Sistemi antiforatura: tu quale usi o a quale sei interessato?

Sistemi antiforatura: tu quale usi o a quale sei interessato?


Dai sistemi a doppia camera ai “salsicciotti” di diverso tipo, passando per le camere d’aria imperforabili o autoriparanti… nelle ultime stagioni stiamo assistendo a un vero e proprio boom commerciale di sistemi antiforatura di vario genere, che promettono tutti il medesimo risultato: permettere al biker di proseguire la sua discesa senza che il copertone si sgonfi completamente a causa di tagli o forature e senza che il cerchio si danneggi colpendo direttamente rocce e radici sul terreno.

Tutti mediamente piuttosto costosi e fondamentalmente efficaci nel prevenire le forature o, per meglio dire, nel limitarne le conseguenze, i diversi sistemi antiforatura oggi disponibili presentano pro e contro che inducono gli acquirenti a optare per un prodotto piuttosto che per un altro. Presto esprimeremo un nostro giudizio sui vari prodotti grazie a un test comparativo delle principali soluzioni in commercio, valutandone pregi e difetti, ma nel frattempo ci piacerebbe conoscere le opinioni dei lettori: utilizzate qualcuno di questi sistemi? Se sì, qual è il vostro preferito? Quali altri sistemi avete avuto occasione di provare? Pensate siano soluzioni valide oppure non attirano la vostra attenzione? Insomma, dateci il vostro parere.

Di seguito le soluzioni più conosciute:

Il ProCore di Schwalbe e l’analoga soluzione Made in Italy Deaneasy si basano su di una camera d’aria gonfiata ad alta pressione tramite una valvola a doppia funzione, per mezzo della quale si gonfia anche la tradizionale sezione Tubeless del copertone. La camera interna aiuta a tenere tallonato il copertone sul cerchio e ripara cerchio e copertone da urti più violenti, mentre al contempo permette pressioni del copertone più basse rispetto a quelle di un tradizionale Tubeless. Di contro, non tutti i cerchi digeriscono al meglio le alte pressioni della camera d’aria interna.

Le soluzioni a “salsicciotto” sono le più diffuse e negli ultimi mesi sono diversi i produttori, soprattutto italiani, che hanno proposto un proprio prodotto. Huck Norris è tra i primissimi sistemi in stile “mousse” derivati dal motociclismo offroad ad approdare alla MTB. Segue il sistema Flat Tire Defender presentato niente meno che da Aaron Gwin, che purtroppo durante la stagione di UCI DH World Cup ha platealmente dimostrato, suo malgrado, che anche questi sistemi sono tutt’altro che infallibili. Il Pepi Tire Noodle è probabilmente la soluzione di questo genere più economica attualmente in commercio. Dalla Liguria l’ABS Roc, che ha la particolarità di essere più denso della concorrenza. Infine il Banger di MrWolf, che dichiara di utilizzare un polimero appositamente studiato per questo scopo. Il vantaggio dichiarato di questi sistemi è quello di ridurre il volume di aria necessario al copertone, creando le condizioni per poter proseguire la discesa anche dopo una foratura, minimizzando la perdita di prestazioni e proteggendo il cerchio dagli urti. Il contro è il ciclo di vita limitato dei polimeri che compongono questi “salsicciotti”.

[atkp_list id=’170670′ template=’170297′][/atkp_list]

95
Leave a Reply

  Subscribe  
più recente più vecchio più votato
Notificami di
p84
p84

Tubeless e lattice, tutto il resto è noia

mik69
mik69

Io uso il SoulCiccia by HarryBangs, lo stesso che usano nel team CMC. Poca spesa e tanta resa, ci ho fatto La Thuile e ho fatto i percorsi dell’EWS di Finale girando a 1,5. Come detto nell’articolo bisogna fare manutenzione e verificarne regolarmente lo stato, ma in compenso si possono usare coperture un po’ più leggere e girare a pressioni più basse

Cavalera cicli
Cavalera cicli

Secondo me qui il problema è proprio quello che i sistemi a doppia camera che permettono di abbassare le pressioni per guadagnare comfort, trazione e sorattutto grip vengano equiparati a sistemi che invece non danno resistenza meccanica alla stallonatura e che aiutano solo in parte in quel senso, essendo sì più efficaci in caso di taglio del copeertone, ma sminuendo quello che era il motivo iniziale di questa rivoluzione, che non è certo la possibilità di “run flat”…

fyase
fyase

Unico commento sensato… Che senso ha mettere procore con gli altri sistemi tanto per fare numero… Il procore ha ben altro fine che servire per arrivare a fine trail in caso di foratura…

Chi dice a caso vado con lattici ed è uguale mi fa sorridere. Un conto dire pesa troppo e preferisco evitare, ma è impossibile non avvertire i miglioramenti girando a basse pressioni che non tubeless sono altrimenti impossibili da tenere…

Andreaeight
Andreaeight

Sulla AM, mai bucato con tubeless e lattice in due anni (sarebbe da rabboccare? XD). Sulla biga da park invece, dove le roccie si puntano, i salsicciotti ci starebbero, tanto su 20 kg di biga… però più che per proteggere il cerchio servirebbere ad arrivare a valle “in sella”.

klasse
klasse

Dipende se vuoi prevenire forature o stallonamenti.
coperture tubeless ready e latrice, solo perché le coperture UST non
È produce quasi più nessuno a parte qualche fondo di magazzino.

Andrea321
Andrea321

Non capisco come un sistema ‘a salsicciotto’ possa definirsi antiforatura, al massimo può aiutare a finire la discesa quando a seguito di una foratura la pressione scende a zero o quasi quindi secondo me questa definizione è impropria.
Le fasce in kevlar e il lattice ad esempio possono definirsi sistemi antiforatura, secondo la mia idea.
Probabilmente sono sistemi che possono avere un senso (quando funzionano visti i tanti limiti che hanno dimostrato) per le gare o utilizzi particolari ma almeno nel mio caso non mi invogliano neanche alla prova (e se penso a quale prezzo vorrebbero venderli non mi sfiora neanche il pensiero di acquistarli!).

enzo steppa
enzo steppa

antiforatura nel senso di evitare gli snake bite

Davidone
Davidone

tubeless e lattice sicuramente, il salsicciotto me lo mangio

pablos
pablos

Di sistemi antiforatura non ne sento la necessità, tubeless e lattice sono più che validi, quasi infallibili.
Copertoni più “strutturali” assolutamente si ma senza pagare lo scotto del peso!!
Guarda a caso questi sistemi vengono fuori all’ affermarsi di diametri ruota più grandi e corsa alla larghezza cerchio incontrollata…

pk71
pk71

Santa Caterina

Sfaticato
Sfaticato

In effetti più che di sistemi antiforatura qui si parla di sistemi salvacerchio IMHO.
Io personalmente uso il lattice e nessuno dei suddetti sistemi mi interessa.
Forse il procore per il discorso dello stallonamento che mi capita ogni tanto sulla 29 front quando faccio qualcosa di più agressivo del solito. Li la colpa è ovviamente dei copertoni piu orientati all’XC e quindi leggerini … Ma quando tento un nose press ( o meglio un qualcosa che gli assomiglia) spesso sento un “pfffffff” e vedo una bella nuvoletta bianca di lato … e la gomma a 0.5 bar 😀
Non li conosco tutti, magari andrò a curiosare ma alla fine mi sembrano tutti “complicati” e preferisco avere una camera nello zaino che peso aggiunto nelle ruote anche perchè nella mia esperienza, nonostante giri su percorsi prettamente rocciosi ( carso ) ad oggi non mi è mai capitato di squarciare una ruota in tal modo da non poter tornare a casa con una camera …
In compenso 2 volte sono rientrato col cambio e la catena in tasca ma questo è un altro discorso 🙂

En75
En75

Sicuramente tubless e lattice!!!
Il salsicciotto ci sta’ insieme alla birra a fine giro!!!

pozzoligio
pozzoligio

io uso 2 camere d’aria , una normalmente , l’altra , tagliata per il lungo all’interno senza valvola , avvolta sopra quella che gonfio .in questo semplice modo non buco più. In pratica raddoppio lo spessore della camera d’aria

frantic
frantic

questo sistema lo usavo 8 anni fa, per fare giri tranquilli, adesso non mi servirebbe a niente

frantic
frantic

io uso copertoni a doppia carcassa da dh e lattice, pesano uguale ai vari kit però con zero problemi di ogni sorta

rugantino
rugantino

Io ritengo che dipende sempre dal tipo di mtb che ognuno di noi pratica e dal tipo di percorsi presenti nelle proprie zone.
Abitando in pianura-collinosa e facendo per lo più persorsi granfondo o al massimo xc, non sento il bisogno di avere null’altro che il buon vecchio sistema a lattice+ copertoni TR+ bomboletta e kit salva uscite.
Se poi il continuo sviluppo tecnologico ci porterà delle innovazioni migliori non resterà che provarli.
Buone pedalate a voi, io brutta caduta e passo dal letto al divano

giaKaa
giaKaa

Buona e pronta guarigione, rugantino!

pavlinko80

lattice , copertoni belli robusti, e cerchi hookless,non spendo soldi su queste menate. i salsicciotti  stanno bene a fine giro accompagnati da una birra media

pavlinko80

lattice , copertoni belli robusti, e cerchi hookless,non spendo soldi su queste menate. i salsicciotti  stanno bene a fine giro accompagnati da una birra media

chloris

Lattice tutta la vita
 camera d'aria legata al telaio e copertoni seri

La sola volta che ho squarciato in 'sti anni é per essermi imbattuto su una scheggia di mortaio della prima guerra sul carso
 

Sent from my WAS-LX1A using MTB-Forum mobile app

Teofil75
Teofil75

Tutti i sistemi mi sembrano veramente vergognosamenti costosi.
Io uso copertura tubless natine con lattice e voto la destinazione di utilizzo. Mi spiego meglio: logico che, quando ho usato la mia XC su sentiero con lo stesso impeto che uso con la mia enduro 27.5+ con 2.8″ ed escursioni da 150 ho stallonato!
Personalemnte tengo spesso la pressione inferiore a 1 bar, ho cerchione da 29mm e pesando 65kg non ho mai avuto problemi. Non sono uno che va nè estremamente piano nè estremamente forte. Comunque sia, logico che le traiettorie bisogna anche sapersele ragionare. E’ utopia pensare di pesare 85kg, scendere di pressione a 1bar su una ruota non semifat, magari con cerchio “stretto”, cilindrare una roccia tagliente ai 12m/s e sperare che non capiti nulla!!!

gargasecca

Tubless doppia carcassa e lattice…direi che non occorre aggiungere altro.

teoDH

Il mio sistema antiforature consiste in uno zaino, una camera di ricambio, due cacciagomme e una pompetta… totale spesa 25 euro

DoubleT
DoubleT

ci aggiungi altri 25 euri così ti prendi una coppia di soul ciccia e lasci a casa zaino, cacciagomme e pompetta e giri libero da intrighi
la prima volta che provi… capirai

tylerdurden71
tylerdurden71

Uso il procore da quando è uscito e mi trovo bene, i salsicciotti come banger e pepis’s provati e subito smontati: difficili da mettere, quindi non parliamo di cosa possa essere toglierli in un trail. Poi li trovo estremamente delicati, so di gente che usa tubi presi in ferramenta con pochi euro e ha gli stessi risultati.
Infine, sono emersi problemi di cui si trova traccia anche in questo forum con la riparazione di eventuali fori, anche piccoli, sui lati… a causa del fatto che il lattice li non arriva e la pressione è bassa si resta facilmente a piedi.

Lucky86
Lucky86

solo tubeless e lattice.
non vado così forte da aver bisogno di salsicciotti e a quel prezzo di manutenzione semmai cambierò cerchio e copertone se proprio capita il danno…

DjAlexB
DjAlexB

io uso procore….il feeling e la trazione che hai sul rotto difficilmente lo ottieni con copertoni latticizzati senza arrivare al rischio stallonamento, e secondo me è di vitale importanza (ho esagerato, meglio dire che da una grossa mano) montato sulla ruota posteriore di una front…poi ovvio che non si può scendere più di tanto con la pressione che se no la deriva si fa sentire troppo. Le botte del cerchio sulle rocce una volta erano un secco “sdeng” ora sono più un “plof” e molte volte nemmeno me ne accorgo. Unico neo secondo me, oltre al peso in più che vabbè…ci si passa sopra, è la valvola speciale molto delicata. Per fortuna esiste il ricambio (costoso, circa 20 euro), ma rimane comunque un elemento delicato esposto al rischio di sassate e che ho già rotto semplicemente avvitando l’anello di battuta sul cerchio…forse era già provata da una sassata precedente.
Per chi se lo chiedesse il limite di 23 mm di canale interno minimo per il corretto montaqggio è leggermente abbondante. Lo montai senza problemi su un 21mm e anzi al contrario ho avuto più problemi a montarlo su un 25mm.

menollix
menollix

Per me la soluzione è gomma seria tubeless + lattice.
La gomma seria per me deve essere una con fianchi rinforzati e peso di almeno 700gr x uso xc-marathon, 900-1000 per uso am enduro. Le cartaveline da 550gr o meno le lascio agli altri.
Alla fine dopo parecchie prove ho ristretto il campo alle Maxxis Exo o alle Continental Protection.
Con queste gomme mai una foratura fino a che non sono da buttare x usura.

frantic
frantic

per me la gomma seria è quella che uso, 1300 gr davanti e dietro

Jolly Roger
Jolly Roger

Con gomme così, se te la pedali, passi il 90% del tempo del giro in salita…

menollix
menollix

Con le gomme da DH… ci vai solo in giu. io con DHF 2,3 exo davanti e hr2 2,3 exo dietro (che pesano meno di 1kg l’una) oltre i 2000 di dislivello faccio oggettivamente fatica. Con le ruote leggere dove ho un crossmark dietro ed un xking davanti ci ho fatto qualche marathon lunga, tipo la val di sole o la Pedalonga.

Riki174
Riki174

Aggiungerei Vittoria TNT

smaz
smaz

Anch’io preferisco la semplicità, lattice e copertoni super gravity, tengo pressioni abbastanza basse e i bozzi sul cerchio sono rari… forature rarissime (in genere buco solo quando per qualche motivo ho montato una camera d’aria).

jimmy27
jimmy27

Uso copertoni tubeless ready con la fascia protettiva quali la exo di maxxis o la snakeskin di schwalbe abbinato a un buon lattice nella giusta quantità e lo controllo ogni 2 mesi circa.
Altro non mi serve.

eliseobeppe
eliseobeppe

Per tutti coloro che hanno scritto” tubless più lattice ” prima dovreste provare il Deansey, io lo uso da due anni e il feeling con la bici e il terreno è MOLTO diverso, poter scendere con pressioni fino a 1,00 bar, fa davvero la differenza è come avere la bici truccata e il paragone coi salsicciotti mi sembra non ci sia perchè il rischio di stallonamento a basse pressioni rimane, o mi sbaglio?

Tigre27
Tigre27

Il salsicciotto serve appunto per usare pressioni basse senza stallonare..

eliseobeppe
eliseobeppe

La camera d aria interna del Deansey quando si gonfia schiaccia la spalla del copertone sul cerchio ed è impossibile stallonare, come fa il salsicciotto a fare la stessa cosa?

Tigre27
Tigre27

Il salsicciotto, sotto il peso di bici pilota e forze in gioco, si schiaccia prenendo la gomma contro il profilo del cerchio e evita lo stallonamento..è lo stesso principio.
Se vai cerchi qualche video lo capisci subito…

eliseobeppe
eliseobeppe

Come dimostrato nel mondiale dh codesto principio non funziona

Tigre27
Tigre27

E invece domenica ho aperto il copertone sul fianco quasi alla fine della ps3 di Brembilla chebstaco testando per la gara di domenica 15..e visto che mancava poco sono arrivato alla fine tenendo un buon passo…e Raimondi con ptn ha fatto terzo dietro ai Lupato nella ps2 della gara 4enduro Oasi Zegna, ha bucaro 200 mt dopo la partenza…lo so perche l ho visto fiero vincitore del circuito a fine gara che mostrava il ptn mal concio..ma che gli ha permesso di ottenere quel risultato..infatti il lunedi l ho ordimato subito anche io…

Fede K.
Fede K.

Anch’io ho il deaneasy ma non mi sono mai trovato bene con pressioni cosi’ basse, nelle frenate decise l’anteriore da’ proprio una brutta sensazione

eliseobeppe
eliseobeppe

Ho scritto fino a 1,0 io giro a 1,4, cmq sulle radici bagnate s 1,0 è fantastico

uomoscarpia
uomoscarpia

Io ho mezza idea di prendere il cushcore, riempie il volume d’aria solo a metà, c’è abbastanza aria per consentire al lattice di tappare i buchi, in più hai la protezione del cerchio e una minore risposta elastica della gomma.

rikiuan
rikiuan

Chiaramente tutto dipende dal tipo di utilizzo che si fa con la bici… personalmente ho sempre girato con gomme adeguate e lattice, oltre a camera e vermicelli che non ho mai usato. Non solo un missile, ma mi capita di mollare i freni. Queste soluzioni secondo me si rivelano utili soprattutto per determinate e circoscritte soluzioni di utilizzo, come enduro più cattivo e magari meno pedalato, o dh. Ho l’impressione invece che esigenze di marketing spingano questi dispositivi per qualsiasi tipologia di impiego, il che secondo me produce più inconvenienti che benefici

alexh1983
alexh1983

Tubeless, lattice, prneumatici da 2.25 dietro e 2.35 davanti, pressioni normali 2 dietro e 1.7 davanti. Camera d’aria nello zainetto, una per giri normali, due per giri più lunghi. Secondo me le gomme enormi si tagliano, rovinano, bucano molto più facilmente e non si pedalano.

gargasecca

Per tutti coloro che hanno scritto"  tubless più lattice " prima dovreste provare il Deansey, io lo uso da due anni e il feeling con la bici e il terreno è MOLTO diverso, poter scendere con pressioni fino a 1,00 bar, fa davvero la differenza è come avere la bici truccata e il paragone coi salsicciotti mi sembra non ci sia perchè il riscio di stallonamento a basse pressioni rimane, o mi sbaglio?



Interessante…:nunsacci:
quanto pesi?
che tipo di giri fai?
Su quali percorsi?

Fabriziotor
Fabriziotor

Utilizzo la MTB per divertimento e mi trovo benissimo con le camere d’aria e i copertoni standard, perchè la media di forature è di c.ca 1 ogni tre mesi (io giro tutti i giorni sui sentieri).
Fermarsi 10 minuti per sostituire la camera è un’occasione per riposare e fare 4 chiacchiere.
Certo, chi fa le gare ha esigenze differenti: peso, tempi da rispettare, pressioni da gestire (non solo delle gomme), ma avrà anche un portafoglio diverso.

Skyman
Skyman

Tubeless e lattice è perfetto dove giro ci sono poche rocce.
Mai bucato o stallonato..

ALLMAU
ALLMAU

Mi sa che dovrò piantarla anch’ io di forare 🙂
Continuo a viaggiare con le camere d’ aria, nonostante siano tubeless sia i cerchi che le gomme….. ed il mio paio di forature all’ anno non me le toglie nessuno 🙁
Per cui seguo con attenzione 🙂

Allison Burger
Allison Burger

salsicciotti .. almeno si potessero mangiare !! … si grida sempre ai gombloddi del marketing e poi ci si fa prendere per il culo da questi materiali da pochi centesimi che durano da natale a santo stefano venduti a prezzi più alti di un copertone top di gamma (a volte anche di 2) e che hanno tecnologie inferiori a quelle di una semplice camera d’aria .. almeno la camera d’aria è sicuramente più complessa da costruire di un cilindro di schiuma espansa o similari chiusa a cerchio con del nastro adesivo o una fascetta …. e infatti nessun marchio già noto ha messo in vendita una di queste boiate .. sono tutti prodotti nati da officine di negozi o scantinati di qualche ragazzo con il fiuto buono e la vista lunga .. che sa quanti polli ci sono in giro

Tigre27
Tigre27

Si vede che non hai mai provato quanto denigri..che non siano indispensabili non ci piove..ma se li monti la differenza la senti..a meno che tu non sia talmente scarso da non sentire differenze di setting o geometrie…prima provare..poi parlare..augh!

Allison Burger
Allison Burger

dai micetto non fare la “Tigre” da tastiera … di come vado io non ne sai nulla e potresti restare sorpreso .. come non puoi sapere se ho provato o no qualcuna di ste boiate di schiuma espansa …. il discorso non cambia: sono una robetta ultraeconomica venduta a costi esorbitanti … non durano nulla .. e non servono a nulla .. magari servono a qualcosa se vai a passeggio con pressioni ridicole .. ma se vai in bici seriamente di ste robe non te ne fai niente …. poi oh .. ognuno è libero di sbattere via soldi nel modo che vuole .. televendite .. vanna marchi … alghe per dimagrire o salsicciotti per non forare fatti in casa ……. grrrrrrr .. ciao 🙂

Tigre27
Tigre27

Non servono per non forare..almeno quello che uso io serve per tenere pressioni basse senza stallonare e avere comunque sostegno e scorrecolezza..lo usano in molti..vedi campioni come Raimondi e cc..ma evidentemente sono tutti scemi perché tu che sei piu intelligente e veloce di loro dici che non servono..poi il ptn costa 40 euro..non una follia..uno si sbatte di meno a prendere quello che ad arrabattare in ferramenta come dici tu..ma tu sei piu intelligente e quindi ne sai…

Allison Burger
Allison Burger

non servono nemmeno a non stallonare visto che si stallona che è una bellezza pure con ste boiate se usi pressioni basse e giri a velocità da MTB e non da passeggino … oltre a campioni come Raimondi li usano anche CAMPIONI come Gwin per motivi di sponsor (non certo per scelta) … e li usano a pressioni normali .. non a pressioni da reparto geriatria ….. ma purtroppo Gwin ha dimostrato più volte che non serve a una beata cippa …. intelligentone …. i MIEI 40 euro li spendo diversamente .. stai sereno che c’è più spazio nel pollaio per te 😉

Tigre27
Tigre27

Io la differenza in positivo la sento e non li tolgo piu i salsicciotti..se non ci credi non so cosa dirti..per il resto ti stimo. Per intelligenza ed. Educazione

michele70
michele70

Gorilla tape per sigillare il cerchio, latttice “tappabuchi” dentro il copertone è tutto il resto è noia o marketing, business, ecc.

Harvey
Harvey

– Per xc > gomme + lattice
– Per all mountain > guaina termoidraulica + camera + lattice = + confort e + grip:
https://www.mtb-mag.com/forum/threads/guaina-termoidraulica-funziona.357429/
– Per chi vuole realizzare dei salsicciotti antipizzicatura a pochi soldi:
https://www.mtb-mag.com/forum/threads/guaina-termoidraulica-funziona.357429/page-9
post#89

Michele 930
Michele 930

Per chi fa gare questi sistemi ci stanno, ma per quelli come me (scarsi) tubeless e lattice più che sufficienti!

Tigre27
Tigre27

Sono d accordo con te

jimmy27
jimmy27

Sono molto curioso di leggere un bel test sui salsicciotti che tutto fanno tranne che da antiforatura

Tigre27
Tigre27

Ciao
Io uso PTN e sono soddiafatto: costa poco..scendo con pressioni molto basse mantenendo una buona scorrevolezza e sostegno…poi ovviamente si monta in condizioni tubless, quindi con tutti i vantaggi connessi..
Come giustamente fatto notare da qualcuno..pero..non è un sistema antiforatura bensì uno strumento che serve per guidare meglio, per finire la speciale e per salvare i cerchi..

Zarathus
Zarathus

Fasce antiforatura Vittoria, nessun rabbocco, zero manutenzione, mai forato da quando le ho….uscite minime 3 volte settimana su qualsiasi terreno. E soprattutto….ZERO manutenzione. Spettacolo senza pensieri

Leonardm
Leonardm

Mai provati, ma dice che sistemi come cushcore più che antiforatura siano validi per le capacità di smorzamento delle sollecitazioni.
Paradossalmente mi preoccupa di più cosa succede se si buca, smontare alcuni salsicciotti pare sia una impresa..
Però a breve un ABS ROC lo voglio provare.

nicola47
nicola47

Gomme UST e vermicelli in gomma nel caso si fori, cosí non si ha piú nemmeno il fastidio del lattice, peccato che le UST non le produca piú nessuno ormai. Le altre soluzioni sono solo tacconate ad un prezzo improponibile. Tra l´altro non ho mai capito questa moda dei salsicciotti, dato che non mi é mai sembrato che il mercato chiedesse a gran voce dei sistemi antiforatura nuovi. Probabilmente faranno invece la stessa fine delle fat bike..

scnia
scnia

Una bella gomma che non sia di carta velina, camera d’aria e una pressione adeguata, e una camera di scorta. Poi se capita come il chiodo dell’altra settimana non c’è exo o altro che tenga quando te la trapassa….forse i cingoli.

rugantino

Buona e pronta guarigione, rugantino!

Grazie mille

Harvey
Harvey

Perdonatemi ma mi sembra che ci sia un po’ di confusione e genericità nelle risposte (non è mia intenzione fare il professorino di turno eh…), l’articolo precisa: “sistemi antiforatura di vario genere, che promettono tutti il medesimo risultato: permettere al biker di proseguire la sua discesa senza che il copertone si sgonfi completamente a causa di tagli o forature e senza che il cerchio si danneggi colpendo direttamente rocce e radici sul terreno.” > il lattice dentro la copertura non permette affatto di salvare il cerchio contro le rocce in caso di danno che superi il semplice chiodo o la spina mentre i sistemi ProCore, Deaneasy e Mr. Wolf invece sì (ho citato i primi che mi sono venuti in mente). Questi sistemi sono nati per garantire una protezione ulteriore e diversa da quella offerta dal lattice (spine e chiodi) salvaguaradando il cerchio in caso di sgonfiamento repentino o da particolari impatti, ma soprattutto salvando anche il biker da improvvise cadute… Che poi a qualcuno non interessi avere questa ulteriore garanzia di sicurezza in taluni tipi di circostanze questo è un altro paio di maniche, ma dire che sono dei sistemi superflui questo no…. La possibilità poi di girare con pressioni più basse proprio per la particolare garanzia protettiva offerta da questo tipo di soluzioni è poi un ulteriore benefit da considerarsi nell’uso di queste soluzioni che nulla ha a che vedere con il mero uso del lattice… Sul fatto che il costo di taluni di questi sistemi sia elevato… Continua a leggere »

emabike1973
emabike1973

Il msrt wolf sembrerebbe il più indicata ma il sistema ligure un po più duro non sarebbe male ……e cmq son componenti da pro … o per chi cammina veramente sullo scassato ….io personalmente per ora uso lattice e gomma da 29×2,50 e il norris al posteriore …una buona taratura del mono posteriore e gomme abbastanza dure sull’asciutto ….e cmq ancora qualche bozza sul cerchio riscontro …molto meno che con gomme da 2,30/35 …..vorrei cmq provare il sistema ligure di mous un po più dure ……specialized enduro 2017 29 …..

Haran
Haran

Tubeless, lattice, copertoni gravity da 1 kg l’uno. Impossibile forare!!!

Tigre27
Tigre27

Nelle condizioni che dici ho forato piu di una volta..i trails sono ricchi di insidie..a volte conta la fortuna..a volte ci sono i chiodi..a volte anche la capacità(che spesso non ho)di scegliere la traiettoria giusta..

emabike1973
emabike1973

Gomme da 2,50 e Norris posteriore gomme con pressione giusta e un buon mono tarato bene ….e sei apposto se non fai gare …..se fai gare le mus ci vogliono .con gomme da 2,35/40..sempre se sullo scassato cammini ……

emabike1973
emabike1973

Ovviamente ci vuole una buona gamba per tirare una gomma da 2,50 ……

giuseppegiuseppe
giuseppegiuseppe

Di solito tubless ready e lattice li trovo eccezionali, nell’ultimo acquisto di copertoni ho sbagliato e li ho presi non tubeless e quindi sto girando con camera d’aria ma è da tanto che non buco (me la sono tirata, il prossimo giro buco di sicuro). Non trovo la necessità di sistemi particolari (ps monto copertoni continental Mountain King, fantastici)

Dandelion
Dandelion

Fasce antiforatura in kevlar, mi pare Geax, stanno li da anni. Leggere, metti li e dimentichi. Senza sbattimenti di tallonature, sigillature, valvole, rabbocchi e altro. Una camera cacciagomme e pompetta comunque li porto sempre

Zucchi
Zucchi

Io al momento uso Tubeless con lattice. Per me, comunque, la cosa più affidabile rimane copertone con camera d’aria portandosi le pezze e la camera di riserva.
Questo per il semplice fatto che è un casino rendere affidabili i copertoni tubeless che, pur essendolo dichiarato, non sono sempre affidabili.
Con Continental X King Protection, per esempio, ho fatto tante di quelle pompate che mi sono più allenato pompando che andando in bici. Alla fiera di Riva del Garda poi un rappresentante mi ha affidato che avevano problemi con il materiale che non si univa bene col lattice e mi hanno dato due in sostituzione. Dei quali uno perdeva anche tanto. Ho poi preso i due migliori e me li sono tenuti.
Con le Schwalbe TLE va meglio ma ogni due settimane un controllo di pressione non guasta.

Keru
Keru

Io uso lattice come la maggior parte e non ne ho mai provati di sistemi complementari. Comunque, rispondendo all’articolo, il prodotto di Pepi mi sembra alquanto interessante data la semplicità, il peso e il prezzo ridotto. Anche perché penso che la maggior parte degli utenti non cerchi un sistema antiforatura, ma un sistema di emergenza, che salvi il cerchio e che magari faccia girare con pressioni inferiori. Avete in programma di provarlo?

Fede K.
Fede K.

Deaneasy trovato gia’ montato su bici usata.. mai forato ne’ stallonato in due anni di colli euganei, con la trachite assassina. L’unico neo (peso a parte) e’ dover pulire la valvola che spesso si intasa di lattice

davidedamonte
davidedamonte

Lattice, tubeless e kit riparazione dedicato.

frantic

si, confermo, faccio giri sui colli euganei da 1000 mt di dislivello

monster74
monster74

sono una mosca bianca… ho avuto sempre problemi con tutti i sistemi… sono due anni che sono tornato alle camere d’aria con copertoni non sotto ai 900gr. (anche 1100gr.)… bè in due anni avrò bucato (cambiato) camera d’aria 3 volte (una volta l’ho trovata sgonfia in garage)!
quindi tutta questa necessità di sistemi e lattici non la sento
basta guidare pulito 😉

frenco

guidare pulito? se percorri un single trail in discesa e ci sono per terra rami sottili spinati non ci puoi fare nulla se non passarci sopra… Col tubeless + lattice nemmeno te ne accorgi.

schiaccio84
schiaccio84

Siete molto fortunati. Con la bici da enduro riesco a forare con gomme TR girando a 2.1 davanti e 2.4 dietro.
E la bici è piuttosto nervosetta su rocce e radici con quelle pressioni.
Valutando i vari sistemi mi sono deciso a acquistare il deaneasy, vediamo come va e w il made in italy.

luke75
luke75

Copertoni seri lattice e pressione non troppo basse al posteriore. Utilizzo per giri trail.

gargasecca

E invece domenica ho aperto il copertone sul fianco quasi alla fine della ps3 di Brembilla chebstaco testando per la gara di domenica 15..e visto che mancava poco sono arrivato alla fine tenendo un buon passo…e Raimondi con ptn ha fatto terzo dietro ai Lupato nella ps2 della gara 4enduro Oasi Zegna, ha bucaro 200 mt dopo la partenza…lo so perche l ho visto fiero vincitore del circuito a fine gara che mostrava il ptn mal concio..ma che gli ha permesso di ottenere quel risultato..infatti il lunedi l ho ordimato subito anche io…

Ottimo…ma "credo" che l' 80% di noi qui dentro non fa gare…:balla-co:
Quindi x cui…spendere 2 banconote verdi x questi cosi…:-x:

Tigre27
Tigre27

Si Hai ragione…sono indicati per gareggiare..pero se monti bei cerchi in carbonio..che costano un occhio della testa, aggiungere il salsicciotto aiuta a preservarli..ma si vanifica il probabile risparmio di peso che ti ha spinto a montare i cerchi..boh..è tutto legato all utilizzo..e anche ai percorsi..se sono molto spaccati puo essere utile…inerendo meno aria la gomma rimbalza di meno e la guida è piu precisa.a se uno non sta a guardare troppo il cronometro..come dici tu..probabilmente il gioco non vale la candela

gargasecca

Si Hai ragione…sono indicati per gareggiare..pero se monti bei cerchi in carbonio..che costano un occhio della testa, aggiungere il salsicciotto aiuta a preservarli..ma si vanifica il probabile risparmio di peso che ti ha spinto a montare i cerchi..boh..è tutto legato all utilizzo..e anche ai percorsi..se sono molto spaccati puo essere utile…inerendo meno aria la gomma rimbalza di meno e la guida è piu precisa.a se uno non sta a guardare troppo il cronometro..come dici tu..probabilmente il gioco non vale la candela

D'accordo…ma io ho speso 100€ e mi sono preso in offerta 2 Maxxis DD e il lattice…davanti lo tengo a 1,5atm e dietro a 2,2atm e faccio 110kg bardato…la gomma spancia il giusto, super-sostenuta, non deriva, doppia carcassa, rimbalzo quasi a zero…sospensioni regolate diversamente, che altri vantaggi avrei?

Tigre27
Tigre27

Io uso 1.3 davanti e 1.6 dietro..pero in ordine di marcia peso 25 kg in meno di te..le mie gomme pesano uguali alle tue..prob col tuo peso anche avendo salsicciotto non potresti scendere sotto i 2…io dico solo che col salsicciotto ho piu feeling nella guida…è un po uno sbatti averlo quando si cambia gomma e anche per il leggero aggravio di peso..circa80 gr..ma non tornerei indietro…

ciclista411
ciclista411

Da 7-8 anni circa, metodo EOT: camera d’aria da 24 (poi tagliata a metà, costo 3€), copertone da camera da 26, lattice da stampi (12€ al litro) e compressore.
Rabbocco ogni 2 mesi.
Mai più bucato.
Né io né i bikers a cui l’ho insegnato

Raiders85

Tubleess ready a vita.. da un anno che li uso e mi sono dimenticato cosa vuol dire bucare.. mai piu bucato!!

Sent from my SM-G925F using MTB-MAG.com mobile app

anet80
anet80

montateli sulle bici elettriche e sui cancelli da 15 kg a noi che pedaliamo con la mtb ci bastano i tubeless con il lattice e tutto il resto è fuffa… poi se volete vi dico che è una bella invenzione, ma stop!

SlowMotion

Se volete realizzare un confronto davvero utile, secondo me dovreste:

  • trovare il modo di misurare l'assorbimento di lattice da parte dei vari sistemi, perché é un elemento fastidioso, che aumenta il peso, necessitando di piú lattice per compensare la parte assorbita
  • inserire tra i campioni di prova anche una soluzione non commerciale: un tondino di espanso pellicolato (polietilene o neoprene) a celle chiuse da 25mm di diametro, tipo questo (é il primo uscito su google, non li conosco).
    Si trovano nei punti vendita di materie plastiche.
xcbiker88
xcbiker88

Poco peso, tanta resa! Io non giro più senza Ptn!

Alemtb15
Alemtb15

Io uso le camere d’aria autoriparanti e funzionano bene in tutte le condizioni ,ti accorgi di aver bucato quando vedi una macchietta sul copertone..se continui a girare il liquido nella camera d’aria ripara il buco.. E vai ..

ilpaul78
ilpaul78

Credo dipenda molto dall’uso che uno fa della bike.
Tubless lattice o camere d’aria alla fine sono i più pratici e meno costosi, il resto lo lascio ad Aron Gwin

emabike1973
emabike1973

Ragazzi se hai veramente manetta ….e passi sullo scassato a bomba …il salsicciotto funziona …io uso il ptn pepis sia sul Xc che in enduro costa poco e abbassa tantissimo il rischio di pizzicare e di distruggere il cerchio di stallo are e puoi usare gomme un po’ più leggere……certo a dei limiti …ma per la spesa che affronti e ottimo….poi se scendi con i freni in mano …va benissimo la camera d’aria …..ma quando incominci a mollare i freni e cercare di passare sopra a tutto …il salsicciotto fa la differenza….certo puoi bucare ovvio ma col pepis ptn ti permette di continuare a scendere chiudendo un pochino il gas …in xc se sei un pro ..ti permette di arrivare in zona per cambiare ruota…io personalmente metto vermetto bomboletta evviva …