MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Nuova Trek Remedy Carbon 29

Nuova Trek Remedy Carbon 29

Nuova Trek Remedy Carbon 29

11/06/2014
Whatsapp
11/06/2014

Trek in North Carolina, June 2014.

Sono uscite diverse indiscrezioni su questa bici, anche perché Justin Leov l’ha portata sul secondo gradino più alto del podio alle EWS scozzesi, mentre Tracy Moseley ha addirittura vinto in Scozia con questa bici.

Trek in North Carolina, June 2014.

Si tratta del modello in carbonio della Remedy 29 presentata lo scorso anno, con cui però non ha molte cose in comune. A parte il diametro delle ruote e lo schema di sospensione, la nuova creatura di casa Trek adotta una soluzione completamente nuova sulla ruota posteriore, quella del Boost148, oltre che il nuovo ammo Re:Aktiv di cui vi abbiamo parlato ieri.

Trek in North Carolina, June 2014.

Il telaio in carbonio fa risparmiare in tutto 513 grammi di peso rispetto alla versione in alluminio. Le geometrie sono del tutto simili al modello in alluminio, con un angolo sterzo di 68° o 67.5° a seconda di come si posizioni l’eccentrico che si trova sul bilanciere. Anche i foderi posteriori rimangono invariati nella loro lunghezza totale di 445 mm.

Trek in North Carolina, June 2014.

Disponibile dalla fine di luglio 2014, per questo motivo i prezzi e i dettagli sui montaggi verranno resi noti più in là.

Boost 148

IMG_3420

È un progetto nato dall’esigenza di rendere le ruote più rigide, senza dover spendere un patrimonio per un set di ruote in carbonio. Tre fattori hanno spinto Trek a questa scelta:

1) la possibilità di montare un deragliatore anteriore senza che questi vada a toccare sulla gomma in caso di sezione larga o fango.

Trek in North Carolina, June 2014.

2) La possibilità di accorciare i foderi posteriori. Cosa che, come appena detto, non é il caso per il modello 2015 ma che verrà fatta in futuro.

3) Poter montare gomme larghe senza che queste vadano a toccare i foderi o il deragliatore anteriore.

Trek in North Carolina, June 2014.

Da notare che il Boost 148 sarà presente su tutta la gamma Remedy 29 e che non innalzerà il prezzo della bici.

Screen Shot 2014-06-11 at 08.10.03

Come potete vedere dal grafico qui sopra, che rappresenta la rigidità di ruote in alluminio con diametri diversi, il Boost 148 pone una ruota da 29″ allo stesso livello o quasi di una da 26″. Andiamo nel dettaglio a vedere come Trek ha ottenuto questo risultato grazie ad una collaborazione con SRAM, scelta al posto di Bontrager perché il progetto complessivo tratta di spostare la trasmissione.

Screen Shot 2014-06-11 at 06.21.45

SRAM ha costruito un mozzo più largo di 6mm, 3 mm per lato, da qui il numero 148 che indica la larghezza del mozzo. Così la campanatura della ruota é più larga, rendendo la ruota più rigida. Il mozzo é composto da tre parti, SRAM ha allargato la parte centrale, mantenendo i due agganci dei raggi uguali a quelli del 142. La lunghezza dei raggi é identica per entrambe le ruote e per entrambi i lati (Solo Spoke Tech, di cui abbiamo parlato qui).

Screen Shot 2014-06-11 at 17.15.31

Nella foto qui sotto potete vedere il mozzo da 142mm, dove é ben riconoscibile la parte centrale che viene allargata per arrivare ai 148mm.

IMG_3425

Il fattore Q rimane uguale grazie ad uno spider che sposta la corona di 3 mm verso la destra. Questo fa anche sì che ci sia più spazio per la gomma.

Il Boost 148 é uno standard aperto a tutti, non proprietario di Trek. A breve potete leggere le prime impressioni di riding.

Lush

Trek in North Carolina, June 2014.

Trek lancia anche la Lush, una bici pensata per le donne con diametro di ruote 27.5″, 120mm di escursione con Re:Aktiv, e tutte le caratteristiche delle altre bici full suspended della gamma Trek: ABP, Full Floater, DRCV.

Interessante il fatto che il rapporto di leva sia diverso rispetto ai modelli classici per tenere conto del minore peso del rider.

Disponibile da subito nei negozi, prezzi a breve.

Trek in North Carolina, June 2014.

Trek in North Carolina, June 2014.

Foto di Sterling Lorence dove non indicato diversamente.

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
BrunoGe
BrunoGe

Ma io dico, ora pure il 148? Vuoi più rigidità? Usa un mozzo da 150 che giá esistono senza dover fare impazzire negozianti e clienti.
Questi geni da 4 soldi…. Me li vedo:
“Più rigidità ci vuole ragazzi, su con le idee!”
“142 non va improvvisamente più bene….150 c’è… Dai facciamolo 148! Si minchia che idea! “

matteo_84
matteo_84

vedrai che Specialized gli andrà dietro facendo il 148+ !!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ahahah

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Il motivo é presto spiegato: per non cambiare il fattore Q, si può spostare la linea catena al massimo di 3 mm. Infatti se facessero un perno da 150 bisognerebbe cambiare le pedivelle e renderle più “esterne”.

Pitaro
Pitaro

Quindi Cannondale che sulla F-Si ha spostato la linea catena di 6mm ha cambiato fattore Q… Come ha risolto la questione degli standard?

xzy
xzy

Hai ragione. C’è ancora chi crede a sta favoletta del fattore Q ? E’ tutto in funzione della trovata del momento

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358

Cannondale non ha cambiato il fattore Q, solo la linea catena. Però Cannondale ha una sua guarnitura, magari con la Sram nn c’è spazio (mi sembra strano però, vedendo la mia).

xzy
xzy

La FSI da gara monta la guarnitura XX1

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358

Qual è la FSI “da gara”? Tutti i modelli di FSI in catalogo montano la Hollowgram. Comunque se ci montano la XX1 a maggior ragione si tengono la linea catena e il fattore Q della guarnitura…

Pitaro
Pitaro

Ho la sensazione che il problema non sia la guarnitura Sram ma la nuova XTR che nella versione “Race” (M9000) ha il fattore Q ridotto a 158mm contro i 168mm della versione “Trail” (M9020)… questa bici per come è presentata mi sembra molto “XTR frendly”.

Vedremo come si evolverà questo nuovo standard… certo che avrei trovato più simpatico un mozzo da 150mm con carro e cerchi asimmetrici.

Massimiliano_EthicSport
Massimiliano_EthicSport

E’ 140 anteriore e posteriore?

Domingosh
Domingosh

Francamente, le motivazioni che giustificherebbero questo nuovo standard, non mi convincono per nulla
ci sarebbe molto da discutere in merito ( specie su quel grafico a colonna…che ha valenza molto bassa)
Da Trek, regina del carbonio, mi sarei aspettato un full carbon
Esteticamente, mi piace

pacidavi
pacidavi

oh… non vi offendete, ma c’è un motivo se gli ingegneri fighi vanno a lavorare al JPL, California e non a Waterloo, Wisconsin… e c’ho pure una trek :-O
e usate quelli da 150 mm boja fauss!!!! (cannondale ha cambiato la campanatura senza introdurre nuovi stds no? 😉 )

valeduke
valeduke

E avanti con un altro standard …..
Insopportabili !!!
Pedivelle o non se volevano potevano montare il 150 …..
Va bè, basta non comprarla …..

nsimioni
nsimioni

Comunque a quanto ho capito non è brevettato, quindi non dovrebbe incidere sul prezzo in maniera significativa.. almeno quello.

Enrico Guaitoli Panini
Enrico Guaitoli Panini

Bici bellissima.
Per il discorso delle innovazioni, se non ci fossero state staremmo ancora andando in giro con le 26 rigide… la bici moderna permette di più, quindi ci si diverte di più.
Il segreto probabilmente è non tuffarsi subito sull’acquisto ma aspettare un po’in modo che anche modelli di gamma media ne siano provvisti.
Quando hanno lanciato la doppia il 70% dei bikers storceva il naso, ora la tripla non la vuole quasi nessuno, io abituato dopo 2 minuti di utilizzo con la doppia nella bici da xc quando prendo la rumblefish con la tripla faccio certi casini…
Idem la monocorona anteriore, tra quoalche anno potrebbe essere quasi la norma, io non vedo l’ora di poterla montare!
Stesso discorso vale per i freni a disco, forcelle ammortizzate, full suspended…

pirpa
pirpa

Mozzo da 148…..ammortizzatore DRCV ultra dedicato…….mah……

jumperlevo
jumperlevo

Io col 142 tocco già con la scarpa arretrata, sul fodero, figurati col 148 (porto il 48 di mavic alpine xl, non certo una scarpa sottile)

SuperDuilio
SuperDuilio

Comunque esteticamente è molto gradevole

Mario.lop
Mario.lop

Bella!Trek è sempre un passo avanti con i suoi telai in carbonio!
Ormai i produttori più grossi si orientano sempre più a “soluzioni complete” per fare un salto di qualità… e secondo me la strada sarà proprio questa, perchè non ha senso sviluppare un supertelaio e poi scendere a compromessi con gli standard commerciali: si studia la soluzione e la si commercializza come pacchetto completo. Finchè si resta nel top di gamma è anche accettabile economicamente.

Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata

Bella, Bellissima ero interessato a questa bici ma non la comprerò mai………
Troppe customizzazioni, ammortizzatore, mozzo, geometrie. Per quanto mi riguarda preferisco avere una bici meno performante ma più semplice, con componenti commerciali, reperibili facilmente e a dei costi ragionevoli.

menollix
menollix

“È un progetto nato dall’esigenza di rendere le ruote più rigide, senza dover spendere un patrimonio per un set di ruote in carbonio…”

Allora spendiamo un patrimonio x il telaio con il 148 posteriore 😀

Oniriko77
Oniriko77

fuck the logic 🙂

dlacego

Io so solo una cosa: ci sto sbavando dietro, ma di brutto!

xzy
xzy

@fitzcarraldo: è quella che usano Fontana e Fumic…talvolta montano la Hollowgram, tal’altra la XX1, in catalogo di solito la Hollowgram la monta solo la versione ‘matte black top’.
‘Marco’ dice che entro i 3 mm di spostamento linea catena non cambia il fattore Q, ma Cannondale la linea catena l’ha spostata di 6 mm. A parere personale il fattore Q, quando si tratta di queste sfumature, è ininfluente

Thomas Miller
Thomas Miller

Veramente ultra bella! Da possessore di una remedy 29 2014 custom da 12, 8 kg mi comincia a frullare per la testa questo telaio in carbonchio…
Sul discorso innovazioni e nuovi standard solo il tempo ci dirà la sua effettiva valenza, vi ricordo che anche col tubo sterzo tapered c erano sospetti, per non parlare delle altre innovazioni che oggi sono standard attuali.
Tanto non li decidiamo noi i nuovi standard, meglio aspettare e stare a guardare come vanno…come al solito saranno le leggi del mercato a decidere…ma alcune innovazioni un pò migliorano, è per questo che poi diventano standard

Tira la careta
Tira la careta

Si vabbè 148mm,
ma qualcuno crede veramente che, se anche avessero fatto lavorare la catena “inclinata” di 1 mm (su circa 445mm di fodero), senza rispettare esattamente le specifiche dei produttori di trasmissioni, potrebbero insorgere problemi alla trasmissione.

Ma per favore……

Pitaro
Pitaro

In realtà sarebbe stata spostata di 1mm in più sui 20-30mm di disassamento che già c’è tra l’11 (o il 10) e la corona grande… proprio un abisso!

Comunqe il mozzo da 142 ha la stessa linea catena del 135, quindi in realtà con questo 148 hanno già spostato la linea catena di 6,5mm…

Boh, ci sono troppe cose non chiare… non penso che sta gente si metta ad inventare nuovi standard solo perchè non sanno passarsi il tempo.
Non mi sembra neanche una “trovata geniale del marketing” altrimenti avrebbero imposto il brevetto, e anche se avessero fatto una enduro da 29″ con mozzo da 150 sarebbe stato la stessa cosa: sarebbero stati i primi e per il momento gli unici ad aver avuto questa brillante idea, mentre gli altri avrebbero potuto copiare in seguito… esattamente come è adesso per il Boost 148.
A meno che non abbiano pensato come per il perno da 15mm all’anteriore: “un pedalatore non comprerà mai un componente nato per la DH” ed allora abbiano trovato questo escamotage per dare ai pedalatori un componente da discesisti…

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Questo nuovo standard permetterà in futuro a trek di poter lavorare sulla lunghezza dei foderi posteriori. Quest’anno solo rimasti invariati rispetto alla versione in alluminio, ma in futuro si vedrà.

Mitzkal
Mitzkal

Questo nuovo standard è come la corazzata Potëmkin…

austinriki
austinriki

Scusate se c’entra poco con la trek ma sulla fsi sapete se sia possibile montare una guarnitura xx1 con fattore q da 156 ??