Tocsen, il sensore di caduta per il casco

Tocsen, il sensore di caduta per il casco

Marco Toniolo, 10/11/2018

La startup tedesca Tocsen sta sviluppando un sensore da applicare sul casco che manda messaggi di richiesta di aiuto attraverso lo smartphone nel caso di caduta.

Il video (in tedesco, speriamo mettano i sottotitoli in inglese) spiega che il sensore viene comodo in caso di incidente quando si gira da soli, e va ad allertare non solo i soccorsi e parenti/amici, ma anche chi si trova in zona e ha scaricato l’apposita app.

Il progetto si trova nella fase di crowfunding, ma ha già superato la soglia minima con cui Tocsen si era prefissa di partire, vale a dire 13.500 Euro. Chi partecipa, riceve il Tocsen più app con 40% di sconto (già sold out). Il sensore costa 59 Euro, qui trovate le varie opzioni con diversi pacchetti e le tempistiche. Il prodotto sarà realizzato nel 2019.

Tocsen.com

Commenti

  1. cmq nel video la bici rossa (Spectral) è quasi uguale alla mia... fa impressione... mi sono già immedesimato. :(

    se volete sapere che dicono i "crucchi", potete mettere la traduzione automatica dei sottotitoli in italiano nelle opzioni del video. :)
  2. marco:
    blocchi l'iter dal telefono. Comunque credo che ci voglia una botta di una certa entità e non il casco che sbatte contro un ramo
    Ramo magari no.. roccia però..
    Comunque non è cattiva l'idea anzi.. È poi bisogna considerare che può essere applicata anche ad altri sport.. Alpinismo, motocross ecc..
    Per la rete a pensarci bene dicono che sarà pronto per il 2019 e in quell'anno esordirà anche il 5g, quindi è molto probabile che estendeanno il più possibile la copertura..
  3. Carino e costa poco. Anche il Garmin lo fa ma solo se collegato via Bluetooth con cellulare (k consuma molta batteria).
    Il problema è la copertura mobile che in montagna potrebbe essere scarsa x n motivi.
    X chi gira da solo sia MTB k alpinismo etc c'è un nuovo Garmin bidirezionale che usa il segnale GPS x trasmettere sos. Costa uno sproposito+abbonamento ma quella volta k serve è l'unico k potrebbe salvare veramente la vita.