L’arrivo di un nuovo trend: le 27.5 “non del tutto” Plus

L’arrivo di un nuovo trend: le 27.5 “non del tutto” Plus

Ian Collins, 01/11/2016
Whatsapp
Ian Collins, 01/11/2016

[ad3]

Se non ve ne siete ancora accorti, un nuovo trend è comparso nel mondo della mountain bike: quello delle gomme dalla larghezza compresa fra i 2.4″ e 2.8″, per ruote da 27.5″. Quando uscì il formato 27.5″ Plus, la larghezza delle gomme si posizionò in mezzo ai trattori da Fat Bike e le normali bici che montano gomme da 2.1″-2.35″. Un po’ come le ruote da 27.5 si posizionavano in mezzo alle 26″ e alle 29″. Solo che le Plus portano il diametro effettivo della ruota a 28.75″.

Prima che qualcuno cada nel panico, ci teniamo a sottolineare che stiamo parlando di nuovi pneumatici, non di un nuovo standard. Non serviranno nuovi mozzi o guarniture per montarli. È solo un’opzione in più.

Untitled

Da destra a sinistra : Maxxis Minion DHF, Specialized Butcher, Schwalbe Nobby Nic, Bontrager SE4. Dei classici, fra le gomme, disponibili anche nella versione “non del tutto” Plus.

Stanno arrivando veramente?

Le abbiamo provate per la prima volta a luglio durante la presentazione della nuova Specialized Enduro. Se date un’occhiata qui, qui e qui, vedrete che sono segnalate come “out of stock”, ma sono nella gamma dei maggiori produttori di gomme. Si tratta delle Specialized Butcher (che abbiamo provato), Maxxis DHF e Schwalbe Nobby Nic.

Cosa significa?

Le bici 27.5″ Plus necessitano di telai specifici per farci stare le gomme, più alte e più larghe di quelle tradizionali. Come detto sopra, il diametro effettivo di una ruota con gomme Plus si avvicina al 29 pollici, motivo per cui è possibile montare ruote da 29″ su telai Plus.

Le nuove gomme di cui stiamo parlando, invece, possono essere montate su normali telai da 27.5″. Questo significa due cose:

  1. in futuro i telai dovranno essere progettati per avere più spazio per le gomme.
  2. L’altezza del movimento centrale dovrà essere leggermente abbassata.

Per quanto riguarda lo spazio per le gomme, lo standard Boost (ormai presente su quasi tutte le bici di nuova generazione) era stato introdotto anche per risolvere questo problema, mantenendo i foderi posteriori corti. La realtà è però che la maggior parte dei biker, e anche delle nostre bici test, gira su bici che ancora non hanno questo standard e che quindi non potranno montare le gomme “non del tutto” Plus, per lo meno al posteriore. Se montate su un telaio 27.5″ Plus, il movimento centrale tenderà ad essere troppo basso. E questo ci porta al secondo punto.

La pressione sui marchi di bici sarà notevole, con l’arrivo di queste nuove gomme. Gli ingegneri si troveranno così davanti a delle nuove sfide, se non altro per trovare la giusta altezza del movimento centrale. Infatti i proprietari delle bici spazieranno da delle gomme da fango larghe 2.1″ ai 2.6″ delle “non del tutto” Plus. Non abbiamo dei numeri alla mano, ma le altezze delle gomme dovrebbero variare di molto, probabilmente fino ad un intero pollice. In pratica si può passare da altezze da trespolo a toccare i pedali contro ogni ostacolo presente sul terreno. Non sarà un compito facile per i produttori di bici, ma potrà essere risolto con geometrie variabili grazie a dei flip chips, come Trek propone da anni, ad esempio.

La domanda più importante: PERCHÈ?

Dato che abbiamo già provato queste nuove gomme, siamo in grado di vederne i vantaggi per un ampio spettro di biker, a seconda del terreno e delle capacità tecniche. Non vogliamo sembrare degli snob, ma l’opinione condivisa da tutti i nostri redattori (e di altri media) è che le Plus tradizionali siano adatte soprattutto ai principianti. Non c’è nulla di sbagliato in ciò, ben vengano delle soluzioni che facilitino la vita a chi non si sente sicuro in fuoristrada. Allo stesso tempo, però, le Plus non soddisfano il rider evoluto, in quando la tenuta della spalla è mediocre, si bucano facilmente e scendendo di pressione tendono a stallonarsi quando si prende una curva a velocità decise. Non ci credete? Andate a vedere quanti le usano alle Enduro World Series..

The Specialized Butcher reworked in 27.5" X 2.6". Photo : Harookz

Specialized Butcher, 27.5″ X 2.6″. Photo : Harookz

Torniamo alle gomme 27.5 “non del tutto” Plus. Abbiamo provato il set Specialized Butcher/Slaughter in versione 2.6″ in Canada. Il Butcher è stato disegnato da Sam Hill, ed è una gomma apprezzata da molti nelle sue diverse configurazioni. Nella sua versione da 2.6″ è stata allargata ed ha guadagnato un po’ di volume: non si tratta di un pneumatico buttato lì alla leggera e senza ricerca. Abbiamo trascorso un’intera giornata nel Coast Gravity Park, per la gran parte su terreno duro e battuto, paraboliche e salti. La seconda giornata ci ha portato su dei classici sentieri con radici, rocce e tratti umidi.

Siamo rimasti veramente sorpresi dalla performance delle gomme nel bike park. Eravamo convinti che si sarebbero comportate come delle 27.5″ Plus, ma non l’hanno fatto. Tendono a rimbalzare di più di una gomma da 2.3″ da park, ma, dopo aver sperimentato un po’ con la pressione, ci sono piaciute molto. Preferiremmo, in ogni caso, la larghezza normale, ma dopo un paio di discese eravamo vicini a farci un pensierino. 

[NB: in bike park siamo soliti gonfiare l’anteriore a 2.2 bar e il posteriore a 2.3. A causa del volume maggiorato, le Butcher avevano bisogno di 1.8 all’anteriore e 1.9 dietro]

Una volta lasciato il bike park ed imboccato dei sentieri naturali, le gomme da 2.6″ hanno cominciato a brillare. Pensiamo che la cosa sia anche dovuta al terreno a noi sconosciuto: il volume in più ci ispirava più confidenza, soprattutto nei tratti difficili, dove era più facile mollare i freni. Diciamo che ci hanno convinto di più nei tratti ripidi e con rocce smosse, grazie alla maggior trazione e volume. Facendo mente locale, ci sono tanti posti in cui abbiamo girato in passato dove queste 2.6″ sarebbero state perfette, ma non le sceglieremmo per dei sentieri lisci e duri. In questo frangente non ce n’è bisogno e si noterebbe solo il peso in più. In ogni caso, sul terreno giusto sono veramente dei “game changer”.

È tutto?

Diremmo di sì. Non è il caso di fare una tragedia se il vostro telaio non accoglie queste nuove gomme, perché i produttori non smetteranno di proporre le larghezze classiche 2.1″-2.4″.
Ci saranno tante nuove offerte di mescole e strutture con larghezze da 2.4, 2.6, 2.7 e 2.8″. Al momento stiamo provando delle Bontrager High Volume da 2.4″, che potrebbero starci in quasi (quasi) tutti i telai da 27.5″ attualmente sul mercato, e possiamo dire di notare alcuni dei benefici delle Butcher da 2.6″. Insomma, potrete provarle anche senza cambiare bici. Come detto ad inizio articolo, non ci troviamo di fronte all’emerita rottura dei vari boost, tubi conici, perni vari, ecc, che l’industria ci ha propinato negli ultimi anni.

Un ultimo punto su cui riflettere: nel 2017 queste gomme saranno disponibili anche per le 29 pollici? Probabilmente, ma non dite che ve lo abbiamo detto noi.

[ad45]