superfluo.

…per anni non portavo nulla, a volte nemmeno da bere. Poi mi è capitato di rimanere a piedi ed ho iniziato ad organizzarmi, da considerare inoltre che 95% dei casi esco solo e non è bello trovarsi in mezzo al bosco tu, e la bici guasta e non poter far nulla. Zaino per tutta la vita.

Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

Stefanone74
Stefanone74

Anch’io grande sostenitore del viaggiare leggero, e sulla mia sanction senza porta borraccia uso un marsupio da trekking con borraccia e taschino x barrette in vita. Non ti accorgi nemmeno di averlo, le ginocchiere con parastinchi le tengo anche in salita e, almeno in inverno, con i pantaloncini corti servono a scaldare le gambe all’addiaccio

ymarti
ymarti

Bello. Tanti spunti utili grazie

Davidone
Davidone

Purtroppo la borraccia non è sufficiente in alcuni giri, dove non ci sono fontanili. Tra l’altro col doppio portaborraccia si può stipare un sacco di roba

D-Lock

Interessante sia l'articolo che i numerosi commenti. Premetto che sono anche io un pro-zaino, ma tendo sempre a riempirlo al minimo e ne uso uno della CamelBak di 10 anni fa che è molto piccolo e aderente. Io ho rimpiazzato almeno due strati di abbigliamento con questa maglia: http://www.goreapparel.eu/it-it/gore-bike-wear/men/base-layer/maglia-a-maniche-lunghe-base-layer-windstopper-thermo/UWTLSM.html, si trova su Amazon a meno di 60€ ed è perfetta in abbinamento a una sottomaglia a manica corta per assorbire ancora piu sudore. Mi sono ritrovato in questa mezza stagione a girare solo con questa, o al massimo con una maglia lunga da enduro sopra.
Una cosa che non ho letto che me porto sempre con me, ed è uno dei motivi per cui uso lo zaino, è un mini kit di pronto soccorso, niente di speciale ma almeno cerotto spray e disinfettante.
Per gli occhiali ho risolto il problema di averne due prendendo degli Oakley fotocromatici: non diventano scuri come gli occhiali da sole ma proteggono dalla luce intensa, e soprattutto vedo dove metto le ruote in mezzo al bosco, non mi piace entrare alla cieca nei passaggi bui per colpa degli occhiali, e questi all'ombra diventano immediatamente trasparenti.

Andrea Sicilia

Molte delle cose che ho letto che vi portate, non servono a nulla (non quelle di Marco, quelle servono…a parte il minitool a scomparsa che quello mi sembra na “froceria” 🙂 ) In particolare l’abbigliamento di ricambio….se usate capi tecnici come quelli che ad esempio ha detto Marco, non si inzuppano di sudore e non serve cambiarli. Se vi vestite bene a cipolla, scoperti in salita, coperti in discesa non prendete freddo nemmeno a -10….mani e piedi esclusi che lì non ho ancora trovato la formula magica. Personalmente pedalo tutto l’anno, anche sulle Dolomiti in inverno e mai portato zaino….e nemmeno mi tolgo gli indumenti. Di base basta aprirli quando serve. Ho anche io la Gabba, poi la Oxygen e altro abbigliamento da bitumari che sul vestire hanno da insegnare, se non altro perchè in bdc si patisce più freddo che in mtb. Camera d’aria la porto anche io nel borsello sottosella (avvolta in cellophane e talco per mantenerla asciutta e morbida), che avendolo un filino più grande di quelli da bitumari, mi ci entra anche la bompoletta co2, caccia gomme pompetta e smagliacatena. Nelle tasche solo mangiare e il cell, ma solo se sono solo in giro. Peraltro camera d’aria spesso dura 200 metri se la usi…..almeno per chi frequenta zone con molti rovi le cui spine restano silenziose e invisibili conficcate nei copertoni e fanno il loro maledetto lavoro solo con camere d’aria. Del tutto inutile viaggiare con una autentica officina. Possono succedere talmente tante cose che ci… Continua a leggere »

Claudiop77
Claudiop77

io giro sempre con uno zaino da 30 litri e pesantissimo ma quando succede qualcosa ho quasi sempre la soluzione …. voglio vedervi svitare una valvola bella impataccata a mani nude e magari con temperature prossime allo 0, ho sempre 2 giacche, un cambio intimo + maglia, una termica d'emergenza e 2 paia di guanti, atrezzi: multitool + pinza + pinza falsamaglia + smagliacatena 2 camere varie fascette nastro americano qualche pezzo di camera 2 forcellini uno per bike , 2 maglie 11v  2 da  10v pastiglie per freni XT e HOPE e…….

Eh la madonna….

Dimenticavo il sempre presente kit prontosoccorso e telo termico

Attenzione io giro sempre su trail di montagna no su PS dove l'arrivare ad una strada trafficata è molto più semplice, magari sarò un po esagerato ma io mi sento più sicuro.

giancazaza
giancazaza

fatti mandare un samhurai sword così liberi la tasca del dinaplug.  Domanda, come fai con documenti e soldi?…. tempo fa avevo trovato un mini portafoglio impermeabile ma sembrano spariti dalla circolazione (dimensione carta di credito, ci stavano dentro un paio di “carte” tipo documento + bancomat e qualche banconota)…

soldi? A cosa servono in bici?
Samurai: qualità scadente dei vermicelli e dei tappini in plastica

metti che incroci un bar e ti viene voglia di una birra

gargasecca

Molte delle cose che ho letto che vi portate, non servono a nulla (non quelle di Marco, quelle servono…a parte il minitool a scomparsa che quello mi sembra na "froceria" 🙂 )In particolare l'abbigliamento di ricambio….se usate capi tecnici come quelli che ad esempio ha detto Marco, non si inzuppano di sudore e non serve cambiarli. Se vi vestite bene a cipolla, scoperti in salita, coperti in discesa non prendete freddo nemmeno a -10….mani e piedi esclusi che lì non ho ancora trovato la formula magica. Personalmente pedalo tutto l'anno, anche sulle Dolomiti in inverno e mai portato zaino….e nemmeno mi tolgo gli indumenti. Di base basta aprirli quando serve. Ho anche io la Gabba, poi la Oxygen e altro abbigliamento da bitumari che sul vestire hanno da insegnare, se non altro perchè in bdc si patisce più freddo che in mtb.Camera d'aria la porto anche io nel borsello sottosella (avvolta in cellophane e talco per mantenerla asciutta e morbida), che avendolo un filino più grande di quelli da bitumari, mi ci entra anche la bompoletta co2, caccia gomme  pompetta e smagliacatena. Nelle tasche solo mangiare e il cell, ma solo se sono solo in giro. Peraltro camera d'aria spesso dura 200 metri se la usi…..almeno per chi frequenta zone con molti rovi le cui spine restano silenziose  e invisibili conficcate nei copertoni e fanno il loro maledetto lavoro solo con camere d'aria.Del tutto inutile viaggiare con una autentica officina.  Possono succedere talmente tante cose che ci sarà sempre quella… Continua a leggere »

Andrea Sicilia

Il giacchetto antipioggia nelle tasche ci sta alla grande. Non serve mica una cosa che tenga caldo…serve una cosa che tenga asciutto il più possibile con pioggia intensa…..quello del Decathlon costa poco sta nelle tasche ed è fantasticamente idrorepellente. Non è traspirante…..ma quando strapiove la traspirazione è l’ultimo dei problemi….vai a casa per la via più breve…poi ho lOxygen…..antipioggia anche quella, ma anche traspirante…e anche quella sta bene nelle tasche…ma in mtb non la uso…costa tanto e non la rovino con rovi e fango.
Sul resto che porti………..pastiglie freno inutili. Si controllano a casa a inizio giro, non lo ho detto a caso che molte cose non servono se la bici è in ordine. ………pulegge cambio: idem come le pastiglie…..forcellino…serve arrivare a casa…lo fai anche col monorapporto. In 15 anni di mtb mai rotto un forcellino…..viti: per fare cosa?
Portate un sacco di roba inutile nella pratica. In caso di catastrofe una volta andrò a piedi……invece di portarmi ogni santa volta kg e kg inutili appresso.

vecchiocatrame
vecchiocatrame

Andrea Sicilia: tu fai parte di un comblotto contro noi paranoici!!!

D-Lock

Ti scappa di andare al bagno…che fai? Ti pulisci come Adamo ed Eva?? 🙂

Dalle mie parti è pieno di rovi, ortiche e robinie, tutte cose che vorrei stessero ben lontane dal mio didietro 🙂
Nel kit di prontosoccorso ho delle salviette umidificate, che funzionano benissimo anche come bidè 😀

bgcarlo

Interessante sia l'articolo che i numerosi commenti. Premetto che sono anche io un pro-zaino, ma tendo sempre a riempirlo al minimo e ne uso uno della CamelBak di 10 anni fa che è molto piccolo e aderente. Io ho rimpiazzato almeno due strati di abbigliamento con questa maglia: http://www.goreapparel.eu/it-it/gore-bike-wear/men/base-layer/maglia-a-maniche-lunghe-base-layer-windstopper-thermo/UWTLSM.html, si trova su Amazon a meno di 60€ ed è perfetta in abbinamento a una sottomaglia a manica corta per assorbire ancora piu sudore. Mi sono ritrovato in questa mezza stagione a girare solo con questa, o al massimo con una maglia lunga da enduro sopra.
Una cosa che non ho letto che me porto sempre con me, ed è uno dei motivi per cui uso lo zaino, è un mini kit di pronto soccorso, niente di speciale ma almeno cerotto spray e disinfettante.
Per gli occhiali ho risolto il problema di averne due prendendo degli Oakley fotocromatici: non diventano scuri come gli occhiali da sole ma proteggono dalla luce intensa, e soprattutto vedo dove metto le ruote in mezzo al bosco, non mi piace entrare alla cieca nei passaggi bui per colpa degli occhiali, e questi all'ombra diventano immediatamente trasparenti.

…presente! Non l’ho scritto ma porto con me in kit di primo soccorso

Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

bgcarlo

Interessante sia l'articolo che i numerosi commenti. Premetto che sono anche io un pro-zaino, ma tendo sempre a riempirlo al minimo e ne uso uno della CamelBak di 10 anni fa che è molto piccolo e aderente. Io ho rimpiazzato almeno due strati di abbigliamento con questa maglia: http://www.goreapparel.eu/it-it/gore-bike-wear/men/base-layer/maglia-a-maniche-lunghe-base-layer-windstopper-thermo/UWTLSM.html, si trova su Amazon a meno di 60€ ed è perfetta in abbinamento a una sottomaglia a manica corta per assorbire ancora piu sudore. Mi sono ritrovato in questa mezza stagione a girare solo con questa, o al massimo con una maglia lunga da enduro sopra.
Una cosa che non ho letto che me porto sempre con me, ed è uno dei motivi per cui uso lo zaino, è un mini kit di pronto soccorso, niente di speciale ma almeno cerotto spray e disinfettante.
Per gli occhiali ho risolto il problema di averne due prendendo degli Oakley fotocromatici: non diventano scuri come gli occhiali da sole ma proteggono dalla luce intensa, e soprattutto vedo dove metto le ruote in mezzo al bosco, non mi piace entrare alla cieca nei passaggi bui per colpa degli occhiali, e questi all'ombra diventano immediatamente trasparenti.

…presente! Non l’ho scritto ma porto con me in kit di primo soccorso

Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

gabrireghe
gabrireghe

ma d’inverno non usi uno strato intermedio tra la gabba e la giacca dell’endura?

wally73
wally73

sui gusti non discuto e sicuramente fatto lo zaino 1 volta è sempre quello e pronto per ogni uscita…ma spesso, troppo spesso, vedo gente zavorrata tipo tartarughe ninja per fare un giro di 2 ore magari ad anello…
girare senza niente sulla schiena è una figata…
nota di assoluto merito ai telai swat di specy… poi una volta senza ti accorgi della mancanza…

mirko.pagliai

Molto interessante, ma troppo, troppo estremo per me, che peraltro non amo girare con roba in tasca.

Senza voler nulla togliere a chi è più bravo/esperto di me, vi segnalo che dopo diversi acquisti ho attualmente risolto tutti i miei problemi con questo zaino sottosella:
Roswheel 8L/10L Borsello sottosella Borsa da Sella Bicicletta Idrorepellente Sede Coda Posteriore Pacchetto MTB Sacchetto impermeabile Crimpare Sigillato di Poliestere con Logo riflettente (10L) https://www.amazon.it/dp/B071VG6PM8/?tag=mtbforum-21

Che è impermeabile, ha un'alta capacità (fino a 10 litri) e la "bocca" dello zaino si "accartoccia" su se stessa, in modo che se non la si usa tutta, la grandezza della borsa coincide comunque con ciò che contiene (nel senso che se ci metti 5 litri, la borsa diventa da 5 litri).

Nonostante per me sia in questo momento la soluzione perfetta, sullo stesso Amazon gli ho dato un voto di 4/5, perché l'attacco al tubo sella è comunque ridicolo (l'attacco al sotto sella è invece discreto). Nel senso che è scarso così come progettato e bisogna adoperarsi da sé per aggiungere allo zaino (poi funziona perfettamente)

bgcarlo

Molto interessante, ma troppo, troppo estremo per me, che peraltro non amo girare con roba in tasca.

Senza voler nulla togliere a chi è più bravo/esperto di me, vi segnalo che dopo diversi acquisti ho attualmente risolto tutti i miei problemi con questo zaino sottosella:
Roswheel 8L/10L Borsello sottosella Borsa da Sella Bicicletta Idrorepellente Sede Coda Posteriore Pacchetto MTB Sacchetto impermeabile Crimpare Sigillato di Poliestere con Logo riflettente (10L) https://www.amazon.it/dp/B071VG6PM8/?tag=mtbforum-21

Che è impermeabile, ha un'alta capacità (fino a 10 litri) e la "bocca" dello zaino si "accartoccia" su se stessa, in modo che se non la si usa tutta, la grandezza della borsa coincide comunque con ciò che contiene (nel senso che se ci metti 5 litri, la borsa diventa da 5 litri).

Nonostante per me sia in questo momento la soluzione perfetta, sullo stesso Amazon gli ho dato un voto di 4/5, perché l'attacco al tubo sella è comunque ridicolo (l'attacco al sotto sella è invece discreto). Nel senso che è così scarso per come progettato che bisogna adoperarsi da sé per aggiungere allo zaino un altro attacco al tubo sella (poi funziona perfettamente)

Scusa, ma come fai a fare del fuoristrada di un certo tipo con una cosa del genere? Non volermene per carità nulla di personale e non voglio giudicare, avrai le tue ragioni e le rispetto, ma mi sembra improponibile.

Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

valium64

L'idea dello zaino sotto sella è interessante e lo avevo valutato anche io, però mi son fermato per un motivo ben preciso, ovvero come fai se hai un telescopico?
Se devo scegliere tra rinunciare al telescopico o averlo e mettermi anzi lo zaino in spalla allora opto per la seconda, anche perché i miei limitati giri per ora prevedono vari susseguirsi di salite e discese, le protezioni e l'integrale li indosso alla fine della salita lunga e non le tolgo più così da scaricare lo zaino, però al telescopico non potrei proprio rinunciare.

mirko.pagliai

Scusa, ma come fai a fare del fuoristrada di un certo tipo con una cosa del genere?

Che intendi con "fuoristrada di un certo tipo"? Intendi ad esempio enduro? È evidente che in certi casi non va bene… ma non mi sembra che la discussione facesse specifico riferimento a un genere di percorsi piuttosto che altri.
Se fai xc o trail va benissimo, stabilizzando per bene lo zaino (che, come ho spiegato, necessita di un ulteriore modifica per non muoversi. E nel mio caso non si muove per nulla, almeno fino a 5/7 litri, altro non ho provato). Dovrebbe andar bene anche per AM, fino a un certo punto.

È chiaro che la questione, come quasi tutte le questioni sulla mtb, è sempre una coperta, o tiri di qua o tiri di là

valium64

Comunque in generale varie persone con cui sono uscito in quest'ultimo periodo escono senza nulla dietro, però varie uscite sono finite con io che prestavo il materiale di riparazione adperò il minimo sindacale che tengo sempre nello zain altri o quando non avevo ciò che la loro bici necessitava rientravano a piedi, ok che per ora non faccio giri che mi portano a distanze eccessive da casa o dal mezzo e quindi chi ha avuto problemi non ha tribolato troppo a rientrare, però

hai letto la recensione del Silca?

No, non l'avevo trovata.

valium64

Mi correggo, credevo ti riferissi ad un utente o recensore, quella della sacca si ed è interessante per le uscite brevi o in bella stagione o comunque per chi vuole portarsi dietro tutte le protezioni per indossarle solo dopo aver raggiunto la vetta perché non è capiente come un vero zaino sottosella del tipo postato da mirko.pagliai.

andymcnab4
andymcnab4

Non condivido a pieno l’articolo.
Non vedo quali limitazioni porta uno zaino, ma lo trovo estremamente necessario quando si fanno uscite in solitaria, poi quando si esce di gruppo, ci si può organizzare suddividendo le cose con i componenti del gruppo. Un fattore da non trascurare è quello di non utilizzare zaini troppo grandi che possono minare l’equilibrio in sella, un particolare che molti trascurano e la disposizione dei mareriali all’interno dello zaino vanno riposti in modo che in caso di caduta non provochino danni a noi. Per quanto riguarda la borsa sotto sella non sono d’accordo con quanto scrivi, ne possiedo una del Decathlon e ben ancorata non si muove ne crea impedimenti, molto meglio di quella che hai postato in foto, già solo con quella porto dietro multitool, camera d’aria standard, guanti lattice, straccio, kit riparazione, leva copertoni, pezza per copertoni, 3 maglie, e bulloni vari.
Credo che questo articolo sia solo una mania di avere il gadget più trend.

valium64

Finché giri con una front magari senza telescopico qualsiasi sotto sella va bene, ed infatti sulla XC anche io ho un bel sotto sella Decathlon da pochi euro e super funzionale.
Quando inizi ad avere telescopico ed una full devi per forza di cose valutare gli ingombri per non ostacolare la discesa del telescopico e rovinare i parapolvere oltre a tener conto di aver qualcosa che in compressione del carro non interferisca con la ruota.
E il sotto sella del Decathlon come la stragrande maggioranza dei sotto sella classici non va più bene, l'ho purtroppo scoperto a mie spese.

Sent from my SM-G935F using MTB-Forum mobile app

valium64

Finché giri con una front magari senza telescopico qualsiasi sotto sella va bene, ed infatti sulla XC anche io ho un bel sotto sella Decathlon da pochi euro e super funzionale.
Quando inizi ad avere telescopico ed una full devi per forza di cose valutare gli ingombri per non ostacolare la discesa del telescopico e rovinare i parapolvere oltre a tener conto di aver qualcosa che in compressione del carro non interferisca con la ruota.
E il sotto sella del Decathlon come la stragrande maggioranza dei sotto sella classici non va più bene, l'ho purtroppo scoperto a mie spese.

Sent from my SM-G935F using MTB-Forum mobile app

mirko.pagliai

Sul telescopico hai ragione. Funziona anche con quello eh, semplicemente non potrai sfruttare tutta l'escursione verso il basso (devi salvare lo spazio del tubo sella prossimo alla sella, dove hai agganciato lo zaino).

Ma come dicevo prima… ogni cosa è una coperta e dipende cosa stai facendo e come lo vuoi fare.

Ad esempio, il prossimo weekend o quello successivo se il meteo reggerà, farò Bologna-Firenze via Appennino  (parte della via degli dei, della linea gotica e di alcune deviazioni scelte da me). Che faccio?

1) metto portapacchi e borse per portapacchi su una full e su percorsi trail e AM? :razz:rega:
2) zainone in spalla. L'ultima volta che ho fatto questo percorso ho fatto così… un massacro fisico. Imbattibile non lo è di certo, infatti io l'ho fatto, ma portare lo zainone per 3 gg con dai 1500 ai 2000m di salita al giorno significa quel che significa :razz:rega:
3) zaino sottosella, non esagerato, ma comunque con una discreta capienza. Sta fermo e fa quel che deve fare.

gargasecca

Finché giri con una front magari senza telescopico qualsiasi sotto sella va bene, ed infatti sulla XC anche io ho un bel sotto sella Decathlon da pochi euro e super funzionale.
Quando inizi ad avere telescopico ed una full devi per forza di cose valutare gli ingombri per non ostacolare la discesa del telescopico e rovinare i parapolvere oltre a tener conto di aver qualcosa che in compressione del carro non interferisca con la ruota.
E il sotto sella del Decathlon come la stragrande maggioranza dei sotto sella classici non va più bene, l'ho purtroppo scoperto a mie spese.

Sent from my SM-G935F using MTB-Forum mobile app

Mica vero…ho comprato 2 telescopici di marche diverse…e su entrmbe ci posso montare i borselli che avevo già in casa vecchi come il cucu…:razz:rega:

officialsm
officialsm

non trovo in vendita il kit Dynaplug compatto come quello mostrato.
Qualcuno me lo linka ?

valium64

Ste maledette coperte che non sono mai della lunghezza giusta, o troppo corte o troppo lunghe! :nunsacci: A parte le fecezie, io dello zaino per le uscite di 3-4 ore che in genere faccio ne farei volentieri a meno, solo che anche utilizzando un sottosella Silca come quello postato da marco (che è nella mia wishlist di oggetti di cui dotarmi per spostare la distribuzione dei pesi verso il basso e fuori dal corpo visto che il secondo porta borraccia non lo ho) anche avendo degli strati ipertecnici ripiegabili e trasportabili nelle tasche delle maglie avrei comunque il problema di dove riporre la maglia con protezioni integrate, gomitiere, ginocchiere, parastinchi e il Bell 2R in assetto integrale, cose che durante la salita principale preferisco non indossare (ginocchiere a parte che posso anche tenere abbassate alla caviglia) così da non arrivare su con tutto zuppo di sudore.In più siccome bevo tanto e nei miei parchi giochi di fontanelle non ce ne sono molte la borraccetta da telaio non mi basta proprio.Alla fine fin tanto che non allungherò i giri con uno zaino da 10lt schienale rigido del Deca con sacca da due litri comprimendo al massimo il ripiegabile riesco a stiparci tutto dentro e attaccare fuori il casco con montata la mascherina e le ginocchiere, aggiungendoci dentro il multitool, due falsemaglie, la camera di emergenza, pezze, vermi e mastice per i tubeless, cacciagomme, una pompa doppia funzione col manometro, patente, carta di credito, chiavi auto o casa, il telefono, una maglietta… Continua a leggere »

valium64

Mica vero…ho comprato 2 telescopici di marche diverse…e su entrambe ci posso montare i borselli che avevo già in casa vecchi come il cucu…:razz:rega:

Io col reverb se scendo tutto ho la fibbia che gira attorno al tubo sella che mi va a comprimere e slabbrare il parapolvere e se la tengo più larga non ho comunque garanzia di risolvere il problema ma poi in discesa sbatacchia ovunque.
E comunque salvo aver un sottosella molto piatto resta comunque il problema degli ingombri col carro in compressisone.

freesby

Che intendi con "fuoristrada di un certo tipo"? Intendi ad esempio enduro? È evidente che in certi casi non va bene… ma non mi sembra che la discussione facesse specifico riferimento a un genere di percorsi piuttosto che altri.Se fai xc o trail va benissimo, stabilizzando per bene lo zaino (che, come ho spiegato, necessita di un ulteriore modifica per non muoversi. E nel mio caso non si muove per nulla, almeno fino a 5/7 litri, altro non ho provato). Dovrebbe andar bene anche per AM, fino a un certo punto. È chiaro che la questione, come quasi tutte le questioni sulla mtb, è sempre una coperta, o tiri di qua o tiri di là Non me ne volere.. ma abbiamo sicuramente idee diverse su cosa sono i trail o cmq giri anche solo am leggero.. quel "così" (passami il termine) legato sotto la sella non lo terrei Neanche x scendere una scalinata bella lunga.. potrebbe giusto andare bene su una gravel a mio avviso.. Io sono pro zaino.. anche x i giri Corti.. di fatti ne uso due.. Uno più piccolo di giri settimanali ed un x i lunghi.. xò l'attrezzatura che porto è sempre la stessa.. cambia solo che in quello più piccolo ho meno vestiario, non ho i panini e ho meno acqua l seguito.. invece x gli attrezzi mi piace sentirmi sicuro.. mi è capitato di uscire con xcisti tutti leggeri, poi quando bucano ti chiedono tutto xkè non hanno nulla.. e tutte le volte vorrei… Continua a leggere »

bgcarlo

Che intendi con "fuoristrada di un certo tipo"? Intendi ad esempio enduro? È evidente che in certi casi non va bene… ma non mi sembra che la discussione facesse specifico riferimento a un genere di percorsi piuttosto che altri.
Se fai xc o trail va benissimo, stabilizzando per bene lo zaino (che, come ho spiegato, necessita di un ulteriore modifica per non muoversi. E nel mio caso non si muove per nulla, almeno fino a 5/7 litri, altro non ho provato). Dovrebbe andar bene anche per AM, fino a un certo punto.

È chiaro che la questione, come quasi tutte le questioni sulla mtb, è sempre una coperta, o tiri di qua o tiri di là

Si certo la discussione non era questa, però dalla foto mi sembra di un ingombro importante. Per me già xc potrebbe dare problemi di sbandamento, e comunque di una distribuzione del peso non ottimale… come in salita per esempio, ci sono salite che l’anteriore già si alza da solo…

Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

gargasecca

Il giacchetto antipioggia nelle tasche ci sta alla grande. Non serve mica una cosa che tenga caldo…serve una cosa che tenga asciutto il più possibile con pioggia intensa…..quello del Decathlon costa poco sta nelle tasche ed è fantasticamente idrorepellente. Non è traspirante…..ma quando strapiove la traspirazione è l'ultimo dei problemi….vai a casa per la via più breve…poi ho lOxygen…..antipioggia anche quella, ma anche traspirante…e anche quella sta bene nelle tasche…ma in mtb non la uso…costa tanto e non la rovino con rovi e fango.Sul resto che porti………..pastiglie freno inutili. Si controllano a casa a inizio giro, non lo ho detto a caso che molte cose non servono se la bici è in ordine. ………pulegge cambio: idem come le pastiglie…..forcellino…serve arrivare a casa…lo fai anche col monorapporto. In 15 anni di mtb mai rotto un forcellino…..viti: per fare cosa?Portate un sacco di roba inutile nella pratica. In caso di catastrofe una volta andrò a piedi……invece di portarmi ogni santa volta kg e kg  inutili appresso. Per esperienza…persa una puleggia del cabio, ovviato con un paio di fascette accroccate.Piegato forcellino del cambio –> non accroccato…non avevo + gli ultimi 2 rapporti agiliViti…spanata vite di un manettino del socio hmkid  e una volta persa una vite conica del carro.Pastiglie freno al momento mai utilizzate…ma se vengono contaminate a tua insaputa…o cotte in una discesa lunga (capitato) meglio averceleLe cose possono capitare…se significa portare una scatolina in + che ti può salvare l' uscita…non vedo perchè no.Se poi, sei uno di quelli che dice…"… Continua a leggere »

Andrea Sicilia

Persa puleggia? Non era ben avvitata. Non hai controllato la bici prima. Sei arrivato a casa lo stesso.
Piegato forcellino e non avevi gli ultimi due rapporti….sei arrivato a casa…idem tutto il resto….portate kg e kg inutili per mille uscite….e poi cercate la bici leggera spendendo in più un euro al grammo….per non “rovinare” una uscita, ve ne appesantite mille.. Una scatolina qua, una piunza là e ad arrivare a kg, sulle spalle per giunta si fa presto…..non è che a me non succede mai nulla…e nemmeno a Marco….infatti le cose basilari si portano. Basta non essere pasticcioni prima nel controllo bici e durante nell’andare in bici. La vite della valvola grippata….
I miei indumenti come sai sono da xc, quindi tasche più o meno minimali. Piegato ordinato l’antipioggia Deca c’entra….la taglia siginifica. Non uso quello di mio figlio di 9 anni. Ovvio che se te lo vuoi appallottolare alla meglio magari non entra.

Luke_Brixia
Luke_Brixia

Sono d’accordo su tutto Andrea ma… l’acqua!? Per un giro di 4/5 ore su sentieri di montagna senza sapere se troverò fonti come si fa? Bisogna portarsi PER FORZA la sacca idrica, che significa zaino, che significa che il minimo indispensabile per tornare a casa e non congelare lo metto lì.
Articolo interessante ma senza 2 lt d’acqua con i sali non avrei potuto fare quasi tutti i giri che faccio.

Andrea Sicilia

I sali non servono a nulla…se non a rimpinguare le casse di Enervit e soci. Capirei in gara…forse…..peraltro io in gara bevo solo acqua…al più acqua e limone o coca cola.
Per il resto quanti giri ci sono in montagna da 4/5 ore in cui non incontri paesi, ruscelli, fontane, nulla di nulla? Uno all’anno? 2? Quella volta porterai lo zainetto con sacca idrica e amen. Nessun discorso è talebano in toto, ovvio.

Luke_Brixia
Luke_Brixia

Non so dove abiti/giri tu, ma da me (valli bresciane, alto garda) quasi tutti i giri che faccio nel week end sono privi di qualsiasi punto di appoggio. Fonti solo se sei molto fortunato, e comunque d’inverno ghiacciate. Ruscelli non so se ne troverò, e come sarà l’acqua. Ho ottimizzato il più possibile la dotazione “tecnica” nello zaino anche sulla base di articoli letti qui, ma uscire senza sacca idrica purtroppo è un miraggio.
ps: i sali per prevenire i crampi, visto che non posso allenarmi 4 volte a settimana…

valium64

Per il discorso di non aver dietro il minimo indispensabile molte delle persone con cui sto uscendo escono con solo vestiti e protezioni addosso, ma in pochi mesi in cui esco in compagnia è già capitato 3 o 4 volte che qualcuno finisse la giornata anzitempo perché io o qualcun'altro del gruppo non avevamo la cosa che serviva per la sua bicicletta.
Io fino ad ora, sgrat sgrat, sono sempre riuscito a continuare a pedalare con un minimo di kit di sopravvivenza e riparazione.
Alla fine non guardo al tempo ma al piacere di finire la giornata facendo quello che mi ero prefissato e magari anche qualcosa in più, quindi 500 gr di materiale di riparazione da portare aggiro mi porta più benefici che svantaggi.
Ovvio, se mi scoppiano forcella, ammo o un cerchio amen, ma rimanere a piedi perché sono a terra e mi si allenta una boccola almeno lo evito.

wally73
wally73

come sempre dopo un po’ i commenti si dividono in haters e lovers…
io dico solo che almeno per me cerco di tarare tutto in base alle uscite che faccio. uscita lunga AM zaino. uscita breve, trail cerco di stare leggero…
poi si sa la perfezione è impossibile. anche la sfortuna ci mette lo zampino a volte…

giancazaza
giancazaza

Preferisco lo zaino.

gargasecca

Persa puleggia? Non era ben avvitata. Non hai controllato la bici prima. Sei arrivato a casa lo stesso.
Piegato forcellino e non avevi gli ultimi due rapporti….sei arrivato a casa…idem tutto il resto….portate kg e kg inutili per mille uscite….e poi cercate la bici leggera spendendo in più un euro al grammo….per non "rovinare" una uscita, ve ne appesantite mille.. Una scatolina qua, una piunza là e ad arrivare a kg, sulle spalle per giunta si fa presto…..non è che a me non succede mai nulla…e nemmeno a Marco….infatti le cose basilari si portano. Basta non essere pasticcioni prima nel controllo bici e durante nell'andare in bici. La vite della valvola grippata….
I miei indumenti come sai sono da xc, quindi tasche più o meno minimali. Piegato ordinato l'antipioggia Deca c'entra….la taglia siginifica. Non uso quello di mio figlio di 9 anni. Ovvio che  se te lo vuoi appallottolare alla meglio magari non entra.

Si è spezzata la vite della puleggia…e quindi l' ho persa.
Vabbhè…dai…io resto convinto delle mie scelte e tu delle tue…:-o

gargasecca

Io col reverb se scendo tutto ho la fibbia che gira attorno al tubo sella che mi va a comprimere e slabbrare il parapolvere e se la tengo più larga non ho comunque garanzia di risolvere il problema ma poi in discesa sbatacchia ovunque.
E comunque salvo aver un sottosella molto piatto resta comunque il problema degli ingombri col carro in compressisone.

Sì…ho sentito in un paio di volte "grattare" un pochino la ruota post. sul borsello ma nulla di importante.
Quello + "piatto" è fissato con il velcro alla sella, quello del Deca ha i 2 velcri sotto sella e il velcro "intorno" al reggisella, ma non interferisce con nulla.

officialsm
officialsm

dove si trova la tubolito a buon prezzo?

http://amzn.to/2hxxG7M

anche la Schwalbe fa una camera d'aria leggera e compatta. H il solo problema che ancora non l'ho trovata in vendita. Sai dove si trova?

GIO18
GIO18

Ma lo zaino ti salva la pelle quanto il casco in caso di caduta!!!!!!!!!
se non la pelle sicura la schiena,mettetelo esperienza personale

Lucky86
Lucky86

I suggerimenti li trovo molto utili, soprattutto per chi deve acquistare l’attrezzatura d’emergenza.
per chi invece esce da qualche anno vuol dire spendere almeno 200 euro di attrezzatura e lasciare in garage tutto quello che si era acquistato fino a quel momento, poi ognuno può trovare maggiore comodità ad uscire senza zaino, piuttosto che uscire con le cose tutte sparpagliate con il rischio di dimenticarle a casa o di smontarle tutte le volte dalla bici per pulirle o pulire la bici. questioni di punti di vista ma trovo pro e contro in entrambi i modi di uscire e riporre le cose.

Marklenders
Marklenders

Per quanto mi riguarda zaino tutta la vita,io ho un camelback hagw da 20 litri e lo uso sempre,dentro ci sta di tutto e sinceramente,almeno per quanto mi riguarda, non vedo il motivo di girare senza,per quanto tu possa avere a dispozizione il necessario senza zaino non potrai mai avere tutto quello che ti serve con lo zaino,e la sacca idrica da tre litri soprattutto d’estate è super comoda,poi d’inverno almeno un cambio o qualcosa di vestiario in caso di emergenza o di utilità in generale, senza zaino dove la metti tutta sta roba??!!poi solo il multitool integrato nella serie sterzo costa quanto lo zaino,ne vale la pena???per me no!!!

Martin Burger King
Martin Burger King

Cito una frase di Claudio Olguin (letta un minuto fa in una sua intervista):
“Il peso delle cose che ti porti dietro diventa un dettaglio minore, se ti piace davvero quello che fai”
(lui si riferisce a lenti e corpi macchina)

Impa65

Sta venendo fuori la solita discussione zaino si, zaino no. Credo non fosse questo l'intento ….

iaio
iaio

Intimo in merino ottimo

franchi

io solitamente arrivo in cima alle salite completamente fradicio ed impensabile per me non portare un ricambio e una felpa, soprattutto nel periodo freddo. se hai un ritmo serrato dall'inizio alla fine è un conto. ma io di gare non ne faccio e congelare in discesa è un attimo. ad ognuno il suo!

Io uso le  Damart in Thermolactyl grado 3 da una vita, sono fantastiche; non ti senti mai bagnato ed hai la temperatura ideale. Dall'autunno alla primavera e' praticamente l'unica cosa che mi serve; sopra ad esse posso mettere quello che uso d'estate.

Frank2Ruote
Frank2Ruote

Alcuni amici hanno iniziato a utilizzare una specie di piccolo marsupio con portaborraccia e mi dicono che ci si trovano molto bene. È un articolo che costa poco e lo si trova da Decathlon. Non da particolarmente fastidio (lo usano anche in bike park) perchè non rimane frontale ma su un fianco…

Questo: https://www.decathlon.it/cintura-1-borraccia-500ml-id_8325469.html

iaio
iaio

40€ di camera d’aria Tubolito?
Mapperpiaccereee!!

rider12
rider12

con la bdc tasche maglia e sottosella, con mtb zaino perché uso protezioni gambe e ginocchia sempre ed avere una specie di paraschiena mi conforta poi, se uno è sicuro di non cadere mai ,che dire, tanta invidia, non è il mio caso, ahimè .

pavlinko80

vero, ma non è il punto della discussione. La discussione si fonda su una richiesta: Vuoi girare senza zaino? ecco le soluzioni.

certo, ad ognuno le proprie soluzioni, per me questo tread ha poco senso,se non quello di pubblicizzare qualche articoletto qua e là,, molto promozionale e poco utile in senso pratico, in inverno non val la pena rischaire di prender freddo se si fanno dei giri lunghi

spartacus1981
spartacus1981

spunti interessanti ma con l’acqua come si fa? di inverno con una borraccia ci può pure stare ma d’estate senza sacca idrica ( e quindi zaino) la vedo dura …

bgcarlo

vero, ma non è il punto della discussione. La discussione si fonda su una richiesta: Vuoi girare senza zaino? ecco le soluzioni.

Anche questo è vero [emoji23][emoji23][emoji23]

Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

jayspeed
jayspeed

Concordo e con Specialized riesco a tenere tutto nella mtb anche un giacchetta in Gtx Patagonia , unica variante se faccio giri che prevedono poi una discesa impegnativa indosso il paraschiena mi fa comunque sudare meno dello zaino e protegge veramente e le protezioni per ginocchia che accrocchio al telaio in salita.

spartacus1981
spartacus1981

Dipende da dove giri. Nella mia zona ci sono fontane ovunque, e mal che vada bevo da un ruscello, avendo controllato prima che non ci sia bestiame a monte (anche se lo squaraus è quasi sempre garantito, ma passa in fretta)

🙂

bgcarlo

Dipende da dove giri. Nella mia zona ci sono fontane ovunque, e mal che vada bevo da un ruscello, avendo controllato prima che non ci sia bestiame a monte (anche se lo squaraus è quasi sempre garantito, ma passa in fretta)

…non potrei mai fare affidamento unicamente sulle fontanelle. Bevo tantissimi piccoli sorsi e la sacca idrica per me è irrinunciabile. Ero titubante quando l’acquistai, ma una volta provata addio borraccia.

Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

Danixele

Molto interessante, ma troppo, troppo estremo per me, che peraltro non amo girare con roba in tasca.

Senza voler nulla togliere a chi è più bravo/esperto di me, vi segnalo che dopo diversi acquisti ho attualmente risolto tutti i miei problemi con questo zaino sottosella:
Roswheel 8L/10L Borsello sottosella Borsa da Sella Bicicletta Idrorepellente Sede Coda Posteriore Pacchetto MTB Sacchetto impermeabile Crimpare Sigillato di Poliestere con Logo riflettente (10L) https://www.amazon.it/dp/B071VG6PM8/?tag=mtbforum-21

Che è impermeabile, ha un'alta capacità (fino a 10 litri) e la "bocca" dello zaino si "accartoccia" su se stessa, in modo che se non la si usa tutta, la grandezza della borsa coincide comunque con ciò che contiene (nel senso che se ci metti 5 litri, la borsa diventa da 5 litri).

Nonostante per me sia in questo momento la soluzione perfetta, sullo stesso Amazon gli ho dato un voto di 4/5, perché l'attacco al tubo sella è comunque ridicolo (l'attacco al sotto sella è invece discreto). Nel senso che è così scarso per come progettato che bisogna adoperarsi da sé per aggiungere allo zaino un altro attacco al tubo sella (poi funziona perfettamente)

Ma come si fa nei fuorisella con una borsa di quel tipo ?

Danixele

Ma io più che dal tempo lo zaino lo porto o meno in base alla distanza da un punto di appoggio e se ci sono fonti, che spesso volentieri è casa mia. Se sto nel raggio sotto i 10km spesso non lo porto, oltre si.

Stefanone74
Stefanone74

Certo che tra i pro zaino e detrattori c'è veramente una percezione dell'imprevisto totalmente opposta rileggendo i post. Io come già detto giro senza zaino da un po, però dico anche che la MTB la uso una volta a settimana nel weekend, ed effettuo spesso controlli preventivi in occasione dei lavaggi e credo già così di scongiurare gran parte dei possibili guasti x il resto ho una camera di scorta nastrata al telaio, marsupio con borraccia 750cl che riempio in fontane o rifugi,1 multitool ed un coltellino svizzero dentro. Toppe autoadesive, fascette,co2 ,levagomme in un sotto sella minimal. Poi portafogli outdoor e telefono ip68 nelle tasche e  giacchetto antipioggia minipack legato al marsupio. Io così mi sento molto sicuro, soprattutto se giro in posti conosciuti in giri più o meno lunghi.

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

Stefanone74
Stefanone74

PS. Dimenticato ginocchiere sempre addosso e scelgo con cura l'abbigliamento tecnico che mi consenta di non dovermi continuamente fermare a togliere e mettere roba. Casco aperto sempre in testa, o integrale legato al manubrio in salita

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

gargasecca

PS. Dimenticato ginocchiere sempre addosso e scelgo con cura l'abbigliamento tecnico che mi consenta di non dovermi continuamente fermare a togliere e mettere roba. Casco aperto sempre in testa, o integrale legato al manubrio in salita

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

Praticamente un accrocco accroccato x ogni dove…ma dai…
Poi, le ginocchiere immagino morbide, ma sai in parecchi usiamo le rigide e non è possibile averle addosso tutto il giorno.

Sent from my ASUS_Z00AD using MTB-Forum mobile app

Stefanone74
Stefanone74

Praticamente un accrocco accroccato x ogni dove…ma dai…
Poi, le ginocchiere immagino morbide, ma sai in parecchi usiamo le rigide e non è possibile averle addosso tutto il giorno.

Sent from my ASUS_Z00AD using MTB-Forum mobile app

Chiaro, questa è la mia esperienza non pretendo di insegnare niente a nessuno[emoji6]

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

gargasecca

Chiaro, questa è la mia esperienza non pretendo di insegnare niente a nessuno[emoji6]

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

X carità, non fraintendermi…ma se x rinunciare ad uno zaino bisogna trovare mille buchi come alternativa…mah…x me non ha senso…tutto qui.

Sent from my ASUS_Z00AD using MTB-Forum mobile app

Stefanone74
Stefanone74

X carità, non fraintendermi…ma se x rinunciare ad uno zaino bisogna trovare mille buchi come alternativa…mah…x me non ha senso…tutto qui.

Sent from my ASUS_Z00AD using MTB-Forum mobile app

Nessun fraintendimento tranquillo, come spesso accade però con le parole sembra tutto molto complicato. In realtà ho tolto lo zaino e messo un marsupio, ho scelto con accuratezza quello che la MIA esperienza ventennale di MTB e bdc mi suggerisce e via. Il vantaggio di viaggiare senza zaino è impagabile, ed anche la sicurezza ne guadagna (picchia lo sterno con 10kg sulla schiena e le costole diventano grissini), x non parlare della mobilità. Detto questo però non penso che sia una soluzione ottimale x tutti, ogni uno dovrebbe assecondare le proprie sensazioni. Poi io l'uscita in MTB non la concepisco come una gara di enduro, quindi pur adorando la discesa non corro col coltello tra i denti rilanciando ad ogni curva, ma me la godo giochicchiando e tentando di non oltrepassare mai il mio limite

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

adry85
adry85

Marco Toniolo sapresti dirmi il modello preciso dei guanti?perche cercando ne ho trovati di vari tipi, ad esempio con la membrana in windstopper, imbottitura e windstopper etc..e non so su quali orientarmi
Grazie

fafnir

Nessun fraintendimento tranquillo, come spesso accade però con le parole sembra tutto molto complicato. In realtà ho tolto lo zaino e messo un marsupio, ho scelto con accuratezza quello che la MIA esperienza ventennale di MTB e bdc mi suggerisce e via. Il vantaggio di viaggiare senza zaino è impagabile, ed anche la sicurezza ne guadagna (picchia lo sterno con 10kg sulla schiena e le costole diventano grissini), x non parlare della mobilità. Detto questo però non penso che sia una soluzione ottimale x tutti, ogni uno dovrebbe assecondare le proprie sensazioni. Poi io l'uscita in MTB non la concepisco come una gara di enduro, quindi pur adorando la discesa non corro col coltello tra i denti rilanciando ad ogni curva, ma me la godo giochicchiando e tentando di non oltrepassare mai il mio limite

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

Picchia la schiena senza zaino e vediamo cosa diventa un grissino.

Stefanone74
Stefanone74

Picchia la schiena senza zaino e vediamo cosa diventa un grissino.È impensabile per me girare fra pietre e rami senza qualcosa che mi protegga anche solo minimamente la schiena che è la cosa più importante dopo la testa.Non ci arrivo neanche a pensare alla parte di vestiario e oggetti, sinceramente mi vengono i brividi per voi.Il tutto per cosa poi? Un po' di leggerezza/freschezza? Magari poi vi portate gomitiere e ginocchiere, per carità importanti ma sicuramente non quanto una vertebra. Starò diventando vecchio. Secondo me tutto verte sul cosa si intende x giro MTB, ripeto in questa configurazione non faccio park con salti da 2/3 metri e nemmeno gare di enduro dove devo andare più forte di tutti ad ogni costo, ho dei freni potentissimi e quando arrivo ad un ostacolo li uso e lo affronto sempre avendolo ponderato e senza fretta, semmai anche a costo di farlo a piedi se proprio non mi da sicurezza. Non sono il campione del mondo di nulla, ma ho abbastanza esperienza da capire quel che sto facendo in ogni condizione, e francamente vivendo la bici a 360° se proprio dovrei dire una situazione in cui mi sento particolarmente esposto direi piuttosto nelle lunghe discese in bdc, eppure è pacifico x il mondo intero che li non servano protezioni. L'incidente può avvenire anche in xc, anzi a volte è più facile e in ambienti del tutto simili e a velocità perfino maggiori talvolta, ma pure li non servono….non sarà che forse pensiamo di fare… Continua a leggere »

fafnir

Secondo me tutto verte sul cosa si intende x giro MTB, ripeto in questa configurazione non faccio park con salti da 2/3 metri e nemmeno gare di enduro dove devo andare più forte di tutti ad ogni costo, ho dei freni potentissimi e quando arrivo ad un ostacolo li uso e lo affronto sempre avendolo ponderato e senza fretta, semmai anche a costo di farlo a piedi se proprio non mi da sicurezza. Non sono il campione del mondo di nulla, ma ho abbastanza esperienza da capire quel che sto facendo in ogni condizione, e francamente vivendo la bici a 360° se proprio dovrei dire una situazione in cui mi sento particolarmente esposto direi piuttosto nelle lunghe discese in bdc, eppure è pacifico x il mondo intero che li non servano protezioni. L'incidente può avvenire anche in xc, anzi a volte è più facile e in ambienti del tutto simili e a velocità perfino maggiori talvolta, ma pure li non servono….non sarà che forse pensiamo di fare una rampage solo perché abbiamo una bici con le sospensioni?

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

L'incidente può avvenire sempre, il ragionamento di uscire per un giro tranquillo ti assicuro che vale meno di zero infatti io di solito cado proprio nei giretti più "tranquilli".
Allo stesso modo con cui uso il casco in ogni giro metto anche lo zaino.

fafnir

https://www.bicycling.com/training/health-injuries/pack-wisely-to-save-your-spine

Certamente le cose vanno usate con criterio, mi dispiace molto per il ragazzo.
Mettere oggetti rigidi con una certa forma e soprattutto metterli a caso può fare danni, esattamente come un casco non allacciato o allacciato male.

Stefanone74
Stefanone74

L'incidente può avvenire sempre, il ragionamento di uscire per un giro tranquillo ti assicuro che vale meno di zero infatti io di solito cado proprio nei giretti più "tranquilli".
Allo stesso modo con cui uso il casco in ogni giro metto anche lo zaino.

Si ma quante volte puoi dire che è solo grazie alle protezioni che ancora cammini. Anche a me capita di fare qualche dritto o scivolone, ma non da spiaccicarmi a terra. Tutte cadute "controllate".

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

Koroviev

Si ma quante volte puoi dire che è solo grazie alle protezioni che ancora cammini. Anche a me capita di fare qualche dritto o scivolone, ma non da spiaccicarmi a terra. Tutte cadute "controllate".

Beato te !

fafnir

Si ma quante volte puoi dire che è solo grazie alle protezioni che ancora cammini. Anche a me capita di fare qualche dritto o scivolone, ma non da spiaccicarmi a terra. Tutte cadute "controllate".

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

Vabbè ok, spero per te con tutto il cuore sia sempre così.
Io invece mi sono risparmiato belle botte più volte grazie a protezioni e zaino con paraschiena, paradossalmente non ho mai battuto di testa quindi col casco, sia perché purtroppo per i miei arti metto sempre qualche arto a protezioni di istinto, sia perché ho avuto culo.
Secondo il tuo ragionamento potrei quindi girare senza casco.

Stefanone74
Stefanone74

Vabbè ok, spero per te con tutto il cuore sia sempre così.
Io invece mi sono risparmiato belle botte più volte grazie a protezioni e zaino con paraschiena, paradossalmente non ho mai battuto di testa quindi col casco, sia perché purtroppo per i miei arti metto sempre qualche arto a protezioni di istinto, sia perché ho avuto culo.
Secondo il tuo ragionamento potrei quindi girare senza casco.

Sai che i danni maggiori sono dati proprio da colpi di testa contro alberi con conseguente distorsione e frattura vertebrale con danni anche irreparabili? Quindi il collare rigido insieme al casco sicuramente fa parte del tuo corredo immagino. Io dalle mie parti non ne vedo uno se non in park…ho amici che scafandrati si sono rotti costole e quant'altro ed altri che a seguito di voli incredibili si sono graffiati appena. A parte il casco e collare le altre protezioni ti evitano di sgrattarti tutto, ma non pensare di poterti buttare da un grattacielo indenne.

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

Stefanone74
Stefanone74

La prima e vera protezione sei te ed il tuo modo di agire

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

fafnir

Sai che i danni maggiori sono dati proprio da colpi di testa contro alberi con conseguente distorsione e frattura vertebrale con danni anche irreparabili? Quindi il collare rigido insieme al casco sicuramente fa parte del tuo corredo immagino. Io dalle mie parti non ne vedo uno se non in park…ho amici che scafandrati si sono rotti costole e quant'altro ed altri che a seguito di voli incredibili si sono graffiati appena. A parte il casco e collare le altre protezioni ti evitano di sgrattarti tutto, ma non pensare di poterti buttare da un grattacielo indenne.

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

Faccio il meglio che posso considerando anche che devo pedalare. Quindi casco aperto in salita e in discesa metto mentoniera, ginocchiere, gomitiere e ovviamente sempre lo zaino con paraschiena.
Se sono in park vado bardato da guerra.

Ci sono cadute dove le protezioni non fanno niente, infatti mi sono rotto l'omero giusto tre settimane fa a finale nonostante avessi tutto, caduto sul braccio caricando il peso quindi si è rotto senza un impatto diretto.
Ci sono molte altre cadute dove mi sono alzato col gomito o il ginocchio illesi grazie alle protezioni e tante volte che ho battuto sullo zaino.
Un collare non mi permetterebbe fisicamente di fare giri pedalati quindi è ovvio che non posso usarlo, per lo zaino la storia è diversa visto che fino all'altro ieri lo usavamo tutti e adesso c'è la moda della schiena scoperta.

fafnir

La prima e vera protezione sei te ed il tuo modo di agire

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

Allora ti auguro di non trovarti mai un tubo di gomma dell'acqua per lungo in mezzo alle pietre come è successo a me nell'ultima caduta, il mio modo di agire c'entrava ben poco in quella situazione.
Se pensi di essere superman, di avere sempre i riflessi da gatto dal primo minuto all'ultimo di ogni tua uscita o se pensi di non trovare MAI un imprevisto allora sei un illuso.

Stefanone74
Stefanone74

Allora ti auguro di non trovarti mai un tubo di gomma dell'acqua per lungo in mezzo alle pietre come è successo a me nell'ultima caduta, il mio modo di agire c'entrava ben poco in quella situazione.
Se pensi di essere superman, di avere sempre i riflessi da gatto dal primo minuto all'ultimo di ogni tua uscita o se pensi di non trovare MAI un imprevisto allora sei un illuso.

Si ma tu eri a finale, x PS del mondiale, anch'io li son di casa e li mi vedrai sempre ben bardato. Ma se vado a fare giri nostrani con gli amici , con più tempo fermo a fare comunella che in movimento, scendendo x il solo gusto di stare in compagnia non ne sento proprio l'esigenza, perdonami ma questa è la mia scelta.

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

Stefanone74
Stefanone74

Anche io ho rotto una mano, e guarda caso proprio in un occasione dove ero iper bardato

Sent from my BV6000 using MTB-Forum mobile app

axiom
axiom

Ho trovato quest’articolo molto interessante dato che anch’io cerco di fare a meno dello zaino ogni volta che mi cimento in giri con 3-4 h di durata . Mi rimangono però i seguenti due dubbi :
1)La riparazione con Dynaplug è definitiva? o consente solo di tornare a casa?
2) Nel borsello Silca trovano posto il multitool+smagliacatena+levate cacciagomme e una camera 27,5 sottile? o bisogna per forza dotarsi di Tubolito ( che ci costa altri 30 euro)?
….la libertà dallo zaino pare che abbia un prezzo alto😀; spero che Marco risponda a queste domande, ottimo articolo!

gargasecca

I sali non servono a nulla…se non a rimpinguare le casse di Enervit e soci. Capirei in gara…forse…..peraltro io in gara bevo solo acqua…al più acqua e limone o coca cola.
Per il resto quanti giri ci sono in montagna da 4/5 ore in cui non incontri paesi, ruscelli, fontane, nulla di nulla? Uno all'anno? 2? Quella volta porterai lo zainetto con sacca idrica e amen. Nessun discorso è talebano in toto, ovvio.

Si vede che non esci con noi…[emoji6]

Sent from my ASUS_Z00AD using MTB-Forum mobile app

Andrea Sicilia

Si vede che non esci con noi…[emoji6]

Sent from my ASUS_Z00AD using MTB-Forum mobile app

Si certo. Non frequento Borneo, Amazzonia, Sahara ecc.

Luke_Brixia
Luke_Brixia

Più che altro pratichi una disciplina, il cross country, che non ti porta a girare prevalentemente in posti totalmente non urbanizzati come invece chi, come me, fa all mountain.
Su crinali, altopiani, boschi o mulattiere non puoi contare sulle fontanelle di paese…

Andrea Sicilia
Tc70

Se hai quotato quel link in risposta a me, ci trovi scritto anche in che situazioni (da me citate) potrebbero avere un senso i sali.

No…l'ho quotato per tutti,in modo che sia utile a tutti…;-)

Andrea Sicilia

Non so dove abiti/giri tu, ma da me (valli bresciane, alto garda) quasi tutti i giri che faccio nel week end sono privi di qualsiasi punto di appoggio. Fonti solo se sei molto fortunato, e comunque d'inverno ghiacciate. Ruscelli non so se ne troverò, e come sarà l'acqua. Ho ottimizzato il più possibile la dotazione "tecnica" nello zaino anche sulla base di articoli letti qui, ma uscire senza sacca idrica purtroppo è un miraggio.
ps: i sali per prevenire i crampi, visto che non posso allenarmi 4 volte a settimana…

Chettedevodì? Sarò fortunato io a trovar sempre da bere…o magari a studiarmi prima dove vado.
p.s. altra leggenda metropolitana, quella dei sali  e dei crampi. Non servono a nulla i sali per i rampi. Se hai i crampi le ragioni sono altre:
http://www.bdc-forum.it/showpost.php?p=5847477&postcount=40

Andrea Sicilia

Più che altro pratichi una disciplina, il cross country, che non ti porta a girare prevalentemente in posti totalmente non urbanizzati come invece chi, come me, fa all mountain.
Su crinali, altopiani, boschi o mulattiere non puoi contare sulle fontanelle di paese…

L'all mountain come lo intendi tu lo faccio anche io…..solo che lo faccio con la bici da xc. Peraltro non è difficile tracciare un giro che abbia un punto d'acqua conosciuto. Non viviamo mica in Amazzonia o nel Borneo. Dopodichè io in 4/5 ore (di questi giri stiam parlando) faccio magari 70/80 km e ne trovo…..se uno ne fa 30/40 magari  è meno facile. Ciò non toglie, che in giri molto lunghi ove non sapevo se avrei trovato acqua ma ero quasi certo di no, è capitato anche a me di camelbackarmi.

D-Lock

L'unico dubbio che mi lascia la fontanella di paese, specialmente in inverno, è la qualità dell'acqua. Ok, al massimo mi viene un po' di cagotto, ma in inverno non è il massimo. Oltre il fatto che l'acqua della fontanella dalle mie parti è freddissima in inverno…

andymcnab4
andymcnab4

E se ti dicessi che giro così da anni ormai quando uso la bici da trail? Dipende da come pedali, non mi fermo a fare il pic nic, faccio il giro e torno a casa a leggere le discussioni sul forum :razz:c:

Concordo con quello che dici tu (se fai trail),  ma se fai fondo, dove passi il 90% a pedalare allora credo che l'acqua sia  indispensabile. Certo non mi fermo a fare il picnic, ma fossilizzarsi su tutti quei gadget griffati è solo una moda, personalmente porto tutto quello che mi serve nella borsa sotto sella che ha una capacità di solo 0,5 L ci stanno benissimo senza dare alcun fastidio.
Camera d'aria
Kit riparazione forature
Multi toolkit con smagliature
3 maglie di catena
Un paio di viti
Pezzuola
Guanti in lattice
Piccolo contenitore olio
La pompa è attaccata al telaio e ben fissata
Ma l'acqua tolto il limite delle due borraccie attaccate al telaio se fai uscite d'estate da 4 a 5 ore credo che una sacca idrica sia indispensabile.
Anche io d'estate faccio la mezza maratona senza bere, senza avere problemi, ma questo non vuol dire che valga per tutti. Non penso che una sacca idrica da 2 L sia così scomoda da portare, se poi portarsi un paio di kg in più sia così faticoso, allora bisogna chiedersi se ha un senso andare in bici.

alestade

Interessante articolo. Alcuni prodotto citati non li conoscevo e li trovo molto utili, tipo il kit per la riparazione dei copertoni e l'alloggio per il multi-tool.
Anche io ormai faccio a meno dello zaino. Per quanto riguarda la pompa, dopo averla messa per un periodo nel supporto accanto alla borraccia, l'ho tolta perchè si sporcava molto. Adesso la tengo in tasca però oltre ad essere pericolosa in caso di caduta, rompre piuttosto le scatole.
Devo inoltre fare un discorso sulle tasche delle maglie. Alcune sono veramente piccole e scomode. Ultimamente uso maglie di marca Gore, che per carità, sono costose, ma le tasche sono più capienti e il tessuto generalmente è di ottima qualità. Ne ho trovata una (che però è a maniche corte e che quindi uso fino all'autunno, con i manicotti) che, oltre ad avere un ottimo potere coibente, ha due piccole tasche laterali dove riporre le barrette.

andymcnab4
andymcnab4

Per quanto riguarda la pompa, dopo averla messa per un periodo nel supporto accanto alla borraccia, l'ho tolta perchè si sporcava molto. Adesso la tengo in tasca però oltre ad essere pericolosa in caso di caduta, rompre piuttosto le scatole.

Ciao
Se posso consigliarti, ti do un rimedio, non troppo costo, che dipende da due fattori, il primo quanto è grande la tua pompa e, che forma ha! Il secondo fattore è il diametro interno del tuo reggisella, se hai un reggisella Grande (30,4 o 29,8 mm) come il mio puoi incastrare la pompa al suo interno con un tappo in gomma (che trovo tipo OBI, Leroy Merlin)) inodo da chiudere la parte terminale del tubo e uno straccio oppure gomma tipo camera d'aria per non farlo ballare.

EMD9
EMD9

Ho la giacca della Proviz , un regalo da Londra dove hanno negozi mooolto giusti , che uso in inverno quando è ora di farsi vedere sulle strade urbane. Il particolare effetto luminescente è spettacolare ma va discapito della termoregolazione interna per cui sudo moltissimo e se aggiungo uno zainetto allora è effetto sauna. Pur avendo segnalato la cosa alla casa produttrice non mi è mai giunta risposta. Sembra quasi che funzioni a dovere senza zaini e poco altro nelle tasche , peraltro molto utili , e a climi molto freddi nonostante non sia spessa. Inoltre ha un costo elevato.

EMD9
EMD9

I pantaloncini baggy sono comodi in contesto urbano ma nello specifico possono essere d’ impiccio se non si ricorre a cinture poiché tendono a scendere ed impigliarsi nella sella , poi se togliete il fondello dovete avere una sella molto comoda ma si guadagna in leggerezza specie quando fa molto caldo. Se si segue la moda ammetto che sono molto più trendy dei bib ed è un fatto puramente estetico poiché ci differenzia dai ciclisti classici da strada.

wpDiscuz